Atelier dei Libri: Intervista "La Ragazza Invisibile" di Blue Jeans: scopri l'autore e la serie che hanno incantato i lettori spagnoli!

martedì 26 febbraio 2019

Intervista "La Ragazza Invisibile" di Blue Jeans: scopri l'autore e la serie che hanno incantato i lettori spagnoli!





Il 19 Febbraio, in Plaza del Callao a Madrid, mentre il vento sferzante raggelava i turisti, una folla di lettori guardava estasiata verso l'alto, in attesa che venisse svelata la cover de "El Puzle de Cristal", secondo romanzo dell'amatissima serie YA firmata da Blue Jeans. E in quella piazza, con le mani ormai ridotte a due ghiaccioli, ragazzi, c'ero anche io.
Una delle gioie più grandi del mio lavoro, è proprio la possibilità di vivere esperienze incredibili, di cui conserverò per sempre un ricordo e quando mi è stato offerto un viaggio last minute per trascorrere una giornata assieme all'autore che ha fatto girare la testa a milioni di lettori, ho accettato senza pensarci due volte. Oggi, in occasione dell'uscita de "La Ragazza Invisibile", voglio raccontarvi la bellissima giornata trascorsa con DeA Planeta e Blue Jeans, ma soprattutto voglio dirvi che amerete questo romanzo e che dovreste correre a fare la conoscenza dell'autore che sarà in Italia dal fino al 27 gennaio con tappe a Milano e Roma con delle fantastiche iniziative!

Si penserebbe che un autore da milioni di copie, i cui libri sono i più venduti in Spagna (in tutte le categorie), sia il prototipo dello scrittore inavvicinabile, ma Francisco de Paula Fernandez Gonzalez è decisamente la star che non ti aspetti. Umile, persino un po' schivo, Francisco preferisce essere chiamato con lo pseudonimo con cui firma i suoi romanzi, Blue Jeans, trascorre gran parte delle sue giornate a chiacchierare con i suoi fan (stiamo parlando di milioni di followers!) e tutte le ore restanti a scrivere nel suo Starbucks preferito. Assieme a lui e a un gruppo di meravigliosi giornalisti, ho mangiato nella cioccolateria più amata di Madrid, passeggiato per la Gran Via, fatto un giro nella sua libreria preferita, fatto un pranzo luculliano e partecipato alla grandiosa cover reveal de "El Puzle de Cristal". Ovviamente, tra un boccone e una passeggiata, lo abbiamo riempito di domande, anche scomodissime, a cui lui ha sempre risposto con il sorriso. Pronti a conoscere meglio il vostro prossimo autore preferito?




INTERVISTA A BLUE JEANS 



Sei l'autore più amato in Spagna, sarai impegnatissimo! Raccontaci la tua giornata tipo.

Scrivo per otto ore al giorno, ma per farlo ho bisogno di uscire di casa: scrivere in uno Starbucks mi aiuta a concentrarmi. Di tanto in tanto capita che uno dei miei fan venga a parlarmi, ma per me non è una distrazione, anzi. Adoro parlare con i miei lettori e curo personalmente i miei social nonostante la mole di lavoro che richiedono. I miei fan sono parte di me, molti sono cresciuti con le mie storie e qualcuno ha persino chiamato suo figlio (o il suo cagnolino) con il mio nome. No, non quello vero, lo pseudonimo: Blue!





Quanto è stata tortuosa la strada verso il successo?

Molto, molto tortuosa. Non sono una persona che spicca per molti talenti: sono timido, introverso, un po' nerd. Scrivere, però, è qualcosa che mi ha sempre fatto sentire a casa, quindi ho deciso di farlo con impegno e costanza. Ho iniziato con romanzi per adulti, ma ho collezionato una sfilza di rifiuti, quindi ho capito che avrei dovuto reinventarmi. Così ho iniziato a pubblicare i miei scritti sulla rete, a indirizzarmi a un pubblico giovane, a metterci il cuore e così è nato Blue Jeans. Ancora mi sorprendo per la risonanza dei miei scritti, ma ora so che con l'impegno e la perseveranza, ogni obbiettivo può essere raggiunto e spero che la mia storia ispiri i ragazzi che mi seguono e li convinca a non arrendersi mai!



"La Ragazza Invisibile" è una storia di mistero, ma sei nato come autore di contemporary romance. Come mai un simile cambiamento di rotta?

In realtà il mio primo amore è e resterà per sempre la letteratura mystery. Potrei recitare a memoria tutti i libri di Agatha Cristie, di cui sono un fan sfegatato e che cito anche ne "La Ragazza Invisibile". Quando ho esordito, però, ho dovuto accantonare la mia passione perché non era ciò che il pubblico cercava e, per quanto amassi la scrittura, ciò che amavo di più era il pensiero di poter raggiungere altre persone con le mie storie, quindi ho deciso di farlo mettendo da parte il progetto di scrivere di mistero. Ho pubblicato molti romance contemporanei che hanno avuto un successo incredibile, ma non ho mai smesso di sentire il richiamo del mystery. Con "La Ragazza Invisibile" ho avuto la possibilità di mettermi alla prova e dare finalmente voce a una passione mai sopita e il suo successo è una delle mie più grandi gioie.

In cosa "La Ragazza Invisibile" differisce dai tuoi altri titoli?
In tanti, piccoli grandi dettagli. Ogni mio libro precedente ruotava attorno a una grande storia d'amore, ma in questo ho deciso di concentrarmi soprattutto sull'amicizia: è lei al centro di tutto. Penso che l'amicizia, più dell'amore, in adolescenza sia fondamentale perché essere soli, può voler dire essere invisibili, proprio come succede ad Aurora. 
Anche Julia è una protagonista molto diversa da quelle di cui ho scritto in precedenza: è idealista, sfrontata, non si cura particolarmente del suo aspetto fisico e non cerca l'amore: cerca l'avventura, la verità, la giustizia.

Hai un rapporto molto bello con i tuoi fan, ma come gestisci gli haters?

La rete può essere un luogo bellissimo, in grado di dare grandi soddisfazioni e in cui è possibile incontrare gente meravigliosa. Io stesso ho conosciuto la mia compagna sul web, oltre ad aver costruito il mio successo tramite i social. Purtroppo c'è l'altro lato della medaglia, da cui provo a tenermi alla larga il più possibile. L'odio è una carta che si gioca falcilmente se si è protetti da uno schermo, ma le parole possono ferire moltissimo. Non rispondo mai agli attacchi degli haters e non alimento mai le polemiche, anche quando sento di dovermi difendere. Provo a trarre solo il bene dal mio essere sempre connesso e a non farmi rovinare l'umore da chi si diverte a far del male al prossimo.

Ecco perché invito anche i miei followers a non cogliere le provocazioni, in particolare quelle che vanno sul personale: bisogna imparare quando è il momento di uscire dalla rete e accorgersi di tutta la bellezza che abbiamo attorno.



Titolo: La Ragazza Invisibile (La Ragazza Invisibile #1)
Data di pubblicazione: 26 Febbraio 2019
Editore: Dea Planeta
Autore: Blue Jeans
Prezzo: 18,00 €
Pagine: 590



Una scuola in cui tutti hanno un segreto, tutti sono sospettati o forse tutti sono colpevoli

Una mattina di maggio Aurora Rios viene trovata morta nella palestra della scuola. Qualcuno le ha inflitto un colpo fortissimo sulla testa e ha abbandonato una mazza da baseball accanto al corpo martoriato. È forse questo il primo momento in cui i compagni si accorgono veramente di Aurora, la “ragazza invisibile”. A diciassette anni, Aurora non ha amici, né una famiglia che voglia occuparsi di lei. La sua morte fa chiasso, forse troppo, finché tutti ammutoliscono. Perché all’improvviso diventano sospettati per il delitto. Ma chi è il vero responsabile di quello che è successo? Julia Plaza è ossessionata da questa domanda. Compagna di classe di Aurora, Julia ha un’intelligenza e una memoria prodigiose ed è in grado di realizzare un cubo di Rubik in meno di cinquanta secondi. Così, quasi per gioco, inizia a indagare sul delitto. Ma il gioco si trasforma rapidamente in un vortice da cui Julia non può più uscire: perché niente è come sembra e il colpevole potrebbe essere proprio accanto a lei.
La serie è così composta:



La Ragazza Invisibile
El Puzle de Cristal (Inedito in Italia)
+ Altri a seguire



AMMETTETELO:  BLUE JEANS VI PIACE DA MATTI!

16 commenti:

  1. Partecipo con piacere!! Ho già letto il libro in versione ebook e mi è piaciuto parecchio!! 🍀🍀😊😊

    RispondiElimina
  2. Ciao Glinda! Ci dai sempre la possibilità di vincere libri stupendi! Ho adocchiato questo libro dalla prima volta che ne ho sentito parlare. Hai vissuto davvero una bella esperienza e l'intervista all'autore è molto interessante, sembra simpaticissimo! Partecipo con piacere.

    RispondiElimina
  3. ma che meraviglia mi incuriosisce moltissimo *_* lo segno assolutamente in wish list

    RispondiElimina
  4. Bellissima intervista, mi incuriosisce molto questo nuovo romanzo, da leggere sicuramente!!

    RispondiElimina
  5. un'intervista con i fiocchi, è stato un piacere leggerla! libro interessante da leggere sicuramente, grazie!
    Luigi Dinardo

    RispondiElimina
  6. Sono molto curiosa di leggere questo mistery perciò tento la fortuna��

    RispondiElimina
  7. Partecipo molto volentieri...❤Anche perché seguendo le risposte fatte all'autore mi ispira sempre di più speriamo bene🍀

    RispondiElimina
  8. La trama mi ispira molto, sarà sicuramente un libro che farà trattenere il fiato sospesa e con colpi di scena uni dopo l’altro. Mi piace tutto questo mistero che viene fuori giá dalla trama! Spero di avere presto l’occasione di leggerlo qui o da altre parti!

    RispondiElimina
  9. Ho visto questo libro in rete e la trama sembra molto interessante, un thriller è sempre ben accetto ;)

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Sembra molto promettente! 😍

    RispondiElimina
  12. Intanto complimenti per quest'esperienza che hai vissuto, deve essere stato bellissimo! Io ho già comprato il libro, lo avevo puntato da subito xD non sapevo però fosse il primo di una serie, c'è sempre la fregatura! Visto l'entusiasmo scaturito, però spero che la DeA porti anche i seguiti.

    RispondiElimina
  13. Ciao! :D
    Trovo la trama molto interessante e anche l’intervista con l’autore.
    Ha ragione, le parole possono ferire tantissimo.
    Email: alessandranekkina93@gmail.com

    RispondiElimina
  14. Oddio, questo libro mi ispira davvero tantissimo e solo la trama mi trasmette moltissima ansia O.o

    RispondiElimina
  15. È da un po' che è nella mia lista desideri **

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!