mercoledì 22 ottobre 2014

W... W... W... Wednesdays #28!

w... w... w...wednesdays è stato creato da MizB di ShouldBeReading


Felice mercoledì sognalettori, anche se la settimana scorsa è saltato non vuol dire che mi sia dimenticata di W...W...W... Wednesdays, la rubrica che si tiene di mercoledì e a cui potete partecipare tutti, come? Rispondendo a queste semplici domandine!


* What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)

What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?) 


Ecco le mie risposte!



What are you currently reading?




Sto leggendo "Caldo come il fuoco", primo vero romanzo della "Dark Elements" saga della Armentrout e il bellissimo "Althea & Oliver", che mi sta facendo innamorare.


What did you recently finish reading?




Ho finito di leggere "Dolce come il miele", novella davvero carina che apre la serie "Dark elements" e "The maze runner", che ho già recensito (qui). 

martedì 21 ottobre 2014

Oggi in libreria "Gelidi abbracci" di Valentina Camerini. Quando il paranormal romance è tricolore ci piace di più!

Miei cari sognalettori, Halloween si avvicina. Sentite il profumo di dolcetti alla cannella, popcorn al caramello e mele cotte? Io sì e non solo perché muoio di fame in questo preciso momento, ma perché desidero ardetemente che l'autunno si faccia finalmente vivo in tutta la sua gloria. 
Ma assieme ai dolci, Halloween porta sempre con sé una serie di storie che danno i brividi,. Si sa. Per questo motivo non potevo esimermi dal parlarvi di "Gelidi Abbracci" romanzo uscito oggi, 21 ottobre, vergato dalla penna di Valentina Camerini e pubblicato da Mondadori Chrysalide, che oltre ai brividi promette mistero e passione. Gli amanti del paranormal romance per young adult non dovrebbero farsi scappare questa pubblicazione tutta italiana che esplora i meandri in un amore pericoloso, di un'avventura oscura dalle tinte dark e dalle suggestive ambientazioni. 
Un po' thriller, un po' romantico e un po' mystery, "Gelidi abbracci" è un romanzo autoconclusivo, che segue le vicende di Caterina, detta Cat, adolescente ribelle dal passato difficile che viene spedita dal padre nel colleggio "Kranz", arroccato tra le Alpi. In quel luogo sperduto e fuori dal mondo, Cat scoprirà che la vita in quel castello è ben diversa da quella che aveva immaginato. Sparizioni inspiegabili si susseguono tra le sue antiche mura, voci terrificanti serpeggiano tra gli studenti: qualcosa di terribile minaccia tutti gli abitanti di quel luogo. Se inizialmente Cat sembrerebbe essere decisa a scappare dal Kranz, ben presto si troverà a investigare sugli eventi che hanno sconvolto quel posto e gli studenti, a stringere nuove amicizie e a fantasticare sul fascinoso Arturo. Per citare la trama, Cat scoprirà che: "L'amore supera tutto. Anche la morte."
Non so voi, ma io sono curiosissima di leggere questo libro (ho subito preso la preview su Amazon) e mi sono innamorata della sua cover! Vi consiglio inoltre di andare a sbirciare il blog dell'autrice, che è adorabile!

lunedì 20 ottobre 2014

Cover Love #103



Torna, Cover Love, rubrica inventata da me che viene postata di lunedì (quando trovo cover che mi colpiscono davvero) e consiste in una classifica in cui vi mostrerò tre cover che mi hanno rubato il cuore, che siano esse di libri italiani, stranieri, vecchi o nuovi! 
Così nasce una rubrica in cui sfogare la mia follia per le cover, e condividerla con voi! Vorrei che partecipaste ovviamente scegliendo quale, secondo voi, è la cover più bella tra le tre da me selezionate e mescolandone l'ordine di classifica, in modo da formarne una vostra! 


La mia classifica della scorsa puntata

When
1.The winner's curse
2. When
3. Die for me

E secondo i vostri voti la cover più bella è...  


THE WINNER'S CURSE

Bravi i miei bambini che hanno lasciato la mia classifica invariata! Tutto è rimasto come io l'avevo messo, grazia che non mi fate quasi mai. Allora non ho poi così dei gusti orribili (ogni tanto).
 Ecco la mia classifica di oggi!


1.Touch


Why?

Forza, ditemi che riuscite a guardare questa immagine per trenta secondi senza sentirvi attratti da essa. Vi sfido. Se ce la fate, siete sicuramente più forti di me, che ogni volta che guardo questa copertina desidero ardentemente di pre-ordinare il libro su Amazon.uk. Per quanto mi riguarda questa copertina è stupenda, punto. Così bella, suggestiva, blu. Così delicata, pericolosa, semplice. La amo amo amo. Per non parlare della trama. Non conta in questa classifica, lo so. Ma è stupenda.


Trama tradotta da me





Il mito di Eros non dice la verità. La sua storia, invece è vera . . .

Amore è una ragazza cattiva e immortale. Con una freccia del suo arco e un accenno del suo viso, lei spilla i cuori degli esseri umani tra loro e contro la loro volonta. E' per il loro bene, ovviamente—sciocche, inconsapevoli creature che non sono altro.

Ma Amore non ha mai amato. Non fino a quando il Destino non la spedisce in una gelida cittatina piena di anime bisognose. Non fino a quando non incrocia il cammino di Andrew

But Love has never loved. Not until the Fates parcel her off to a small, frostbitten town littered with needy souls. Not until she crosses paths with Andrew, un ragazzo storpio il cui sguardo si è incatenato a quello di lei. Ma come può essere? I mortali non possono vedere le divinità, 

Più la loro amicizia cresce, più in Amore si alimenta il desiderio di poter toccare Andrew. In modi gentili. Ma anche in modi molto più allettanti e promiscui. 



2.  Crimson Bound


Why


Ecco un'altra cover semplicemente ipnotica. Completamente diversa da quella di "Touch", l'immagine di "Crimson bound" mi piace perché incanta, ti tiene incollato agli alberi e a quelle scale così ripide. Amo il rosso che spicca tra il verde e il grigio e trovo molto suggestivo tutto, nel complesso. Questa scala a chiocciola enorme che ci fa in un bosco di pini? E quell'elegante ragazza con il cappuccio rosso, scappa o va verso qualcuno? Mi piace che una cover mi faccia nascere dei quesiti, solo le più particolari ci riescono.

Anteprima "Opal" di Jennifer Armentrout. A breve in libreria il quarto volume della serie "Lux"

D'accordo sognalettori, mantenete la calma. Non date di matto, okay? Devo darvi questa notizia, non posso esimermi e so già che voi impazzirete e non starete nella pelle fino al 12 novembre, giorno in cui dovrebbe uscire "Opal", terzo attesissimo romanzo della serie Lux di Jennifer Armentrout. Lo so, lo so, avete gli occhi a forma di cuore e i battiti accelerati al solo pensiero di scoprire come andrà questa terza avventura di "Kitty" e Daemon, i due strampalati e adorabili protagonisti di questa romanticissima saga che mescola avventura, amore, azione e alieni condendo tutto con ironia e tante scintille.
Katy e Daemon, sapete, non sono una coppia di adolescenti qualunque. Lui è un alieno bello da impazzire con capacità strabilianti e un caratteraccio. Lei è una blogger con la fissazione per i paranormal romance, la lingua biforcuta e sempre più segreti da nascondere. Sì, perché dal momento in cui Daemon è entrato nella sua vita, tutto è cambiato attorno a lei... e qualcosa è cambiato anche nel profondo di lei. Tanti, troppi pericoli assediano la coppia e da quando importanti segreti su sparizioni misteriose di alieni piuttosto vicini a Daemon, sono venuti alla luce, tutto è più complicato. I Luxen, ovvero la razza aliena a cui Daemon appartiene, ha dei nemici. Nemici potenti da cui sarebbe meglio fuggire. Ma, in questo terzo capitolo della serie, lui, la sua famiglia e la sua "gattina", faranno esattamente l'opposto. Chi è pronto per fare un salto nella tana del lupo? Scommetto che sarete in molti ad alzare la mano e che festeggierete ancor di più a sapere che entro la fine del 2015 anche Origin e Opposition approderanno in libreria! Nel frattempo godetevi le recensioni dei primi due libri: "Onyx" e "Obsidian", oltre che l'estratto inedito di "Obsidian" e l'anteprima della novella prequel "Shadows".



venerdì 17 ottobre 2014

Recensione "The Maze runner,il labirinto" di James Dashner

Carissimi, mi sono riproposta di pubblicare tutte le mie recensioni arretrate, che sono moltissime, ma oggi vi parlerò di un libri che ho finito praticamente da venti minuti. Si tratta del chiacchieratissimo "The maze runner" di James Dashner, primo romanzo della trilogia distopica omonima che sta spopolando grazie alla recente trasposizione cinematografica. Pronti a scoprire quali emozioni mi ha trasmesso in questa recensione a caldo? Enjoy!

Titolo: The maze runner (The maze runner #1)
Data di pubblicazione: 28 agosto 2014
Dove comprarlo: La Feltrinelli.it
Autore: James Dashner
Editore: Fanucci 
Prezzo: 14, 90 €
Pagine: 432
Il mio voto



Quando Thomas si sveglia, le porte dell'ascensore in cui si trova si aprono su un mondo che non conosce. Non ricorda come ci sia arrivato, né alcun particolare del suo passato, a eccezione del proprio nome di battesimo. Con lui ci sono altri ragazzi, tutti nelle sue stesse condizioni, che gli danno il benvenuto nella Radura, un ampio spazio limitato da invalicabili mura di pietra, che non lasciano filtrare neanche la luce del sole. L'unica certezza dei ragazzi è che ogni mattina le porte di pietra del gigantesco Labirinto che li circonda vengono aperte, per poi richiudersi di notte. Ben presto il gruppo elabora l'organizzazione di una società ben ordinata e disciplinata dai Custodi, nella quale si svolgono riunioni dei Consigli e vigono rigorose regole per mantenere l'ordine. Ogni trenta giorni qualcuno si aggiunge a loro dopo essersi risvegliato nell'ascensore. Il mistero si infittisce un giorno, quando - senza che nessuno se lo aspettasse - arriva una ragazza. È la prima donna a fare la propria comparsa in quel mondo, ed è il messaggio che porta con sé a stupire, più della sua stessa presenza. Un messaggio che non lascia alternative. Ma in assenza di altri mezzi visibili di fuga, il Labirinto sembra essere l'unica speranza del gruppo o forse potrebbe rivelarsi una trappola da cui è impossibile uscire.





La mia recensione




Recensire un romanzo che ha un fandom così ampio e appassionato come quello che si è creato attorno alle opere di James Dashner, in particolare quando la recensione in questione non è propriamente delle più positive, è abbastanza ostico. Non che il primo romanzo della trilogia "The Maze runner" mi abbia deluso in toto, ma è pur vero che mi aspettavo molto di più da questo acclamato successo mondiale.
Sicuramente "The Maze runner" è una lettura avvincente e adrenalinica, molto affascinate e ricca di piccoli colpi di genio. L'impatto che si prova essendo catapultati in un universo distopico misterioso, pericoloso e crudele lascia il segno e lega il lettore alle pagine. Per l'intero libro si nutre una sensazione di catastrofe imminente e la lettura corre veloce grazie alla sete di risposte che alimenta la voglia di arrivare alla fine. 
Ma, c'è un ma. Benché le premesse e le basi su cui poggia la storia di James Dashner siano più che convincenti, personalmente ho trovato una certa carenza nei contenuti. Arrivata alla fine ho sentito la mancanza di una maggiore omogeneità nelle vicende che hanno coinvolto i giovani protagonisti. E' stato un po' come trovarsi al cospetto di una novella troppo lunga e mascherata da romanzo. Non che io abbia qualcosa in contrario rispetto alle novelle, sia ben chiaro, ma essendo "The Maze runner" un libro fatto e finito che tratta tematiche importanti e si avventura nell'impegnativo genere sci-fi (anche se indirizzato a un pubblico YA), mi aspettavo di meglio. Più risposte e meno dettagli lasciati in sospeso. 
Comunque, problematiche che ho riscontrato a parte, non mi sento di sconsigliare questa lettura: anzi! Si tratta di un libro che può piacere molto, in particolare ai lettori più giovani appassionati del genere, e getta delle interessanti basi per i due romanzi successivi che, mi auguro, risponderanno a tutte le questioni lasciate insolute. Insomma, se avete amato il romanzo, non prendetevela per la mia recensione, è solo il mio parere spassionato!


Suoni stridenti di catene e pulegge echeggiarono nella stanza, come macchinari di una vecchia acciaieria, rimbombando tra le pareti con un cupo gemito metallico. L’ascensore buio salì, oscillando avanti e indietro, rivoltando lo stomaco ormai inacidito dalla nausea del ragazzo. Poi si sentì pervadere i sensi da un odore di nafta bruciata che lo fece stare anche peggio. Voleva piangere, ma non trovava lacrime. Riusciva solo a starsene seduto lì, da solo, in attesa.
Mi chiamo Thomas, pensò.
Quella... quella era l’unica cosa che riuscisse a ricordare riguardo alla sua vita. Da "The Maze runner"

La storia, complice il tralier he viene trasmesso a nastro in TV, la conosciamo tutti. Un gruppo di ragazzi, tutti maschi e piuttosto giovani, è intrappolato in un labirinto che cambia ogni giorno. Vivono in quella che loro chiamano "la Radura", lo spazio sicuro attorno al quale si sviluppa il Labirinto, cercando di risolvere il mistero che li lega a quel luogo. 
La loro missione è sconosciuta, lo scopo per cui sono stati relegati dai "Creatori" in una sorta di gioco perverso in cui in palio c'è la vita, è oscuro. Ogni singolo ragazzo è arrivato nel Labirinto attraverso la scatola (un'ascensore), privo di ricordi rispetto alla propria vita precedente al di fuori del proprio nome. Tutti, anche Thomas, l'ultimo arrivato e protagonista del romanzo.
James Dashner, con una prosa asciutta e senza fronzoli, ci racconta in terza persona le avventure di Thomas e dei suoi nuovi compagni, mettendo subito in chiaro che l'arrivo del protagonista nella Radura ha segnato l'inizo di un cambiamento che rivoluzionerà il corso degli eventi. Per la prima metà del libro ci si ritrova a essere smarriti in un luogo ostile, potenzialmente mortale, popolato da creature raccapriccianti e assetate di sangue, controllato da menti più che contorte. E' impossibile non essere affascinati dalla Radura e dal Labirinto, così come lo è non farsi suggestionare da tutti i disturbanti misteri che avvolgono la trama. 
Dal momento in cui dalla scatola emerge la prima e unica ragazza mai approdata nella radura, tutto assume una piega inattesa. Pare che tutto, il Labirinto, il gioco in cui i ragazzi sono stati coinvolti e la loro permanenza nella Radura, stia per finire e c'è il concreto rischio che la fine in questione non sarà affatto piacevole. E se che ciò che li attende al di fuori del Labirinto fosse più spaventoso della trappola in cui sono stati rinchiusi negli ultimi anni?


«Là fuori c’è il Labirinto» sussurrò Newt, con gli occhi spalancati, come fosse in trance. «Tutto ciò che facciamo – tutta la nostra vita, Fagio – gira intorno al Labirinto. Ogni santo secondo di ogni santo giorno noi lo passiamo in onore del Labirinto, cercando di risolvere qualcosa che non ci ha mostrato di avere una cacchio di soluzione, sai? E vogliamo farti vedere perché è meglio che tu non vada a metterci le mani. Mostrarti perché quei fottuti muri si chiudono stretti ogni notte. Mostrarti perché non dovresti mai e poi mai portare le chiappe là fuori.» Da "The Maze runner"

giovedì 16 ottobre 2014

Anteprima "Waterfall" di Lauren Kate. Contiunua la nuova trilogia paranormal romance dell'autrice di "Fallen"

Waterfall (Teardrop Trilogy 2)Buon pomeriggio sognalettori. Questo autunno è zeppo di novità e di saghe che proseguono, perciò vi farò compagnia con una valanga di anteprime, preparatevi. Oggi voglio parlarvi del secondo romanzo della serie "Teardrop" di Lauren Kate, intitolato "Waterfall", che uscirà in libreria il 29 Ottobre per Rizzoli.
Se mi seguite da tempo sapete che io non ho un buon rapporto con questa autrice e i suoi romanzi. La serie Fallen non mi è piaciuta e questa sono restia a cominciarla, ma ciò non vuol dire che non prenda in considerazione tutti i vostri pareri positivi riguardo a "Teardrop". Proprio perché so che molti di voi ne sono rimasti innamorati ci tenevo a comunicarvi l'uscita di "Waterfall" e a mostrarvi la copertina, che è identica a una delle due versioni originali (certo io avrei preferito l'altra, che era più in linea con quella di "Teardrop" che potete vedere alla vostra sinistra).
Questa nuova trilogia della Kate è incentrata sulle avventure della diciassettenne Eureka Boudreaux, le cui lacrime sono capaci di riportare alla luce il perduto continente di Atlantide. Ancora una volta l'autrice ha deciso di giocare con elementi noti ai più, rivisitandoli e costruendovi attorno una nuova mitologia. Dal momento in cui sua madre ha perso la vita, per Eureka è stato tutto un incubo. Diventata arida e priva di emozioni diverse dal dolore, ritrova un briciolo di vitalità solo quando si trova nei pressi del misterioso e bellissimo Ander, il ragazzo che l'attrae incredibilimente. Mentre il loro rapporto cresce e si rivela, però, Eureka scopre un'incredibile verità: le sue origini hanno radici nell'antico mondo di Atlantide e le sue lacrime sono la chiave per riportare questo mondo alla luce... C'è un solo problema: se Atlantide risorgerà, con essa tornerà anche il suo sanguinario re "Atlas", spregevole tiranno che solo lei può combattere. E come se questo non bastasse, il suo rapporto con Ander è compromesso da poteri oscuri difficili da fermare...



 

mercoledì 15 ottobre 2014

Anteprima "Fated" di Jessica Spotswood. A breve in libreria l'ultimo capitolo della serie "Wicked"

Sisters' Fate (The Cahill Witch Chronicles, #3)
Cari e care, a differenza dell'articolo precedente in cui davo per conclusa una serie ancora in corso (quella di Kerstin Gier), questa volta una saga si chiude davvero. Con la pubblicazione di "Fated", infatti, termina il ciclo dedicato alle Sorelle Cahill che ci ha tenuto compagnia per tre lunghi anni con storie di streghe e amori proibiti.
I due libri precedenti, "Wicked" e "Cursed" (qui e qui le mie recensioni), mi hanno sinceramente ammaliata grazie al contesto ucronico in cui sono ambientati. La Spotswood ha scritto infatti di un passato diverso da quello che conosciamo, che somiglia a una delle società distopiche di cui siamo abituati a leggere sempre più spesso.

Töchter des Mondes: Schicksalsschwestern (The Cahill Witch Chronicles, #3)Quella delle Sorelle Cahill è una storia che intreccia magia e realtà, amore e invidia cieca, crudeltà e speranza; ambientata in un mondo in cui nascere donne è la peggiore delle sorti, in cui la stregoneria esiste ed è stata messa al bando, in cui la popolazione è guidata da una corporazione pseudoreligiosa, i Fratelli, che con la loro misoginia hanno relegato le donne ai margini della società. C'è una profezia che aleggia nell'aria e pende sulla testa di ogni donna di New London: prima della fine dell'Ottocento tre Streghe riporteranno la magia al potere, cambiando le sorti di ogni cosa.  Mentre i Fratelli plagiano le menti del popolo e ostracizzano le donne, tre sorelle scoprono che il loro essere delle potentissime Streghe causerà conseguenze incredibili per il corso degli eventi. 
Tra profezie che annunciano morte, rivoluzioni che prendono fuoco da scintille inattese, piaghe che decimano la popolazione, vendette tra sorelle e amori travagliati, sta per volgere al termine questa fascinosa avventura e io non vedo l'ora di leggere l'epilogo di questa saga!




(Aggiornamento) Anteprima "Silver, la porta di Liv" di Kerstin Gier. Arriva il secondo capitolo della trilogia Young Adult "Silver"!

Silber: Das zweite Buch der Träume (Silber, #2)Dunque, dunque, questa sì che è una buona notizia per noi divoratori di saghe. Uscirà il 6 Novembre 2014 per Corbaccio il secondo e ultimo romanzo della duologia trilogia (grazie a Irene  V. che ci ha illuminati confermando che ci sarà un terzo titolo nella serie ovvero "Das dritte Buch der Träume") "Silver". Inizialmente la Corbaccio aveva annunciato che il titolo sarebbe stato "Golden, la porta di Liv", ma è ormai ufficiale che il titolo sarà "Silver, la porta di Liv", cambiamento discutibile che non disturba più di tanto. Intatta invece la veste grafica che si sposa perfettamente con quella del primo romanzo (qui la mia recensione) e che è davvero bella.  Riguardando i commenti alla mia recensione di "Silver", mi sono resa conto della presa che questo romanzo ha avuto su voi sognalettori. L'entusiasmo con cui avete tutti accolto questa nuova opera della Gier mi elettrizza moltissimo e accende in me nuovamente la voglia di scoprire cosa succederà a Liv in questo secondo romanzo. 
Chi non conoscesse questa TRILOGIA, deve sapere che si tratta di una storia dalle atmosfere fantasy e misteriose, che esplora in modo abbastanza singolare il concetto di "mondo onirico". La protagonista è la sedicenne Liv Silver, spigliata e sfrontata adolescente appassionata di misteri e investigazione, che dopo il suo trasferimento a Londra ha trovato pane per i propri denti!
La nuova vita Londinese si è infatti dimostrata ancora più eccitante di quello che si aspettava. Liv è stata incastrata in una serie di eventi incomprensibili, tutti legati al mondo dei sogni, a una congrega di bellissimi ragazzi che si riuniscono per fare strani rituali e a un patto demoniaco che deve essere spezzato. Mentre Liv fa di tutto per arrivare al bandolo della matassa, nascono storie d'amore più o meno proibite, vengono fuori segreti inconfessabili e accadono colpi di scena che lasciano con il fiato sospeso. Tipo quello con cui si è concluso "Silver", che ha lasciato tutto in sospeso, motivo per cui non vediamo l'ora di scoprire le risposte a tutte le nostre domande!



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...