sabato 25 aprile 2015

In My Mailbox #67 #68

 


Fermi tutti. E' sabato e io, miracolosamente, sto pubblicando IN TEMPO "In my mailbox". Questo vuol dire che una strana congiunzione astrale mi ha dato il tempo di cui avevo biosgno per mettermi calmina al pc e fare l'elenco di tutti i libri che non dovevo comprare, ma che invece ora affollano la mia libreria! Mi libero da ogni responsabilità su eventuali catastrofi naturali che si abbatteranno su questo blog dopo l'evento eccezionale di oggi. Sappiatelo.
In My Mailbox è la rubrica inventata da Kristi del blog "The story siren", che vi consente di  sbirciare i miei ultimi acquisti libreschi e condividere con la rete i vostri! Allora, facciamo un giro virtuale nella rispettiva "cassetta delle lettere" per sbirciare i libri (anche ebook) che abbiamo comprato, ricevuto in regalo o preso in prestito?



In queste due settimane nella cassetta delle lettere ho trovato


Titolo: Ho imparato ad amare (Love Map #1)
Data di pubblicazione: 23 aprile 2015
Dove comprarlo: LaFeltrinelli.it
Editore: Newton Compton
Autrice: Lia Riley
Prezzo: 9,90 €
Pagine: 384

Natalia Stolfi ha ventuno anni e sta lasciandosi il passato alle spalle. La sua vita è a una svolta: grazie a un programma di scambio trascorrerà i prossimi sei mesi in una scuola, e farà la vita della studentessa spensierata. Nessuno sospetterà che in realtà sprofonda sotto il peso di ricordi dolorosi. Tutto sta andando secondo i piani, fino a quando non incontra un surfista dagli occhi verdi e ipnotici che sembra incredibilmente abile nel capire ogni suo gesto. Bran Lockhart sta vivendo l'anno peggiore della sua vita. Dopo che la ragazza dei suoi sogni si è trasformata nel suo peggiore incubo, è tornato a Melbourne, per rimettere insieme i pezzi. Eppure, nemmeno la più grande delle delusioni potrebbe renderlo cieco di fronte a quella ragazza californiana che abbatte ogni sua difesa. Non ha mai voluto nessun'altra come vuole Talia. Ma lui sa bene perché ha smesso di credere nell'amore... Dovrà decidere se quello che c'è tra lui e Talia sia qualcosa che capita una sola volta nella vita... E che non si può perdere.


Data di pubblicazione: 23 Aprile 2015
Dove comprarlo: LaFeltrinelli.it
Titolo: ll mio ultimo bacio
Editore: Newton Compton
Autrice: Bethany Neal
Prezzo:  9,90 €
Pagine: 325


Cassidy Haines ricorda perfettamente il suo primo bacio. A darglielo era stato il suo grande amore, Ethan Keys, durante la prima estate del liceo. Invece il ricordo del suo ultimo bacio, alla festa per il suo diciassettesimo compleanno, la sera della sua morte è molto confuso. Da quel momento Cassidy è rimasta sospesa tra il mondo dei vivi e quello dei defunti, con il doloroso sospetto che la sua prematura fine non sia dovuta a un suicidio, come tutti credono, ma a un omicidio... Eppure non riesce a ricordare nulla della settimana precedente alla sua morte e per scoprire la verità sulla notte fatale dovrà analizzare il suo passato, con l'aiuto di Ethan, l'unico in grado di vederla anche da fantasma e ripensare a tutte le scelte, giuste o sbagliate, che l'hanno portata a quell'ultimo, dolce, tristissimo bacio.

Titolo: L'amore verrà (Breaking Nova #1) 
Data di pubblcazione: 26 marzo 2015
Dove comprarlo: LaFeltrinelli.it
Editore: Newton Compton
Autrice: Jessica Sorensen
Cartaceo: € 9,90
Pagine: 416


Per tutta la sua breve esistenza, Nova Reed ha sempre saputo cosa fare. Voleva diventare una famosa musicista e sposare il suo grande amore. Ma poi tutto è cambiato in un istante, in un giorno che non potrà mai dimenticare. E da allora le pare di essere sempre sull'orlo dell'abisso, sul punto di impazzire. Il suo destino, però, si incrocia con quello di Quinton Carter. Anche lui, con la sua aria triste e persa, sembra avere un grosso debito con la vita e un passato turbolento che non vuole ricordare. Nova desidera aiutarlo, forse per scacciare i propri fantasmi e sensi di colpa, ma non sa che quel ragazzo nasconde un terribile segreto. E se lei dovesse decidere di andare avanti con lui, potrebbe davvero perdersi per sempre... Anche Quinton deve fare una scelta: si merita davvero l'amore di Nova o dovrà scontare in eterno i tragici errori che ha commesso prima di incontrarla?

Titolo: The Program (The Program #1)
Data di pubblicazione: 21 28 aprile 2015
Autrice: Suzanne Young 
Editore: De Agostini 
Cartonato:  14,90 €
Ebook:  7,99 €
Pagine: 400


Sloane sa perfettamente che nessuno deve vederla piangere. La minima debolezza, o il più piccolo scatto di nervi, potrebbero costarle la vita. In un attimo si ritroverebbe internata nel Programma, la cura ideata dal governo per prevenire l’epidemia di suicidi che sta dilagando fra gli adolescenti di tutto il mondo. E una volta dentro, Sloane dovrebbe dire addio ai propri ricordi… Perché è questo che fa il Programma: ti guarisce dalla depressione, resettandoti la memoria. Annullandoti. Così, Sloane ha imparato a seppellire dentro di sé tutte le emozioni. Non vuole farsi notare, non ora che suo fratello è morto e lei è considerata un soggetto a rischio. L’unica persona che la conosce davvero è James, il ragazzo che ama più di se stessa. È stato lui ad aiutarla nei momenti difficili, lui a farle credere che ci fosse ancora speranza. Ma, quando anche James si ammala, Sloane capisce di non poter più sfuggire al Programma. E si prepara a lottare. Per difendere i propri ricordi, a qualunque costo.




Data di pubblicazione: 14 aprile 2015
Titolo: Reflections (Pivot Point #1)
Dove comprarlo: LaFeltrinelli.it
Casa Editrice: De Agostini
Autrice: Kasie West 
Prezzo: 14, 90 €
Pagine: 400 


Mi chiamo Addison Coleman. Ho diciassette anni, una massa di riccioli biondi e un potere straordinario: riesco a vedere il futuro. Di solito non amo approfittare di questa capacità, ma da quando i miei genitori hanno deciso di divorziare le cose sono cambiate. Mi sono trovata davanti alla scelta più difficile di sempre – con chi di loro sarei andata ad abitare? – e ho iniziato a indagare il futuro. Un’Indagine di sei settimane per capire quale fosse la migliore delle mie alternative. O almeno così speravo. Perché l’Indagine si è rivelata molto più complicata del previsto. Due ragazzi hanno stravolto la mia vita, o forse sarebbe meglio dire… le mie vite. Due ragazzi di cui è impossibile non innamorarsi. Duke è come un mare in tempesta, travolgente e affascinante. Gioca a football e non sa ancora in quale college andrà il prossimo anno. Trevor è come una notte d’estate, dolce e spensierato. Vorrebbe ricominciare a giocare a football e disegna fumetti. Uno riesce a farmi perdere la concentrazione con un solo sguardo. All’altro basta una parola per farmi battere il cuore all’impazzata. Ed è per questo che scegliere tra i miei due futuri alternativi non sarà affatto facile: perché qualsiasi decisione prenda, dovrò dire addio a uno di loro.

giovedì 23 aprile 2015

Recensione "Il mio splendido migliore amico" di A.G. Howard

Siccome ho un bel mucchio di recensioni arretrate, ho deciso di iniziare a sfoltirle partendo da quella che mi avete richiesto con più frequenza. "Il mio splendido migliore amico" pur avendo un titolo discutibile (che non ha niente a che vedere con il titolo originale), si è rivelato essere un romanzo davvero adorabile, avvincente e unico! Leggere la mia recensione per credere.

Titolo: Il mio splendido migliore amico (Splintered #1)
Data di pubblicazione: 19 febbraio 2015
Dove comprarlo: LaFeltrinelli.it
Editore: Newton Compton
Autrice: A.G. Howard
Cartaceo: 9,90 €
Ebook: 4,99 €
Pagine 384
Il mio voto:


Alyssa Gardner ha il dono di poter sentire i sussurri dei fiori e dei bruchi. Peccato che per lo stesso dono sua madre è finita in un ospedale psichiatrico. Questa maledizione affligge la famiglia di Alyssa fin dai tempi della sua antenata Alice Liddell, colei che ha ispirato a Lewis Carroll il suo Alice nel Paese delle Meraviglie. Chissà, forse anche Alyssa è pazza, ma niente sembra ancora compromesso, almeno per ora. Quando la malattia mentale della madre peggiora improvvisamente, Alyssa scopre che quello che lei pensava fosse solo finzione è un’incredibile verità: il Paese delle Meraviglie esiste davvero, è molto più oscuro di come l’abbia dipinto Carroll e quasi tutti i personaggi sono in realtà perfidi e mostruosi. Per sopravvivere, Alyssa deve superare una serie di prove, tra cui asciugare il lago di lacrime di Alice, rimanere sveglia all’ora del tè soporifero, domare un feroce Serpente. Di chi potrà fidarsi? Di Jeb, il suo migliore amico, di cui è segretamente innamorata? Oppure dell’ambiguo e attraente Morpheus, la sua guida nel Paese delle Meraviglie?


La mia recensione

"A volte ho l’impressione di non essere sola nella mia testa, come se dentro di me vivesse una parte di un’altra persona che mi sfida a spingermi oltre i miei limiti." Da Il mio splendido migliore amico 
Se provassi a tenere il conto di tutte le rivisitazioni della fiaba classica "Alice in Wonderland" che circolano in questo momento, fallirei. Il celebre Sottomondo creato dal mitico Carroll, continua ad affascinare e sedurre scrittori e scrittirici di ogni età e provenienza, dando vita a una sorta di fenomeno virale. Ma come dar loro torto, in fondo? Il richiamo del Bianconiglio è irresistibile per molti di noi. 
Sapendo che in giro c'è una tale moltitudine di rivisitazioni, si penserebbe che ormai non ci sia più nulla di nuovo da dire su Alice e il Paese delle Meraviglie. Be', io credo che non sia così e A. G. Howard conferma la mia teoria. Accettare la sfida di quest'autrice significa lasciarsi sprofondare in un "mondo altro", oscuro e grottesco, in cui ogni cosa è ben lontana dall'essere prevedibile o scontata. Il viaggio compiuto dalla protagonista sulle orme di Alice, si è rivelato essere un'avventura magnifica e terrificante, inaspettatamente intricata e zeppa di colpi di scena. La trama, apparentemente di facile risoluzione, in realtà sorprende con continui ribaltamenti e rivelazioni mozzafiato, dando vita a una storia complessa e multisfaccettata.
A discapito dell'orribile titolo scelto dalla Newton Compton, quello della Howard è un romanzo che sorprende e incanta grazie alla narrazione dinamica e molto contemporanea, contrapposta alle atmosfere da freak show che fanno da sfondo alle avventure della protagonista. Ulteriore sorpresa è stata l'assenza del tanto chiacchierato e temuto triangolo amoroso, che fortunatamente è appena accennato ed è, per altro, del tutto platonicoCerto, questo non vuol dire che l'autrice non abbia creato due protagonisti maschili irresistibili, per quanto diversi tra loro. Ma sta di fatto che la protagonista non sembrerebbe avere dubbio alcuno sul proprio interesse amoroso attuale e la cosa non può che andare a suo vantaggio.
Il mio pensiero è che chiunque sia alla ricerca di un fantasy contemporaneo fuori dagli schemi, inquietante e fascinoso al punto giusto, ricco di suspance, avventura e amore, non dovrebbe lasciarsi scappare "Il mio splendido migliore amico".
"C’è un’altra serie di fotografie: un coniglio bianco, così magro da sembrare uno scheletro; fiori con braccia, gambe e bocche sanguinanti; un tricheco che, dalla vita in giù, sembra fatto di radici, come un albero. È la fauna del Paese delle Meraviglie dopo una dose massiccia di radiazioni tossiche. Ma è anche una sorta di collegamento: in qualche modo, la falena e queste creature di un regno sconosciuto sono connesse con la favola di Lewis Carroll. Non c’è da stupirsi che nonna Alicia insistesse a disegnare i personaggi della storia sulle pareti di casa.
Dopo Alice, la mia famiglia è sempre stata segnata dalla follia. Forse è davvero scesa nella tana del coniglio ed è tornata indietro per raccontare la sua storia, ma dopo quell’esperienza non è mai più stata la stessa. Del resto, chi supererebbe indenne una cosa del genere?" Da Il mio splendido migliore amico
Alyssa Gardner non è una ragazza come le altre. Da tempo, infatti, sembra avere fin troppo in comune con la madre che tanto odia e che vorrebbe cancellare dai suoi pensieri. Come lei soffre di allucinazioni visive e uditive. I fiori e gli insetti le parlano, invitandola in un mondo oscuro e peccaminoso, in cui tutto è sottospra. Un mondo che somiglia in modo preoccupante al Paese delle Meraviglie di cui Lewis Carroll ha narrato tempo fa. Di certo è follia ereditaria, deve esserlo. Perché se così non fosse vorrebbe dire che tutte quelle storie raccontate dalla sua bisnonna, Alice Liddell, le stesse storie che ispirarono la famosa fiaba classica di Carroll, sono vere.  
Ma se la verità stesse nel mezzo? Se la follia fosse realtà e sua madre, come lei, non è altro che la vittima degli errori compiuti da qualcun altro?
A.G. Howard non ci racconta la storia di una semplice ragazza che inciampa inconsapevolmente nell'ingresso per il Sottomondo, bensì delle avventure dell'erede di Alice, che decide di seguire volontariamente le orme della sua ava al fine di interrompere la scia di sofferenza che tormenta le donne della sua famiglia da tempo. Pare infatti che la cara e innocente Alice abbia combinato un bel pasticcio durante il suo viaggio nel Paese delle Meraviglie e che ora sia compito di Alyssa rimediare, prima che estreme conseguenze si abbattano su ciò che ha di più caro.
Con al fianco il suo "splendido migliore amico" (ogni riferimento non è casuale) Jeb, di cui è da sempre segretamente innamorata, Alyssa si immergerà in un viaggio senza precedenti, che avrà risvolti inaspettati. Nessuno, leggendo il libro di Carroll, avrebbe potuto pensare che il Sottomondo non è un Paese delle Meraviglie, ma un Circo degli Orrori. Ma sin da subito è chiaro che la piccola Alice deve aver indorato un po' la pillola quando ha raccontato la sua versione al celebre autore. Niente Conigli Bianchi e paffuti, per Jeb e Alyssa, solo mostri scheletrici e grotteschiIn quel luogo d'ombre popolato da creature malevole, Alyssa lotterà per compiere la sua missione, guidata dall'affascinante e misterioso Morpheus. Tra un tè soporifero da movimentare, un mare di lacrime da prosciugare, un serpente gigante da domare, una spada vorpale da recuperare e una serie di baci da rubare, Alyssa ci mostra il Sottomondo come non lo avevamo mai visto. Ma ricordate... nulla è come sembra e le soprese sono assicurate fino all'ultimo capitolo!
«No. Vedi, c’è un dettaglio che ti sfugge». Mi sfiora una tempia con le nocche. Il suo tocco è caldo e delicato. «Sei stata tu a trovare me. Cercandomi per prima, mi hai liberato dal vincolo del giuramento. Che ragazza sveglia! E ora sei qui per sistemare le cose, vero nocciolina? Vuoi mettere a posto i disastri combinati da Alice e aggiustare il Paese delle Meraviglie per spezzare la maledizione che affligge la tua famiglia. Gli insetti e i fiori parlanti… tutti i legami con questo regno. Non dovrai più sopportare questi malefici». Da Il mio splendido migliore amico

mercoledì 22 aprile 2015

W...W...W... Wednesdays #46

w... w... w...wednesdays è stato creato da MizB di ShouldBeReading


Lo so, lo so. E' passato un sacco di tempo dal mio ultimo W...W...W... Wednesdays, ma la colpa non è mia. Purtoppo le mie letture sono state ferme, cristallizzate in un ritratto di tristezza giudicante da cui difficilmente mi libererò. Io, divoratrice di libri, costretta a poter leggere solo prima di addormentarmi, quale disonore! Senza contare che quando mi metto a letto sono così distrutta, da crollare nei primi cinque secondi di lettura. 
Ma sono riuscita a finire un romanzo, perciò torna  la rubrica in cui vi illustro le mie letture e a cui potete partecipare tutti. Come? Rispondendo a queste semplici domandine!


* What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)

What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?) 


Ecco le mie risposte!


What are you currently reading?



Come vi ho detto molte volte nei miei post, ho davvero poco tempo per leggere. Questo vuol dire che non sono riuscita a finire "Verum". Ma siccome sono pazza, ho anche iniziato "Ricordati di Sognare".



What did you recently finish reading? 



Ho finito "Fidati di me", libro niente male che mi ha in parte sorpresa. Spero ti trovare il tempo di recensirlo presto!

martedì 21 aprile 2015

Guest Post & Giveaway: "Radice e Impianto" di Liliana Marchesi! Commenta e vinci i primi due romanzi autografati della serie distopica e New Adult "R.I.G"


Questo, cari sognalettori, è un post perfetto per chi ama le belle storie distopiche che non lesinano in romanticismo, mistero e avventura. Qualche tempo fa avevo scritto un articolo molto corposo per presentarvi la serie distopica made in Italy "R.I.G." della poliedrica e frizzantissima Liliana Marchesi (qui l'articol0). In moltissimi avete visualizzato il mio articolo, rimuginando in silenzio su quanto avreste voluto leggere questa serie (so che rimuginate in silenzio perché la discrepanza tra le visite e i commenti ai miei post è sempre epica: pigroni!). Bene, se ancora non vi siete decisi a iniziare la trilogia "R.I.G", che sarà poi correlata da una novella prequel, questo è il vostro momento.
Liliana Marchesi ha deciso di invogliarvi a passare al lato oscuro e per farlo ha tirato fuori l'artiglieria pesante mettendo in palio le copie digitali autografate e con dedica dei primi due romanzi della sua serie distopica, ovvero "Radice" e "Impianto".  Sì avete capito bene: i due ebook in palio saranno autografati e Liliana scriverà una dedica tutta per voi e voi soltanto (ah, le gioie della tecnologia!).
Ma non è tutto. Per giocare un po' con voi e la vostra curiosità, io e Liliana, assieme alle sue fedelissime Diaboliche Ladies (è così che si chiamano le sue lettrici più fedeli), abbiamo pensato a un guest post molto singolare in cui l'autrice ha esercitato la propria creatività, dando vita a un articolo unico!
Per chi non lo sapesse, ho deciso di sostituire le interviste agli autori, spesso noiose e macchinose, con i Guest Post, ovvero degli articoli in cui gli autori possono condividere un pezzo del loro mondo con voi lettori in piena libertà! Il mio primo Guest Post ha visto come ospite la favolosa Raffaella Fenoglio (qui), ed è un onore poter ospitare l'imprevedibile Liliana Marchesi, autrice che si autopubblica dal 2012, facendo parlare sempre molto di sé e delle sue capacità narrative, ma anche del suo estro e della sua ironia!
Proprio grazie a queste qualità, Liliana ha deciso di dar vita a un Guest Post davvero folle. 
Coinvolgendo le sue adorate fan ha infatti ipotizzato di trovarsi in una situazione degna della sua protagonista, Kendall: intrappolata nella simulazione di una stanza vuota, con soli tre oggetti a propria disposizione per liberarsi. Le sue Diaboliche Ladies, realizzando un po' il desiderio di tutti i lettori, ovvero quello di mettere alla prova i propri autori del cuore, hanno deciso quali sarebbero stati gli oggetti che Liliana avrebbe potuto utilizzare per liberarsi dalla simulazione e ora, sia loro che noi, potremo finalmente assistere alla sua "Diabolica Fuga". 
Prima però voglio ricordarvi che la serie autopubblicata, distopica e New Adult "R.I.G", ambientata in una Brooklyn del futuro apparentemente perfetta, ma atrocemente corrotta nel profondo, è composta dai romanzi "Radice", "Impianto","Germoglio" (ancora inedito) e dalla novella inedita "La nascita degli orfani". Alla sua seconda pubblicazione questa trilogia ha mietuto vittime in lungo e in largo, ed è pronta a conquistare anche voi. E' arrivato il momento di entrare nel mondo in cui a regnare è il Mind, la forza politica che sembra essere in grado di controllare ogni cosa e proteggere l'umanità, ma dietro cui si nascondono segreti aberranti. Tra misteri, avventure mozzafiato e amori strazianti, la giovane protagonista Kendall imparerà che la vita ha un prezzo e che a volte sopravvivere conoscendo le verità più atroci, può essere una pena peggiore della morte. 
Ma se queste parole non fossero state sufficienti a convincervi che non potete trascorrere un'altro giorno senza leggere la serie "R.I.G.", prima di godervi il Guest Post potete dare un'occhiata all'avvincente primo capitolo di "Radice" (libro d'apertura della serie). Fossi in voi mi metterei comoda e mi preparerei ad innamorarmi. 


Cliccate sulla cover per leggerlo!


Allora, siete o no curiosi di leggere tutto il libro? Come fare per provare a fare un salto in questo universo futuristico, fascinoso e terrificante? Semplicemente divorando questo post e seguendo le semplicissime regoline in basso! ENJOY!


LA DIABOLICA FUGA DI LILIANA MARCHESI



Le mie Diaboliche Ladies mi hanno chiuso in questa stanza priva di finestre in cui una nuda lampadina che penzola dal soffitto scandisce il trascorrere del tempo. Di giorno resta accesa e con l'arrivo della notte si spegne. 
Mi sembra di vedere ancora i loro occhi. Le sento. Sono dietro la porta e mi osservano. Vogliono vedere se la mia mente sarà in grado di portarmi fuori da qui con l'aiuto dei tre oggetti che mi hanno lasciato: una banana, una scatolina contenente la chiave, apribile solamente risolvendo un rebus o un indovinello, e una carta di credito. 
Essendo una persona che non si arrende di fronte a nulla, decido di prendere in mano la situazione e di reagire prima che la ragione mi abbandoni. 
Osservo attentamente gli oggetti e, conscia del fatto che trattandosi di una simulazione potrei tranquillamente inventare io stessa il rebus da risolvere e aprire così la scatolina per prendere la chiave che mi permetterebbe di uscire dalla stanza (per andare poi a fare shopping dando fondo alla carta di credito mentre mi mangio la banana), decido di optare per una strategia meno semplice e più scenografica per voi che state ancora leggendo questo mio papiro. 
Prima di tutto afferro la scatola. È grossa quanto il mio pugno ed è di metallo. Un metallo resistente. 
Prendo la carta di credito e la poso a terra. Poi, con gli angoli appuntiti della scatolina vado a rimuovere tutte le lettere e i numerini in rilievo. 
Una volta terminato poso la scatolina e raggruppo le letterine e i numeri. 
Prendo la banana e la sbuccio con delicatezza, stando attenta a non rompere quei fastidiosi filini che assomigliano a delle liane pelose. 
Decido di razionare la banana. Il mio piano richiederà del tempo. 
Poso a terra un paio di quelle che ormai ho soprannominato liane, cospargo le letterine di plastica dura lungo la superficie e le ricopro con un sottile strato di poltiglia di banana. Servirà a fare in modo che le letterine e i numerini non si stacchino. 
Dopodiché, deposito le due liane elaborate sul palmo della mano che sollevo fino a raggiungere la lampadina accesa. 
E aspetto. 
Ferma, con il braccio tremante per lo sforzo, stringo i denti e mi ripeto che devo resistere. 
Resto così fino a che la luce non viene spenta. 

lunedì 20 aprile 2015

Cover Love #127



Buon lunedì sognalettori. Settimana piuttosto intensa quella che mi aspetta. Non solo dovrò prendermi cura degli acciacchi di mia nonna, ma la mia dolce Lennon domani sarà sterilizzata. Questo vuol dire che io avrò un diavolo per capello e, per chi non lo sapesse, ho una montagna di capelli per altro lunghi più di quanto posso tollerare (ben oltre il fondoschiena). Non sarò una persona con cui sarà piacevole passare il tempo, dunque. Ma per fortuna voi prendete sempre solo il mio lato migliore: quello spensierato. Nella vita sono molto più brontolona e isterica di quanto possiate immaginare. In particolare quando non riesco a leggere quanto vorrei, effetto collaterale della mole di impegni che mi opprime in questo periodo.
Per tranquillizzare gli animi di tutti c'è comunque "Cover Love", una rubrica inventata da me che consiste in una classifica in cui vi mostro tre copertine che mi hanno rubato il cuore, che siano esse di libri italiani, stranieri, vecchi o nuovi! Vorrei che partecipaste ovviamente scegliendo quale, secondo voi, è la cover più bella tra le tre da me selezionate e mescolandone l'ordine di classifica, in modo da formarne una vostra! 


La classifica della scorsa settimana era


1. Falling for Alice
2.Under different stars
3. Ticker


E secondo i vostri voti la cover più bella è...  


UNDER DIFFERENT STARS


Non che avssi poi molti dubbi sul vostro pensiero, perché vi conosco bene e spesso, anzi quasi sempre, riesco a predire la cover che vincerà (che raramente poi è la mia preferita). Non posso darvi torto, comunque, perché si tratta di una copertina bellissima! Certo, non pensavo che il mio primo posto sarebbe diventato il vostro terzo, ma così è stato!


E ora, come ogni settimana ecco la mia classifica di oggi



1. Sapphire Blue


Why


Possibile che io non abbia messo già questa copertina al primo posto di una classifica precedente?  A quanto pare sì, perché dopo una prolungata ricerca mi sono resa conto che avevo tenuto per me questa chicca. Che egoista! Le belle cover devono essere condivise, non trovate? 
Bene, questo gioiellino in basso è la copertina statunitense di "Blue" di Kerstin Gier, secondo me davvero insuperabile. C'è da dire che gli americani si impegnano davvero molto per rendere visivamente impressionante ogni pubblicazione firmata Gier. Insomma, come si può non adorare questa favolosa immagine di copertina? Così spettacolare, cinematografica e d'impatto. Sembra davvero di riuscire a respirare il profumo dei viaggi nel tempo osservandola.  Magica, senza ombra di dubbio. Adoro.





Viaggiatrice nel passato suo malgrado per un dono di famiglia, Gwen, giovane londinese che vorrebbe avere a che fare con i problemi tipici della sua età e dei suoi compagni di scuola, si trova catapultata da un secolo all’altro con una pericolosa missione da compiere.
Peccato che non sappia di chi può fidarsi, dei Guardiani del Tempo o del terribile Conte di Saint Germain, dell’affascinante ma scostante Gideon o dell’invidiosa cugina Charlotte.
A un certo punto l’unico vero amico sembra essere Xemerius, un gargoyle col muso di gatto.



2. The sea of stars

Why

Dopo aver visto con quanto entusiasmo avete accolto la cover di "Under different stars" non ho potuto resistere all'impulso di mostrarvi anche quella di "Sea of stars", il secondo libro della serie. Personalmente trovo persino più bella questa cover di quella del libro precedente, già di per sé adorabile.
Sarà per i colori più freddi, per la posa di completo abbandono assunta dalla ragazza, per il gioco di luci e ombre... sarà un po' per tutto ma sta di fatto che mi sono presa una bella cotta per questa copertina. Trovo che sia davvero incantevole e sono certa che la penserete come me.


venerdì 17 aprile 2015

Anteprima "The Heir" di Kiera Cass. In arrivo il quarto capitolo della serie distopica e romantica "The Selection"

Buonasera sognalettori. Anche oggi è stata una di quelle giornate troppo frenetiche per la sottoscritta. Il fatto è che da qualche giorno e per i la prossima settimana, dovrò occuparmi della mia anziana nonnina (mi sento un po' Cappuccetto Rosso ora che ci penso), facendo la spola tra casa mia e casa sua. Il risultato è una mole non indifferente di stress, ore passate a pulire due case diverse e pochissimo tempo da trascorrere tra i libri e pc. 
In effetti oggi è venerdì e io avrei dovuto postare il consueto appuntamento con la rubrica "From Italy With Love", ma non ho fisicamente la forza di mettermi a lottare con blogger per preparare un post tanto articolato (eh, non avete idea di che incubo sia gestire l'html degli articoli in cui vi presento tanti libri diversi). 
Spero possiate comunque accogliere con gioia l'anteprima che ho deciso di regalarvi per farmi perdonare. Io ce la metto tutta, ragazzi, siate buoni!
Ricordate quando, tempo fa, vi avevo parlato di "The One" di Kiera Cass, annunciando la conclusione della serie "The Selection"? Bene, cancellate quell'informazione, perché come già in molti sanno, la Cass ha deciso di proseguire la serie pur concludendo quel filone narrativo che vedeva come protagonisti America e il Principe Maxon. I romanzi a seguire (che per ora sono due), infatti, sono tutti incentrati su una nuova "Selezione". 
Di questa nuova avventura potremo leggere in "The Heir", che uscirà il 5 Maggio per Sperling, ma vi avverto: se non avete letto "The One" non leggete la sinossi del libro, perché avreste una brutta sorpresa. Invece potete gustarvi questa mia bella anteprima spoiler free!
Altro giro altra corsa, dunque. Ci troviamo sempre nel regno di Illea, ma sono trascorsi vent'anni dall'ultima "Selezione". Ora è il momento di creare una nuova stirpe reale e sarà la principessa Eadlyn a dover scegliere il proprio pretendente, sempre attraverso il reality show che ha unito i suoi genitori anni addietro. Trentacinque ragazzi si contenderanno il suo cuore, pronti a fare di tutto pur di conquistarlo, ma Eadlyn non pensa che questo immenso reality possa effettivamente regalarle il vero amore... eppure il destino però ha altri piani. Nuovi intrighi, nuovi amori, nuove avventure per questo nuovo romanzo della serie che ha stregato i ragazzi di tutto il mondo!
Se volete leggere le mie anteprime dei libri precedenti eccole: "The Selection", "The Elite", "The One", e la novella prequel "The Prince".


giovedì 16 aprile 2015

Anteprima "Non chiedermi se ti amo" di Rachel McIntyre! La storia di un amore proibito tra i banchi di scuola...!

Salve a tutti, sognalettori! Come procede la vostra settimana libresca? La mia a rilento. Sono così impegnata, in questi giorni, da avere un vero e proprio blocco del lettore forzato. Gli unici momenti che mi restano per dedicarmi alla lettura, sono quelli in cui mi metto a letto la sera e purtroppo finisco per addormentarmi come un sasso nel giro di mezz'ora. Questo vuol dire che sono ferma sullo stesso romanzo da due settimane (un vero e proprio scandalo per me). La cosa peggiore è che non riesco nemmeno a trovare il tempo di scrivere una delle mie recensioni arretrate. Ma spero che voi possiate portare pazienza, perché la situazione in cui mi trovo in questo momento è particolarmente ingarbugliata e c'è ben poco che io possa fare per uscirne in fretta. In ogni caso, pur essendo parecchio presa, riesco sempre a trovare uno spazietto per aggiornare il blog e voi sulle nuove uscite libresche! 
Motivo per cui anche oggi vi propongo una deliziosa anteprima. Si tratta di "Non chiedermi se ti amo" di Rachel McIntyre, un contemporary romance YA uscito oggi 16 Aprile per la Newton Compton. 
Vi avevo già annunciato questa pubblicazione, ma pensavo vi avrebbe fatto piacere saperne di più. Il romanzo, che è autoconclusivo, racconta a mò di diario segreto la vita della quindicenne Lara, la quale si trova ad affrontare il divorzio dei genitori, i problemi economici e quelli legati alla propria situazione scolastica. Lara viene infatti brutalmente bullizzata da alcuni suoi compagni di scuola. Non c'è nessuno di cui si fidi davvero, nessuno che sembri essere disposto ad ascoltarla. Nessuno tranne il suo insegnante venticinquenne, l'unico che riesce a vederla per ciò che è e a comprenderla davvero. Con lui è facile parlare. Forse anche troppo. 
Eppure nella vita non si può scegliere di chi innamorarsi. A discapito della differenza d'età, a discapito di tutto ciò che sembrerebbe volerli dividere, qualcosa unisce Lara e Mr Jagger, il suo insegnante. Qualcosa che sarebbe meglio non ci fosse, ma a cui è difficile resistere...


mercoledì 15 aprile 2015

Chiarimento. "Le streghe di Astor High" di Brittany Geragotelis è il primo o il secondo romanzo della serie?

What the Spell? (Life's a Witch, #1)
Cari ragazzi, devo scusarmi con voi per avervi fornito un'informazione sbagliata. La scorsa settimana vi ho parlato del romanzo "Le streghe di Astor High" di Brittany Geragotelis, commettendo un errorore: quello di non leggere la trama italiana. Andavo tremendamente di fretta quando ho aperto la comunicazione Piemme e non mi sono preoccupata di controllare la sinossi prima di scrivere l'articolo. Insomma, mi aspettavo sinceramente che fosse il primo della serie, perché chi penserebbe mai che una casa editrice scelga di pubblicare il secondo libro di una trilogia senza aver pubblicato il primo? 
Eppure è quello che è successo.
Mi dispiace infinitamente per non essermi informata meglio prima di parlarvi di questo titolo, causandovi grande confusione. Ma non avrei mai creduto che la Piemme potesse decidere di iniziare a pubblicare una serie a partire dal secondo libro. Certo, c'era un indizio che avrebbe dovuto farmi capire che qualcosa non andava. La cover del romanzo è in effetti quella del secondo libro della serie e non del primo. Ma ero convinta fosse solo una scelta infelice. Invece no. "Le streghe di Astor High" non è altro che "Life is a Witch", secondo capitolo della serie paranormal romance per YA omonima.
Non chidetemi quale motivazione possa celarsi dietro questa scelta editoriale, perché non ne ho idea. Quello che posso dirvi è che fortunatamente parre che i due romanzi in questione possano essere comunque letti nell'ordine proposto dalla Piemme. Il primo, inedito in Italia e intitolato "What the spell" (lo vedete in alto) può essere considerato come un prequel di quello che invece è uscito ieri e, avendo protagoniste diverse, entrambi sono considerabili autoconclusivi. Le due protagoniste dei romanzi si incontreranno poi nel libro finale, perciò diciamo che non è imperativo leggere i libri nell'ordine proposto dall'autrice. Certo, ci sarebbe da interrogarsi sulle scelte editoriali compiute dalla Piemme, ci sarebbe da indignarsi per una tale mancanza di precisione e coerenza e sarebbe anche il caso che io indossi il cappello da asino e mi metta in castigo dietro la lavagna per non aver fatto i compiti a dovere.
Per ricapitolare, dunque, quello pubblicato ieri dalla Piemme non è il primo romanzo della serie, ma il secondo. Tuttavia il primo, essendo un prequel, pare possa essere letto tranquillamente anche dopo. Nonostante questo, io non leggerò il libro in questione perché detesto questo genere di mosse commerciali che non sembrano avere né capo né coda.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...