mercoledì 15 aprile 2015

Chiarimento. "Le streghe di Astor High" di Brittany Geragotelis è il primo o il secondo romanzo della serie?

What the Spell? (Life's a Witch, #1)
Cari ragazzi, devo scusarmi con voi per avervi fornito un'informazione sbagliata. La scorsa settimana vi ho parlato del romanzo "Le streghe di Astor High" di Brittany Geragotelis, commettendo un errorore: quello di non leggere la trama italiana. Andavo tremendamente di fretta quando ho aperto la comunicazione Piemme e non mi sono preoccupata di controllare la sinossi prima di scrivere l'articolo. Insomma, mi aspettavo sinceramente che fosse il primo della serie, perché chi penserebbe mai che una casa editrice scelga di pubblicare il secondo libro di una trilogia senza aver pubblicato il primo? 
Eppure è quello che è successo.
Mi dispiace infinitamente per non essermi informata meglio prima di parlarvi di questo titolo, causandovi grande confusione. Ma non avrei mai creduto che la Piemme potesse decidere di iniziare a pubblicare una serie a partire dal secondo libro. Certo, c'era un indizio che avrebbe dovuto farmi capire che qualcosa non andava. La cover del romanzo è in effetti quella del secondo libro della serie e non del primo. Ma ero convinta fosse solo una scelta infelice. Invece no. "Le streghe di Astor High" non è altro che "Life is a Witch", secondo capitolo della serie paranormal romance per YA omonima.
Non chidetemi quale motivazione possa celarsi dietro questa scelta editoriale, perché non ne ho idea. Quello che posso dirvi è che fortunatamente parre che i due romanzi in questione possano essere comunque letti nell'ordine proposto dalla Piemme. Il primo, inedito in Italia e intitolato "What the spell" (lo vedete in alto) può essere considerato come un prequel di quello che invece è uscito ieri e, avendo protagoniste diverse, entrambi sono considerabili autoconclusivi. Le due protagoniste dei romanzi si incontreranno poi nel libro finale, perciò diciamo che non è imperativo leggere i libri nell'ordine proposto dall'autrice. Certo, ci sarebbe da interrogarsi sulle scelte editoriali compiute dalla Piemme, ci sarebbe da indignarsi per una tale mancanza di precisione e coerenza e sarebbe anche il caso che io indossi il cappello da asino e mi metta in castigo dietro la lavagna per non aver fatto i compiti a dovere.
Per ricapitolare, dunque, quello pubblicato ieri dalla Piemme non è il primo romanzo della serie, ma il secondo. Tuttavia il primo, essendo un prequel, pare possa essere letto tranquillamente anche dopo. Nonostante questo, io non leggerò il libro in questione perché detesto questo genere di mosse commerciali che non sembrano avere né capo né coda.

Titolo: Le streghe di Astor High (Life is a witch #2)

Data di pubblicazione: 14 aprile 2015
Autrice: Brittany Geragotelis
Casa editrice: Piemme
Collana: Freeway 
Prezzo: 16,00 €
Pagine: 312



Hadley è la discendente della più potente strega di tutti i tempi nonché la ragazza più popolare del liceo Astor High. Quando sua madre viene uccisa dalla stessa congrega di streghe che assassinò la sua antenata durante i processi di Salem, Hadley decide di farla finita una volta per tutte con la minaccia che tormenta la sua famiglia da secoli, e dà vita a una battaglia epica, che sconvolgerà il mondo della magia per sempre. Peccato però che Hadley, malgrado la sua determinazione, si innamorerà del ragazzo sbagliato…



  
POTETE PERDONARMI PER LA SVISTA?

15 commenti:

  1. Ciao Glinda,
    anch'io sto leggendo poco in questi giorni, o meglio, ho il tempo di farlo solo dopo colazione, infatti mi vergogno un po' a dire che mi sto trascinando ancora Cancella il giorno che mi hai incontrato, ma, come ti avevo accennato, dal 1 aprile ho ripreso in mano il mio primo libro e stavolta mi sono messa in testa di autopubblicarlo, perché, mia carissima Glinda, francamente mi sono stancata di aspettare una risposta che non arriva, e sai perché non arriva? Il 27 marzo ho sentito l'agente lett e mi ha detto che non l'ha ancora guardato ... dall'8 dicembre ... Perciò, siccome voglio finalmente vedere i frutti di questo lavoro, ci sto lavorando giorno e notte, a volte mi capita di chiedermi "Ma che giorno è?" o "Ma è giorno o notte?". Lo sto riscrivendo, praticamente, dalla prima all'ultima parola, e se finalmente sta assumendo il corpo e l'anima che desideravo avesse, lo sai, vero, a chi lo devo ...?
    E, riguardo al libro che hai postato qui sopra, be', non è proprio il mio genere, anche se devo ammettere che adesso come adesso non mi dispiacerebbe affatto avere i poteri magici di una strega, vorrei avere una bacchetta magica e finire in un lampo il gran lavoro che invece sto facendo.

    Ti mando un abbraccione.

    RispondiElimina
  2. Mai sentito prima!! Spero non sia male :)

    RispondiElimina
  3. Sembra molto carino!!!!!! :)
    Certo il tema e la trama non sembrano proprio una novità però vedremo...un'occasione penso la darò :)

    RispondiElimina
  4. Lo stavo giusto per comprare in inglese, è una notizia fantastica! :)

    RispondiElimina
  5. wow, che meraviglia! mi piace moltissimo

    RispondiElimina
  6. Sembra interessante! *-*
    speriamo solo che non si trasformi nel classico cliché...

    RispondiElimina
  7. Sembra interessante! *-*
    speriamo solo che non si trasformi nel classico cliché...

    RispondiElimina
  8. Non ho capito perchè la Piemme abbia fatto questa cosa di pubblicare il secondo libro anziché il primo... Bah...

    RispondiElimina
  9. A volte gli editori mi lasciano basita!

    RispondiElimina
  10. Oh la piemme non si smentisce mai XD

    RispondiElimina
  11. Sono d'accordo con te Glinda, non lo leggerò!

    RispondiElimina
  12. Oh gesù! In effetti pure io avevo dato per scontato che il libro fosse il primo :/ Tante volte non leggo le trame italiane perchè spessono hanno la tendenza allo spoiler. Scelta bizzarra °°

    RispondiElimina
  13. Cara Glinda, non penso proprio che devi mettere il cappello da asino in testa ... e come spesso ormai mi ritrovo a dire davanti a certe cose ... no comment. E qui direi che ci sta eccome ... Non capisco decisamente il senso, perché, se uno non legge il primo, come fa a capire com'è nata la storia ...?! Giusto per citare una trilogia a caso ... provate a leggere Tienimi con te senza prima aver letto Non lasciarmi andare ... che cavolo di senso avrebbe?!?

    RispondiElimina
  14. Che stranezze..sinceramente avevo bypassato l'anteprima in quanto troppo adolescenziale e stravisto.. dire che ho fatto bene è poco! :\
    baci

    RispondiElimina
  15. mah.. come si/ci complicano la vita le CE *___*
    la trama mi piace e anche se ho qualche dubbio, lo metto in lista.

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...