sabato 14 aprile 2012

Recensione, Cinder di Marissa Meyer

Mentre fuori imperversa la tempesta, io mi appresto a parlarvi di uno dei libri più chiacchierati del momento, ovvero Cinder di Marissa Meyer, primo romanzo delle Lunar Chronicles, serie sci-fi che rivisita le più note favole riproponendole in chiave futuristica e distopica.

Titolo: Cinder, Cronache Lunari (Lunar Chronicles #1)
Data di pubblicazione: 13 Marzo
Autore: Marissa Meyer
Editore: Mondadori 
Collana: Chrysalide
Prezzo: €17,00
Pagine: 250
Il mio voto:

Cinder è abituata alle occhiate sprezzanti che la sua matrigna e la gente riservano ai cyborg come lei, e non importa quanto sia brava come meccanico al mercato settimanale di Nuova Pechino o quanto cerchi di adeguarsi alle regole. Proprio per questo lo sguardo attento del Principe Kai, il primo sguardo gentile e senza accuse, la getta nello sconcerto. Può un cyborg innamorarsi di un principe? E se Kai sapesse cosa Cinder è veramente, le dedicherebbe ancora tante attenzioni? Il destino dei due si intreccerà fin troppo presto con i piani della splendida e malvagia Regina della Luna, in una corsa per salvare il mondo dall’orribile epidemia che lo devasta. Cinder, Cenerentola del futuro, sarà combattuta tra il desiderio per una storia impossibile e la necessità di conquistare una vita migliore. Fino a un’inevitabile quanto dolorosa resa dei con- ti con il proprio oscuro passato. 




La mia recensione 



Letto con avida curiosità, Cinder è stato una deliziosa sopresa che mi ha colpita più che positivamente, conquistandomi fino in fondo. 
Le rivisitazioni delle fiabe sono sempre molto gettonate, ma l'idea di trasformare Cenerentola in un cyborg pareva alquanto azzardata e avrebbe potuto essere un totale fiasco. Contro ogni previsione la Meyer è invece riuscita a fare di Cinder un romanzo più che convincente e assolutamente ben riuscito sotto tutti i punti di vista! 
Quella di Marissa Meyer, più che una rivisitazione della fiaba, è una vera e propria storia a sé stante che solo in parte combacia con la favola di Cenerentola.

Questo brillante romanzo è ambientato in un futuro molto lontano, in cui il mondo ha subito profondi cambiamenti dal punto di vista geopolitico. Auto volanti chiamate "libranti", mediaschermi e androidi affollano le strade delle città e la Letumosi,  un'atroce pandemia simile alla peste, affligge la popolazione umana e cyborg della terra. Dall'alto i Lunari, popolo alieno dall'aspetto del tutto antropomorfo, continuano a minacciare i Terrestri con la loro imponente forza, militare e "magica", ricattando i grandi della Terra con impossibili proposte di alleanza.
In questo mondo del futuro incredibilmente ben studiato, la Meyer ha inserito Linh Cinder, metà bionica metà umana dal passato nebuloso, che si è guadagnata la reputazione di miglior meccanico di Nuova Pechino, lavoro con cui mantiene la sua matrigna e le sue sorellastre. Nonostante la sua gentilezza e il suo talento, la natura cyborg di Cinder le fa guadagnare continuamente occhiate cariche di odio e disprezzo che non le vengono risparmiate nemmeno in famiglia, dove le sue uniche amiche sono la sorellina Peony e l'adorabile robottina Iko.
Sin da subito colpisce la bella caratterizzazione che l'autice ha riservato a Cinder, personaggio adorabile e coerente, dalla spiccata ironia e dalla tenace forza d'animo, che le fanno superare con successo le insicurezze per la sua diversità e i problemi familiari. Iko, piccolo androide dalla personalità "difettosa", è uno dei personaggi che conquista maggiormente per simpatia e sfacciataggine e a cui ci si affeziona di più.


Intrighi politici, dialoghi divertenti e un'accattivante ambientazione orientale, catturano immediatamente l'attenzione, ma non si può dimenticare che si tratta della storia di Cenerentola, in cui non sarebbe mai potuto mancare un bel principe e un'irresistibile parentesi romantica.
 Quasi subito infatti sulla scena farà la sua comparsa il Principe Kaito "Kai", reggente del Commonwealth Orientale di cui Nuova Pechino fa parte. Fascinoso e attraente, Kai si dimostra sicuro di sè e totalmente incurante dell'attrazione che tutte le ragazze del regno provano nei suo confronti, ma che sembra avere un particolare debole per la semplice e impacciata Cinder. I loro destini vengono uniti da un incontro fortuito che innesca una serie di emozionanti e casuali  concidenze e conseguenze irreversibili. 
Nonostante il cuore di silicone di Cinder perda un battito ogni volta che sul suo cammino incrocia quello del Principe Kai, la cui vicinanza le fa andare a fuoco i circuiti, il romanticismo non è proprio una delle sue priorità. 
>La vita dell'adorabile cyborg infatti sarà investita da una serie di avvenimenti sconvolgenti e drammatici che faranno luce non solo sul suo passato, ma anche sulla sua vera e incredibile natura. 
Mentre la Terra subisce la minaccia della pericolosa Regina Lunare Levana, subdola e inquietante e meravigliosamente caratterizzata, Cinder dovrà vedersela con scelte difficili da cui potrebbe dipendere il destino dei Mondi.


Difficile non rimanere positivamente colpiti dalla bella storia a cui la penna di Marissa Meyer ha dato vita. La costruzione dell'intero universo in cui Cinder si muove e delle piccole sotto-storie che le vorticano attorno è davvero ben studiata e accattivante ed è coadiuvata da una bella narrazione in terza persona che offre una più ampia visione del complesso intrico creato dall'autrice. Momenti di pura ilarità si alternano a drammatici avvenimenti e scioccanti rivelazioni, dando vita a una travolgente giostra emozionale in cui è facile smarrirsi.
La bellissima caratterizzazione dei protagonisti pricipali e secondari mi ha completamente catturato. Oltre al bel temperamento di Cinder, che nella parte del ballo ha davvero stravolto l'immagine della classica Cenerentola emozionandomi e divertendomi molto, è impossibile non innamorarsi di Kai e del suo charme principesco, o di Iko e della sua ironia robotica. Ammetto di avere un debole per gli androidi e i cyborg e il modo in cui la Meyer ha trattato la questione "anima" e "personalità" di questi esseri bionici mi ha davvero soddisfatta. 
Altro fattore imprescindibile in questo romanzo è il vincente lato politico della storia, che è stato dettagliatamente curato e coadiuvato dalla bellissima figura dei Lunari, creature inquietanti e a volte spietate, come la brillante Regina Levana. 
Ho infine adorato la breve ma decisiva incursione di Raperonzolo nella storia! Sì avete capito bene Rapunzel, la principessa prigioniera dai lunghi capelli, ha una piccola parte in Cinder e sarà poi presente nei 3 libri futuri assieme a Biancaneve e Cappuccetto rosso!

Verdetto: un'adorabile storia che rivoluziona e da nuovo lustro alla bella fiaba di Cenerentola!

26 commenti:

  1. Ma che bella recensione complimenti!!!non vedo l'ora di leggerlo!!!all'inizio ero un pò scettica su questo libro, invece leggendo la tua e le varie recensioni in giro per il web, mi sono ricreduta!!!mi aspetta leggerlo, cosi posso farmi una mia opinione, che sarà sicuramente positiva!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mary grazie! In effetti è un libro su cui in molti erano scettici, ma ti assicuro che è proprio bello! Quando lo leggi passa a dirmi se ti è piaciuto!

      Elimina
  2. Cavolo Glinda, che bella recensione. Si vede che questo libro ti ha colpito davvero tanto e non posso essere che d'accordo con te.
    Se ti va di passare da me, avevo fatto la recensione del libro un po' di giorni fa (ovviamente molto più corta e meno dettagliata della tua).
    Comunque sinceramente non vedo l'ora che escano i due libri seguenti, sperando che non ci vorrà un'eternità :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti mi è proprio piaciuto! Passo da te di sicuro e aspetto anche io con ansia i seguiti. Sai che si vocifera di un film? Io sarei troppo felice <3

      Elimina
  3. Io sono curiosa di "conoscere" anche Winter (Biancaneve) la figliastra della bellissima e perfida Regina Levana, mi è bastato sentirla nominare per farmi drizzare le antenne!
    Dal mio punto di vista la veridicità della storia in contrasto con la favola a cui dovrebbe ispirarsi è la cosa che ho maggiormente apprezzato di Cinder. Peccato che per Scarlet manchi un anno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, ma pure io! Visto il modo in cui ha proposto Rapunzel, un po' isterica e assolutamente incontrollabile, penso che Winter riserverà molte sorprese! Comunque sono d'accordo è una fiaba non fiaba, c'è un bel contrasto tra l'atmosfera fiabesca e il mondo truce in cui vive Cinder!

      Non farmi pensare a Scarlett, che mi vien da piangere!

      Elimina
  4. Sono davvero indecisa se acquistarlo. Mi hai stuzzicato l'appetito. il fatto è che devo completare un sacco di saghe :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', guarda, se sei una che non può resistere ti consiglio di aspettare perché ha un finale che lascia molto in sospeso...

      Elimina
  5. Splendida recensione, cara Glinda :D Lo prenderò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Quando lo leggi ripassa a dirmi che ne pensi eh!

      Elimina
  6. Bella recensione, Glinda. Lo voglio leggere, ma penso che aspetterò l'edizione economica. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che esca presto allora, la Mondadori è lunghetta in queste cose e non capisco perché! Altrove le edizioni economiche escono dopo qualche mese... qui una vita. :(

      Elimina
    2. Hai ragione, i tempi delle edizioni economiche sono troppo lunghi. Quando si tratta di libri (e non solo, purtroppo) l'Italia invece di fare un passo avanti ne fa due indietro. :(

      Elimina
    3. Già, ma direi che ALMENO riguardo i libri si potrebbe fare di meglio, non è così difficile secondo me.

      Elimina
  7. Io l'ho letto già un pò di tempo fa e anche a me è piaciuto molto. Divoro libri e penso che questo blog possa essere una fonte utilissima ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, sono felice che ti sia piaciuto e ancor più felice che ti sia unita a noi, nel mio piccolo angoletto di mondo libresco :P

      Elimina
  8. Da quando ho scritto la segnalazione su Fantasy Magazine, sono rimasta colpita dalla trama originale e anche dalla cover. La scrittrice ha avuto un'idea niente male, una cenerentola diversa dalle altre. ^_^ Non vedo l'ora di leggerlo, mi incuriosisce troppo!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ti dirò, la cover la trovo bella (capelli a parte), ma non adatta al libro. Sarà che mi ero affezionata a quella originale... comqune leggilo ti stupirà perché è davvero un libro unico!

      Elimina
  9. non l'ho letto! sembra un bel libro!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo è davvero, uno di quelli che non si dimentica!

      Elimina
  10. Awww dopo questa recensione devo assolutamente leggerlo!!! Però prima devo recuperare un bel pò di libri ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ti capisco, santo cielo! Ho così tanti libri da recuperare che se ci penso tremo... :D

      Elimina
  11. Nella libreria della mia città, c'è e non mi ha mai interessata particolarmente, ma da quando ho letto questa recensione, lo desidero con tutta me stessa! Non vedo l'ora di averlo!

    RispondiElimina
  12. E' un bellissimo libro, l'ho letto poco tempo fa e devo dire che l'ho adorato. Non vedo l'ora di leggere il secondo.

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...