venerdì 18 maggio 2012

Recensione, Muses di Francesco Falconi

Letto in una manciata di giorni, Muses, primo romanzo della duologia in corso di scrittura del talentuoso Francesco Falconi, mi è sprofondato nel cuore inesorabilmente. Adatto sia ai young adult che agli adulti e altamente adrenalinico, questo libro vi farà innamorare!



Autore: Francesco Falconi
In uscita: 15 maggio 2012
Edito da: Mondadori
Collana: Chrysalide
Prezzo: 17,00 €
Titolo: Muses
Pagine: 320
Il mio voto:


Quando scappa da Roma  diretta a Londra, coperta di tatuaggi e piercing, Alice sente che la sua vita potrebbe cambiare per sempre. Ha appena scoperto di essere stata adottata, ma per lei questa  notizia è quasi un sollievo. Cresciuta con un padre violento e una madre incapace di esprimere il proprio affetto, ora Alice deve scoprire le sue radici e l’eredità che le ha lasciato la sua vera famiglia.
Decisa, risoluta, ribelle, è una violinista esperta ed è dotata di una voce straordinaria. Ed è proprio questa voce a guidarla verso la verità: le antiche nove Muse, le dee ispiratrici degli esseri umani, non si sono mai estinte.
Camminano ancora tra noi. I loro poteri si sono evoluti. E Alice è una di loro.
La più potente. La più indifesa. La più desiderata da chi vorrebbe sfruttarne gli sconfinati poteri per guidare gli uomini, forzarli se necessario, fino alle conseguenze più estreme.
Ma un dono così può scatenare l’inferno.
E sta per accadere.



La mia recensione



Sin dalle prime pagine ho intuito che Muses di Francesco Falconi sarebbe stato un romanzo indimenticabile, tagliente come la lama più affilata e deliziosamente oscuro. La nuova Casa Editrice e l'ala protettrice di una nota agente letteraria, hanno spinto Falconi a portare Muses, su cui lavorava già da tempo, finalmente alla ribalta regalandoci una lettura brillante e matura, di cui non ci si stanca mai.
Alice, punta di diamante del romanzo, è una protagonista carismatica, forte e senza peli sulla lingua, ma succube di un dolore soffocante. La sua convincente caratterizzazione e le crude vicende del suo passato, danno prova dell'innata abilità di Falconi nel dar vita a personaggi tanto reali quanto profondi.
Cavalcando l'onda che ha rivalutato il ruolo della mitologia in ambito urban fantasy, Muses rivoluziona e da nuovo lustro alla figura delle Nove Muse rispondendo a una difficile domanda: come sarebbero se esistessero nella nostra epoca?

Al centro del romanzo c'è Alice De Angelis, ventenne Romana dal temperamento irrequieto e con enormi problemi familiari, così ben narrati da graffiare il cuore. La  sua voce racconta, al presente storico e in prima persona, di come un tragico incidente stradale la abbia cambiato la vita, portandola, nel corso del libro, a scoprire tutto sulla propria vera e segreta natura. 
Sin da subito Falconi scava senza censura nell'animo lacerato della protagonista, tormentata da incubi e sensi di colpa che penetrano immediatamente nel cuore del lettore, affrontando con una bruciante maturità temi difficili da digerire che portano il romanzo a un livello superiore. Violenza familiare, incomunicabilità con i propri genitori, alcolismo, droga, sono solo alcuni dei problemi che la protagonista affronta e che vengono raccontati con empatia dall'autore, tanto da riuscire a commuovere e far rabbrividire in un solo colpo.

Schiva, con un padre alcolizzato e sempre pronto a sfogare le proprie frustrazioni su moglie e figlia, Alice ha alle spalle vent'anni di scelte sbagliate, di compagnie pericolose, di odio e amarezza. La musica è l'unica via d'uscita, l'unica finestra da cui può lasciar fluire la tristezza liberandosi dalla voce dell'Angelo Oscuro, che l'assilla da tempo spingendola a fare cose orribili. Quando un violento incidente le rivela di essere stata adottata, la notizia innesca un percorso di rinascita finalizzato ad abbandonare tutto ciò che l'ha resa fragile e vulnerabile, percorso che trova il suo culmine con un viaggio a Londra alla ricerca delle proprie radici. Ciò che non si aspetta di scoprire è che la sua vera famiglia appartenga originariamente all'antica Grecia delle Divinità e delle leggende, né di essere una delle Nove Muse.

Con una serie di incontri "casuali", colpi di scena, amici che si riveleranno nemici e viceversa, Alice verrà infatti a conoscenza di una realtà incredibile, che, complice la razionalità e il suo carattere esplosivo, non accetterà di buon grado. Ma intelligenti e strategici capovolgimenti, momenti adrenalinici e una buona dose di tranqullanti, spingeranno Alice ad accettare la verità: le Muse, divinità femminili dell'ispirazione artistica, sono sempre esistite e con il tempo il loro poteri si sono adattati ed evoluti in nuove forme d'arte, e lei e una di esse.
Quando ci si imbatte nella Mitologia costruita da Falconi per queste divinità misteriose e conturbanti, non si può non rimanerne affascinati. Tanto articolata quanto convincente, la storia cucita dall'autore per le Muse è la palese dimostrazione dell'abilità che lo scrittore ha nel creare universi fantastici e adattarli perfettamente al mondo concreto e reale.

Ecco allora che le belle Muse cantate dai grandi artisti di un tempo, diventano protagoniste di una storia fatta di tradimenti, maledizioni, invidia e giochi di potere, in cui Alice si troverà sul malgrado invischiata. Nel cuore pulsante di Londra si nascondono società segrete che si lottano per la vita e per la morte delle Nove Muse, creature meravigliosamente pericolose, che con i loro poteri sono in grado di piegare la volontà umana senza troppo sforzo. 
Contesa tra due fazioni nemiche, senza sapere bene da che parte stare, Alice imparerà non solo a usare i proprio sorprendenti"doni", ma anche ad amare sé stessa e gli altri nel modo più sano. 
Ma per l'amore non c'è tempo quando in ballo c'è il destino della propria specie e ci sono scelte difficili da compiere.

Con una cascata di colpi di scena, Francesco Falconi stupisce sino all'ultima pagina, che riserva un finale inatteso e strappalacrime. 
La crescita interiore di Alice è un incantevole viaggio denso di curve e salite, che non lesina certo emozioni e batticuori e che provoca nel lettore un profondo senso di attaccamento verso la protagonista e la storia in sé.
Muses è un libro maturo che prima di essere un fantasy è uno straziante racconto fatto di seconde possibilità, di redenzione e di rinascita, di umanità nuda e cruda che avvince e sorprende mescolandosi poi, in modo sublime, a temi fantastici e mitoligici di grande fascino.  L'intensità della narrazione, la spiccata ironia e i godibilissimi riferimenti musicali sono prove tangibili della crescita dell'autore che con Muses ha decisamente superato sé stesso, dando vita a una vera e propria perla della letteratura urban fantasy Italiana. 
 
Complice anche le suggestive ambientazioni Londinesi, per cui ho un debole dichiarato, e gli eccentrici personaggi secondari che brillano di luce propria, il romanzo mi è scivolato tra le dita avvolgendomi con le sue spire già dalle prime pagine, senza lasciarmi scampo. Quel pizzico di romance che fa capolino tra un colpo di scena e l'altro è il tocco finale che mi ha totalmente fatta innamorare. 
Davvero pochi e banali i dettagli che mi hanno fatto storcere il naso, come la continua rimarcazione del modo "furioso" dell'adorabile Lou, musa della Net Art, di digitare sulle tastiere di tablet e pc, o l'abitudine di Alice di parlare di sè in terza persona. Ma insomma, nulla che possa inficiare minimamente la bellezza di questo romanzo!
 
I fan di Falconi saranno più che felici di trovare dei brillanti riferimenti ai precedenti libri dell'autore, dalle Streghe Kalé de L'aurora delle Streghe a Kevin e Ellen di Nemesis. Se le Streghe Kalé avranno un ruolo fondamentale nella storia delle Muse, l'Angelo e il Demone di Nemesis occuperanno uno spazio speciale nel cuore di una Musa molto eccentrica!
Un intricato dedalo di storie si incrocia in questo romanzo, la cui trama articolata e le continue rivelazioni lasciano incessantemente il lettore con il fiato sospeso e un'insaziabile voglia di saperne sempre di più sulle affascinanti vicende narrate da Falconi.
Inutile dire che, pur essendo Muses perfettamente autoconclusivo, il finale lascia un groppo in gola che potrà essere sciolto solo leggendo il secondo e ultimo libro della serie, che mi auguro non si faccia attendere troppo!


Verdetto: impossibile non cedere all'incando delle Muse

29 commenti:

  1. l'ho comprato !!!! in lettura subito dopo il canto della rivolta. primo incontro con falconi a parte il racconto breve che ho letto in Sanctuary, sono curiosa, non vedo l'ora di conoscere l'autore tramite il suo libro!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, anche io devo leggere Il canto *batticuore*. Comunque questo primo incontro, vedrai, farà scoccare la scintilla. Questo è per me il libro più bello di Francesco!

      Elimina
  2. complimenti per la recensione!!!sembra molto bello questo libro!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mary, lo è davvero! Bello, ipnotico, fulminante :)

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Io adoro Falconi, ma credo che avrebbe ancora più successo se scrivesse una saga o almeno una trilogia invece di saghe da due libri al massimo,facendo così, la fama di un suo libro dura molto di meno rispetto ai libri appartenenti a vari cicli o trilogie. Comunque a parte lo sproloquio comprerò sicuramente il libro xD

    RispondiElimina
  5. Ciao Stella, ti ringrazio. Il discorso delle duologie invece di trilogie è abbastanza complicato. Diciamo che preferisco scrivere un libro che sento veramente, una storia che ha qualcosa da dire, che spezzettarla in infinite saghe che hanno solo uno scopo: il commercio.
    Prima di essere uno scrittore sono un lettore. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A dirla tutta io l'idea della "Duologia" l'apprezzo molto. In fin dei conti la moda delle trilogie è un po' forzata, se vogliamo, proprio per la storia di dover obbligatoriamente dilazionare la trama in tre libri. E poi, diciamolo, un libro come Muses, che ha davvero MOLTO da dire, avrebbe perso gran parte del fascino se fosse stato troncato a metà per favorire una trilogia.

      Elimina
  6. Ah Glinda non hai idea di come aspettavo questa recensione... Avevo già una gran voglia di leggerlo ma per precauzione, aspettavo il tuo parere e adesso non mi resta che fiondarmi in libreria e comprarlo! *me tanto feliceeeee*

    RispondiElimina
  7. Recensione sempre perfetta, questo finisce nella mia wishlist! :)

    RispondiElimina
  8. Un libro interessante, che non vedo l'ora di leggere. Alice è una protagonista che già mi piace, tenace e alla ricerca del suo passato. Ho sempre adorato le avventure per scoprire il proprio posto nel mondo! =)
    Un libro che solo dalla copertina si preannuncia straordinario! E la trama è ancora più avvincente! Francesco Falconi si preannuncia un autore meraviglioso!

    RispondiElimina
  9. Sono davvero curiosa di leggere questa nuova fatica di Falconi. Da quando ho ricevuto il primo volume di Nemesis ho iniziato a seguirlo e devo dire che, contro tutte le mie aspettative, mi è piaciuto :) e poi le Muse...chi può resistere?? :)

    RispondiElimina
  10. Purtroppo non ho ancora avuto la possibilità di leggere questo libro!!!
    Devo ammettere che mi ha catturata subito!!!la copertina è davvero meravigliosa!!!!
    Poi la trama è davvero avvincente!
    Le muse!!di questo argomento non ho mai letto nulla, quindi mi ha attirata anche per quello!!!!
    Complimenti per la recensione!!!

    RispondiElimina
  11. Eccellente recensione! Il libro mi attira molto, la storia sembra originale e secondo me questo è un libro che vale la pena leggere.
    Mi piacciono le protagoniste forti, quelle che non si innamorano al primo sguardo e diventano completamente cerebrolese! Quindi sono certa che il personaggio di Alice mi intrigherà moltissimo.
    Inoltre, è un romanzo di uno scrittore italiano, ed è sempre un piacere vedere che anche qui da noi si producono bei romanzi urban fantasy :)

    RispondiElimina
  12. Avevo sentito parlare di questo libro, ma non ho ancora avuto l'occasione di comprarlo! La trama mi piace moltissimo e sarei felice di provare a partecipare, dato che oggi giorno non posso comprare una dozzina di libri al mese, anche se vorrei! Perciò approfitto di quest'opportunità e chissà, magari ho un briciolo di fortuna!

    RispondiElimina
  13. Ad essere sincera inizialmente, appena avevo saputo dell'uscita di questo libro, non avevo proprio pensato di acquistarlo!! Però vedendo tutte le recensioni entusiastiche che ha ricevuto, compresa la tua, è diventato una fissa!! Infatti ormai è già da qualche settimana che voglio comprarlo, ma sono stata troppo impegnata con lo studio!! Spero di poterlo leggere al più presto!!!

    RispondiElimina
  14. Un altro libro da aggiungere assolutamente alla mia wishlist... Dio, è talmente lunga... è incredibile come alcuni libri possano ispirare fin dall'inizio, è come se li sentissi strillare ogni volta che vado in libreria "Comprami... Hei, sono qui... Porta a casa anche me!" Me li leggerei tutti quanti...
    XO

    RispondiElimina
  15. Apprezzo il fatto che si tratti di una duologia, trovo assurdo che un'autore che ha idee per due libri debba per forza spezzarli per averne tre e vendere di più.
    Sono molto curiosa del tipo di protagonista scelta, tormentata e dal passato difficile per davvero. Credo possa essere una lettura molto interessante.

    RispondiElimina
  16. Bella recensione. Ne ho sentito parlare molto bene e, il fatto che sia il primo capitolo di una duologia non mi dispiace. La cosa che mi incuriosisce, oltre alla stupenda copertina, è la scelta di riprendere il mito delle Muse e di renderlo contemporaneo, ambientando la narrazione nel tempo moderno. Non ho letto nulla di questo autore ma ho sentito parla delle sue opere. Il libro è già nella mia lista desideri. ^^

    RispondiElimina
  17. Hanno fatto un sacco di pubblicità di questo libro e sono curiosissima di leggerlo! Ho sempre adorato i miti, quindi devo assolutamente comprarlo!!!!!

    RispondiElimina
  18. Leggo sempre i libri di Francesco falconi questo lo trovo particolarmente interessante sarà per l'atmosfera più cupa,per le antiche muse e per la trama originale. Non ho ancora avuto l'occasione di leggerlo ma mi piacerebbe molto.
    Un altra cosa che mi è piaciuta molto è la copertina molto moderna ma anche misteriosa

    RispondiElimina
  19. Decisamente intrigate! Un'altro libro che finirà assolutamente nella mia libreria :)

    RispondiElimina
  20. Questo romanzo mi ispira un sacco! Soprattutto perché mi piacciono le protagoniste forti e indipendenti, e anche perché la tua definizione "urban fantasy maturo" mi ha incuriosito molto :)
    Bella recensione, come sempre.

    RispondiElimina
  21. E io che credevo di aver commentato...
    Muses mi incuriosisce molto, perché con tutti i libri per ragazzi o comunque YA che ho letto, di autori italiani, non ce n'è stato uno che abbia veramente apprezzato. C'è sempre qualcosa nella trama che non va.
    A quanto pare Muses, finalmente, si "innalza" tra tutti. Sono veramente curiosa di leggerlo :D

    RispondiElimina
  22. Devo essere sincera, questo libro non l'avevo inserito nella mia wish-list, principalmente perchè moltissimi autori italiani mi hanno deluso! ma la tua recensione mi hatto cambiore idea! insomma la protagonista e la sua storia mi affascinano e anche la figura delle Muse!

    RispondiElimina
  23. Libro assolutamente fantastico!
    Dopo un inizio piuttosto nebuloso, il cielo si è squarciato lasciando entrare raggi di sole!
    Non so come farò ad attendere il seguito!

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...