giovedì 30 ottobre 2014

W... W... W... Wednesdays #29

w... w... w...wednesdays è stato creato da MizB di ShouldBeReading


Felice mercoledì sognalettori, torna W...W...W... Wednesdays, la rubrica che si tiene di mercoledì e a cui potete partecipare tutti, come? Rispondendo a queste semplici domandine!


* What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)

What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?) 


Ecco le mie risposte!



What are you currently reading?




Sto leggendo (ancora, lo so sono lentissima in questo periodo) "Althea & Oliver", che è un po' lento ma mi piace molto, e "Per sempre insieme", che invece è dinamico e mi fa distrarre (giuro che se Ella fa la scema lo brucio).


What did you recently finish reading?




Di recente ho letto "Le sintonie dell'amore", companion books di "Le coincidenze dell'amore" (qui la mia recensione) e l'ho adorato. Lo recensirò prestissimo! 

mercoledì 29 ottobre 2014

Teaser Tuesdays #72



Miei cari sognalettori, come vi sarete resi conto ho deciso di rispolverare diversi meme settimanali e quello del martedì non fa eccezione. Perciò, dopo una lunghissima pausa, torna l'appuntamento con Teaser Tuesdays rubrica ideata dal blog Should be Reading, che posto ogni martedì. 

Le regole sono semplicissime e tutti possono partecipare e condividere con i propri teaser! 

Ecco le regoline!

  • Prendi il libro che stai leggendo in una pagina a caso; 
  • Condividi un breve spezzone di quella pagina ("Teaser")
  • Attento a non fare spoiler!
  • Riporta anche il titolo e l'autore così che i tuoi lettori possano aggiungere il libro alla loro wishlist se sono rimasti colpiti dall'estratto.


Andiamo un po' a vedere cosa ho scovato io oggi!

Oggi un estratto da "Althea e Oliver" di Cristina Moracho, un romazo diverso da quelli che avevo letto fino a ora, ma molto molto bello secondo me. Certo, non è tra i più dinamici né tra i più dolci al mondo, ma è così unico!



Seduta sul divano con il blocco da disegno aperto in grembo, Althea spalanca gli occhi con la mano sospesa sopra il portamatite, raggelata alla vista di Oliver. «Non m’interessa se hai fame, non ti porto al Waffle House.» Indica la scodella di ceramica rossa piena di popcorn. «Mangia quelli, se hai fame.»«Ma chi ha parlato del Waffle House? È un posto disgustoso» risponde lui.«Oh, grazie al cielo sei tornato normale.» Allarga le braccia e lui si tuffa nel suo abbraccio, spargendo a terra matite e blocco da disegno. «Sei di nuovo il vero Oliver, grazie, dolcissimo Bambin Gesù, grazie, grazie. Come stai? Tutto ok? Ti sei appena svegliato?»Lui fa un profondo respiro, assaporando l’odore umido e ammuffito del loro quartier generale. Il seminterrato di Althea è dove i mobili vanno a morire, dove si può rovesciare il cibo e si può camminare sul tappeto senza troppi riguardi. I cuscini del divano sono duri e screpolati qua e là, il rivestimento di finta pelle nera si sfalda lasciando scoperto il ruvido tessuto grigio, ma questo non impedisce ad Althea di dormire qui sotto quasi tutte le notti. Ai lati del divano ci sono tavolini con cicatrici di guerra; di fronte, il televisore che impiega un minuto buono a scaldarsi con il tubo catodico che vibra rumoroso. Negli angoli ci sono scatoloni di cartone, sciupati a forza di cedere il loro contenuto stagionale anno dopo anno: addobbi natalizi, costumi da Halloween, attrezzi da campeggio. Persino il nastro adesivo che tiene insieme il sedile della poltrona si sta rompendo, sfilacciandosi ai lati in fili argentati che a volte Oliver si trova sui vestiti molto tempo dopo essere tornato a casa. Chiude gli occhi con forza e affonda la faccia nel collo di Althea, dove riesce a sentire meglio l’odore del suo shampoo al cocco e quello appena accennato di sapone. Lei gli accarezza i capelli mormorando incomprensibili parole di conforto.«Perché credevi che volessi andare al Waffle House?» domanda lui.«Scommetto che Nicky non ti ha raccontato della nostra gita?»

martedì 28 ottobre 2014

In libreria "Lo straordinario mondo di Ava Lavender" di Leslye Walton. Quando la magia incanta al primo sguardo!

The Strange and Beautiful Sorrows of Ava LavenderBuon martedì, sognalettori. Spero che il vostro inizio settimana sia stato promettente, ma se così non fosse, ci sono io a tirarvi su di morale con questa anteprima davvero, davvero, davvero interessante.
E' uscito oggi, 28 Ottobre, per Sperling & Kupfer "Lo straordinario mondo di Ava Lavender", pubblicazione di cui, come avrete notato, sono piuttosto entusiasta. Il libro d'esordio di Leslye Walton, infatti, è uno di quelli che solo a sentirne parlare provocano euforia e aspettativa, perciò non vedo l'ora di metterci sopra le grinfie. Perfetto per ogni età, "The strange and beautiful sorrows of Ava Lavender" ha fatto innamorare i lettori d'Oltre Oceano e non solo. Pare che chiunque entri in contatto con questo romanzo ne rimanga incantato!
Un po' paranormale, un po' romantico e un po' drammatico, il libro racconta le adorabili disavventure dell'adolescente Ava,  alle prese con la sua particolare natura e la volontà di trovare il proprio posto nel mondo. Ava è nata con un paio d'ali, ma vorrebbe che le persone che incrociano il suo cammino potessero accettarla per ciò che è e non per ciò che le sue ali rappresentano. Ora, se pensate di trovare il classico romanzo YA che parli di angeli, lasciate che vi dica che siete fuori strada. Quello di Leslye Walton è un libro unico, particolarissimo e decisamente meno YA di quanto si potrebbe pensare. Creature terrificanti, fiabe che diventano realtà, sacrifici e brividi sono gli ingredienti di questo singolare romanzo che ha un ché di saga familiare.
Prima di conoscere Ava, prima di sentire la sua storia, infatti, seguiremo le avventure delle donne della sua famiglia. Di sua madre e di sua nonna e dei loro innamorati. 
Tra sortilegi, magie, passioni e conflitti leggeremo degli avvenimenti che hanno portato Ava a nascere così com'è: con un paio di ali inutilizzabili. E quando finalmente la voce di Ava si farà sentire, scopriremo tutto su di lei, sui suoi pensieri, sulle sue paure e sul suo primo grande amore.



lunedì 27 ottobre 2014

Cover Love #104 HALLOWEEN EDITION



Torna, Cover Love e questa volta è in versione "Halloweenosa". Cover Love è la rubrica inventata da me che viene postata di lunedì (quando trovo cover che mi colpiscono davvero) e consiste in una classifica in cui vi mostrerò tre cover che mi hanno rubato il cuore, che siano esse di libri italiani, stranieri, vecchi o nuovi! 
Così nasce una rubrica in cui sfogare la mia follia per le cover, e condividerla con voi! Vorrei che partecipaste ovviamente scegliendo quale, secondo voi, è la cover più bella tra le tre da me selezionate e mescolandone l'ordine di classifica, in modo da formarne una vostra! 


La mia classifica della scorsa puntata


1.Touch
2. Crimson bound
3. Never never

E secondo i vostri voti la cover più bella è...  


CRIMSON BOUND
Certo che l'avete proprio adorata questa copertina. Come dire, vi ha stregati! L'avete fatta vincere a pieni voti, scalzando tutte le altre.  Bravi, bell'occhio, è davvero superba. Al secondo posto sale Never Never, al terzo scende Touch. Mi avete stravolto la classifica, bricconcelli!
 Ecco la mia classifica di oggi!


1.Fairest


Why?

E va bene, va bene. Continuo a mettere le cover della serie di Marissa Mayer nelle classifiche di Cover Love. Ci metto quelle americane, quelle italiane, quelle tedesche. Non riesco a smettere. Ma non è colpa mia, vi pare? Insomma, ogni maledetto libro di quesst'autrice ha una copertina strabiliante, non posso mica evitare di innamorarmene. Perciò anche oggi vi beccate l'ennesima copertina tratta da un romanzo della Mayer che secondo me è assolutamente perfetta per Halloweeen. Da i brividi, non credete? Lo specchio in fiamme, i viticci che lo avvolgono, il riflesso che sembra senza volto, quel velo che che cela chissà quale viso e quella corona davvero minacciosa.
Chi ha paura della regina cattiva?

Trama tradotta da me


In questo incredibile libro che unisce  Cress e Winter della serie campione d'incassi "Lunar Chronicles", viene finalmente raccontata la storia della Regina Levana. 
Specchio, specchio delle mie brame, chi è la più bella del reame? I fan della "Lunar Chronicles" conoscono la Regina Levana come la regnante che usa il suo "fascino" per ottenere potere. Ma molto prima che incrociasse il cammino di Cinder, Scarlet, e Cress, Levana visse una storia molto divesta – una storia che non è mai stata raccontata. . . fino a ora. 



2.  Asylum


Why


Amo questa copertina da lungo tempo, ma essendo davvero inquietante non avevo mai trovato lo spazio giusto per proporvela. Quale occasione meglio della puntata "Halloweenosa" di Cover Love? La trovo perfetta.
Ma quanto è disturbante l'atmosfera di questa immagine? E' davvero, davvero horror, quasi cinematografica. Tutto quel grigio inframezzato solo dal verde acido del titolo, poi, contribuisce a creare la giusta sensazione di paura e pericolo imminente. E lei? Fa paura. Che è successo al suo volto? Sbaglio  o sembra un fantasma? Vi consiglio di non guardarla per troppo tempo, potreste avere gli incubi!

domenica 26 ottobre 2014

Recensione "Sei il mio buio sei la mia luce" di J.A. Redmerski

Carissimi sognalettori, vi avevo già parlato di "Sei il mio buio sei la mia luce", libro spin-off della serie "The edge of never" di J.A. Redmerski ("Il confine di un attimo", qui la mia recensione. "Il confine dell'eternità", qui la recensione). Pur avendolo letto ad Agosto, riesco solo ora a recensirlo per voi. Buona lettura e non odiatemi se avete apprezzato questo libro, perché per me non è stato così!

Data di pubblicazione: 27 agosto 2014 Titolo: Sei il mio buio e la mia luceAutrice: J.A. RedmerskiPrezzo cartaceo: 12,90 €Prezzo ebook: 6,99 €Editore: Fabbri 
Pagine: 465 
Il mio voto:

Si può amare tanto da sentirsi mancare il fiato? Tanto da perdersi, da piangere, da urlare? Si può amare troppo? Elias e Bray sono fatti l’uno per l’altra, da sempre. Sono le metà perfette di una meravigliosa unità.

Il loro amore è sbocciato una calda sera d’estate, quando erano solo due bambini, in un prato illuminato da centinaia di lucciole.

Crescendo, però, la paura di soccombere a un rapporto così intenso, così esclusivo da essere quasi insopportabile, li ha allontanati l’uno dall’altra. Finché Bray non si rende conto che Elias è l’unico legame vero della sua vita, l’unica persona che può salvarla dagli abissi in cui sta per sprofondare, e decide di tornare.

Di tornare da lui che, nonostante tutto, non l’ha mai dimenticata. Le cose sono finalmente perfette e la passione che hanno cercato di soffocare in tutti i modi può finalmente vivere di nuovo... Almeno fino a quando una notte fatale non cambia tutto. Bray commette un terribile errore dalle conseguenze drammatiche: potrebbe essere accusata della morte di una ragazza. Il sogno d’amore di Bray ed Elias rischia di andare in frantumi, e i due ragazzi decidono di fuggire. Insieme. Inizia così un’avventura on the road in cui il rischio di perdersi tra alcool, droghe e incontri sbagliati è forse più grande del pericolo da cui stanno scappando. Sono due anime in fuga. Dal passato, da se stessi, dal destino. L’unico rifugio è il loro amore, quell’amore oscuro che li può salvare o perdere.



La mia recensione


Vedevo Bray in chiunque e in ogni cosa. Persino in Aline: solo dopo un po’ di tempo mi accorsi di quanto si assomigliavano. È patetico, ma l’amore non è tutto rose e fiori e farfalle che svolazzano nello stomaco. Può anche essere crudele e doloroso. Da "Sei il mio buio sei la mia luce"

Sapete, a volte mi capita di voler indulgere in letture autoconclusive e romantiche che sappiamo commuovere. Era questo che cercavo quando ho iniziato a leggere "Sei il mio buio sei la mia luce", romanzo autoconclusivo di genere contemporary romance per New Adult di J.A. Redmerski. Ricordando le belle emozioni che mi aveva trasmesso il primo romanzo di questa autrice in cui mi sono imbattuta "Il confine di un attimo", ho sperato di poter ritrovare le particolarità che mi aveva fatto innamorare del suo stile in passato. Ma, purtroppo, non è stato proprio così. 
I due protagonisti del romanzo, Elias e Bray, non hanno saputo toccare le corde del mio cuore come auspicavo. La storia, molto drammatica e dark, mi è apparsa forzata e poco convincente, troppo debole per potermi far dimenticare tutto il resto. Nonostante il romanticismo non sia mancato, la passione sia stata sempre alle stelle e la penna della Redmerski sia stata in grado di farmi brillare gli occhi in diversi passaggi, il risultato finale non mi ha soddisfatta.  Mi chiedo che fine abbia fatto quella verve che mi aveva legata alle pagine di "Il confine di un attimo". 
In ogni caso, come sempre, non sconsiglio la lettura di questo romanzo. So che in molti ne sono stati positivamente impressionati e sono certa che possa piacere. In linea di massima se siete alla ricerca di una storia sexy e drammatica, questa potrebbe fare al caso vostro. Ma mi sento di  sottolineare che non si tratta di una lettura semplice, e che, per questo motivo, non è adatta alle menti più fragili e ai più giovani. In particolare per la reiterata presenza di riferimenti a uno stile di vita dissoluto e discutibile. 

Ognuno ha le sue fisse, i suoi difetti e i suoi segreti inconfessabili. Siamo tutti più o meno incasinati, che lo ammettiamo con noi stessi oppure no. E mi piace credere che non sia necessario dare un’etichetta a ogni problema e difficoltà con cui dobbiamo fare i conti nel corso della nostra vita. Da "Sei il mio buio sei la mia luce"

Amici sin da quando hanno memoria, Bray e Elias sono cresciuti praticamente assieme. Hanno pianto e riso tenendosi per mano, vissuto esperienze condivise, collezionato ricordi e prime volte. Sono stati complici dall'infanzia all'età adulta, diventando amici fraterni per poi scoprirsi anime gemelle. Ma, proprio quando i due si sono concessi la tanto agognata e temuta opportunità di diventare più che amici e tutto sembrava andare per il verso giusto, Bray è fuggita lasciadosi alle spalle il cuore spezzato di Elias. Ora, dopo cinque anni di silenzio e assenza, Bray decide di tornare nell'unico posto in cui si sente a casa: tra le braccia di Elias. Così ha inizio la loro relazione, che si rivelerà essere più oscura e pericolosa di quello che entrambi avevano immaginato.
Sono molte le ombre che costellano la loro storia. Troppe, forse. Dopo i primi capitoli, in cui la Redmerski slitta in avanti nelle vite dei due, facendo trascorrere più di dieci anni in una manciata di pagine, la magia iniziale del romanzo svanisce. Al suo posto un'atmosfera claustrofobica e soffocante quanto il loro rapporto: entrambi hanno così tanti demoni con cui combattere, da rendere impossibile immaginarsi una coppia più distruttiva di questa.  
Perdutamente innamorati l'uno dell'altra e incuranti del male che si infliggono a vicenda, Bray ed Elias si lanciano a capofitto nella loro relazione fatta di serate piene di droga, alcol e sesso. Sono l'uno la malattia e la cura dell'altro, pronti ad affrontare tutto assieme. Ecco perché non stupisce che, quando Bray commette l'errore più grave della sua vita, Elias decide di fuggure con lei. Ancora loro due, assieme. Sulla strada, contro la legge, contro il destino, contro tutto quello che li vorrà separare.

Bray alla fine cedette e con uno scatto mi abbracciò. Mi abbandonai a lei, nutrendomi della sua vita. Quella vita che avevamo condiviso. Era sempre stato così e sapevamo entrambi che da quel giorno lo sarebbe stato per sempre. Anche se farlo ci avesse ucciso. Da "Sei il mio buio sei la mia luce"

sabato 25 ottobre 2014

In My Mailbox #45



Buon sabato sonalettori! Come potete notare, questa settimana ho deciso di rispolverare alcune rubriche che avevo abbandonato ma che mi mancavano molto. Una di queste è "Words of Love" (qui), che tutti avete sbirciato ma che è così triste senza i vostri commenti, l'altra è "In My Mail Box" rubrica del sabato inventata da Kristi del blog "The story siren". Questa rubrica si terrà ogni sabato, potrete partecipare tutti e consiste nel condividere con la rete i vostri acquisti libreschi della settimana! Allora, facciamo un giro virtuale nella rispettiva "cassetta delle lettere" per sbirciare i libri (anche ebook) che abbiamo comprato, ricevuto in regalo o in prestito?




Questa settimana nella cassetta delle lettere ho trovato


Titolo: Il mio sbaglio preferito (My favorite mistake #1)
Data di pubblicazione: 14 Ottobre 2014
Editore: Harlequin Mondadori
Dove comprarlo: LaFeltrinelli.it
Autrice: Chelsea M. Cameron
Prezzo: € 14,00
Pagine: 400


Fin dal primo incontro, Taylor Caldwell non sa se desidera baciare o prendere a pugni Hunter Zaccadelli, il suo nuovo coinquilino. Da una parte Hunter è un affascinante ragazzo dagli occhi blu, irresistibile e pieno di charme. Dall'altra è il tipico bad boy, con la chitarra sempre in mano e il corpo coperto di tatuaggi. Forse è per questo motivo che Taylor ha paura di innamorarsi di lui, non vuole restare scottata e quindi è necessario che Hunter se ne vada... prima che sia troppo tardi. Anche Hunter ha avuto le sue delusioni e i suoi dolori nel passato, ma Taylor ha una risata così sexy e inoltre non gliene fa passare una liscia! Insomma non può darsi per vinto facilmente e le propone una scommessa: se lei riuscirà a convincerlo che lo odia o lo ama sul serio, lui se ne andrà dall'appartamento, lasciandola finalmente in pace. Ma quando il passato riemerge all'improvviso Taylor deve decidere: fidarsi di Hunter confidandogli il suo segreto più nascosto o fare tutto il possibile per vincere la scommessa e allontanarlo per sempre.



    


Autore: Torbjørn Øverland Amundsen
Titolo: I bambini del crepuscolo 
Dove comprarlo: LaFeltrinelli.it
Data d’uscita:  22 Maggio 2014 
Editore: Salani
Prezzo: 16,90 
Pagine: 450


Arthur ha quasi 14 anni, ha un'intelligenza e una memoria prodigiosa, ha accumulato il sapere di 7000 anni d'incarnazioni, ma non può diventare adulto. Arthur è uno dei "bambini". Nathaniel ha lavorato a un algoritmo che riesce a individuare 421 segnali del mondo. Sono i "bambini" che devono salvare il mondo partendo dalla biblioteca segreta di Parigi che raccoglie le loro memorie, il loro sapere, le loro storie in forma di libri, attraverso i secoli. Dalla Norvegia agli Stati Uniti, da Parigi al Galles al parco di Yellowstone, dove un vulcano sembra essere il fulcro dei piani di Paolo, il traditore.



    


Data di pubblicazione: 2 Settembre 2014
Titolo: Il tuo meraviglioso silenzio
Editore: Mondadori Chrysalide
Dove comprarlo: LaFeltrinelli.it
Autrice: Katja Millay 
Prezzo: 14,90 €
Pagine: 420 


Un fenomeno del self publishing: un ragazzo solitario, una ragazza con un segreto da dimenticare, la magia delle seconde possibilità. A soli diciassette anni Nastya era una promessa della musica, ma ora ha perso tutto: la sua identità, la voglia di vivere, la voce. Da 452 giorni ha smesso di parlare, e l’unica cosa che desidera è tenere nascosto il motivo del suo silenzio. La storia di Josh, invece, non è un segreto: in poco tempo ha perso tragicamente le persone più care che aveva accanto, e ora cosa gli rimane? Di giorno: gli sguardi giudicanti degli altri addosso. Di notte: scolpire il legno in solitudine. Quando sembra non esserci più luce né speranza, Nastya e Josh si trovano e le sensazioni sopite esplodono inarrestabili dal corpo e dal cuore. Due lontananze si incontrano, trovando l’una nell’altrala forza di superare il passato e rinascere davvero.


venerdì 24 ottobre 2014

Anteprima "Il mio splendido migliore amico" di A.G. Howard. In arrivo la serie paranormal e romance YA "Splintered"

Miei adorati, sono certa che i vostri occhietti famelici staranno brillando in questo momento, rimirando la bellissima copertina del titolo in questione, Capita raramente, ormai, che gli editori italiani mantengano la cover originale dei romanzi esteri e quando succede è una festa. In particolare se si tratta di copertine così belle come quella di "Splintered". Certo non possiamo dire lo stesso per il titolo italiano dell'opera che è una caduta di stile pazzesca. "Il mio splendido migliore amico" (ma davvero? Non fatemi iniziare la filippica sul senso di stravolgere i titoli dei film e dei libri esteri), apre la trilogia fantastica e romantica per YA "Splintered" di A.G. Howard e sarà pubblicato il 26 febbraio 2015 per Newton Compton. Una pubblicazione che pur non essendo dietro l'angolo mi lascia con il cuore in gola, perché fremo dalla voglia di conoscere finalmente da vicino una di quelle serie di cui ho sentito parlare sempre e solo bene dai lettori di tutto il mondo!
Tra l'altro vi ho bombardati con le copertine di questa serie nelle classifice di Cover Love, perciò immagino che anche voi siate abbastanza curiosi di scoprire di più sulla storia scritta dalla Howard. Come avrete sospettato dalla citazione sulla copertina che dice "Benvenuti nel vero Paese delle Meraviglie", la trama di "Splintered" si rifà al famosissimo Alice nel Paese delle Meraviglie ri-raccontando la fiaba di Carroll in modo tutto nuovo. 
La protagonista è Allyssa, adolescente problematica su cui pende una gravosa eredità mistica. Da tempi immemori il ramo femminile della sua famiglia è afflitto dalla maledizione del Paese delle Meraviglie. Sin da quando la sua bis-bis-bisnonna Alice ha fatto un capitombolo in quel mondo, alterandone gli equilibri. Quando Alissa comincia a sentire il richiamo del Paese delle Meraviglie, pensa di essere spacciata e di essere destinata a impazzire come le sue antenate. A meno che... a meno che non ci sia un modo per mettere le cose a posto e annullare la maledizione.
Così, armata di coraggio e un pizzico di pazzia, Alissa inizia il suo personale viaggio nel Paese delle Meraviglie, che si rivela essere un posto molto più inquietante e pericoloso di quello che credeva. Nel cammino conoscerà la paura, il mistero, il pericolo. Ma anche il desiderio
Quello per Morpheus, la sua intrigante e inquietante guida in quel luogo mostroso (rappresentato nella cover in alto) e quello per Jeb, suo migliore amico da sempre (ammiratelo nella cover a destra)... Di chi fidarsi e a chi affidare il proprio cuore?




Words of Love #30


Cari sognalettori, qualche giorno fa nel gruppo Facebook di "Atelier dei Libri" vi ho chiesto se sareste stati felici di riavere sul blog questa rubrica e voi avete esultato all'idea! Così, dopo una lunghissima pausa ho deciso di rispolverare Words of Love, un meme settimanale nato dalla mia sete di memorabili scene romantiche.
Mi sono resa conto, infatti, di avere una vera e propria ossessione per i momenti più dolci e passionali, quelli che tolgono il sonno. Ogni mia lettura contiene innumerevoli segnalibri e tornando a rileggere le note evidenziate, mi sono resa conto che si trattava per la maggior parte di estratti romantici!
Così ho deciso di contagiare anche voi. Perché un piacere è ancora più bello se condiviso. Ogni settimana, di Venerdì, trascriverò una delle scene romantiche che ho preferito. Voi potrete fare lo stesso nei commenti, ricordando che ci troviamo in un blog frequentato da persone di tutte le età, perciò NON sono ammessi passaggi troppo SPINTI, VOLGARI o ESPLICITI! E fate anche attenzione a non fare spoiler! Fate i buoni, mi raccomando!


Le mie Words of Love di questa settimana sono tratte da...

"Dolce come il miele", di Jennifer Armentrout, che ho recensito (qui) e che è densissimo di scene da batticuore!





Proseguì raccontandomi delle città in cui era stato, ma non mi disse mai perché se ne era andato da casa nostra. Non ero certa che avesse voglia di divulgare quell’informazione. E anche se sapevo che un giorno avrei potuto perdonarlo per avermi lasciata, sapevo anche che non avrei mai dimenticato e non ero sicura che fosse uno scoglio che avremmo potuto superare. Per quel motivo non potevo accettare di diventare la sua compagna. Se lo avessi fatto, la nostra sarebbe diventata una storia triste e piena di ricordi amari.
Ma non potevo negare quanto mi sembrasse giusto stare tra le sue braccia. Non ero abbastanza ingenua da credere alla favoletta delle anime gemelle o a stupidaggini simili a cui una volta mi ero aggrappata, ma c’era sempre stato qualcosa di tangibile tra me e Dez e, anche dopo la sua lunga assenza, era ancora lì, più forte di prima.
«Potrei tenerti stretta per tutta la vita» disse lui, a voce così bassa e così in fretta che non ero sicura di aver sentito bene. «Ma devo andare.» Dez sospirò, facendo scivolare le sue mani sul mio braccio. «C’è ancora una cosa, però.»
Alzando la testa, incontrai il suo sguardo. «Cosa?»
Le sue ciglia si abbassarono, nascondendo l’improvviso bagliore negli occhi azzurri. «Non abbiamo completato la tua condizione.»
Mi irrigidii. «Vuoi dire la tua, di condizione.»
«Infatti.» La sua mano si mosse dal mio braccio alla mia guancia e il mio cuore sussultò, segno traditore del fatto che non vedevo l’ora di esaudire la sua richiesta. «È solo un bacio.»
«Solo un bacio?»
Lui annuì, sorridendo.
Un fremito viaggiò dentro di me, quando lui chinò la testa in avanti e le sue labbra mi sfiorarono la tempia, per poi seguire la curva del mio zigomo. «Questo non è un bacio» sussurrai.
«Sì che lo è.»
Potevo anche avere poca esperienza, ma sapevo bene che non era così. «No, non lo è.»
«È l’inizio di un bacio» spiegò allora lui, aprendo le dita per avvolgere la mia nuca.
«L’inizio?» I miei occhi si chiusero di scatto mentre la trepidazione cresceva, nonostante fossi decisa a concludere i sette giorni con un bel no.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...