giovedì 10 novembre 2016

Recensione in anteprima "La lettrice" di Traci Chee


Mi sono imbattuta in questa lettura per caso, perché il corriere ha bussato alla mia porta in un pomeriggio piovoso, portandomi questo regalo inaspettato a cui ho deciso di dare subito una possibilità dopo aver compreso di cosa si trattasse. "La lettrice" di Traci Chee, in uscita oggi 10 novembre per Newton è il fantasy YA che non ti aspetti, con un tocco di romanticismo,pirati tanta avventura e un finale che spiega molto, ma lascia tutto in sospeso! Curiosi di conoscere cosa ne penso? Allora leggete la mia recensione priva di spoiler!




Titolo: La lettrice (Sea of ink and gold #1)
Data di pubblicazione: 10 novembre 2016
Editore: Newton Compton
Autore: Traci Chee
Prezzo: 9,90 €
Pagine: 384


Una terra dove i libri sono banditi 
Una ragazza che non smette di lottare

Sefia sa cosa significa dover sopravvivere. Dopo che il padre è stato brutalmente ucciso, è fuggita nel deserto con la zia Nin, che le ha insegnato a cacciare, seguire le impronte e rubare. Ma Nin è scomparsa, e adesso Sefia è completamente sola. L’unico indizio che può aiutarla a ritrovare Nin è uno strano oggetto rettangolare che il padre aveva con sé quando è morto. Un manufatto mai visto prima, di cui nessuno le aveva mai parlato, perché nel mondo in cui è nata e cresciuta la lettura è un’attività proibita. Con l’aiuto di questo libro e di un misterioso sconosciuto che nasconde oscuri segreti, Sefia cercherà di salvare la zia Nin e scoprire che cosa sia realmente accaduto il giorno in cui suo padre è stato ucciso.
Con uno straordinario alternarsi di storie di pirati, duelli di cappa e spada e assassini spietati, La lettrice è un’avventura raccontata in m


La mia recensione


Dando una rapida occhiata alla copertina italiana (quella originale la vedete qui al lato) e al titolo del libro in questione, ho scioccamente pensato si trattasse dell'ennesimo esperimento che voleva riproporre in qualche nuova salsa "Storia di una ladra di libri". Mai avrei potuto sbagliare di più. In effetti avevo tra le mani un romanzo su cui avevo posto gli occhi da un po' e che mi aveva incuriosito non poco, ovvero "The reader", primo della serie fantasy YA di Traci Chee "Sea of ink and gold" (pare che sarà una trilogia, ma gli altri libri sono ancora senza titolo)
Chiunque abbia amato libri come "Tenebre e ghiaccio" di Leigh Bardugo oppure "Rebel - Deserto in fiamme" di Alwyn Hamilton, o comunque non disdegna una bella storia ricca di elementi fantastici, che abbia un pizzico, ma davvero un pizzico di romanticismo e tanta avventura da offrire, dovrebbe proprio dare una possibilità a questo romanzo. Non stiamo parlando del solito YA paranormal romance, sia chiaro a tutti, ma di un fantasy classico per ragazzi in cui si intrecciano mondi e magia, miti e leggende, ladri, assassini, rapitori e pirati. Oh, sì. Avete letto bene: questa è anche e sopratutto una storia di pirati, perciò preparatevi al fascino che questo dettaglio comporta. 
Ma preparatevi anche al fatto che si tratta di un fantasy molto sfaccettato, con un world building piuttosto complesso, narrato da più punti di vista e che contiene una storia nella storia. Perciò non aspettatevi una storia che vi mozzi il fiato per la rapidità con cui gli eventi prendono piede, bensì un'avventura lenta e ben congeniata, che vi farà morire dalla voglia di sapere sempre di più, ma che vi lascerà anche con tante domande essendo il libro introduttivo di una serie fantasy molto complessa.


Traci Chee racconta storia di un mondo, chiamato Kaleanna, in cui la letteratura è bandita: non si legge, non si scrive. Perché i libri, si racconta, erano una fonte di grande magia. Una magia troppo immensa per essere controllata. Perciò non ne esistono più e chiunque ne sia trovato in possesso viene punito con la morte. Proprio come è accaduto al padre di Sefia. Ora lei e la zia Nin sono in fuga, nascoste agli occhi di chi le vuole catturare, alla merceé di ladri e furfanti di ogni sorta, disposte a tutto pur di sfuggire ai propri inseguitori. Ma la loro fuga ha vita breve e quando la dolce zia Nin, che appare più come una saggia, ma agguerrita nonnina, viene rapita, Sefia rimane da sola con una delle cose più pericolose che siano mai esistite nel su mondo: un libro
Un ammasso di pagine e fili e inchiostro, in cui sono impresse parole che non può capire, una reliquia che per la sua famiglia appariva preziosa più della vita stessa. Così, Sefia, quel libro lo sfoglia e lo sfoglia anche il lettore (troverete le pagine vere e proprie, sporche d'inchiostro, con frasi cancellate, appunti e cose di questo tipo, davvero una bella scelta!), divorandolo con occhi rabbiosi, sfidandolo a parlarle. A raccontarle la storia che lo rende così speciale. Impossibile direte voi, eppure a volte l'impossibile diventa realtà. Perché, per un motivo che non vi svelerò, dopo tanto impegno Sefia riesce ad imparare a leggere e il libro, finalmente, le parla. E la guida verso un'avventura incredibile, in cui la vita si intreccia alla storia narrata nel libro e viceversa. Vi stupirà vedere come tutto è collegato. Io ne sono rimasta incantata. 
Sulla sua strada incontra un giovane dall'animo e dal corpo segnati da una tremenda predestinazione. Muto, ma forte e coraggioso, il suo nuovo compagno di viaggio, soprannominato da Sefia Arciere, condividerà con lei il cammino: chi in cerca di vendetta, chi in cerca di rivalsa, entrambi in cerca di una seconda possibilità. E il loro viaggio porterà i ragazzi ad attraversare terre selvagge, conoscere un'antica magia, avvicinarsi a pericoli terrificanti e a grandiose meraviglie, solcando i mari assieme ai una ciurma di pirati. La destinazione? Non sarò io a svelarvela, ma so che vi lascerà incantati e ansiosi di avere il secondo libro tra le mani all'istante.

Una delle cose che ho amato di più di questo romanzo, è il fatto che si tratti di un libro che racchiude un altro libro. Entrambi speciali, a modo loro, entrambi unici ed molto avvincenti! Sarà che, come Sefia, sono anche io una lettrice, anche se lei lo è in modo molto speciale (non vi dirò altro, rassegnatevi.), ma ho davvero trovato fantastico questo espediente che mi ha un po' ricordato de "La storia infinita", dandomi le stesse sensazioni di immensa immedesimazione, ma anche di grande stupore. Il fatto, poi, che esista un solo libro in un mondo in cui questi sono banditi, ha reso tutto molto più intrigante e le domande che mi saltavano alla mente leggendo erano tantissime: perché questo libro è così speciale? Come mai era in possesso della famiglia di Sefia? Dove condurrà lei e Arciere, alla fine? Alcune di queste domande hanno avuto risposta, altre assolutamente no e, come ho detto, sto morendo dalla voglia di leggere il secondo di questa serie, che però purtroppo non è uscito nemmeno in patria.
Ammetto di essere stata un tantino disorientata, durante la lettura, dalla moltidudine di punti di vista che l'autrice ci offre. Non solo quelli dei comprimari che Sefia incontra sul suo cammino, ma anche quelli dei protagonisti del libro che lei sta leggendo. Fortunatamente il tutto è stato compensato dalla divina penna della Chee, che ha dato vita a un mondo superbo, in cui si muove ogni sorta di mistero e in cui tutto è ancora da scoprire. Ho trovato deliziosa e molto avvincente la relazione che si instaura tra Sefia e Arciere: due protagonisti per cui non si può fare a meno di tifare, singolarmente e anche come coppia. Mi è piaciuto che il romance fosse solo accennato e non rubasse la scena alla storia già abbastanza articolata. Quei pochi momenti di tenerezza e desiderio sono stati adorabili e mi hanno offerto una bella distrazione. Non so come alcuni blog abbiano avuto il coraggio di definire romance questo libro, facendo leva su quanto sia intensa la storia d'amore tra i due protagonisti. Ma fidatevi: non è assolutamente un libro incentrato sul romanticismo
Sefia è un'eroina nel vero senso della parola, forte e coraggiosa, che non manca mai di sorprendere. Arciere è un ragazzo da scoprire, con una storia personale incredibile. Leggere il suo punto di vista è stata un'esperienza fantastica: i suoi pensieri sono fiamme ardenti che lasciano senza fiato. 
Tutto questo è merito di uno stile letterario, quello di Traci Chee, davvero superbo, ricco e ammaliante, che non lascia scampo dalla primissima pagina. Nonostante tutto, infatti, anche nei momenti meno concitati e un po' più lenti, si rimane incantati dalle meraviglie che la Chee sa fare con la sua fantasia sconfinata. Provare per credere! 

Verdetto: un fantasy delizioso


Livello sensualità: qualche sospiro

La serie "Sea of Ink and gold" è così composta:


1. (Sea of ink and gold #1) "La lettrice"
2. (Sea of ink and gold #2) Ancora senza titolo e data
3. (Sea of ink and gold #3) Ancora senza titolo e data

10 commenti:

  1. Ciao Glinda, in effetti mi aveva incuriosito la storia dei pirati.. non se ne vedono tanti di libri sull'argomento. ^.^

    RispondiElimina
  2. Non sapevo facesse parte di una serie! E' un libro che vorrei leggere.
    Aggiunto in WL!
    xoxo Connor

    RispondiElimina
  3. Uuuh che carino! L'avevo snobbato senza approfondire troppo, ma sembra un libro niente male!

    RispondiElimina
  4. Ciao!
    La tua recensione mi ha parecchio incuriosita. Mi piace molto l'idea della storia nella storia e credo che mi innamorerò della protagonista, adoro le eroine toste! :D

    RispondiElimina
  5. Non ero molto ispirata a leggere questo libro, poiché la copertina non mi attirava e la sinossi non mi convinceva del tutto, ma la tua recensione ha risvegliato la mia curiosità e la mia voglia di avventura librosa quindi...in WL! ^_^

    RispondiElimina
  6. Avevo adocchiato questo libro, ma non avevo idea fosse una trilogia. Comunque sembra molto avvincente, la tua recensione mi ha catturata ^^

    RispondiElimina
  7. Wow...molto molto interessante!! Ma com'è che nella copertina originale la ragazza è di origine asiatiche mentre in quella italiana no? XD

    RispondiElimina
  8. Tu, come sempre, sei molto brava a catturare l interesse di tutti noi! Conoscevo già il libro ma... ahimè.... l ho scartato perché, per adesso, nn sopporto le serie!!!!!! Abbraccio

    RispondiElimina
  9. Livello di curiosità: 100%
    La Newton per me ha sbagliato di nuovo cover. L'ho visto in libreria ma, dato che sembrava un YA e non un fantasy, non ho letto nemmeno la trama.
    Peccato. Lo ordinerò online.

    RispondiElimina
  10. Se tu, Glinda, hai definito lo stile letterario di quest'autrice superbo, be', io ho trovato il tuo modo di recensire assolutamente superbo. Wow!! Sei grande ^______^ <3

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...