mercoledì 16 novembre 2016

Recensione "Lezioni di seduzione" di Chiara Venturelli



Ho atteso questa pubblicazione con grandi aspettative e quando finalmente ho potuto stringere tra le mani questo libro, non ho potuto resistere: ho dovuto leggerlo immediatamente. "Lezioni di seduzione" di Chiara Venturelli è il New Adult che tutte le amanti del romance, ma non dell'eccessiva sensualità che popola questi romanzi, dovrebbero leggere. Ma vi saprò dire di più nella mia recensione spoiler free!


Data di pubblicazione: 26 maggio 2016
Titolo: Lezioni di seduzione
Autrice: Chiara Venturelli
Editore: Centuria
Pagine: 304



Iscriversi al corso di teatro è stato un errore. Ma vedersi assegnare il ruolo di Catherine, la protagonista, è una vera catastrofe per Elizabeth. Soprattutto perché la «star» maschile è Jack: bello, brillante, popolare. Tutto il contrario di lei, insomma, e come se non bastasse un vero stronzo. Tra i due volano subito le scintille, e la commedia romantica Lezioni di seduzione sembra un disastro annunciato.
Quando ci si mette di mezzo la magia del palcoscenico, però, chi può dire cosa succederà? Pian piano, mentre la dolce e maliziosa Catherine conquista il suo William, le cose tra Elizabeth e Jack cominciano a cambiare, la finzione e la realtà si intrecciano. Complici una visita in famiglia a dir poco pericolosa, un’amica determinata, un ex fidanzato insistente e almeno due scomodi triangoli sentimentali, i colpi di scena sul palco e fuori si susseguono in un crescendo di equivoci. Che porteranno l’eroe e l’eroina a interrogarsi sui propri veri sentimenti, fino alla sera di una prima all’insegna dell’«improvvisazione»…
Un romanzo dolce, trascinante e divertente che mette in scena, è il caso di dirlo, le domande più profonde di ogni relazione: chi siamo quando ci innamoriamo, e di chi ci innamoriamo veramente? Forse anche la passione è un palcoscenico, e gli uomini e le donne soltanto attori? E, soprattutto, cosa sarebbe un grande amore senza qualche colpo di scena?


La mia recensione


«Voglio solo che sia chiaro che…» bisbigliò, direttamente al mio orecchio. Trattenni il respiro. «Quando ti bacio… quando ti sfioro… quando ti tocco… sono io. E voglio te.»

Molti di voi conosceranno l'autrice, Chiara Venturelli, come una delle regine di EFP, celebre sito di fanfiction che esisteva prima di Wattpad e di After (la mia recensione), ma che è stato il luogo in cui tante delle più amate autrici italiane contemporanee hanno mosso i primi passi. Fallsofarc, questo era il nick dell'autrice su EFP, è stata colei che ha nutrito i cuori di centinaia di lettrici per anni, fino a quando la sua opera, "Lezioni di seduzione" è stata selezionata dalla collana Talent di Centauria Libri
Dopo revisioni, tagli, rivoluzioni e aggiunte, per rendere la lettura nuova anche ai fan storici, la creatura di Chiara è diventata finalmente un libro. E che libro, aggiungere. Un'esordio in sordina, ma col botto, fidatevi. 
Ora, sapete che la sottoscritta non è più un'amante del genere New Adult. Dopo un'iniziale innamoramento verso il genere, mi sono presto scocciata dell'eccessiva presenza di drammi esistenziali ormai inverosimili, mescolati a una sensualità ai limiti dell'osceno. Capirete bene, dunque, che se io mi ritrovo a consigliare un romance New Adult, qualcosa di diverso nel libro di Chiara Venturelli deve esserci per forza. Cosa? 
Be', prima di tutto uno stile letterario che ti obbliga a voltare una pagina dopo l'altra. E poi una storia forse non innovativa, ma sicuramente dolce e irresitibilmente "reale". Certo, il dramma non manca, ma nemmeno l'ironia. E la sensualità c'è, naturalmente: è tangibile, la si respira in ogni frangente in cui i protagonisti sono assieme. Fortunatamente, però, il romanzo risulta essere deliziosamente casto. 
Se lo consiglio alle amanti del romance? Decisamente. Lo consiglio sia alle lettrici più giovani che a quelle meno giovani: non ci sono contenuti vietati ai minori, ma le emozioni non mancano di certo. Però sappiate che il finale vi lascerà con il cuore un po'... appeso? Essendo piuttosto aperto, avrete voglia di leggere di più, sicuramente.


«Ma tu… cioè William mi ha già mandata via. Le battute sono finite…» Mi stavo arrampicando sugli specchi e lo sguardo divertito di Jack non mi era d’aiuto.
«Liz, non si provano le cose a metà, soprattutto perché stai palesemente evitando di baciare William» spiegò, con sguardo serio.
«Non lo sto evitando!» mi difesi, con troppa enfasi perché suonasse convincente.
«Ok, allora baciami» mi sfidò, alzandosi velocemente dal letto.

La storia è narrata dal punto di vista della protagonista Liz, ragazza che frequenta il college in un'imprecisata città americana e che si scrive per sbaglio al corso di teatro dell'unversità. Poco male: quei crediti le faranno comodo e lei si limiterà a fare da tappezzeria, standosene zitta e buona al suo posto. In fondo è questo quello che fa di solito: si rintana in se stessa, chiudendosi a riccio, tutta studio e problemi con la figura materna. Ma il destino ha altri piani, ovviamente (inserire risata malefica). 
Quando il suo prof, che lei chiama amabilmente "Il pazzo" assegna i ruoli dei protagonisti dell'opera inedita e piuttosto piccante "Lezioni di seduzione" (da qui il titolo del libro), Liz non si aspetta che il suo nome venga urlato a gran voce. Non solo lei dovrà interpretare la sprovveduta Catherine, la quale si affiderà ai consigli del navigato dongiovanni William, per apprendere le arti amatorie, ma al suo fianco, come protagonista maschile, ci sarà l'odioso Jack. Un misto tra un arrogante playboy dagli sguardi affilati e dai mille silenzi, e un attore dal talento innato, capace di incantare tutti sul palcoscenico. 
Ora, c'è bisogno che vi dica che tra i due voleranno scintille sin da subito? Lui, Jack, che appare come il solito cattivo ragazzo, pensa che interpretare questo ruolo sia l'occasione della vita, quello per cui ha lottato strenuamente, qualcosa per cui ha rinunciato a tutto, persino all'approvazione del padre. Lei, Liz, che proprio come Catherine, non sa assolutamente in che modo prendere in mano la propria vita, amorosa e non. Sarà Jack a darle le lezioni che le servono per essere una buona attrice sul palco e, ovviamente, tra loro scatterà qualcosa. Un gioco d'amore e di tira e molla, coadiuvato dall'adorabile Rick, contendente in amore di Catherine ma anche di Liz, e dall'ex fidanzato Daniel, che non dimentica il passato. Vi chiedete come andrà a finire? Dovrete scoprirlo da voi, tra sorrisi, batticuori e tanta passione.
Catherine, per favore, aiutami tu. Pregai, a occhi chiusi.Sussurrai le battute più che recitarle ma il professore non ci interruppe, lasciando che William, preda della passione, mi sospingesse fino a quel solito, maledetto divano letto di scena. Nel momento stesso in cui le sue labbra si posarono sulle mie, dentro di me svanì ogni illusione, perché quello era Jack.
La prima cosa che ho pensato quando è finito il romanzo è stata: okay, dovrò minacciare l'autrice se non mi darà un seguito immediatamente. Perché, diciamolo subito, "Lezioni di seduzione" ha un finale molto aperto. E non è una cosa che amo. Non perché non mi piaccia immaginare il futuro dei protagonisti, ma perché mi piace avere più risposte. Tuttavia, trascorso qualche giorno, ho cominciato a pensare che, forse, quel finale non fosse poi così "malefico". Che immaginare io stessa un futuro per Jack e Liz fosse una cosa carina. E poi... be', l'autrice mi ha svelato che presto ci saranno soprese a riguardo, perciò mi sono messa l'anima in pace. Più o meno. Perché ora MUOIO dalla voglia di leggere quello che Chiara sta preparando per noi. Anche voi? Bene, soffriremo assieme.
Tornando al libro, che si legge tutto d'un fiato, posso dire che è quella ventata di leggerezza chick lit di cui, di tanto in tanto, si ha bisogno. Divertente, pieno di battute che sanno far ridere davvero, ma anche molto romantico. Un romanticismo di quelli che piace a me: pieno di ammiccamenti, tentazioni, giochi d'amore, ma mai opprimente a causa di una sensualità esagerata. Liz e Jack sono una coppia per cui è facile tifare, anche se, lo ammetto, alle volte mi sono trovata a parteggiare per il "terzo incomodo" Rick: un personaggio che ha molto da dire e che ha saputo convincermi più di una volta.
Mi è molto piaciuta l'evoluzione del rapporto tra i due protagonisti, il modo in cui entrambi sono cresciuti e hanno affrontato le loro paure, i loro conflitti interiori e quelli con le loro famiglie. 
Certo, mi sarebbe piaciuto che ci fosse un maggiore approfondimento nella caratterizzazione dei personaggi, ma non si può avere tutto dalla vita. Di sicuro si tratta di un libro d'esordio davvero ben riuscito, che sa incatenare alle pagine e darti tutto quello che un buon romance deve darti: dramma, batticuori, sorrisi, commozione, conflitti e un bel po' di dolcezza (che non guasta proprio mai). 


Verdetto: un dolcissimo romance

Livello sensualità: baci e qualche brivido

8 commenti:

  1. Grazie infinite! Sono felice che Lezioni ti sia piaciuto e che Rick sia il tuo preferito così la sorpresa in arrivo sarà ancora più gradita :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie a te! Io quella sorpresa l'aspetto come si aspetta Babbo Natale!

      Elimina
  2. Appena acquistato in versione kindle! Grazie Glinda è proprio il genere di cui ho bisogno in questi giorni per staccare la spina. Sono sicura che questo bel libro mi terrà compagnia nel week-end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felicissima! Spero ti sia piaciuto quanto a me <3

      Elimina
  3. Nnno...non mi ha presa.
    Purtroppo ci sono due fattori che non mi piacciono in una storia: i triangoli amorosi e qui ce ne sono addirittura due XD e il teatro che mi annoia come sfondo di lettura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe, mi spiace. Secondo me ti piacerebbe :)

      Elimina
  4. Se mi assicuri che non è uno di quei soliti NA mi fido :)

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...