Atelier dei Libri: Recensione in anteprima "Tuo, Simon" il film

martedì 29 maggio 2018

Recensione in anteprima "Tuo, Simon" il film

Dopo aver accumulato incassi e recensioni super positive negli USA, la commedia romantica tratta dal romanzo young adult di Becky Albertalli è finalmente in arrivo nelle sale italiane, nelle quali debutterà il 31 maggio (salvo alcune proiezioni in anteprima). Ho già avuto modo di commentare il libro e se avete letto la mia recensione o la mia presentazione del cast allora avete già una chiara idea di quanto mi sia piaciuto e di quanto sia stata interminabile l'attesa che ha separato l'uscita del film negli States rispetto a quella nostrana.
Per fortuna ho potuto abbreviarla di qualche giorno e non vedevo l'ora di recensire (come sempre senza spoiler) questa adorabile pellicola per voi!

Genere: Commedia Romantica/LGBT/YA
Titolo: Tuo, Simon (Possibile duologia)
Uscita nelle sale: 31 Maggio
Regista: Greg Berlanti
La mia valutazione:
Cast principale:
Nick Robinson - Simon Spier
Katherine Langford - Leah Burke
Keiynan Lonsdale - Bram Greenfield
Alexandra Shipp - Abby Suso
Jorge Lendeborg - Nick Eisner
Logan Miller - Martin Addison
Jennifer Garner - Emily Spier
Josh Duhamel - Jack Spier





Recensione



Tre anni dopo l'uscita del romanzo, il cui titolo in origine era Simon vs the Homo Sapiens Agenda (Non so chi sei, ma io sono qui in Italia), arriva nelle sale la trasposizione cinematografica con il titolo di Tuo, Simo, ed è subito amore. C'è da dire che la stagione cinematografica 2017/2018, ci ha riservato grandi soddisfazioni per il cinema LGBTQ, premiando sontuosamente pellicole come Moonlight e Call Me By Your Name di Luca Guadagnino; film indipendenti con un pubblico tutto sommato ristretto, che con il consenso raccolto hanno spianato la strada al genere anche nei circuiti main-stream.
Ad approfittarne è stato Greg Berlanti, autore, produttore e regista televisivo che ha già maturato una certa esperienza nel trattare il mondo dei teenagers grazie a serie come Dawson Creek, Everwood e il più recente Riverdale. E a noi non può che far piacere, visto che nel suo riadattamento di Tuo, Simon ha rivelato tutte le sue capacità, creando una commedia romantica che si approccia al grande pubblico e agli adolescenti con freschezza e positività, pur trattando un argomento delicato come il percorso verso il coming-out di un adolescente tormentato. 
Un film che commuove e fa sorridere, con una buona sceneggiatura che lo rende adatto agli spettatori di ogni età, che si innamoreranno del buon umore e del carattere peculiare di Simon e della sua dolcissima storia d'amore e di vita.



Partiamo proprio dall'irresistibile protagonista: Simon Spier (interpretato da un impeccabile Nick Robinson) conserva la stessa pungente ironia e lo charme che lo hanno reso un personaggio indimenticabile nel libro. E' sua la voce che ci accompagnerà a suon di battute e punchline memorabili, facendo le dovute presentazioni fin dall'inizio del film, in cui si descrive come "un ragazzo come te, ma con un segreto davvero enorme".
Simon ha una bella casa, buoni voti, due genitori amorevoli e di mente aperta (seppure non del tutto preparati a ciò che vivranno), una giovane sorella ossessionata dai programmi di cucina e un gruppo di amici che lo supportano con sincerità. Eppure, nostante sappia di poter contare sui suoi affetti più cari, Simon è riluttante a confessare al mondo la sua omosessualità, per paura delle complicazioni che ciò apporterebbe alla sua vita. 
Quando si imbatte nel messaggio anonimo di "Blue", un ragazzo che condivide la sua stessa situazione, i due cominciano una romantica corrispondenza segreta che sarà al centro della trama e del suo sviluppo. Non solo per le speculazioni di Simon sulla possibile identità di "Blue" che stuzzicano la curiosità spettatore, ma soprattutto perché colpa di quest'ultima, Martin, uno dei compagni di scuola di Simon, scoprirà il suo segreto e dietro la minaccia di renderlo pubblico, lo obbligherà ad aiutarlo nei suoi propositi romantici generando situazioni caotiche e scompiglio nel gruppo dei suoi migliori amici. Simon si troverà presto a domandarsi fino a che punto spingersi per difendere il suo segreto, se sull'altro piatto della bilancia c'è il rischio di perdere i suoi amici più cari.




Ad eccezione della figura di Martin e del suo losco (per quanto infantile) ricatto, il film mantiene per tutto il tempo un mood positivo e ironico, evitando di proposito gli aspetti più problematici e spinosi legati al processo di maturazione verso il coming-out di un adolescente moderno. Ma questa leggerezza non è stata per me un punto a sfavore, bensì un grande pregio del film, a tratti persino innovativo: il cinema main-stream ci ha abituati a commedie romantiche in cui personaggi gay caricaturali fanno da contorno ai protagonisti etero, oppure drammoni sentimentali che sottolineano gli aspetti più complicati e controversi dell'omosessualità in età giovanile. Temi reali e degni di nota, ovviamente, ma a volte un tantino respingenti nei confronti dei più giovani e delle famiglie che dovrebbero accompagnarli in sala.
Tuo, Simon mira invece ad offrire un'esperienza edificante per tutto il grande pubblico, senza sacrificarne gli aspetti emotivi, calando un teenager segretamente gay nel ruolo di protagonista principale di una commedia romantica e ottenendo un risultato centrato e credibile, anche grazie al cast giovane e pieno di talenti scintillanti. Come da tradizione in questo target di pellicole per famiglie, l'intreccio romantico tra Simon e Blue è ovviamente privo di aspetti o richiami sessuali, ma si costruisce all'insegna della tenerezza e del reciproco supporto, suscitando così immediata empatia negli spettatori di tutte le età che si troveranno ad esultare con gioia all'insegna di un naturale lieto fine.

Tuo, Simon è per me un esempio di come si possa creare un film d'integrazione anche senza usare toni di denuncia, sfruttando invece la genuina empatia suscitata dalla tenerezza e dalla freschezza che abbondano nella pellicola. La storia nella sua essenza è fedele all'ottimo materiale originale da cui è tratto e suscita le stesse emozioni e pensieri positivi che ho amato nel libro. Naturalmente alcuni aspetti della sceneggiatura si allontanano dalla trama del romanzo, ma devo ammettere che le piccole quanto azzeccate variazioi, mi hanno fatto maggiormente amare il film. 
Certo, alcuni momenti in cui vengono riesumati i tipici cliché del genere, possono apparire un po' scontati, ma è un'eventualità da mettere in conto quando si guardano delle commedie romantiche young adult. Per fortuna quando questi riescono a strappare più di una risata e regalare un paio d'ore all'insegna del buon umore e delle emozioni positive, il fine giustifica i mezzi. Se vi state chiedendo se si tratti del film adatto a voi, il mio consiglio è quello di dargli un'opportunità.
Visto il successo ottenuto dalla critica mondiale, si vocifera già sulla trasposizione cinematografica del secondo libro della serie, incentrato sulla storia di Leah (interpretata da Katherine Langford) e sul suo coming out come ragazza bisessuale e io non vedo l'ora che le voci vengano confermate! Intanto gustatevi il trailer in italiano con clip esclusiva e andate a prenotate i biglietti!



5 commenti:

  1. Ciao! :D ho avuto il piacere di vedere il film in anteprima e l'ho amato alla follia! Ed é tutto merito tuo, perché se non avessi letto la recensione del libro probabilmente avrei ignorato la mail che mi invitava all'anteprima gratuita! Grazie mille :D ora non vedo l'ora di leggere il libro 😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sai quanta gioia mi da questo tuo messaggio. Sono felicissoma ❤

      Elimina
  2. Ciao! Non sapevo facesse parte di una duologia, io ho comprato un paio di giorni fa il romanzo e non vedo l'ora di leggerlo. Spero di avere il tempo di andare a vedere anche il film, la tua recensione mi è piaciuta molto=)

    RispondiElimina
  3. Lo adorerai! Sono felice di avertelo fatto scoprire. È un libro dolcissimo.

    RispondiElimina


  4. Voi che siete alla ricerca di prestito di denaro. Siete un dirigente aziendale, un investitore privato, o meglio una persona avente bisogno di finanziamento rapido tenuto conto di una situazione. Ecco un'opportunità di prendere in prestito denaro in linea in 72 ora vi offro un prestito di 5000€, 10.000€ a 500.000€ fino a 3.000.000€ con un tasso di 3%. Ecco il mio e-mail: diegozumerle71@gmail.com

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!