martedì 13 febbraio 2018

Speciale "Il sole è anche una stella" di Nicola Yoon. Quattro chiacchiere con la protagonista, Natasha!




Ci sono romanzi speciali, unici al punto da diventare insostituibili, così belli e complessi da abbagliare e lasciare il segno. "Il sole è anche una stella" di  Nicola Yoon è senza ombra di dubbio uno di quei libri. 
Non stupisce che l'autrice del bellissimo "Noi siamo tutto" (qui la mia recensione) sia riuscita a dar vita a una storia tanto esplosiva, commovente, sfaccettata e toccante come quella di Natasha e  Daniel. Ma sorprende l'incredibile meraviglia che si cela tra le pieghe di una storia che si svolge in un solo giorno, ma offre una visione così completa e particolare dei suoi protagonisti, da risultare un'esperienza irripetibile. Questo è quel genere di libri che fanno sorridere anche tra le lacrime, che riempiono il cuore e la mente con pensieri e immagini indelebili e rendono davvero l'idea della forza potenziale della lettura.
Non so se vi è chiaro, ma ho amato ogni singola frase di ogni singolo paragrafo di "Il sole è anche una stella", ragion per cui ho deciso di dedicare a questo libro dei post speciali per poter condividere con voi la sua magia e offrirvi la possibilità di toccare con mano la sua estrema bellezza. Lo speciale inizia oggi (i prossimi appuntamenti saranno pubblicati il 20 e il 27 febbraio), con un'intervista che, sono sicura, vi commuoverà. 
Ad aprirci il suo cuore e rispondere alle mie domande, è Natasha, la protagonista diciassettenne del romanzo, che ha fatto del suo pragmatismo un marchio di fabbrica. Eppure non c'è teoria scientifica che possa impedire a una scintilla di divampare, proprio quando meno te l'aspetti. Lei e Daniel si sono incontrati nel suo ultimo giorno negli Stati Uniti, e tra loro, incredibilmente, è stato subito amore. Pronti a conoscerla meglio? Vi ricordo che prendendo parte a questo speciale avrete la possibilità di vincere una delle copie che metterò in palio nell'ultimo appuntamento!




Titolo: Il sole è anche una stella (Autoconclusivo)
Data di pubblicazione: 16 Gennaio 2018
Editore: Sperling & Kupfer
Autrice: Nicola Yoon
Compralo qui: IBS
Prezzo: 18,90 €
Pagine: 384


Natasha non crede né al caso né al destino. E neppure ai sogni: non si avverano mai. Crede piuttosto nella scienza e nei fatti. Per intenderci, non è il tipo di ragazza che incontra un ragazzo carino in un polveroso negozio di dischi a New York e si innamora di lui. Eppure è quello che accade, a dodici ore dall’essere rimpatriata in Giamaica insieme alla sua famiglia. 

Lui si chiama Daniel. È il figlio perfetto, studente modello e sempre all’altezza delle molte aspettative dei genitori. Quando è con Natasha, però, tutto è diverso. Qualcosa in lei gli suggerisce che il destino abbia in serbo un che di speciale - per entrambi. È come se ogni momento della loro vita li avesse preparati solo per vivere questo meraviglioso, singolo istante.





Ciao Nastasha, abbiamo già parlato un po’ di te, ma ti va di aggiungere qualcosa?
Non c’è molto da aggiungere: mi chiamo Natasha Kingsley,  ho diciassette anni e sono giamaicana. I miei genitori sono entrati negli Stati Uniti illegalmente quando avevo otto anni e viviamo qui da allora. Mio padre è stato fermato per guida in stato di ebbrezza. E adesso saremo rimpatriati.

Wow, dopo tutto questo tempo deve essere una cosa difficile da accettare.
Lo è, e se potessi tornare indietro cancellerei il giorno più bello della vita di mio padre. Sarebbe un atto di puro egoismo, ma è esattamente ciò che farei perché il mio futuro non venga spazzato via.

Posso chiederti come si collegano le due cose?
Non posso rispondere senza svelare troppo. Posso dirti che mio padre si è trasferito in America per affermarsi a Broadway, ma per diventare attore bisogna avere la pellaccia dura e quella di mio padre non lo è abbastanza. Hai idea di quanti siano quelli che vogliono diventare attori, scrittori e rockstar? Moltissimi. E il novantanove per cento di loro non ce la farà. Noi esseri umani non siamo creature ragionevoli. Invece della logica, a governarci sono le emozioni. Se fosse il contrario, il mondo sarebbe un luogo più felice.

Dalle tue parole si capisce che sei una ragazza con i piedi per terra, ma i sentimenti hanno pur sempre la loro importanza, non credi?
Diciamo che non sono proprio la ragazza giusta di cui innamorarsi.  Non mi piacciono le cose temporanee e non dimostrabili, e l’amore romantico è sia temporaneo sia non dimostrabile. Passiamo tutta la vita a cercare l’amore. Ne parlano poesie, canzoni e romanzi interi. Ma com’è possibile fidarsi di una cosa che può finire di colpo com’è cominciata?

E che mi dici di Daniel?
Cinque dati osservabili: Daniel è incredibilmente stupido. Troppo ottimista. Troppo franco. Bravino a farmi ridere. Un inguaribile romantico.


Ma dai! Non sarai un po’ troppo pragmatica?
Daniel ha capito che cosa vuole, e ciò che vuole sono io. Mi da l’idea di essere un tipo determinato e paziente, e quasi lo ammiro per questo. Ma non sa ciò che so io. Domani sarò cittadina di un altro Paese. Domani non sarò più qui.

E’ vero, ma come si dice: al cuore non si comanda, giusto?
Ci si riferisce al cuore poetico, il cuore delle canzoni d’amore e dei soliloqui, quello che può spezzarsi come se fosse vetro appena forgiato. Del cuore poetico, però, è bene non fidarsi. È capriccioso e ti porta sulla cattiva strada. Ti dirà che non ti serve altro se non amore e sogni. Non ti parlerà di cibo, di acqua, di un tetto sulla testa e neppure di denaro. Ti dirà che questa persona, quella che hai davanti, quella che per qualche motivo ha attirato la tua attenzione, è la persona giusta. E lo è davvero. È proprio la persona giusta… almeno per il momento, finché il suo cuore non sceglierà qualcun altro o qualcos’altro.

Il tuo discorso non fa una piega, eppure...
Eppure il mio cuore capriccioso e ben poco concreto, insensato e incapace di pensare al futuro, desidera Daniel. Non gli importa che sia troppo franco, che non sappia cosa vuole o che coltivi il sogno di diventare poeta, una professione straziante che porta dritti all’ospizio per i poveri. So che non è il destino a unire le persone, eppure sto qui a chiedermi se per caso non mi sia sbagliata.







ALLORA, CHE NE DITE DI NATASHA? VI E' PIACIUTA LA NOSTRA CHIACCHIERATA?

9 commenti:

  1. Wow ...bellissima intervista Glinda...pensa che l'autrice sia super brava nel trattare alcuni temo con la delicatezza dovuta ...mi é piaciuto tanto noi siamo tutto e sono sicura che anche questo romanzo non mi deluderà...bel tipetto Natasha!

    RispondiElimina
  2. Caspita, che caratterino questa Natasha! E scommetto che leggendo il libro Glinda tu l'hai conosciuta meglio e che ci riserverà altre sorprese... vero?
    Non vedo l'ora di fare anch'io la sua conoscenza e sono certa che la Yoon riuscirà a conquistarmi con questo libro tanto quanto ha fatto con "Noi siamo tutto" 😍 📖 💖

    RispondiElimina
  3. Bellissima intervista *-* questo speciale non voglio perdermelo! Devo ancora leggere il libro precedente dell'autrice, l'ho acquistato dopo Natale ma ho dovuto rimandarne la lettura. Intanto però questo mi guarda ogni volta che passo in libreria, sono sicura che amerò questo libro *___*
    Comunque Natasha già mi sta troppo simpatica xD mi piace come ha risposto alle tue domande!

    RispondiElimina
  4. Bellissima intervista e mamma mia che carattere peperino ha Natasha! Mi piace di lei che nonostante cerchi di aggrapparsi al suo lato più realista alla fine è il cuore che vince e i suoi sentimenti per Daniel.
    Sono certa che sarà una lettura indimenticabile!

    RispondiElimina
  5. Che bella intervista😊 Devo dire che per ora Natasha non mi piace molto... credo che leggerò il libro al più presto!

    RispondiElimina
  6. Ho finito di leggere il libro qualche giorno fa, devo dire non mi ha conquistato molto come Noi Siamo Tutto, ma Natasha è stata il mio personaggio preferito molto incline al mio carattere.

    RispondiElimina
  7. Ciao, che bel blog...l'ho scoperto solo ora e ho iniziato a seguirti. Io sono Ale, se ti fa piacere passa da me Se fosse per sempre
    Un bacio e buona giornata

    RispondiElimina
  8. Pensare che questo libro lo avevo adocchiato a Londra, in lingua originale, salvo poi comprare "Everything everything! (Noi siamo tutto) che ho ADORATO. Che dire, non vedo l'ora di leggere questo nuovo libro, le tematiche mi attirano molto e le trovo anche molto attuali. Sicuramente uno dei miei prossimi acquisti!

    RispondiElimina
  9. Curiosità a mille per questo libro! Ancora non l'ho letto ma lo devo recuperare assolutamente

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...