venerdì 17 novembre 2017

Speciale The Wolfe Brothers di Markus Zusak: Recensione e giveaway dell'intera trilogia!




Dopo avervi presentato Cameron Wolfe nella sua intervista, e aver condiviso con voi gli insegnamenti che questa trilogia di Markus Zusak mi ha inaspettatamente impartito,  è giunto finalmente il momento della tanto attesa recensione della serie.
Se vi state chiedendo il perché io abbia deciso di scrivere una recensione cumulativa, invece che una per ciascun libro, la risposta è semplice: ho vissuto la lettura della serie come un'esperienza univoca e totalizzante, quasi come se fosse stato in realtà un solo libro. 
Con questa recensione si conclude lo speciale dedicato alla serie di Markus Zusak e, come promesso, questa conclusione arriva con un regalo speciale: l'intera trilogia! Non vi resta che leggere fino in fondo per partecipare.




VOTO COMPLESSIVO SERIE

Recensione

Markus Zusak non è un autore che necessiti di presentazioni: dopo aver incantato il mondo con "Storia di una Ladra di Libri", il suo nome è stato scolpito nel wall of fame degli scrittori contemporanei più amati.
Non c'è da stupirsi, dunque, che la serie The Wolfe Brothers, composta da "A quindici anni sei troppo vecchio" (compralo qui), "Vorrei essere mio fratello" (compralo qui) e "Il cielo è fatto di te e di me" in uscita il 21 Novembre (prenotalo qui), sia l'ennesimo esempio della potenza narrativa di Zusak. 
Pur trattandosi del suo esordio letterario, la serie The Wolfe Brothers rappresenta il giusto mix tra il coming of age e lo young adult, dando vita a una storia in cui perdersi e ritrovarsi, proprio come accade al protagonista e ai suoi familiari. Leggendo i tre libri è persino possibile percepire la crescita dello stesso Zusak, la sua maturazione come scrittore: la narrazione si affina, diventa sempre più suggestiva e convincente, la storia incalza e scava a fondo nei legami familiari, nelle aspirazioni di Cameron e nella sua realizzazione come uomo.
Il mio consiglio è quindi quello di leggere i tre romanzi d'un fiato, come se si trattasse di un volume unico, per poter assaporare la travolgente e realistica evoluzione della storia e dello stesso Zusak. L'altro consiglio è quello di leggere i tre libri senza aspettarvi una trama che muova gli eventi: la trilogia è più un'affascinante cronaca della vita del protagonista e dei suoi familiari che altro. Non ci sono grandi conflitti da risolvere, né misteri da svelare, né segreti da celare. Solo una scanzonata famiglia che per funzionare ha bisogno della salsa di pomodoro, ovvero di quel qualcosa che sappia farti mandare giù anche i bocconi più aspri e indigesti. 


"All’inizio è tutto in bianco e nero. Nero su bianco. Ecco dove sto camminando, tra le pagine. Queste pagine. Ogni tanto ho un piede sui fogli e sulle parole, e l’altro sul contenuto."

Quella dei fratelli Wolfe è una vicenda intima e priva di sovrastrutture, narrata in modo talmente schietto, da avermi dato l'illusione di essere al cospetto di una sorta di diario, quasi come se fosse il racconto di storie che Zusak ha vissuto sulla propria pelle. 
In effetti, dopo qualche ricerca, ho scoperto che l'autore ha confessato di rivedere se stesso in Cameron e non è difficile immaginare lo scrittore nei panni del protagonista. In fondo tutti abbiamo vissuto l'ansia tipica del quindici anni, quando si scopre di essere troppo vecchi per i giochi da bambino, ma non si è in grado di essere abbastanza maturi per affrontare le sfide della vita adulta, i turbamenti del cuore, le conseguenze delle proprie bravate.
Non ci sono libretti di istruzione per un ragazzino che si trova obbligato a dover fare i conti con l'adolescenza e il cambiamento che porta con sé, perciò Cameron fa quello che farebbero tutti: si ispira ai modelli che ha attorno, combina guai, si fa spezzare il cuore da qualche ragazza, infrange qualche regola, tira qualche pugno e prova a trovare un proprio posto nel mondo. Questa è la sua storia quanto quella della sua famiglia e di suo fratello Ruben, il ribelle che è per Cameron croce e delizia, una spalla su cui piangere e il pugno nello stomaco che non ti aspetti.
Nulla di trascendentale, nessun fuoco d'artificio, solo un semplice spaccato della vita di un comune adolescente, con problemi comuni. Eppure, non è forse nella semplice vita quotidiana che si nasconde la meraviglia maggiore? Leggendo dei fratelli Wolfe si respira la bellezza autentica della realtà e tutte quelle emozioni prettamente umane e semplicemente belle: lealtà, fratellanza, passione, voglia di rivalsa, amore

giovedì 16 novembre 2017

Tre cose che non sapevi su Wintersong e giveaway: commenta e vinci una copia del romanzo!



Tempo fa, condividevo (qui) con voi la gioia della pubblicazione di "Wintersong" di S. Jae-Jones in Italia, che è arrivato da noi, grazie alla Newton Compton, con la sua bellissima veste originale. In tantissimi mi avete chiesto chiarimenti questo primo libro della duologia omonima, facendomi domande sulla sua somiglianza con un celebre film degli anni 80', su quanto romance ci fosse tra le sue pagine e su altre curiosità. Proprio per questo, e per la voglia di conoscenza e l'entusiasmo che vi ha scaturito questa pubblicazione, ho deciso di svelarvi qualche chicca al riguardo e farvi una sorpresina. Partecipando a questo post, infatti, avrete la possibilità di aggiudicarvi una copia del romanzo. Felici? Enjoy!



Data di pubblicazione: 26 Ottobre 2017
Titolo: Wintersong (Wintersong #1)
Editore: Newton Compton 
Autrice: S. Jae-Jones
Dove comprarlo: IBS
Prezzo: 9,90 €
Pagine: 448


Un labirinto di bellezza e oscurità, musica e magia. Questo è il mondo in cui ti perderai.

È l’ultima notte dell’anno. Ora che si sta avvicinando l’inverno, il Re dei Goblin sta per partire alla ricerca della sua sposa… Per tutta la vita, Liesl ha sentito infiniti racconti sul bellissimo e pericoloso Re dei Goblin. È cresciuta insieme a quelle leggende che hanno popolato la sua immaginazione e ispirato le sue composizioni musicali. Adesso è diventata grande, ha ormai diciotto anni, lavora nella locanda di famiglia e sente che tutti i sogni e le fantasticherie le stanno scivolando via dalle mani, come tanti minuscoli granelli di sabbia. Ma quando sua sorella viene rapita dal Re dei Goblin, Liesl non ha altra scelta che mettersi in viaggio per tentare di salvarla. E così si ritrova catapultata in un mondo sconosciuto, strano e affascinante, costretta ad affrontare una decisione fatale. 
Ricco di musica e magia, personaggi straordinari e storie avvincenti e romantiche, Wintersong di S. Jae-Jones trasporta il lettore in un mondo indimenticabile.

La serie Wintersong è composta da:
1 (Wintersong #1) Wintersong
2.(Wintersong #2) Shadowsong (in USA nel 2018 cliccate qui per la cover)






#3 COSE CHE NON SAPEVI SU WINTERSONG


#1





Il romanzo è una sorta di sinfonia. Liesl è una compositrice eccellente e tutto, nella sua vita, è musica. I suoi pensieri, i suoi sogni, i suoi ricordi, le sue speranze, si muovono su note musicali, scale e pentagrammi. Non a caso il titolo, Wintersong, significa letteralmente Canto d'Inverno ed il libro è stato diviso dall'autrice in quattro movimenti, proprio come una composizione musicale. La musica è il filo conduttore degli eventi che Liesl vivrà sulla propria pelle e dei turbamenti del suo cuore. E di turbamenti, il suo cuore, ne avrà molti! 

#2


La storia è ispirata al celebre film Labyrinth (per saperne di più). Anzi, per meglio dire, come ci ha raccontato l'autrice stessa, Wintersong è nato come una sorta di 50 Shades of Labyrinth. Parlando della genesi di Wintersong, S.Jea-Jones, ha infatti confessato di aver avuto una sorta di folgorazione scrivendo un romanzo che stentava a prendere vita, un retelling de Il Flauto Magico. In quel momento, ripensando a quante implicazioni sessuali ci fossero nei film fantasy degli anni '80, l'autrice ha pensato di mettersi alla prova con una storia sensuale e oscura ispirata a Labyrinth. Questo non vuol dire che vi aspettano capelli cotonati e trucchi assurdi, ma tant'è. 

mercoledì 15 novembre 2017

"Non so chi sei ma io sono qui" di Becky Albertalli diventa un film! Ecco il cast, il teaser trailer e tutto quello che dovete sapere su "Love, Simon"!

Quando scopro che un libro che ho amato senza riserve sta per diventare un film, il primo desiderio che mi passa per la testa è sempre quello di condividere l'eccitazione del momento con tutti quelli che lo hanno amato quanto me. E nel caso di "Non so chi sei ma io sono qui", scritto da Becky Albertalli (qui la mia recensione) scommetto che sarete in tanti a condividere il mio entusiasmo. Non succede spesso di imbattersi in libri YA che, pur trattando un tema spinoso come l'omosessualità, riescano a trasmettere nel lettore soltanto emozioni positive, ma Becky Albertalli è riuscita nell'impresa.
Il merito è di un protagonista indimenticabile come Simon, un ragazzo gay di sedici anni che pur non avendo ancora dichiarato la sua omosessualità al mondo e nonostante il peso di questo segreto, è così pieno di vita, gioia e ottimismo, da riuscire a infondere felicità in tutte le persone che incontra, lettori inclusi.
La storia di Simon, è piaciuta proprio a tutti, tanto da spingere la 20th Century Fox a farne un film in uscita negli Stati Uniti il 16 Marzo 2018, intitolato "Love, Simon" e diretto da Greg Berlanti (noto, tra le altre cose, per Dawson's Creek, Flash, Arrow e Riverdale). Non so dirvi se il film uscirà in contemporanea mondiale, ma posso mostrarvi il bellissimo teaser trailer e il cast, ricco di giovani talenti che abbiamo già visto coinvolti in altre trasposizioni cinematografiche e televisive di popolari romanzi YA:






A dare volto e anima all'adorabile Simon sarà l'attore Nick Robinson, già protagonista del recente Noi siamo tutto e co-protagonista del blockbuster campione di incassi Jurassik World.







Katherine Langford, nota al grande pubblico per aver interpretato Hannah nella serie tv ispirata al romanzo 13 Reasons Why, vestirà nel film i panni di Leah Burke, la migliore amica di Simon.




martedì 14 novembre 2017

Anteprima "La Ragazza del Mare" di Sara Zarr. Arriva per Leggereditore la ristampa del romanzo Young Adult che ha conquistato la critica e i lettori.

Story of a GirlQuando la Leggereditore mi ha comunicato la pubblicazione de "La Ragazza del Mare" di Sara Zarr, dentro la mia testolina ho sentito suonare dei campanelli. Facendo una piccola ricerca sul web, ho scoperto che questo amatissimo romanzo di Sara Zarr, che a suo tempo viste premi e ebbe molto successo sia con la critica che con i lettori, era stato pubblicato precedentemente dalla  Fanucci, gruppo editoriale di cui la Leggereditore fa parte. Nulla di nuovo sotto al sole, dierete voi. E invece no. La precedente edizione del romanzo della Zarr è praticamente introvabile e fa piacere che l'editore abbia voluto ridare nuovo lustro a una storia che è diventata quasi un classico della letteratura Young Adult."La Ragazza del Mare" racconta le vicende che ruotano attorno Deanna, adolescente la cui vita è diametralmente cambiata dopo aver commesso quello che per i suoi familiari è un errore imperdonabile. Deanna, infatti, è stata sorpresa in macchina con Tommy, migliore amico del fratello. Quello che per lei era un atto d'amore, si è trasformato nella miccia che ha innescato una serie di piccole tragedie. A due anni di distanza, a scuola tutti pensano che lei sia una ragazza facile, Tommy, ovvero l'unico ragazzo con cui sia mai stata, la schernisce continuamente, a casa il padre non le rivolge più la parola, la madre è in preda a uno stato d'animo precario. Anche suo fratello, con cui ha sempre avuto un rapporto speciale, non trova più uno spazio per lei nella sua vita di genitore adolescente.
Unico conforto? Il giornale su cui Deanna si racconta, in forma anonima, togliendosi come può qualche peso dal cuore.
Non una storia d'amore, quella de "La Ragazza del Mare", ma una storia di vita vera, di sfide quotidiane e della fatica di crescere in un mondo in cui semplice errore di valutazione può costarti moltissimo.



lunedì 13 novembre 2017

Cover Love #236




Con l'arrivo dell'autunno, iniziano anche i primi acciacchi. Chi ha mal di gola, chi ha l'influenza, chi, come me, ha il torcicollo. State già rimpiangendo il caldo che tanto abbiamo odiato? Io non proprio. Almeno posso consolarmi con una cioccolata calda e non sudare sette camicie per stare al pc!
Proprio sorseggiando cioccolata, ho preparato l'appuntamento di oggi con Cover Love! Cover Love è la rubrica inventata da me che addolcisce il lunedì con una classifica in cui vi mostro tre copertine che mi hanno rubato il cuore e vi da la possibilità di sbizzarrirvi con i vostri voti e decidere quale delle copertine merita di star sul podio!
PER UNA VOLTA CONCEDIAMOCI IL "PIACERE" DI GIUDICARE UN LIBRO DALLA COPERTINA!

LA MIA CLASSIFICA DELLA SETTIMANA SCORSA ERA:




1. VIAGEM AO CENTRO DA TERRA
2. HARRY POTTER AND THE PHILOSOPHER'S STONE
3. THE FANDOM



E secondo i vostri voti la cover più bella è... 
HARRY POTTER AND THE PHILOSOPHER'S STONE

Poi non dite che non vi conosco quando affermo che SAPEVO BENISSIMO che questa sarebbe stata la vostra prima scelta. Non immaginavo però che questa cover avrebbe lottato contro quella di Fandom per il primo posto. E bravi, in pratica avete relegato il mio primo posto alla fine della classifica. Che sorpresa!


E ORA, ECCO LA NUOVA CLASSIFICA DELLA SETTIMANA!




1. LADY OF AIR AND DARKNESS

Giusto ieri è stata rivelata la cover di Queen of Air and Darkness di Cassandra Clare e dopo aver fangirlato moltissimo, ho dovuto, ovviamente, metterla al primo posto di questa classifica. Devo anche spiegarvi il perché? Andiamo... è bellissima. Un tripudio di colori e magia davvero impareggiabile. Perché la Mondadori non ha mantenuto le cover originali? Perché?!

TRAMA DEL PRIMO LIBRO PER EVITARE SPOILER


Il primo volume della nuova saga. 
Cinque anni fa, i genitori della Shadowhunter Emma Carstairs sono stati brutalmente uccisi. E lei non ha mai smesso di cercare l’assassino. Emma deve imparare a fidarsi del suo cuore e della sua intelligenza mentre lei e il suo parabatai, Julian Blackthorn, si trovano invischiati in un complotto demoniaco che si ramifica per tutta Los Angeles. Se solo il suo cuore non la spingesse continuamente verso le strade più buie, e insidiose...


2. NOW IS EVERYTHING


Avete presente i colpi di fulmine? Bene, perché io ne ho avuto uno quando ho visto la cover di "Now is Everything" qualche giorno fa su Instagram. L'ho subito adorata e ho sentito l'impellente bisogno di condividerla con tutti voi. Non la trovate semplicemente stupenda?

domenica 12 novembre 2017

Estrazione giveaway "Firebird La Trilogia"!



Come al solito, eravate convinti che avessi dimenticato l'estrazione del cofanetto Firebird, vero? Lo so perché mi avete riempito di messaggi in cui chiedevate notizie. Dovete scusare questa ragazza indaffarata, che fa fatica a star dietro a tutto! Non temete, però, l'estrazione è stata fatta! Pronti a scoprire chi si porterà a casa questo cofanetto delle meraviglie?

FIREBIRD - LA TRILOGIA
CLAUDIA GRAY


Quante forme diverse può assumere l'amore? La forza che attrae due persone l'una verso l'altra si può chiamare destino, o è qualcosa di più fragile e sfuggente? Marguerite, giovane figlia di due rivoluzionari inventori, scoprirà sulla propria pelle le risposte a queste domande grazie al Firebird, un congegno che può trasportare le persone nelle dimensioni parallele in cui si realizza ogni possibile variazione della realtà. Insieme ai due assistenti ricercatori Paul e Theo, entrambi innamorati di lei, verrà coinvolta in una corsa senza respiro per salvare il multiverso dalle mire del perfido Wyatt Conley, assetato di potere, e dalla follia dei suoi insospettabili soci, capaci di progettare la distruzione di interi universi per recuperare una sola vita. Ma la sfida più dura per loro sarà affrontare le diverse versioni di se stessi, specchi dell'oscurità potenziale nascosta in ognuno di noi. Contiene la trilogia di Firebird: "La caccia", "La difesa" e "La resa dei conti"


28 settembre 2017
HarperCollins Italia, €29,90
Serie:
1. (FIREBIRD#1) La Caccia
2. (FIREBIRD#2) La Difesa
3. (FIREBIRD#3) La Resa dei Conti

VINCE IL COFANETTO

venerdì 10 novembre 2017

Speciale "The Wolfe Brothers": tre lezioni di vita (che non ti aspetti) dalla trilogia dei fratelli Wolfe di Markus Zusak

Per quanto la trilogia di Markus Zusak sulle avventure dei fratelli Wolfe sia carica di emozioni e sentimenti, l'autore si è particolarmente divertito nel dimostrarci come crescere non sia faticoso solo per i cuori infranti e i primi amori, ricordandoci che l'adolescenza è una strada irta di insidie e di scelte più o meno felici. E attraverso le esperienze dei protagonisti, e delle loro marachelle più o meno gravi, è possibile trarre delle vere e proprie lezioni di vita, alcune anche di un certo impatto e profondità, ma tra un’emozione e l’altra, c’è il rischio che certi insegnamenti più modesti passino inosservati. Niente paura però, perché dopo aver letto l'intera trilogia, ho stilato una lista che potrà esservi sempre utile! 

Vi ricordo che "A quindici anni sei troppo vecchio"(compralo quie "Vorrei essere mio fratello" (compralo qui)sono già stati pubblicati da Frassinelli, mentre il terzo "Il cielo è fatto di te e di me" (prenotalo quiuscirà il 21 Novembre. E non dimenticate che prendendo parte a questo speciale avrete la possibilità di partecipare alla sorpresa finale!



1. E' meglio essere sicuri che dispiaciuti. 
Quando si è giovani e scapestrati come Cameron e Ruben, atti di improvvisato vandalismo casuale possono apparire come una forma d’espressione e riscatto quasi poetica. Un modo per sfogare un po’ della famosa rabbia adolescenziale accumulata, compiendo marachelle "quasi" innocue. Ma le ardite imprese dei fratelli ci insegnano che la misura di quel "quasi" può essere una fregatura bella grossa! Cameron e Ruben hanno imparato a loro spese che non tutti i lividi si possono nascondere, ma soprattutto che nessuna impresa può prepararti ad affrontare l’ira del campione in carica dei pesi massimi: la mamma.



2. Nella vita, è essenziale trovare la propria salsa di pomodoro.

giovedì 9 novembre 2017

Recensione in anteprima, Il cielo è ovunque di Jandy Nelson

Quando ho letto per la prima volta "Il cielo è ovunque", anni e anni fa, me ne sono perdutamente innamorata. L'ho letto e riletto e riletto. Infinite volte. Innamorandomene di più ogni volta. Ecco perché, quando sono stata informata della ripubblicazione da parte della  Rizzoli, ho deciso di riscrivere la mia recensione risalente al 2011 e ricondividerla con voi.


Titolo: Il Cielo è Ovunque (Autoconclusivo)
Pubblicazione: 16 Novembre 2017  
Autore: Jandy Nelson
Editore: Rizzoli
Prezzo: 17,50
pagine: 350
Il mio voto:


Lennie, 16 anni, ha sempre vissuto dietro le quinte, ben contenta di lasciare le luci dei riflettori alla sorella maggiore Bailey. Così, quando quest'ultima muore all'improvviso, Lennie si ritrova scaraventata in un mondo di cui non ha mappe né riferimenti, completamente alla deriva. Per tenere ferma la barca della vita, Lennie si rende conto di aver bisogno di cose molte diverse, praticamente opposte, che solo due persone sembrano capaci di offrirle: Toby, l'ex ragazzo di Bailey, è l'unico che capisce il suo dolore, e Joe, che si è appena trasferito in città, ha da regalarle quella energia e quella musica che lei teme di aver perso per sempre. Ma sole e luna non possono stare nello stesso cielo, e Lennie si ritroverà a dover affrontare il più antico dei dilemmi: stare accovacciati di fronte alla piccola luce di un fuoco che muore, o prendere il coraggio a due mani e alzarsi ad affrontare il buio, in cerca di una luce più grande?


La mia recensione 


"Il Cielo è Ovunque" mi ha toccato l'anima, carezzandone i meandri e spalancando finestre in cui far entrare il cielo. Letto in un solo giorno, questo romanzo è un'esplosione di colori, profumi, e sensazioni che non potrò mai dimenticare. Succede che alcuni libri diventino parte di te e non della tua libreria, succede che dopo averli finiti vengano riposti in un angolo del tuo essere e ti chiedano, di tanto in tanto, di essere sfogliati ancora. Ecco, "Il Cielo è Ovunque" per me è uno di quei libri. 
Le sue pagine, poetiche, struggenti e indimenticabile, si sono insinuate nella mia vita al punto da aver consumato la vecchia edizione, ormai introvabile, a furia di leggerla. Un romanzo che non è solo un romanzo, ma è anche e soprattutto uno scrigno di meraviglie, arricchito di componimenti poetici e illustrazioni (almeno nella sua versione originale, ancora non ho sfogliato quella Rizzoli, ma pare non ci siano illustrazioni), da cui traspare l'animo creativo di Jandy Nelson. L'autrice, infatti, ha studiato poesia e si vede. Le sue parole sono musica e incantano irreversibilmente e, pur essendo il suo libro d'esordio, "Il Cielo è Ovunque" ha bucato il cuore della critica e dei lettori in tutto il mondo. 
Un libro dolce, amaro e straziante, carico di passione, dolore e amore, amore, amore. Tutti i tipi d'amore: quello sbagliato, quello romantico, quello familiare, quello che ossessiona e quello che cura, quello che scava solchi e quello che fa spuntare arcobaleni. Un libro che commuove e fa sorridere, struggente quanto la vita e carico di tutta la magia di una melodia celestiale, da leggere a tutte le età. Un esempio di quanto possa essere bella la letteratura per giovani adulti, perfetto per chi ama le belle storie d'amore, ma anche a chi ama semplicemente le storie di vita.
Uno dei primi contemporary romance che ho letto e amato visceralmente, tanto da ricordarlo ancora oggi come uno dei miei romanzi preferiti.

Al centro della storia c'è il legame tra due sorelle, la piccola Lennon e la maggiore Bailey. Le due sono cresciute strette in un abbraccio, con un quadro che ritraeva la mamma per metà appeso in salotto e una nonna stralunata come punto di riferimento, in una casa circondata di alberi imponenti e zeppa d'amore. Sempre assieme, l'una la metà dell'altra, unite nonostante gli alti e bassi della loro vita, nonostante le loro divergenze. 
Per Lennie Bailey è tutto: un fiume in piena di sogni e vitalità, la sicurezza dietro cui nascondersi, la mano da stringere al buio.
Un giorno però quella mano viene strappata via da una morte improvvisa. Uno strappo nel cuore di Lennon, che a sedici anni scopre come la perdita di qualcuno che ami possa cambiare chi resta in vita. E Lennon cambia, si trasforma, appassisce. Quasi che Bailey fosse il suo sole, senza il quale non esiste luce né vita, il cui ricordo diventa una sorta di tagliente ossessione e l'ispirazione delle struggenti poesie che Lennie lascia in giro: sotto un sasso, tra le pagine di un libro tra i rami di un albero. In ogni poesia è impigliato un pezzo di vita di due sorelle che condividevano tutto e ora non sono più assieme e ognuna di esse è una stilettata al cuore. L'assenza di Bailey è come un morbo che divora chiunque l'abbia amata, creando scompiglio e confusione e scatenando una tempesta di scelte sbagliate e cieli neri.
Eppure, nonostante l'oceano di dolore in cui Lennon, i suoi familiari e il fidanzato di Bailey precipitano, la vita va avanti. Il sole sorge in albe straordinarie e le stelle brillano in cielo, gli amori sbocciano e i piccoli miracoli continuano a compiersi senza curarsi di chi non c'è più. E quando Lennon verrà sfiorata da un sentimento forse troppo bello e luminoso, per essere vero, sarà l'inizio di qualcosa di straordinario. 
Una storia sulla potenza curativa dell'amore, sull'affetto familiare e sul dolore scaturito dalla perdita. Una storia bellissima, di errori e redenzione, speranza e rinascita.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...