sabato 5 agosto 2017

Guest post "L'ultima notte al mondo". Bianca risponde alle domande di un intervistatore particolare!

Ci sono libri che ti si piantano nel cuore. E questi libri sono scritti da autori che stimi come poche persone al mondo, con cui vorresti poter chiacchierare, con cui vorresti poter scambiare opinioni e di cui vorresti conoscere i più segreti pensieri. Ebbene, si da il caso che Bianca Marconero sia una di quelle autrici lì. Sì, insomma, una di quelle autrici di cui ti innamori, di cui leggeresti anche la lista della spesa, di cui vorresti sapere proprio tutto. "L'ultima notte al mondo" è il suo romanzo più recente, pubblicato da pochissimo con Newton e già diventato il libro dell'estate. Io me ne sono innamorata e lo dimostra la mia recensione (qui). Avete presente quelle storie per cui si molla tutto pur di arrivare alla fine? Quegli amori tormentati e bellissimi, che ti tolgono il respiro e il sonno, trasformandoti in una creatura capace solo di sperare che tutto vada bene per i protagonisti? Ecco, sì, "L'ultima notte al mondo" è proprio quel tipo di romanzo. E con un romanzo così scritto da un'autrice così, non ho potuto far altro che organizzare qualcosa di speciale, ma qualunque idea mi balenasse in testa non sembrava all'altezza di certe premesse. Questa è la ragione per cui ho deciso di ospitare Bianca Marconero sul mio blog con un guest post lasciandole carta bianca. Non vi stupirà il fatto che da una mente folle come la sua, sia venuta fuori una folle intervista tutta da amare. 


Titolo: L'ultima notte al mondo (L'ultima notte al mondo #1)
Data di pubblicazione: 29 giugno 2017
Editore: Newton Compton
Autrice: Bianca Marconero
Prezzo:  5,90 €
Pagine: 448



Quante volte ci si può innamorare della stessa persona?
Marco Bertani ha ventitré anni, alle spalle un’adolescenza tutt’altro che semplice e davanti a sé un futuro nel quale potrà contare solo su se stesso. Un giorno inaspettatamente si imbatte in Marianna Visconti, ex compagna del liceo e amore non corrisposto della sua vita. I loro mondi non potrebbero essere più lontani: Marianna, dopo aver studiato negli Stati Uniti, sta facendo pratica legale presso il prestigioso studio di un amico di famiglia, mentre Marco sbarca il lunario lavorando come operatore per una rete televisiva locale. Quando però le viene prospettata l’occasione di condurre un programma ideato proprio da lui, Marianna decide di accettare la sfida, convinta che così potrà dimostrare a Luca, il fidanzato con cui è in crisi, di cosa è capace: lei e Marco si troveranno quindi a lavorare gomito a gomito e scopriranno di non essere poi così diversi come credevano… 

E non finisce qui: tra le pagine del prequel, Ed ero contentissimo, in coda a questo volume, scoprirete un Marco adolescente sui banchi di scuola, un protagonista al quale non potrete non affezionarvi.
Bugie, tradimenti e gelosie: un romanzo sull’amore romantico, divertente e profondo, che sa arrivare al cuore dei lettori. 



La serie "L'ultima notte al mondo" è composta così:
(L'ultima notte al mondo #0.5) Ed ero contentissimo
(L'ultima notte al mondo #1) L'ultima notte al mondo



INTERVISTA POCO SERIA (MA BELLISSIMA) A UN'AUTRICE FANTASTICA: OVVERO BIANCA MARCONERO VIENE MESSA SULLA GRATICOLA DA CHI LA CONOSCE MEGLIO DI TUTTI

Ciao a tutti mi chiamo Christian e sono il marito di Bianca Marconero, anche se mi fa un po’ specie chiamarla con un nome che non è il suo.
Conosco Bianca da 20 anni, la amo da 20 anni, è mia moglie da 13 anni, abbiamo una figlia da 10 anni e due figli da 6 anni. Lei è una compagna di vita che colma le mie lacune e che mi ha spinto a fare cose che altrimenti, da solo, non avrei fatto. Praticamente so tutto di lei, i suoi punti di forza (tantissimi), le sue debolezze (tantissime) ma ci sono alcune cose che non so e che non le ho mai chiesto e allora colgo l’occasione di soddisfare la mia curiosità con questa breve “intervista”. Con un ringraziamento a Glinda, per l'ospitalità e l'occasione.

Cominciamo?
-Certo.

Mi prepari un tè verde prima però… come scusa? Ah, vabbè, te lo preparo io.
- Bravissimo.

1) Che rapporto hai con i tuoi personaggi maschili. Intendo dire: devo essere geloso?
Un bel rapporto fraterno e al contempo materno. Sono amici a cui presto la testa. Ragazzi imprecisi e imperfetti che metto alla prova e dai quali mi lascio sorprendere o deludere. Senza giudicarli. Che non sono né un tribunale né un consigliere spirituale. E tu puoi dormire sonni tranquilli, spesso quello che amo – SE amo qualcosa di loro -  è ciò che ho preso in prestito da te.

2) Dove sei quando ti chiamo per 5 volte e alla sesta mi rispondi seccata con un “cosa?”?
Ecco, in quella partizione della mia testa che macina storie perfino adesso che parlo con te. A volte la cesura è netta come avessi istallato un sistema operativo che gestisce il multitasking. A volte però i software aperti entrano in conflitto. La sesta volta che mi chiami è come se schiacciassi Control + Alt + Cancel per forzare la chiusura del programma in funzione. Per quello rispondo. Ma non è detto che ascolti. Rispondere e ascoltare sono faccende diverse.

3) A una cena di Natale quale dei tuoi personaggi non inviteresti? Che regalo faresti a Marco Cinquedraghi, uno dei protagonisti della tua saga fantasy? Inizio con il dirti che riserverei per me un posto tra Dante e Deacon. Sarebbe la fiera del  cinismo. Noi siamo la Trinità Acida. Con loro, passerei il Natale ideale.  Il grande escluso sarebbe Lance. Ci farebbe sentire tutti inadeguati. Rovinerebbe il clima.


4) Perché con me parli sempre dei tuoi libri, sempre…. e quando ti chiamano in qualche libreria o in qualche convention per parlare dei tuoi libri non ci vuoi andare? Una volta nostra figlia ha inventato questo indovinello : “Sai come si fa a scoprire se  parli con uno scrittore? Facile, sarà la prima cosa che ti dirà di sé” e credo descriva una buona rappresentanza di coloro che scrivono. Esiste, insomma, un'attrazione fatale per il riflettore. Il legame tra “pubblicare” ed “esporsi in pubblico” è così radicato che se uno mantiene una certa riservatezza si deve perfino giustificare. Come io adesso, tipo. Bianca Marconero scrive, e non ha problemi a dirlo, in certi contesti. Ma resta un alter ego, un avatar dei social media,  inservibile  nella vita vera.  Nel senso che, magari, Bianca Marconero  le presentazioni le farebbe anche, ma non posso esportarla nel mondo reale e portarla in  tour. Le presentazioni sono per gli scrittori impavidi, non per chi si nasconde dietro un alias, pur di non metterci la faccia.


5) Com’è vivere con il marito di una scrittrice?
Beh io non posso parlare per tutti. Ma sono casualmente capitata con un marito che è uno scrittore mancato. Uno storyteller, uno che le trame te le dice a colazione, e ti ha risolto i nodi prima di finire il caffè.  Uno che tiene il filo di tutto, mi becca se devio dal discorso e se mi contraddico. I miei libri sono frutto di un lavoro di squadra. Quindi mio marito, che per inciso sei te, è un membro del mio team creativo. Non a caso i miei libri sono firmati con i nomi dei figli di entrambi. Perché quelle storie, esattamente come Bianca e Marco Nero, le abbiamo fatte insieme.

6) Perché continui a scommettere con me sul futuro dei tuoi libri, scommettendo sempre che le cose andranno  male, poi perdi e per un mese lavi i piatti? Perché se una cosa può andar male, Christian, generalmente lo fa. E bisogna essere stoici prepararsi a trattare successo e insuccesso come gli impostori che in effetti sono. E poi non sottovalutare il pessimismo, è l'unica forma mentis che ci permetta di essere sorpresi dalle cose belle. Quindi io scommetto contro di me, e poi, se la vita mi sorprende, lavo i piatti. E ne sono felice.

7)  Vedo che dividi il tuo tempo lavorativo in scrittura e lettura, in egual misura. Perché la lettura è importante per uno scrittore? Un buon scrittore deve essere anche un buon lettore? Cosa leggi per scrivere meglio?
Se vuoi scrivere, devi leggere. Devi farlo tutti i giorni e, fermo restando il piacere, non si legge per svago.  Come quando si studia, che mica cerchi l'evasione, ma piuttosto cerchi di acquisire. Ci accostiamo ai testi per sezionarli, scomporli, imparare,  per ampliare la nostra cassetta degli attrezzi, per dirla con King, e potenziare gli strumenti che abbiamo. Lo scrittore deve essere un buon lettore e preselezionare ciò che può essergli utile. Io mi sforzo di leggere i bravissimi e  finché leggerò molto meglio di come scrivo posso sperare di crescere.  


8) Tu hai pubblicato self, per una piccola casa editrice e per una grossa casa editrice. Quali sono le differenze tra queste tre situazioni nelle varie fasi della vita editoriale di un romanzo?
Nel self devi saper fare tutto, ragion per cui non fa per me. Io so scrivere un storia in venti giorni, ma lì mi fermo. Nella piccola editoria, se fatta bene, ci sono professionisti bravi che curano il manoscritto, trasformandolo in un libro. Nella grande editoria succede una cosa ancora diversa: si passa dal manoscritto al libro, per arrivare al prodotto.
E questo è un concetto con il quale non ho un rapporto sereno, perché il prodotto viene scelto secondo criteri di mercato che per certi editori non riguardano il merito. C’è una cesura tra quello che si immagina che la gente voglia e ciò che invece, una volta in circolo, alla gente piace. In questa grande editoria spaventatissima dai fallimenti, paradossalmente si toglie voce alla critica e si guarda solo la massa che l'editoria stessa contribuisce a creare. In questo contesto, una buona reputazione diventa una qualifica scomoda. Fino al paradosso. Come quella volta quando una persona che lavorava in una grande CE disse che pubblicare  il mio libro sarebbe stato un rischio perché era "scritto troppo bene per il pubblico a cui era desinato".  E, anche tacendo che nessuno dovrebbe stimare al ribasso le capacità dei lettori di narrativa di genere,  quando la critica più articolata che ti senti muovere è di aver scritto troppo bene, due domande, diciamolo, te le fai.

9) Perché non vuoi vedere Breaking Bad con me? L’ho cominciato ieri, quando non c’eri. Quindi sì, è con te che non lo voglio vedere. Perché ogni due per tre mi diresti “guarda che se non ti piace, smettiamo”.

Bene, direi che è tutto. Hai soddisfatto tutte le mie curiosità. Sei pronta per una nuova scommessa?
Certo. Spero di perderle tutte.


 


35 commenti:

  1. Ciao! Devo dire che non ho mai coltivato una passione incredibile nei confronti dei libri rosa, ma dato che più o meno si tratta dell'unico genere che non leggo (ora che ho cominciato ad apprezzare anche i gialli), e dato che credo sia un peccato rinunciare alle piccole perle che sicuramente fanno parte di questo mondo letterario a causa di qualche sporadica brutta esperienza passata, ho deciso che questo giveaway potrebbe essere l'occasione giusta per ricredermi.

    Il tuo entusiasmo mi ha davvero incoraggiata e anche l'intervista, così leggera ma carina, mi ha divertita e fatto ben sperare! Per cui si, partecipo volentieri!

    RispondiElimina
  2. Bellissima intervista! E il libro mi ispira tanto 😍

    RispondiElimina
  3. Spero da avere fatto tutto. Grazie per questa opportunità, libro sicuramente affascinante e da leggere tutto d'un fiato!

    RispondiElimina
  4. Oddio, ma sul serio?! Questa é l'intervista piú bella che abbia letto nei miei 24 anni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, e la risposta che ho preferito é stata la 5. L'ho trovata sia ragionata che romantica.

      Elimina
  5. Bellissima intervista, davvero carina e dolce.
    la risposta che ho trovato dolcissima è la prima cito testuali parole (E tu puoi dormire sonni tranquilli, spesso quello che amo – SE amo qualcosa di loro - è ciò che ho preso in prestito da te.)

    vi seguo sul blog come MARIA CALAFIORE
    EMAIL: stelline9495@hotmail.it

    RispondiElimina
  6. Sono innamorata di questa intervista 😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E non si può non vedere breaking bad! È la serie più bella mai vista 😍

      Elimina
  7. Partecipo con molto piacere spero di vincere questo bellissimo libro sono iscritta al blog come Romeo Sharon seguo su istagram come icentocolorideilibri non ho Twitter la mia email è sharyssh@gmail.com grazie mille per questa meravigliosa opportunità ��☺

    RispondiElimina
  8. Se vuoi scrivere, devi leggere.
    Questo è sacrosanto ed è un pò il fulcro di questa fondamentale filosofia.
    Partecipo voelntieri
    Luigi Dinardo
    luigi8421@yahoo.it

    RispondiElimina
  9. Wow Glinda, hai avuto un idea davvero molto originale... mi è piaciuta molto questa intervista, si percepisce l'amore che lega Bianca con suo marito, proprio come l'amore che unisce Marco a Marianna ❤
    La risposta che più mi è piaciuta, oltre alla presentazione di Christian dove ci parla un pò della sua Bianca, è stata la numero 5 ovvero:
    - Com’è vivere con il marito di una scrittrice?
    Beh io non posso parlare per tutti. Ma sono casualmente capitata con un marito che è uno scrittore mancato. Uno storyteller, uno che le trame te le dice a colazione, e ti ha risolto i nodi prima di finire il caffè. Uno che tiene il filo di tutto, mi becca se devio dal discorso e se mi contraddico. I miei libri sono frutto di un lavoro di squadra. Quindi mio marito, che per inciso sei te, è un membro del mio team creativo. Non a caso i miei libri sono firmati con i nomi dei figli di entrambi. Perché quelle storie, esattamente come Bianca e Marco Nero, le abbiamo fatte insieme.
    Mi colpisce moltissimo la loro complicità, il loro amarsi ed aiutarsi sempre in ogni momento ❤
    Anche leggendo la risposta: Se amo qualcosa di loro, è ciò che ho preso in prestito da te.
    Mi è venuta la pelle d'oca ❤
    Comunque Glinda, da quanto ho letto a te è piaciuto tanto questo libro, io personalmente non l'ho ancora letto, ma è in lista perchè ho seguito alcuni BlogTour e letto tante recensioni positive, per cui mi sono innamorata di questo libro ancora prima di leggerlo ❤
    Stimo moltissimo quest'autrice, perchè la sua dolcezza e la sua umiltà sono una cosa rara da trovare oggi giorno ❤
    Provo a tentare la fortuna...Sarebbe un sogno poter avere la fortuna di vincere questo libro autografato, per la mai libreria sarebbe un onore ❤

    Partecipo al Giveaway ❤
    Di seguito ti elenco tutte le regole che ho scrupolosamente rispettato nel form :)
    Seguo il blog con il nome: Elysa Pellino
    La mia email: mora_1993_@hotmail.it
    Ho inserito nel form tutti i miei dati... NOME - COGNOME - VIA - CIVICO - CITTA' - PROVINCIA - CAP - CELLULARE. ❤
    Ti seguo molto volentieri su Facebook, Twitter, e Google+ con il nome: Elysa Pellino
    Mentre su Instagram con il nickname: e.l.i.s.a.93
    Seguo la pagina Facebook ed il profilo Twitter dell'autrice con il nome: Elysa Pellino
    Mentre il profilo Instagram dell'autrice con il nickname: e.l.i.s.a.93
    Ho taggato un amica sul post di Facebook " Eleonora Magnotta " spero di riuscire a rinnovare questo passaggio giornalmente :)
    Ho condiviso questo post su Facebook, Twitter, e Google+ in modalità ( PUBBLICA ) usando l'hashtag
    #AtelierDeiLibri #LultimaNotteAlMondo #BiancaMarconero e taggando un'amica :)
    LINK CONDIVISIONE FACEBOOK: https://www.facebook.com/elysa.pellino/posts/10210749540508389?pnref=story
    LINK CONDIVISIONE TWITTER: https://twitter.com/ElysaPellino/status/893936963576889345
    LINK CONDIVISIONE GOOGLE+: https://plus.google.com/u/0/104143485217744156564/posts/82GFVXthWbe
    - Su Instagram non ho condiviso perchè devo ancora imparare bene ad usarlo...
    Mi dispiace :(
    Quindi automaticamente non ho condiviso nemmeno il banner, perchè non ne ho idea di come si faccia :/
    - Ho completato il form in tutti i suoi campi, tranne la condivisione su Instagram, la condivisione del banner e il passaggio di Google Friend Connect perchè non sono iscritta :(
    - Ora vado a leggermi la tua recensione, sono super curiosa di scoprire le tue emozioni ❤
    Grazie per la partecipazione!!
    Buona Fortuna a Tutti ❤

    RispondiElimina
  10. Bellissima intervista!! Mi sono piaciute tutte le risposte, ma in particolare la 4 =)

    RispondiElimina
  11. Partecipo molto volentieri a questo blogtour! Trama molto interessante e intervista che mi ha fatto morire dal ridere 😂😂 mi immagino la scena di lui che la chiama e lei scocciata 'COSA?" 😂😂

    EMAIL : Alessandranekkina93@gmail.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Glinda,ho un problema, sono con il cellulare e sinceramente non so come copiare l'URL. Però sto condividendo su Facebook, Twitter, Google+,Instagram e Tumblr

      Elimina
    2. Spero si siano messi gli URL, condiviso anche su Google+ e Tumblr :)

      Elimina
    3. anche su Google+ e Tumblr :)

      Elimina
    4. Anche su Google+ e Tumblr :)

      Elimina
    5. Anche su Google+ e Tumblr :)

      Elimina
    6. Anche su Google+ e Tumblr :)

      Elimina
    7. Anche su Google +, Tumblr, Twitter e Instagram :)

      Elimina
  12. Complimenti per questa intervista. Bella l'idea delle domande fatte dal marito e bello il rapporto tra i due che trasuda da ogni parole. La seconda mi ha fatto troppo ridere! :D
    Partecipo volentieri come sempre!

    RispondiElimina
  13. ciao, partecipo molto volentieri. Bella intervista. Mi piace molto la risposta n 5, bello che collabora anche il marito.

    RispondiElimina
  14. Mi sono fatta un sacco di risate (l'intervista dal marito è top!) ed ho apprezzato questa intervista. Peccato che non vedremo mai Bianca Marconero...
    Detto ciò: io ci provo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne approfitto per una richiesta: Bianca, ti prego, fai approdare la​ serie di Albion su Kobo! Il primo volume c'è in spagnolo e francese, il secondo non c'è proprio. Ci sono solo le ultime novità della saga. Altrimenti non posso iniziare 😅 l'app Kindle da cellulare è piuttosto scomoda! Ti prego, cerca di perorare la causa!

      Elimina
  15. AIUTO FINANZIARIO, CONTATTACI: burdydominique7@gmail.com

    Un'opportunità di finanziamento per quelli che hanno progetti o altri bisogni di finanziamento personali, potete ora ottenere un prestito veloce per risolvere le vostre difficoltà finanziarie senza difetto.Molte soluzioni si offrono a voi con condizioni che facilitano la vita.È affidabile,sicuro e veloce.
    Email:burdydominique7@gmail.com

    RispondiElimina
  16. ahahahaha intervista meravigliosa...è un sant'uomo!!!ci vuole tanta pazienza alle volta ma direi che sono entrambi uno spasso ..mi piacerebbe proprio vederli in azione!!!
    mail patty_1986@hotmail.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. domenticavo la mia risposta preferita è quella della domanda numero 2"Dove sei quando ti chiamo per 5 volte e alla sesta mi rispondi seccata con un “cosa?”?" mi vedo già la scena ...uno spasso!!!

      Elimina
    2. Scusa Glinda ho dovuto rifare l'account google...stesso nome e tutto...non vorrei ci fossero problemi..

      Elimina
  17. Non so se ho fatto bene tutti i passaggi 🙈 la mia email è forzaferdy@gmail.com e la domanda che mi è piaciuta di più è l'ottava

    RispondiElimina
  18. Ahahah! Grande il marito di Bianca :) bellissima intervista e non vedo l'ora di leggere questo romanzo, dato che ho letto "Albion" anni fa e ho adorato la sua scrittura!

    Quindi... incrocing ditini!

    La mia email è: gina87@alice.it

    RispondiElimina
  19. bellissima intervista!!! un romanzo assolutamente da leggere! la mia email è valegrey80@gmail.com seguo come Rosa tea

    RispondiElimina
  20. la risposta che più mi piace è la prima sulla gelosia!

    RispondiElimina
  21. La risposta 7, penso che vada stampata a caratteri cubitali ed incorniciata!
    E' la perfezione

    RispondiElimina
  22. Ciao...Bellissima intervista!😊 Mi è piaciuta molto la risposta alla domanda numero quattro

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...