Atelier dei Libri: marzo 2020

sabato 28 marzo 2020

Ricetta "Banana Fluffy Pancakes" con noci e gocce di cioccolato, senza uova, facili da far e buonissimi!



Miei adorati, se seguite i miei social come io seguo i vostri, sarà chiaro per tutti ormai che l'Italia sta tenendo fede alla sua meritata reputazione di patria del buon cibo, grazie a tutti noi cuochi appassionati che, per necessità o diletto, state dando filo da torcere alle pentole sfornando manicaretti senza sosta. Tra tutti, quelli che vedo sfilarmi davanti più spesso sono i fluffy pancakes, ma vi confesso che non amando troppo le uova (che oltretutto in questo periodo scarseggiano un po') non sono la mia versione preferita. Per questo voglio condividere con voi una ricetta che ritengo un'alternativa perfetta per queste circostanze: i Banana Fluffy Pancakes! 



Sani, facili, svuota-frigo e soprattutto buonissimi, questi pancake alla banana sono assolutamente i preferiti della casa per una serie di motivi. Avete presente le banane super mature diventate ormai marroni che spesso vengono "snobbate" e lasciate nel portafrutta? Sono proprio loro la base perfetta da cui partire! Grazie alla loro bontà zuccherina rendono praticamente superflua l'aggiunta di zucchero nell'impasto, che diventa quindi molto più sano! Inoltre, anche se per la guarnizione ho scelto di usare gocce di cioccolato e noci, in realtà potete personalizzarli come preferite, in base a cosa avete a disposizione in dispensa. Come intuirete, la ricetta è abbastanza semplice da poter coinvolgere anche i piccoli di casa, che si divertiranno con voi tanto nella preparazione quanto nella successiva, deliziosa merenda! 




giovedì 19 marzo 2020

Serie Tv: i miei consigli sui titoli imperdibili da vedere per affrontare al meglio l'isolamento! (parte 1)

Adorati lettori, oggi più che mai vorrei stringervi in un caloroso, seppur digitale, abbraccio universale. Non c'è bisogno di spendere tante parole per commentare la difficile situazione che ci coinvolge tutti, dal privato delle nostre famiglie fino ai confini del nostro paese che, giorno dopo giorno sembrano sempre più sottili e astratti, rendendo chiaro come avvenimenti del genere non lascino più spazio a quelle distinzioni e discriminazioni che oggi più che mai appaiono arretrate e futili.
Vi sarete accorti del mio silenzio qui sul blog, ma immagino che abbiate compreso che attualmente è più duro che mai astrarsi da ciò che ci succede attorno e dedicarsi alle proprie passioni. Io, per esempio, ho rallentato moltissimo il mio ritmo di letture e mi sono astratta dalla blogosfera. Pur trovandomi ogni giorno alla continua ricerca di belle notizie e iniziative da condividere con voi, sento come un torpore che mi impedisce di essere pienamente me stessa. Ma oggi sono qui, perché siete la mia famiglia virtuale e ognuno di voi mi mancava immensamente.
Le pagine dell'Atelier hanno sempre avuto il proposito di informare e intrattenere con leggerezza, motivo per cui non indugerò oltre nel discutere dell'emergenza, piuttosto vi racconterò delle serie tv che più mi hanno appassionata e intrattenuta in quest'ultimo periodo, divisi per genere, sperando di darvi uno spunto in più su come passare le lunghe giornate di questo isolamento forzato.



COMEDY 

Modern Family

Arrivata ormai all'undicesima stagione, questa brillante commedia della ABC è in assoluto una delle serie comedy che ho amato di più nel corso della mia vita, posizionandosi nel mio cuore accanto ad altri gioielli imperdibili come How I meet your Mother e Friends. Questo perché non solo ancora oggi riesce a farmi scoppiare in fragorose risate persino nei rewatch delle stagioni viste e riviste, ma anche per la connessione emotiva e il senso di familiarità che mi lega a ogni personaggio. Su Amazon Prime Video, che da poco ha reso gratuito l'accesso per ogni residente in Italia, è possibile vedere tutte le stagioni di questa serie pluripremiata, e se volete passare delle ore spensierate a ridere di cuore, il mio consiglio è quello di "farvi adottare" dai Dunphy-Pritchett. Basteranno pochi episodi a farvi sentire coinvolti nelle loro esilaranti peripezie familiari e a farveli entrare per sempre nel cuore, come i membri di una famiglia vera (ma tendenzialmente, tutti molto più simpatici).



The Good Place

Persino in un posto creato per essere perfetto sotto tutti i punti di vista come il Paradiso, un banale errore burocratico come uno scambio di persona può scatenare una serie di eventi tanto caotici quanto esilaranti. Questa, in estrema sintesi, è la trama di The Good Place, una commedia originale che offre una visione inedita e molto particolare dell'aldilà, dipinto come un'utopica comunità di individui che durante la vita terrena si sono distinti per la loro ineccepibile condotta etica e morale. L'esatto opposto di Eleanor, la protagonista della serie interpretata da Kristen Bell (Veronica Mars), che nonostante abbia sempre vissuto come un'egoista cinica e impenitente, al momento della sua dipartita viene condotta per errore nella realtà paradisiaca, trovandosi costretta a cambiare rapidamente il suo modo di essere per non essere scoperta e spedita nel meno attraente inferno, ma soprattutto per fermare l'ondata di caotici "paradisiaci malfunzionamenti" dovuti alla sua presenza. La serie è stata candidata a diversi premi e tutte e 4 le stagioni sono disponibili su Infinity, che regala a tutti gli italiani due mesi gratuiti.



The Marvelous Mrs. Maisel

Se siete fan di Una mamma per amica come la sottoscritta, allora soprattutto voi dovete dare una chance a The Marvelous Mrs. Maisel, l'ultima creazione degli stessi autori delle Gilmore Girls. Ambientata negli Stati Uniti durante i ruggenti anni '50, ci parla di Miriam "Midge" Maisel, una giovane casalinga che nel tentativo di supportare il sogno del marito di diventare uno stand-up comedian, scopre a sua volta di avere un grande talento nell'esibirsi sul palco e far ridere il pubblico. La sua carriera di comica inizia a prendere piede nonostante le tante difficoltà dovute agli alti e bassi della sua situazione familiare e, soprattutto, alle forti discriminazioni di genere che in quel periodo influenzavano la società e in particolare il mondo dello spettacolo. Il merito principale di questa serie, infatti, è mostrare con intelligenza alcuni aspetti delle importanti lotte per il femminismo e la parità dei diritti che hanno iniziato a prendere piede in quel periodo, senza mai però rinunciare alla leggerezza e al sorriso. I dialoghi scoppiettanti e il tagliente umorismo di Midge, insieme al suo carattere forte e caparbio, sono il pilastro di questa divertente serie, e ora che potete vederla gratuitamente su Amazon Video, non potete davvero perdervela!




THRILLER



The Outsider


Da ormai quasi mezzo secolo, il genio di Stephen King ci ha letteralmente riempito gli scaffali di capolavori letterari di ogni genere. Purtroppo non tutte le case di produzione che hanno provato ad attingere dalla fonte inesauribile d'ispirazione del maestro sono riuscite a rendere giustizia alle sue opere, ma non è il caso dell'HBO, che è riuscita a infondere nella miniserie The Outsider (tratta dal romanzo omonimo) tutti gli elementi del perfetto thriller soprannaturale. Quando la serie si apre sulla cittadina di Cherokee , che viene sconvolta dal brutale assassinio di un bambino del posto, viene naturale aspettarsi l'inizio di una classica caccia al killer misterioso, ma non in questo caso. Perché il presunto omicida non solo non ha fatto niente per nascondersi, ma sembra aver disseminato ovunque le tracce evidenti del suo passaggio. E allora perché, una volta arrestato, si proclama innocente? E come è possibile che alle inequivocabili prove della sua colpevolezza, si affianchi un alibi inattaccabile che lo colloca a centinaia di miglia di distanza nel momento dell'omicidio? Nessun uomo può essere in due posti contemporaneamente. Ma se non stessimo parlando di un semplice uomo? Per scoprirlo, dovrete affrontare la stessa sequenza di colpi di scena e rivelazioni incredibili dalla quale sono passata io, quindi non vi resta che guardare la serie disponibile in italia su Sky e Now Tv.


The Sinner

Chi si imbatte per la prima volta in The Sinner potrebbe scambiarlo per una serie classica, ma le sue stagioni seguono delle trame autoconclusive, permettendo un'esperienza immersiva senza cali di ritmo tra gli avvenimenti e i colpi di scena che vi terranno incollati allo schermo. La prima stagione, in particolare, mi ha tenuta piacevolmente col fiato sospeso nel corso di una maratona intervallata solo da un pisolino e una pausa per fare i pop-corn. La storia, tratta dal romanzo omonimo di Petra Hammesfahr, vedrà come protagonista il tormentato detective Ambrose, un classico antieroe col il suo bel carico di problemi personali da risolvere, al quale si aggiunge la risoluzione di un delitto tanto eclatante quanto inspiegabile. Creato per essere una miniserie, l'eccezionale successo di pubblico e critica  (due nomination ai Golden Globe) ha spinto i produttori a trasformare The Sinner in una serie antologica disponibile sia su Netflix che su Infinity. Proprio in questi giorni sto dando un'occhiata alla seconda stagione, speriamo regga il confronto con la prima!






QUESTO E' SOLO IL PRIMO TRA I TANTI POST CON CUI SPERO DI TENERVI COMPAGNIA. 
SE AVETE CONSIGLI ANCHE VOI, CONDIVIDETELI PURE NEI COMMENTI!

venerdì 6 marzo 2020

Anteprima "Circe", la rivisitazione fantasy del mito greco sta per diventare una serie TV!


Tra i tanti libri interessanti giunti sui nostri scaffali nel 2019, mi auguro che non vi siate lasciati sfuggire una delle più azzeccate rivisitazioni in chiave fantasy che mi è capitato di sfogliare negli scorsi anni: si tratta di Circe, retelling del mito della maga protagonista di uno dei più noti episodi dell'Odissea di Omero, rielaborato dalla talentuosa penna di Madeline Miller. Se ve lo foste perso, vi consiglio di procurarvi il prima possibile una copia del romanzo edito da Sonzogno, perché è ufficialmente in arrivo la serie ispirata al libro, che verrà prodotta niente meno che dalla HBO!

Considerata la velocità con cui le grandi major si affrettano ad accaparrarsi i diritti per trasformare ogni romanzo degno di nota in un film o una serie, Circe non poteva essere certo da meno: il racconto della ragazza divenuta maga, a metà tra il fantasy e la tragedia greca, ha convinto il pubblico di tutto il mondo diventando rapidamente un bestseller