Atelier dei Libri

mercoledì 12 giugno 2019

Cover Love #315



Bentrovati, miei cari! Nella puntata di oggi vi porterò in un pericoloso viaggio attraverso alcuni dei luoghi più pericolosi e mal frequentati dell'immaginario letterario e non: gilde di assassini, covi di criminali e le temibili mura di un ufficio dei giorni nostri. Brrrrr! Pronti al viaggia da brivido? Allora benvenuti in Cover Love, rubrica inventata da me, che consiste in una classifica in cui vi mostro tre copertine che mi hanno stregata, siano esse di libri italiani, stranieri, vecchi o nuovi e vi da la possibilità di scoprire libri inediti in Italia! 
A voi non resta che dare uno sguardo alle copertine, innamorarvi follemente e scegliere nel sondaggio quella che vi è piaciuta di più! Se poi voleste lasciare un segno del vostro passaggio con un commento o condividere la rubrica con i vostri amici per farli partecipi della vostra nuova cotta letteraria, mi renderete una ragazza felice! 

LA MIA CLASSIFICA DELLA SETTIMANA SCORSA ERA:




 1. INTERNMENT
2. FATE OF DRAGONS
3. THE ARRIVAL OF SOMEDAY



E SECONDO I VOSTRI VOTI LA COVER QUEEN DELLA SETTIMANA E'... 

FATE OF DRAGONS

La febbre dei draghi è ancora ben lontana dall'essere estinta, motivo per cui sospettavo che la splendida cover di Fate of Dragon avrebbe avuto un vantaggio consistente verso i suoi concorrenti. Vantaggio che le è valso la corona di regina!


ECCO LE TRE FANTASTICHE COVER IN CORSA QUESTA SETTIMANA!



THE QUEEN'S ASSASSIN


La nuova serie fantasy di Melissa De La Cruz, un nome che dovrebbe essere familiare a chi frequenta il blog da diversi anni, parte in quarta con una copertina assolutamente stupenda che ci prepara perfettamente all'insidiosa storia di intrighi e tradimenti narrata in The Queen's Assassin. Minacciose rose nere fanno da contorno a un calice traboccante di quello che potrebbe sembrare vino, ma più probabilmente si tratta di letale veleno, l'arma prediletta dalla gilda di assassini che rivestirà un ruolo principale nel racconto.



martedì 11 giugno 2019

Recensione in Anteprima "Ogni Prima Volta" di Justin A. Reynolds

Eccoci arrivati a una nuova puntata de "L'estate sci-fi di Fabi" (che sarei io, sì Glinda è un soprannome, nonché errore di gioventù). Come vi dicevo nella recensione de "Il Dono di Rachel" (qui), sembra che quella del 2019 sia un'estate caratterizzata dalle letture sci-fi che non ti aspetti. Oggi è la volta di "Ogni Prima Volta" di Justin A. Reynolds, uscito proprio l'11 giugno per Piemme! Pronti a leggere la mia recensione spoiler free?


Titolo: Ogni Prima Volta (Autoconclusivo)
COMPRALO IN SCONTO SU AMAZON
Data di pubblicazione: 11 giugno
Autrice: Justin A. Reynolds
Editore: Piemme
Prezzo: 16,90 €
Pagine: 351
La mia votazione:



Jack King è un esperto in "Ci è mancato poco". Ci è mancato poco perché tenesse il discorso di fine anno, ci è mancato poco perché entrasse nella squadra sportiva della scuola e ci è mancato poco perché conquistasse la ragazza della sua vita. Poi Jack incontra Kate a una festa. I due restano a parlare fino all'alba, si scoprono innamorati degli stessi film e della stessa marca di cereali. È un colpo di fulmine in tutto e per tutto. Ehi, Jack, niente più "Ci è mancato poco"! Invece no, perché Kate muore. Normalmente la storia si concluderebbe qui, ma la morte della ragazza rispedisce Jack indietro nel tempo al loro primo incontro e lei è di nuovo lì. Bella e radiosa come sempre. Sembra una follia eppure se il destino ha davvero deciso di offrirgli una seconda possibilità, lui è determinato a prenderla al volo. Ma nessuna azione è senza conseguenze e quando si gioca con i fili del destino - si sa - ogni scelta può essere fatale.



La mia recensione


Se c'è una cosa che mi piace della lettura, è quella sensazione di completa gioia e pieno stupore che si prova quando si capisce di aver trovato "il libro giusto al momento giusto". Avete presente quell'emozione speciale che vi fa dire: non posso proprio fare a meno di questa cosa? C'è chi la prova guardando un paio di scarpe, chi al cospetto di un trailer promettente, chi pensando a qualcosa di buono da mangiare, chi pensando alla prossima meta da visitare. E poi ci sono io, che la provo in tutte le situazioni che ho elencato sopra, più una: quella in cui inizio a leggere un libro davvero, davvero bello.
Con i libri, si sa, è tutta questione di chimica, o scatta la scintilla o non scatta. Certo, si può apprezzare un libro che non ci ha fatto impazzire, ma quanto è bello amare una lettura alla follia? Per me, che leggo ormai da tempo e mi nutro di contemporary senza sosta, è sempre più difficile sentirmi avvinta nel profondo da un romanzo, ma c'è da dire che mi sono specializzata nello scorgere qualcosa che potrebbe piacermi anche a chilometri di distanza. Non a caso aspettavo la pubblicazione di "Ogni Prima Volta" come gli studenti aspettano le vacanze estive.
Il libro d'esordio di Justin A. Reynolds è stato infatti accolto dai lettori di tutto il mondo come un successo assoluto, una perla della letteratura YA da leggere con i fazzoletti a portata di mano. Complice anche il twist del loop temporale in cui si muovono i protagonisti, in pieno stile "Prima di Domani" di Lauren Oliver (la mia recensione la trovate  qui), ho atteso la pubblicazione di questo romanzo con ansia e, dopo averlo ricevuto a sorpresa, l'ho divorato nel giro di una manciata di ore. Se mi è piaciuto? Be', credo che i miei occhi lucidi e la montagna di fazzoletti che ho seminato attorno a me possano darvi un'idea dell'impatto che questo libro ha avuto sulla sottoscritta. Tra le sue pagine ho trovato amore, amicizia, gioia, dolore, viaggi nel tempo e tanta, tantissima bellezza.


Non so voi, ma io ho una passione smodata per le storie che si basano sull'idea dei loop temporali. A volte possono risultare un po' ripetitive, ma quando sono ben orchestrate, invece, sono una vera bomba emotiva che delizia e fa riflettere sull'importanza delle seconde occasioni, ma anche su quella del vivere nel qui e ora. E Justin A. Reynolds è riuscito nell'intento a pieni voti, dando vita a un romanzo carico di sentimento, ironia, speranza e, be', inutile fingere che non ci sia, perciò lo dico: dolore. A far scattare lo strano loop temporale in cui Jack si troverà bloccato, infatti, è la morte improvvisa della sua anima gemella. State calmi, non è uno spoiler (non ne farò), è nella trama ed è  l'ingranaggio che metterà in moto l'intera trama.
Quando lo conosciamo, Jack appare come un adolescente dalla spigliata ironia, seppur un po' fatalista, impegnato a dimenticare la cotta impossibile che ha per la sua migliore amica e convinto che vivrà un'esistenza solitaria. Ma una sera i suoi occhi incontrano quelli di Kate e sono fuochi d'artificio e cuori che battono fortissimo. Tra loro, ovviamente, è subito quasi amore e, vi assicuro, pur non amando gli insta-love, la loro alchimia è qualcosa a cui non si può resistere. Jack e Kate sono una delle coppie più adorabili in cui mi sia imbattuta negli ultimi tempi: i loro dialoghi sono così intelligenti, deliziosi e divertenti che se mi facessi un prelievo ora, sicuramente verrebbe fuori che ho un eccesso di zuccheri nel sangue.
Ma le cose bellissime, purtroppo, spesso hanno vita breve. Dopo sei fantastici mesi trascorsi assieme, infatti, Kate muore. Ed è tremendo, doloroso, assurdo. La cosa più assurda, però, è che la  morte di Kate porterà Jack indietro nel tempo. Ogni, singola, volta. E così Jack proverà a cambiare le carte in tavola per salvare Kate, ma le sue azioni scateneranno ogni volta conseguenze incredibili. Io vi ho avvisati: allacciate le cinture, questo sarà un viaggio mozzafiato.

Esce oggi "Loyalty" di Megan Devos. In libreria l'attesissimo seguito di Anarchy!


Ma quanto ci piacciono le case editrici italiane quando decidono di pubblicare una serie senza costringerci ad accendere ceri votivi e tirare su polveroni? Tantissimo, ci piacciono tantissimo.
Loyalty (Anarchy, #2)
Come ricorderete qualche tempo fa, più precisamente ad Aprile, vi parlavo della pubblicazione di "Anarchy" (qui), primo libro della serie distopica omonima composta da quattro libri che ha fatto innamorare lettori un po' ovunque in giro per il mondo. E se ricordate bene, nell'articolo esprimevo il mio rammarico al pensiero che il romanzo fosse, appunto, il primo di una serie, visto che in Italia il bilancio delle saghe librose interrotte cresce di giorno in giorno. Ecco, qualcuno nei piani alti deve aver percepito il nostro rammarico, perché, udite udite, è appena arrivato in libreria "Loyalty", il secondo libro della serie di Megan Devos iniziato appunto con "Anarchy". Ed è subito festa, giusto?!
Se ancora non avevate sentito parlare della saga della 
Devos, non temete, ci pensa la vostra blogger librofila preferita a ragguagliarvi su tutto ciò che c'è da sapere. 
Un po' tutti, quando si tratta di descrivere la serie di Megan Devos, autrice diventata famosa su Wattpad, non possono evitare il paragone con Hunger Games e The Road. Quindi se avete amato queste due storie, potreste trovare in "Anarchy" ciò che stavate cercando da tempo, perciò leggete fino in fondo questo articolo!

lunedì 10 giugno 2019

Recensione "Il Dono di Rachel" di Cass Hunter


Non mi aspettavo che quella del 2019 fosse l'estate della fantascienza per me, eppure eccomi qui, con gli occhi lucidi dopo aver divorato "Il Dono di Rachel" di Cass Hunter, una storia a metà tra la letteratura contemporanea e quella sci-fi e che mi ha rubato definitivamente il cuore!


Titolo: Il Dono di Rachel (Autoconclusivo)
COMPRALO IN SCONTO SU AMAZON
Data di pubblicazione: 30 maggio
Autrice: Cass Hunter
Editore: Longanesi
Prezzo: 18,60 €
Pagine: 384
La mia votazione:



Rachel Prosper ha tutto ciò che desiderava dalla vita. Un marito che ama tantissimo, ricambiata. Una figlia adolescente che è tutto per lei. E il lavoro perfetto per la sua mente così brillante e geniale.
Ma Rachel ha anche un segreto: qualcosa, dentro di lei, può rompersi all’improvviso e segnare la sua fine da un momento all’altro.
Forse è per questo che si dedica anima e corpo a un progetto scientifico dalla portata dirompente. Un esperimento tanto segreto quanto costoso in cui riversa, alla lettera, tutta se stessa.
La sua mente è il suo cuore, e Rachel pensa sempre a tutto. Forse perché sa che il suo tempo potrebbe scadere da un giorno all’altro…
Ora che Rachel non c’è più, Aidan è ormai solo con la figlia adolescente Chloe e con un dolore che ha spezzato entrambi, in modo apparentemente irreparabile.
Ma Rachel aveva pensato anche a questo. E ciò che ha lasciato dopo di sé è qualcosa che sembra impossibile e folle, eppure straordinariamente e profondamente umano.
Qualcosa… o forse qualcuno.
Un’eredità. Anzi, di più: un ultimo regalo.
Un dono di nome iRachel.


La mia recensione



Lo ammetto, ho fatto un patto con me stessa per l'anno in corso: concedere attenzioni solo a ciò in cui credo davvero, senza perdere tempo su libri, serie TV, film o questioni che non siano in grado di accendere la mia curiosità e farmi battere più forte il cuore. Dopo anni di letture onnivore, recensioni al veleno, cocenti delusioni, polemiche infuocate, infatti, ho pensato che sarebbe stato bello, per una volta, coccolarsi un po'. Perché la vita è così breve che sarebbe un peccato spendere anche solo un'ora su qualcosa che non sa innescare nemmeno una scintilla di curiosità in me
Ecco, quando nella mia cassetta delle lettere è arrivato "Il Dono di Rachel" in anteprima assoluta, in modo totalmente inaspettato assieme a un'accattivante lettera che mi invitava a fare la conoscenza di iRachel, in me si è accesa una scintilla di curiosità bella grossa. Naturalmente ho dovuto leggerlo praticamente subito.
Daltronde resistere alle premesse di questo romanzo, per chi come me è affascinato dalla fantascienza e dalla narrativa contemporanea, è praticamente impossibile. "Il Dono di Rachel", si presenta come una storia accattivante e futuristica, che, un po' sulla scia de "L'Uomo Bicentenario" o il film "Her", esplora i meandri della natura umana mescolandoli a quelli della fantascienza. E io, ai romanzi che scavano nelle emozioni mortali per mostrarcele attraverso gli occhi di un'intelligenza artificiale, proprio non so dire di no. Per fortuna, aggiungerei. Sì, perché è grazie alla mia passione verso la fantascienza mescolata alla realtà, che ho avuto modo di imbattermi in una lettura tanto commovente, dolceamara e indimenticabile! 
A chi consiglio questo libro? A tutti. Nessuno escluso: qualunque sia la vostra età, che vi piacciano di più i thriller o le storie strappacuore, "Il Dono di Rachel" vi si pianterà nella memoria fino all'ultima pagina.

Sia ben chiaro, "Il Dono di Rachel" è un libro molto sorprendente, carico di colpi di scena e rivelazioni e non sarò io a rovinarveli.
La storia ci racconta di Rachel, brillante scienziata innamorata follemente della sua famiglia e del suo lavoro. Rachel è una macchina da guerra: non perde un colpo né a casa, dove è una mamma attenta per Chloe e una moglie dolcissima per Aidan, né in ufficio dove lavora su un progetto ambizioso e senza precedenti. Ma Rachel ha un punto debole e lo sa bene. Il tempo che le resta da vivere è poco e quando scompare improvvisamente, la sua assenza diventa un peso insostenibile per chi l'ha amata profondamente.
Calmi, calmi. Non sto svelando un colpo di scena: la morte di Rachel non è la fine che non ti aspetti, bensì l'inizio di tutto. Rachel è allo stesso tempo la grande protagonista e la grande assente in una storia meravigliosamente complicata che noi vedremo attraverso gli occhi di Aidan e Chloe. Entrambi distrutti dalla repentina e prematura scomparsa di Rachel, entrambi amareggiati e delusi dalla vita e intrappolati in ricordi e rimpianti. Soli, senza più il loro raggio di sole a scaldarli e rassicurarli, Aidan e Chloe rischiano di essere risucchiati da una tristezza da cui è difficile uscire.
Ma Rachel aveva previsto tutto questo e ha lasciato dietro di sé un dono che potrebbe aiutarli a superare il lutto: iRachelUna macchina, sì, ma anche qualcosa di più. Un'amica, una complice, una creatura in continua evoluzione, una parte di Rachel che non morirà mai.
Noi, assieme ad Aidan e Chloe facciamo la sua conoscenza e scopriamo che in lei c'è molta più umanità di quanto avremmo potuto immaginare. Ed è proprio quando iRachel entra in gioco che le potenzialità di questa storia si rivelano in tutto il loro splendore.

giovedì 6 giugno 2019

Cover Love #314



Buon giovedì miei adoratissimi! Ormai non è un mistero che per vari motivi la vostra rubrica ricorrente preferita abbia perso la regolarità che un tempo scandiva con precisione l'inizio di ogni settimana. Non temete, conto a breve di rimetterla in carreggiata, ma fino ad allora godiamoci questo pizzico di imprevedibilità e tre nuove bellissime cover in questa una nuova puntata di Cover Love, rubrica inventata da me, che consiste in una classifica in cui vi mostro tre copertine che mi hanno stregata, siano esse di libri italiani, stranieri, vecchi o nuovi e vi da la possibilità di scoprire libri inediti in Italia! 
A voi non resta che dare uno sguardo alle copertine, innamorarvi follemente e scegliere nel sondaggio quella che vi è piaciuta di più! Se poi voleste lasciare un segno del vostro passaggio con un commento o condividere la rubrica con i vostri amici per farli partecipi della vostra nuova cotta letteraria, mi renderete una ragazza felice! 

LA MIA CLASSIFICA DELLA SETTIMANA SCORSA ERA:




 1. BEYOND THE BLACK DOOR
2. THE DECEIVER'S HEART 
3. MENTRE NOI RESTIAMO QUI



E SECONDO I VOSTRI VOTI LA COVER QUEEN DELLA SETTIMANA E'... 


BEYOND THE BLACK DOOR


La bellezza sinistra ma innegabile di Beyond the Black Door vi ha conquistato come speravo, guadagnandosi un meritato primo posto e la corona di regina della settimana!


ECCO LE TRE FANTASTICHE COVER IN CORSA QUESTA SETTIMANA!



INTERNMENT


Oltre alla bellissima e significativa illustrazione che troviamo sulla sua copertina, il motivo per cui ho deciso di dare il mio primo posto ad Internment è la potenza del suo messaggio. Sapete che non dedico spazio alla politica sulle pagine del blog, ma quando sono i libri a farsi portatori di messaggi importanti come in questo caso, è bene cogliere l'occasione per affermare a gran voce il valore inestimabile della libertà e della fratellanza, e ricordare a tutti il prezzo insostenibile che l'odio e la discriminazione hanno imposto all'umanità ogni volta che gli abbiamo concesso di prendere il sopravvento sulla ragione.



martedì 4 giugno 2019

Anteprima "La corte di Nebbia e Furia" di Sarah J.Maas. Presto in Italia il secondo capitolo della serie fantasy che ha stregato lettori di tutto il mondo!


Bene bene, amanti del fantasy romantico e bollente, ho ottime notizie per voi!
Pochi mesi fa, più precisamente a febbraio, la Mondadori annunciava l'imminente pubblicazione di "La Corte di Rose e Spine", primo capitolo della serie fantasy e romance scritta da Sarah J.Maas, autrice diventata famosissima nel mondo per la sua bella serie "Throne of Glass" pubblicata anch'essa dalla Mondadori. Ma se la serie "Throne of Glass" viene pubblicata con tempi biblici in Italia, portando i fan e gli ammiratori a dar vita a movimenti di protesta, pare che alla serie "A Court of Thorn and Roses" sarà riservata una sorte migliore. Infatti la Mondadori ha appena annunciato che il secondo capitolo della saga, "La corte di Nebbia e Furia" e la data è praticamente dietro l'angolo. Perciò, se vi siete chiesti se fosse il caso o meno di iniziare a leggere la serie, direi che la risposta è una sola: decisamente sì!
Sempre che siate pronti a imbattervi in una storia fantasy, ma soprattutto romance. La serie "A Court of Thorn and Roses", infatti, si distingue dalle altre scritte dalla Maas per la mole di romanticismo, anche un po' hot, in linea con il genere a cui appartiene: il New Adult. Quindi preparatevi a intrighi amorosi, drammi post-adolescenziali, batticuori e qualche momento a luci rosse. Poi non dite che non vi ho avvisati a dovere, eh!

venerdì 31 maggio 2019

Cover Love #313



Bentornati miei cari, e grazie per aver ancora una volta dimostrato la vostra calorosa partecipazione nel decretare la vincitrice dell'edizione speciale di Cover Love dedicata a Game of Thrones! A voi come me, saranno giunte le voci di nuove serie ispirate a GoT che si profilano all'orizzonte, ma mentre aspettiamo speranzosi le trasposizioni originali (e magari anche gli ultimi libri), è tempo di lasciarsi alle spalle la GoT Mania almeno per un po' e distrarci con una nuova puntata di Cover Love, rubrica inventata da me, che consiste in una classifica in cui vi mostro tre copertine che mi hanno stregata, siano esse di libri italiani, stranieri, vecchi o nuovi e vi da la possibilità di scoprire libri inediti in Italia! 
A voi non resta che dare uno sguardo alle copertine, innamorarvi follemente e scegliere nel sondaggio quella che vi è piaciuta di più! Se poi voleste lasciare un segno del vostro passaggio con un commento o condividere la rubrica con i vostri amici per farli partecipi della vostra nuova cotta letteraria, mi renderete una ragazza felice! 

LA MIA CLASSIFICA DELLA SETTIMANA SCORSA ERA:




 1. A GAME OF THRONES
2. A DANCE OF DRAGONS
3. A STORM OF SWORDS


E SECONDO I VOSTRI VOTI LA COVER QUEEN DELLA SETTIMANA E'... 


A GAME OF THRONES

La suggestiva e grandiosa visione dell'inedito trono di ferro irto di aculei trionfa sui suoi rivali. Avete mai visto un trono venire incoronato regina? C'è sempre una prima volta!


ECCO LE TRE FANTASTICHE COVER IN CORSA QUESTA SETTIMANA!



BEYOND THE BLACK DOOR


La protagonista di questo dark fantasy, Kamai, è una Soulwalker, in grado di esplorare l'anima delle persone addormentate al pari di un luogo metafisico in cui è in grado di proiettare la sua coscienza. Ma alcune anime possono essere un luogo di immensa oscurità, e il concetto è reso splendidamente dalla magnifica cover di questo libro. Un'infinita spirale verso un abisso insondabile, nascosta oltre una sinistra porta nera che rappresenta quei recessi reconditi dell'animo umano che sarebbe meglio lasciare sepolti. Un'immagine da brivido perfetta per calarci nella giusta atmosfera prima della lettura!


giovedì 30 maggio 2019

Anteprima "La Mano Scarlatta" di Cassandra Clare e Wesley Chu. In arrivo negli in Italia la nuova trilogia sui MALEC!


Ormai è chiaro: il fenomeno Shadowhunters è uno di quelli che più ha segnato gli ultimi anni e non è destinato a estinguersi presto. Infatti non sono solo in fan a essersi affezionati all'universo in cui si muovono i molteplici protagonisti delle storie della Clare, ma è la stessa autrice a non riuscire a liberarsi del suo fascino! Sono infatti passati anni ormai dalla pubblicazione del primo libro, eppure l'autrice ci deliza con notizie incredibili esaudendo i desideri dei fan più accaniti. Due anni fa è stato rilasciato l'annuncio della pubblicazione di una nuova serie spin-off "The Eldest Curses", che avrà come protagonisti Alec Lightwood e Magnus Bane, ovvero gli amatissimi MALEC! L'attesa è stata febbrile, ma finalmente da qualche giorno è stata rivelata la cover del primo capitolo che sarà edito da Mondadori. Si chiamerà "La Mano Scarlattae uscirà in Italia a fine giugno!