lunedì 29 giugno 2015

Recensione "Tutto ciò che sappiamo di noi due" di Colleen Hoover

Anche se in convalescenza, la vostra blogger preferita (che sarei io) non vi fa mancare i suoi post logorroici. Dovete sapere che sono moltissimi i libri che sto leggendo in questo periodo di riposo forzato, motivo per cui ogni volta che voglio recensirne uno ho un po' l'imbarazzo della scelta. Certo, in questo caso è stato piuttosto semplice decidere quale romanzo recensire, perché... andiamo, ho letto "Tutto ciò che sappiamo di noi due" e non posso esimermi dall'esserne ossessionata. Sì, avete capito bene: questa sarà una di quelle recensioni un po' deliranti, ma non c'è nulla che io possa fare al riguardo. Sono pazza d'amore per questo libro, e voglio contagiarvi!


Titolo: Tutto ciò che sappiamo di noi due (Slammed #2)
Data di pubblicazione: 18 Giugno 2015
Dove comprarlo: LaFeltrinelli.it
Autrice: Colleen Hoover
Editore: Fabbri
Prezzo: 15,90 €
Pagine: 288
Il mio voto



La poesia ha insegnato a Will e Layken ad amarsi, per stare insieme hanno dovuto superare ostacoli che sembravano insormontabili, hanno dimostrato al mondo che quando si è uniti si può affrontare ogni difficoltà e riemergere più forti e determinati di prima. La vita li ha messi di fronte a enormi responsabilità: sono giovanissimi, ma devono prendersi cura dei fratellini, cercando allo stesso tempo di ritagliarsi un piccolo spazio dedicato soltanto a loro due. Ma un giorno, all’improvviso, il passato di Will torna a bussare alla porta, e lui, per non turbare il difficile idillio con Layken, decide di tenerla all’oscuro di tutto. Ma lei lo scoprirà lo stesso, e sarà costretta a chiedersi su cosa si fonda davvero il loro rapporto, arrivando addirittura a mettere in dubbio la sincerità dei sentimenti di Will. La loro storia è a rischio, devono decidere se lottare per un futuro insieme o se rassegnarsi a stare lontani. Fin dove sarà disposto a spingersi Will per dimostrare a Layken che il suo amore durerà per sempre? La sua risposta cambierà non solo la loro vita, ma quella di tutte le persone che li circondano.




La mia recensione

Se fossi un falegname, costruirei una finestra sulla mia anima.
Ma la lascerei chiusa a chiave, così se provassi a guardare dentro, vedresti solo il tuo riflesso.
E vedresti che la mia anima non è altro che il riflesso di te. Da "Tutto ciò che sappiamo di noi due"
Era il lontano 2013 quando la Rizzoli mi chiese di leggere in anteprima "Tutto ciò che sappiamo dell'amore" di Colleen Hoover. Pur non avendo mai letto nemmeno una sola parola di questa autrice, sapevo che sarebbe entrata prepotentemente nella mia classifica degli autori preferiti. Lo sapevo perché i lettori di tutto il mondo non facevano che profondersi in lodi nei suoi confronti e perché Gaia, mia fedele consigliera di libri troppo belli per essere dimenticati, dopo aver letto l'intera serie in inglese, mi ha tenuto incollata ore al telefono riempiendomi la testa di aspettative infinite. Aspettative che non furono affatto deluse.
"Tutto ciò che sappiamo dell'amore" diventò immediatamente uno dei miei libri preferiti. Lo stile intenso e penetrante della Hoover, la poesia di cui la trama era intrisa, l'umorismo travolgente e il romanticismo delicato e commovente, mi hanno conquistato dal primo momento, senza lasciarmi scampo. Alcuni passaggi del romanzo ebbero su di me un tale impatto emotivo, da ridurmi in lacrime. Dopo un solo secondo dalla fine del romanzo, già morivo dal bisogno di leggere il suo seguito, convinta di trovarmi al cospetto di una delle serie contemporary romance più entusiasmanti del momento. Immaginate la mia delusione nello scoprire che la pubblicazione di "Point of retreat", ovvero il libro successivo di questa trilogia, era stata rimandata a data da destinarsi.
Sono trascorsi due lunghissimi anni da allora. Due anni di preghiere, di petizioni, di cuori spezzati. Due anni in cui quasi si erano perse le speranze di poter leggere il seguito della storia di Lake e Will, quasi. Poi è arrivata la Fabbri, costola della RCS Libri, e ha realizzato i nostri più reconditi desideri dando nuova vita a questa serie.
Si penserebbe che dopo due interminabili anni di attesa, quell'incendio di emozioni e meraviglia innescato da "Tutto ciò che sappiamo dell'amore" si fosse in qualche modo estinto. Ma non è così. Leggere ancora di Will e Lake, ritrovare tutti i personaggi secondari, le loro commoventi storie, le loro scanzonate avventure, è come il più dolce dei ritorni a casa. Ancora una volta la Hoover annienta ogni dubbio, ogni incertezza, trascinando i propri lettori in un universo di emozioni indelebili. Ne sono convinta: "Slammed" è certamente la serie capolavoro di questa autrice. Leggere per credere.
Il cuore mi batte forte nel petto. Non perché sia teso. Non perché la voglio più di quanto l’abbia mai voluta. Il cuore mi batte così forte perché ho capito in questo momento che non sono mai stato così sicuro di sapere cosa voglio per il resto della mia vita. Per il resto della mia vita io voglio soltanto questa ragazza. Mi chino su di lei e la bacio. Nessuno dei due chiude gli occhi: credo che entrambi non vogliamo perderci nulla di questo momento. Da "Tutto ciò che sappiamo di noi due"
Chi ha già letto "Tutto ciò che sappiamo dell'amore" (e se non lo avete già letto, cosa state aspettando?), saprà che Will e Lake non sono solo una semplice coppia di ragazzi alle prese con il più grande amore che abbiano conosciuto. Nonostante la loro relazione e di conseguenza i sentimenti che li uniscono siano il punto focale della serie, sono altri gli elementi che rendono unici  e adorabili questi protagonisti e le vicende che li coinvolgono. Will e Lake sono due guerrieri che nelle loro giovani vite hanno dovuto rinunciare troppo in fretta alla gioia e alla spensieratezza tipiche della loro età. Entrambi hanno infatti subito delle tragiche perdite familiari ed entrambi sono dovuti diventare il punto di riferimento per i propri cari. Nessuno dei due avrebbe mai creduto che qualcuno avrebbe potuto comprenderlo e amarlo nonostante le difficoltà, ma tutto è cambiato quando i loro destini si sono incrociati. Dal primo sguardo, tra Will e Lake è stata subito alchimia e complicità, desiderio e condivisione
Era inevitabile che, nonostante tutte le difficoltà del caso, tra loro fosse per sempre. Ma nessuno ha mai detto che il "vissero felici e contenti" sarebbe stato facile da raggiungere.
"Tutto ciò che sappiamo di noi due", che come saprete è narrato dalla voce del favoloso e tenerissimo protagonista maschile, ci porta qualche mese più avanti rispetto al punto in cui il primo libro era finito. Will e Lake sono al college e loro assieme a Kel e Caulder (i loro adorabili fratellini) e Gavin ed Eddie (la coppia formata dai loro migliori amici), sono ormai un'adorabile, singolare e variopinta famiglia. Dopo aver affrontato l'inferno ed esserne usciti distrutti, ma assieme, tutti sembrano aver trovato un perfetto equilibrio, per quanto strampalato: finalmente ogni cosa sembra destinata ad andare per il meglio. Ma da un'autrice come la cara e sadica Colleen Hoover, ci si devono aspettare non pochi colpi di genio, che putroppo diventano anche la causa di innumerevoli colpi al cuore. 
Perciò sappiate che se avete creduto che nulla avrebbe potuto distruggervi e farvi innamorare ancor di più di quanto già non abbia fatto "Tutto ciò che sappiamo dell'amore", dovrete ricredervi. Quando tutto sembra perfetto, il destino si mette di traverso facendo capitolare le fragili sicurezze che i protagonisti hanno costruito per loro e i propri cari. Tra fantasmi del passato, innocenti bugie che si trasformano in scomodi segreti, responsabilità che terrorizzano, sorprese e tragedie (stiamo parlando della Hoover, sapete che tutto è possibile), Will e Lake si preparano a travolgervi e sconvolgervi ancora una volta. Tenetevi pronti, io vi ho avvisati.
«Forse invece tra un’oretta dovresti tornare. Io indosserò il pigiama più brutto che riesco a trovare, e non mi laverò neanche i denti. Vedrai che ti passerà la voglia anche solo di sfiorarmi. E ci faremo una bella dormita.»
Io mi metto a ridere a sentire quel programma assurdo. «Potresti stare senza lavarti i denti o senza cambiarti per una settimana, e io comunque non riuscirei a starti lontano.»  Da "Tutto ciò che sappiamo di noi due"
Cielo, ho amato questo libro disperatamente. E' drammatico per me non poter fare nemmeno uno straccio di spoiler, ma posso dirvi che se avete apprezzato il primo romanzo, adorerete il seguito di questa serie strepitosa. Ho riso grazie a Kel e Caulder e Kirsten (che amo alla follia) e le loro marachelle, pianto a causa di Will e Lake e Eddie e Gavin, ho urlato improperi contro la Hoover quando ne ha combinata una delle sue e ho pregato con tutta me stessa per un lieto fine collettivo. In parole povere, ho divorato il romanzo in una manciata di ore notturne, attraversando così tanti stati d'animo da sembrare un po' fuori di testa. Ma chi conosce la Hoover, non può biasimarmi.
In un marasma di romanzi erotici travestiti da New Adult, in cui il sesso è il vero protagonista e i contenuti sono ridotti all'osso, ecco che arriva il secondo libro della serie "Slammed" che, come una ventata d'aria fresca e frizzante, rivaluta l'intero genere di libri a cui appartiene. "Tutto ciò che sappiamo di noi due", così come fu per il suo predecessore, è un balsamo per i lettori che in un libro cercano quei sentimenti che fanno tremare le ginocchia smuovendo qualcosa facendo germogliare sensazioni così radicate da restarti incollate addosso per sempre. 
In un intreccio perfetto, la Hoover ci regala una storia di amicizia e crescita, di famiglia e amore vero, reale e straziante. Una storia così sfaccettata, tenera e ben sviluppata da far sviluppare nel lettore un particolare senso di appartenenza nei confronti della cerchia di strampalati personaggi che popolano il romanzo: ci si sente parte di loro al punto da volerli stringere fortissimo e non volerli lasciare mai più.
Incredibile la facilità con cui si entra in sintonia con la voce di Will: per quanto sia stata Lake la narratrice del primo romanzo, il cambio di prospettiva non è per niente traumatico, anzi. Conoscere profondamente Will, i suoi pensieri più reconditi e le sue insicurezze, le sue paure e anco di più i suoi sentimenti per Lake e la loro famiglia speciale, è stata un'esperienza fantastica. Il suo punto di vista, più maturo, più complesso e decisamente appassionato, ha donato alla storia un'inattesa intensità. Ho adorato la costruzione del personaggi di Will: il mondo letterario moderno aveva davvero, bisogno di un eroe romantico del suo calibro. Così equilibrato, così irresistibilmente innamorato e fedele, così tragicamente devoto alle sue responsabilità. Se potessi esprimere un desiderio sarebbe quello di poter leggere altri mille libri altrettanto emozionanti.


Il cuore di un uomonon è un cuorese non è amato da una donna.Il cuore di una donnanon è un cuorese non ama un uomo.Ma un uomo e una donna innamoratifarebbero meglio a non averlo, un cuoreperché così non muoreil giorno in cui si spezzerà. Da "Tutto ciò che sappiamo di noi due"

Verdetto: dolce, struggente, indimenticabile.



Livello sensualità: baci e qualche brivido 


Compralo in cliccando sulla cover!


La serie Slammed è composta così

  1. (Slammed #1) Tutto ciò che sappiamo dell'amore 
  2. (Slammed  #2) Tutto ciò che sappiamo di noi due 
  3. (Slammed #3) This Girl (Ancora inedito in Italia)

11 commenti:

  1. ADORO <3 <3
    L'ho letto anche io e concordo su TUTTO!!!!!!!!
    La Hoover è una garanzia....e ora? VOGLIO IL TERZO!!!!

    RispondiElimina
  2. Vista la situazione in cui versano i tuoi sentimenti nei confronti della Hoover, ti consiglio MOLTO vivamente di leggere ugly love, inedito in italia, diventato il mio preferito di quelli scritti di sua mano! (e c'è da dire che li ho letti quasi tutti ahah)
    AMEREI leggere una tua recensione, visto che nel 2016 uscirà anche il film! Fammi sapere se lo aggiungerai alla tua wishlist!
    Adoro il tuo blog xx

    RispondiElimina
  3. Glinda, che bella recensione! E sai una cosa? Non vedo davvero l'ora di leggerlo. Tutto ciò che sappiamo dell'amore l'ho davvero adorato, perciò non posso lasciarmi sfuggire il seguito. Spero di leggerlo presto, la Hoover è sempre una garanzia;-)

    RispondiElimina
  4. Io ho letto solo "Forse un giorno" della Hoover e me ne sono subito innamorata :D
    Ora ho TUTTI i suoi libri in wishlist e non vedo l'ora di comprarli (soprattutto questa serie), ma chissà quando ne avrò l'occasione T.T

    RispondiElimina
  5. Glinda, ma come a scrivere tutte le emozioni che ho provato leggendo questo libro!?!?! Finito ieri, tra figli e impegni, la lettura notturna è diventata la mia migliore amica! Mi è piaciuto, tanto, la Hoover è riuscita, di nuovo, a farmi innamorare di Will e Lake, a trasportarmi nelle loro vite una seconda volta senza mai risultare noiosa o ripetitiva. Grazie, perché mi hai fatto conoscere questa meravigliosa autrice!

    RispondiElimina
  6. Wow...e pensare che io devo ancora leggere Tutto ciò che sappiamo dell'amore... E pensare che è da circa 6 mesi che l'ho " parcheggiato" nel mio e-reader...devo assolutamente leggerlo...

    RispondiElimina
  7. Glinda che meravigliosa recensione, grazie per donarci semore un pezzo del tuo cuore! Sei unica!

    RispondiElimina
  8. Ero super curiosa di leggere la tua recensione, perchè sapevo che l'avresti pensata esattamente come me.
    L'ho divorato in una notte, e nonostante fossi stanca il sonno ha lasciato la base per permettermi di leggere questo piccolo capolavoro dopo una settimana di attesa rispetto al giorno di uscita.
    Sette giorni di fremiti e ansie, e finalmente quando l'ho avuto fra le mani l'ho amato.
    E ho odiato la Hoover, drammatica come sempre ma, a suo modo, adorabile. Mi ha fatta sciogliere, e continuo a dire che Will è il personaggio che preferisco nato dalla sua penna!

    RispondiElimina
  9. Non vedo l'ora di averlo tra le mani dopo questa recensione da mille pollici alzati!!
    Per me, Colleen Hoover, drammatica o meno, è la migliore. La migliore. Punto. E io non smetterei di abbracciare lei oltre che i suoi personaggi che acchiapperei dalle pagine e li terrei sempre al mio fianco.
    Soprattutto qualcuno come Will, Holder e ... Ridge.

    RispondiElimina
  10. Questa saga mi ispira davvero tanto. E' tanto tempo che voglio leggerela!ç-ç

    RispondiElimina
  11. Glinda,

    te l'ho già detto quanto ti adoro, lo so.
    Ho appena finito questo libro che va oltre all'essere stupendo, struggente, indimenticabile, memorabile e ti prego, adesso fermami con la forza del pensiero anche se so che starai dormendo, ma non riesco proprio a trattenermi dal ringraziarti ancora per avermi fatto conoscere quella che è diventata la mia autrice preferita.
    Se la tua vita è un vero casino e se quando prendi in mano un libro è capace di trasportarti in un altro mondo dove tutto è più normale che in qualsiasi altra realtà tu viva, be', allora vuol dire che quel libro ha fatto un vero e proprio miracolo, perciò, ancora grazie.
    Baci.
    E adesso sarà meglio che vada a dormire anch'io prima che pensi di essermi trasformata in una specie di vampiro.

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...