mercoledì 4 maggio 2016

Recensione "Made you up" di Francesca Zappia


Miei cari sognalettori, dovete sapere che di tanto in tanto cedo al richiamo dei libri in lingua e mi diletto con letture che mi appaiono irresistibili. Mi ero imbattuta in "Made you up" lo scorso anno per Cover Love e finalmente ho trovato un ritaglio di tempo per leggerlo e innamorarmene. Ecco a voi la mia recensione!

Data di pubblicazione U.S.A.: 19 Maggio 2015
Titolo: Made you up (autoconclusivo)
Dove comprarlo: LaFeltrinelli.it
Editore: Greewnwillow Books
Autore: Francesca Zappia
Ebook: 9,17 €
Pagine: 439
Il mio voto:



Alex combatte giornalmente una lotta per distinguere ciò che è reale e ciò che è una sua illusione. Armata di un'atteggiamento alla "non si fanno prigionieri", della sua fotocamera e la una Magica Palla 8, e della sua unica alleata (la sorellina), Alex ingaggia una guerra contro la sua schizofrenia, determinata a rimanere sana di mente abbastanza a lungo da iscriversi al college. Lei è abbastanza ottimista sulle sue possibilità, almeno fino a quando non iniziano le lezioni e si scontra con Miles. Non l'ha immaginato? Prima che se ne accorga, Alex si fa degli amici, va alle feste, si innamora e sperimenta tutti i riti di passaggio di una normale teenager. Ma Alex è abituata alla pazzia. Non è preparata alla normalità.


La mia recensione



Tra tutte le recensioni arretrate che dovrei recuperare, quella che le mie dita volevano scrivere è quella di "Made you up" di Francesca Zappia, contemporary romance davvero adorabile ancora inedito in Italia che ho letto d'un fiato.
Francesca Zappia è un'autrice decisamente sopra le righe. La sua eroina, un'adolescente affetta da paranoia e schizofrenia, colpisce per l'ironia con cui affonta i voli pindarici che caratterizzano la sua vita. Pur trattando di tematiche piuttosto delicate, come l'autismo e in generale le malattie mentali, la Zappia ha saputo dar vita a un'opera ricca di colori vivaci, sentimenti positivi e romanticismo. La fantasia con cui ha affrontato il disordine di Alex ha reso questo libro un'esperienza unica: Alex è una narratrice inaffidabile, che non riesce a distinguere ciò che è vero da ciò che è frutto della sua mente, costringendo anche il lettore a fare i conti con una realtà molto discutibile. 
Il rischio che l'esperimento finisse male c'era tutto, eppure il risultato finale è un libro davvero ben riuscito.
Per quanto il romanzo non rispecchi fedelmente la condizione da cui Alex è affetta, riesce a sensibilizzare e a offrire un'esperienza che non si dimentica.
Impossibile non rimanere incantati dalle esplosioni di fantasia con cui la Zappia ha dipinto il mondo di Alex, narrando di situazioni fortemente surreali in modo del tutto naturale. Insomma, un libro che mi ha colpito e che consiglio!

Ci troviamo nei panni di Alex, che non è un'adolescente comune. La sua vita è stata parecchio avventurosa, ricca di situazioni incredibili e indimenticabili. Come quando, da bambina, ha liberato un gruppo di aragoste parlanti con l'aiuto di un suo coetaneo dagli occhi blu. Ma le sue avventure incredibili, purtroppo, celavano una verità scomoda: Alex è affetta da schizofrenia e per lei è difficile distinguere tra la realtà e la fantasia. Ad aiutarla c'è la sua fedele macchina fotografica, con cui immortala ogni cosa di cui non è sicura, per poter stabilire cosa sia reale e cosa invece non lo è. Munita di una pungente ironia e con il supporto della sua adorabile famiglia, Alex affronta la vita come può, tentando di destreggiarsi nei meandri della sua condizione.
La sua esistenza cambia quando incontra Miles, un ragazzo affetto da una leggera forma di autismo che le ricorda in modo preoccupante il bambino con cui liberò le aragoste da piccola. Ma se Miles è reale, allora quali altri ricordi che aveva attribuito alla sua schizofrenia, invece, sono veritieri? E quali sono frutto della sua fantasia? Lei e Miles si avvicinano inesorabilmente, l'uno attratto da ciò che l'altro rappresenta: comprensione. Assieme crescono e si completano, investigando sulle possibili verità che Alex ha etichettato come fantasie e, viceversa, sulle fantasie in cui ha sempre creduto.
Mentre Alex, che non ha mai potuto fidarsi di se stessa, scopre l'amore e quel senso di appartenenza che solo esso può dare, la sua realtà cambia e si evolve con rivelazioni che lasciano senza fiato. 


Made you up è un romance delizioso, che incatena alle pagine per tantissime motivazioni. Paragonabile a "The silver lining playbooks (Il lato positivo)", il libro della Zappia regala immagini incredibili ed emozioni indelebili.
Alex è una protagonista forte e convincente, che è venuta a patti con la propria condizione e la affronta giorno per giorno con mezzi fantasiosi. Trovarsi nei suoi pensieri è un'esperienza davvero interessante, non solo per come lei si approccia al mondo, ma anche per i processi mentali con cui disseziona tutto ciò che le succede al fine di rimanere con i piedi ben piantati per terra.
Molto ben gestito il lato romance della storia: Alex e Miles sono due ragazzi problematici che si avvicinano e si scoprono a vicenda. Il loro amore è verosimile e si sviluppa con le giuste tempistiche, qualità notevole per uno YA, in cui generalmente impera il colpo di fulmine. Altra nota positiva è il fatto che Alex non sia la classica adolescente lasciata a se stessa di cui siamo abituati a leggere nei soliti contemporary YA. La sua famiglia non smette mai di tenerla per mano. Nonostante la condizione di Alex trascini il lettore in un mondo surreale in cui tutto è possibile, il libro non risulta né opprimente né di difficile lettura. Anzi: la fantasia dell'autrice colpisce e spezza la solita routine scuola/amore/drammi adolescenziali, che caratterizza i romanzi del genere.
La narrazione della Zappia è sferzante e sagace, i suoi protagonisti brillanti e indimenticabili.

Verdetto: un libro che lascia senza fiato
Livello di intimità: baci e carezze!


Preordinalo su LaFeltrinelli.it cliccando sulla cover!


22 commenti:

  1. Sono felice di sapere che ti sia piaciuto - io l'ho aggiunto su Goodreads appena l'ho visto ma devo ancora acquistarlo!

    RispondiElimina
  2. Bellissima recensione .. Come sempre mi fai venire voglia di leggere tutti i libri che consigli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? Sono onorata di sentirti dire ciò <3

      Elimina
  3. Recensione fantastica e libro meraviglioso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie sei dolcissima! È piaciuto anche a te?

      Elimina
  4. Ho letto questo libro l'anno scorso e l'ho trovato carinissimo, i personaggi sono adorabili *__* Felice che ti sia piaciuto ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordo di aver letto la tua recensione infatti! Felice che la pensiamo allo stesso modo! A presto <3

      Elimina
  5. Ma perche' non riesco a concentrarmi leggendo in lingua??? Argh! Vorrei leggerlo subito, non vedo l'ora che venga tradotto, hai news per caso Glinda? Un mega abbraccione e a prestoooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho news ma sono top secret! Presto potrò dirvi di più =*

      Elimina
  6. Ciao Glinda :-*
    Amo questo genere di libri e la tua recensione mi ha messo ancora più voglia di leggerlo. Inizio a pregare per la pubblicazione italiana XD

    RispondiElimina
  7. Wow! Sembra davvero promettente... Spero di poterlo leggere in italiano prima o poi!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dico solo che ci sono buone possibilità!

      Elimina
  8. Sono venuto a conoscenza di Made you up grazie alla pagina di DeviantArt di Francesca Zappia, nella quale l'autrice ha inserito delle bellissime illustrazioni dedicate ai due protagonisti prima della pubblicazione. Ho atteso con ansia l'uscita del libro e credo di essere stato tra i primi ad acquistarlo. L'ho letto tutto d'un fiato, e l'ho trovato meraviglioso! Volevo scrivere anche io una recensione, ma ciò che hai espresso nella tua coincide in tutto e per tutto con la mia opinione! Ho provato a convincere le mie amiche lettrici a darci un'occhiata e spero con tutto il cuore che venga tradotto nella nostra lingua un giorno! Vorrei tanto che abbia un successo internazionale, per me se lo merita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Che piacere leggere questo tuo commento. Dimostra che non si tratta di un libro che possa piacere esclusivamente alle donne. Sono pienamente d'accordo, la Zappia merita di essere conosciuta anche qui in Italia!

      Elimina
  9. Sembra un libro molto interessante, ma devo ammettere che lo comprerei anche solamente per la cover, è troppo bella *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come darti torto, valeva lo stesso per me!

      Elimina
  10. Per fortuna che ci sei tu, Glinda! Sei la mia fonte di suggerimenti almeno dal 2012 quando ti scoprii quasi per caso. Questo libro, a dispetto della copertina promette faville! Diciamo che ad ogni libro cui metti cinque stelle,automaticamente va in wish list e raramente mi sento delusa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In più si parla della fissazione che ho fin da piccola... I disturbi mentali! Ma è un discorso a parte...

      Elimina
    2. Allora, innanzitutto mi hai fatta commuovere! GRAZIE! Sei una delle mie lettrici più affezionate e mi sembra di averti nel cuore da sempre. I tuoi commenti mi fanno sentire a casa <3
      Ciò detto, direi proprio che questo libro devi leggerlo, viste le premesse che hai fatto: è scritto per te ^_^

      Elimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...