lunedì 7 gennaio 2013

Recensione Colpa delle stelle di John Green

Uno dei libri più chiacchierati e lodati al momento è sicuramente Colpa delle stelle di John Green e io non potevo lasciarmi scappare l'opportunità di leggerlo. Dopo averlo acciuffato l'ho divorato in un boccone e devo ammettere che le lodi sperticate che ha ricevuto sia in patria che nel mondo sono indubbiamente meritate.

Datai di pubblicazione: 10 Ottobre 2012 
Dove comprarlo: LaFeltrinelli.it
Titolo: Colpa delle stelle
Autore: John Green
Traduzione: G. Grilli
Editore: Rizzoli
Prezzo: 16.00 €
Pagine: 360


Se il cancro che ti hanno diagnosticato a dodici anni, a sedici sembra in regressione è un miracolo. Ciò che la giovane Hazel ha imparato a proprie spese, però, è che i miracoli si pagano: mentre lei rimbalzava tra corse in ospedale e lunghe degenze, il mondo correva veloce, lasciandola indietro, sola e fuori sincrono rispetto ai coetanei, con una vita in frantumi i cui pezzi non si incastrano più. Un giorno però il destino le fa incontrare Augustus, affascinante compagno di sventure, che la travolge con la sua fame di vita, di passioni, di risate. Ma come un peccato originale, come una colpa scritta nelle stelle sotto cui Hazel e Augustus sono nati, il tempo che hanno a disposizione per stare insieme è un miracolo, e in quanto tale andrà pagato.



La mia recensione

Mentre leggeva, mi sono innamorata così come ci si addormenta: piano piano, e poi tutto in una volta.
Ci sono libri che affondano così tanto nel tuo cuore, da rendere quasi impossibile l'impresa di parlarne a qualcuno. Diventano parte di te, si radicano in un angolo privato della tua anima protetti dai giudizi e dagli sguardi altrui. 
Colpa delle stelle è uno di quei libri e per me è davvero difficile riuscire a trovare le parole per descriverlo a voi. Tuttavia supererò le mie remore e proverò a recensirlo senza lasciarmi trasportare dai sentimenti.
Appartenente al meraviglioso filone dei romance contemporanei per giovani adulti, "Colpa delle stelle" è un romanzo autoconclusivo che racchiude una storia straziante, romantica e indimenticabile. 
John Green non ha solo scritto di una bellissima e romantica storia d'amore, ma anche della lotta di un gruppo di ragazzi contro un tremendo nemico: il cancro.
Si tratta di un libro dai forti contenuti che potrebbe toccare e nel profondo chi, come me, ha subito una grave perdita, ma è indubbiamente un romanzo che merita di essere letto. John Green è uno dei migliori autori che di cui io abbia mai letto e se dovete iniziare a conoscerlo, allora fatelo leggendo Colpa delle stelle.


Ma Gus, amore mio, non riesco a dirti quanto ti sono grata per il nostro piccolo infinito. Non lo cambierei con niente al mondo. Mi hai regalato un per sempre dentro un numero finito, e di questo ti sono grata.

Hazel Grace ha sedici anni è sta morendo. A causa del cancro i suoi polmoni sembrano aver dimenticato come si respira e una serie di macchine e bombole d'ossigeno svolgono il lavoro al loro posto.
Hazel è forte, cinica, intelligente e pienamente consapevole della propria situazione, ecco perché sin da subito ci si ritrova ad adorala senza remore. La morte è parte di lei da troppo tempo per spaventarla sul serio ed è solo per tranquillizzare i genitori che decide di unirsi a un gruppo di sostegno per ragazzi ammalati di cancro.
Lì, tra una confessione e un dramma, Hazel incontra Augustus Wathers: bello da paura, divertente e in remissione. 
L'ostinato interesse che Augustus dimostra per Hazel, spinge la protagonista a riscoprire i piccoli e irresistibili piaceri della vita e dell'amore.
Hazel è una granata che potrebbe esplodere da un momento all'altro, una ragazza in punto di morte che è costretta a lottare contro se stessa per sopravvivere, eppure Augustus non può fare a meno di volerle stare accanto. 
Assieme Augustus e Hazel imparano ad amare, a sfidare la vita, a rincorrere i propri sogni senza fermarsi d'avanti a nulla. Due anime gemelle possono affrontare qualsiasi cosa, passare attraverso qualsiasi difficoltà, sopportare qualsiasi avversità. 
Ma, quando il destino giunge per riscuotere la propria ricompensa, l'amore potrebbe non essere un'arma abbastanza forte per combatterlo.

La gente dirà che è una cosa triste lasciare una cicatrice più piccola, che saranno in pochi a ricordarla, che sarà stata amata in modo profondo, ma non a vasto raggio. Ma non è triste, Van Houten. È magnifico. È eroico. Non è questo il vero eroismo? Come dicono i medici: primo, non fare del male.

Colpa delle stelle è un romanzo doloroso, per certi versi sconvolgente e davvero molto realistico ma, incredibilmente, questo è anche un libro deliziosamente spassoso. Per quanto la storia raccontata dall'autore sia straziante e abbia un'innata capacità di lasciare il lettore con il cuore a pezzi, gli occhi arrossati per le lacrime e un vuoto nel petto, ciò che stupisce è il modo in cui riesca a far ridere di gusto nonostante gli argomenti affrontati. Da un libro che racconta la storia d'amore di due ragazzi ammalati di cancro ci si aspettano lacrime e dolore e, vi assicuro, Colpa delle stelle ha molto da offrire in questi ambiti, ma certo non ci si immaginerebbe di ritrovarsi a ridere senza sosta per le brillanti battute dei protagonisti.
John Green è semplicemente un genio della caratterizzazione e per quanto la sua visione degli adolescenti sia un tantino utopistica - i suoi sembrano essere tutti decisamente colti, sagaci e maturi -, non ci si può non innamorare dei personaggi che ha creato. Sia Augustus che Hazel, per non parlare dei personaggi secondari come Isaac o Van Houten, sprizzano carisma e originalità da tutti i pori e sono in grado di insegnare qualcosa al lettore, lasciando un segno indelebile del loro passaggio.
Colpa delle stelle è un romanzo sulla morte, sulla crudeltà di una malattia che ti divora facendo di te uno spettatore del suo scempio, sulla necessità di essere ricordati anche dopo essere scomparsi e sul dolore di chi resta. Ma, incredibilmente, questo è anche un divertente romanzo sull'amore in tutti i suoi aspetti, sulla bellezza dell'essere vivi e giovani e sulla necessità di vivere oggi il tuo giorno migliore.




Verdetto: una lettura superba, un romanzo che non si scorda mai

Livello sensualità: solo baci e qualche brivido 

Compralo cliccando sulla cover

54 commenti:

  1. Ce l'ho nel mio Kindle e spero di poterlo leggere presto! Meravigliosa recensione, come sempre!

    RispondiElimina
  2. John Green è, come hai detto tu, un genio della caratterizzazione, ma soprattutto non credo di aver mai letto un autore che comprende gli adolescenti così profondamente.
    Non sono riuscita a finire Colpa delle Stelle, lo ammetto. Ma non certo perché non mi è entrato dentro, mi è entrato dentro fin troppo e gli argomenti trattati li senti troppo vicini. Magari un giorno ci riuscirò. In compenso di John Green ho letto Looking for Alaska, che ti consiglio vivamente se non l'hai letto ancora e ami come me quest'autore :)

    RispondiElimina
  3. Ho già letto "Città di carta" e ho adorato Green! Anche se so già che mi spezzerà il cuore questo libro, non vedo l'ora di leggerlo! *-*

    RispondiElimina
  4. Fin da un sacco di tempo io amo alla follia quest'autore. Ho letto tutto ciò che ha scritto: Teorema Katherine, Will ti presento Will, Città di Carta, Let it snow, Cercando Alaska. Ma nessuno di questi è stato tanto profondo e straziante quanto esilarante e divertente come The fault in our stars.
    Concordo con tutto ciò che hai scritto, anche se io non vedo Hazel e Augustus come personaggi utopici..almeno non al 100 per 100!

    RispondiElimina
  5. Bellissima recensione!! :)
    aspetterò il periodo giusto per leggerlo!!

    RispondiElimina
  6. Una recensione stupenda, davvero.

    The Fault in our Stars l'ho letto quest'estate in originale e mi è rimasto nel cuore. Non è però il libro che ho amato di più di Green -non c'è davvero una ragione, solo che non mi ha trasmesso le stesse emozioni di quando ho letto Looking For Alaska, il mio preferito, [ma magari era anche solo il momento sbagliato]. In ogni caso rimane un romanzo meraviglioso.

    RispondiElimina
  7. Bella regensione Glinda! Adoro la capacità di modulare i toni in un autore quindi seguirò il tuo consiglio, visto che non ho mai letto niente di John Green inizierò con "Colpa delle stelle".

    RispondiElimina
  8. Ho da poco finito di leggere questo libro e la penso esattamente come te.
    è stupendo,stupendo,stupendo <3
    Bellissima recensione :)

    RispondiElimina
  9. non sapevo che fosse tanto discusso come libro, sinceramente lo avevo aggiunto alla mia lista perchè mi ha colpito tanto la copertina ... lo leggerò a breve! mi incuriosisce parecchio

    RispondiElimina
  10. Non ho dubbi che sia un capolavoro e nn vedo l'ora di leggerlo!

    RispondiElimina
  11. Che bella recensione, fa veramente venir voglia di leggerlo...

    RispondiElimina
  12. Utopia.
    Chi ha veramente "contatti" per forma diretta o indiretta con tale angusto argomento, non toccherà mai questo libro (possibilmente lettore maggiorenne).
    Ovviamente non è diretto a te Glinda (anche io scrivo recensioni su siti web e leggo quanto posso, dunque capisco la necessità), bensì su chi specula su tale argomento ingiustamente, facendo soldi su argomenti delicati e dolorosi per più del 51% della popolazione italiana (dati 2013).
    Schifo totale su queste storie irreali (dove -minorenni in Italia- protagonista e co-protagonista sono caratterialmente forti per fantascienza) e inesistenti da cui son stati tratti addirittura film (allucinante se non direttamente imbarazzante).
    Ribadisco, nessuna colpa sia data a te...
    sono io schifata e inorridita da certi argomenti trattati con superficialità che purtroppo conosco bene.
    Ci sono casi di parenti e amici che si ammazzano alla notizia che qualche caro sia malato di cancro, figurarsi due adolescenti quanto possano reggere la notizia (salvo immaturità e superficialità datat dall'età).

    Questi libri non andrebbero ne letti ne recensiti, basterebbe una mano sul cuore.
    Solo i curiosi, felici morbosi, potrebbero esserne attratti.
    Mio modesto parere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti rispondo per esperienze personale.
      Ho visto il mio migliore amico morire di cancro a 13 anni e posso dirti che il "carattere forte" l'ha avuto fino alla fine, e non per fantascienza. La notizia di un cancro non la regge un adulto come non la regge un adolescente ma c'è chi riesce ad essere "forte" e ad "andare avanti" fino alla fine.Anche nel momento in cui sa che sta per morire.
      Personalmente non credo sia un voler speculare su questo male.. è un voler far conoscere meglio questo male..
      Io stessa ho avuto e ho tutt'ora problemi di salute.. si non è un cancro ma l'adolescenza passata tra neurologia e neurochirurgia ti porta a fartelo venire il coraggio, perchè altrimenti non ce la si farebbe.. soprattutto conoscendo persone con storie ancora più dolorose e delicate.. persone a cui ti affezioni e che il giorno dopo non ci sono più..
      Sinceramente? se qualcuno scrivesse un libro, un romanzo o uno YA sulla mia "malattia" io ne sarei felice. Perchè finalmente la gente potrebbe finalmente capire (forse).
      Ti consiglio di leggere La formula chimica del dolore di Cardaci.

      Chiedo scusa a Glinda per il papiro ma l'argomento è una cosa che mi tocca e mi sentivo di dover rispondere.
      Per quanto riguarda la recensione concordo assolutamente su tutto.E sono intenzionata a leggere anche gli altri libri di quest'autore.

      Elimina
    2. Concordo con Arianna. Tutto è assolutamente soggettivo. Io sono stata a stretto contatto con questa malattia per più di cinque anni ed ho visto mia sorella gemella morire a 15 anni, ma ciò non vuol dire che non voglia toccare l'argomento, anzi un'esplorazione come quella di John Green mi è davvero utile per cercare di sbloccarmi e farmi andare avanti con la vita.
      E' un eccellente narratore e credo che, come ha detto Arianna, i malati di cancro sono felici del fatto che John Green abbia scritto un romanzo sulla loro malattia perché Colpa delle stelle non parla solo di quanto è terribile e di come fa soffrire. Ma parla dell'accettazione e della voglia di vivere e d'amare.

      Elimina
  13. (dove -minorenni in Italia- protagonista e co-protagonista sono caratterialmente forti per fantascienza)

    Forti per fantascienza???
    Chi dice una cosa del genere non ha mai passato un giorno al 7° piano dell'istituto dei tumori di milano (pediatria).
    Tutto si può dire tranne che i bambini malati non siano forti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo assolutamente.
      L'età non è che un numero, se uno è minorenne non vuol dire che non possa avere la forza di combattere. E' un'assurdità.

      Elimina
    2. Concordo pienamente.
      Riesco ad essere addirittura più forti degli adulti molto spesso.

      Elimina
    3. Concordo.
      Mia sorella era la persona più forte che io abbia mai conosciuto e, quando ho tempo, cerco sempre di andare a trovare dei bambini/ragazzi/adolescenti/adulti malati di cancro negli ospedali perché mi danno forza.

      Elimina
  14. Questo libro mi ha uccisa, le ultime pagine le ho lette piangendo e speravo in un finale a sorpresa, in cui Agustus usciva fuori dicendo che era tutto uno scherzo, perchè non poteva essere vero quello che era successo.
    Mi ha uccisa ma l'ho amato, mi ha fatto vedere le cose da un'altra prospettiva e quando qualcuno mi chiede di consigliare un libro, ''Colpa delle stelle'' è sempre la mia prima scelta.

    RispondiElimina
  15. Bella recensione, sono indecisa, lo ammetto.
    Temo di ritrovarmi a piangere come una fontana come mi è capitato con 'Proibito', libro bellissimo che mi ha spaccato il cuore in due.
    Per ora prendo nota del titolo.
    Grazie!

    RispondiElimina
  16. Stupenda recensione cara mi hai fatto venir voglia di leggerlo grazie <3

    RispondiElimina
  17. Stupenda recensione cara mi hai fatto venir voglia di leggerlo grazie <3

    RispondiElimina
  18. Non ho mi piace tanto leggere romanzi sul cancro, ma la dolcezza di questo che hai recensito mi ha riempito il cuore. Sarò ben felice di leggerlo, grazie! :)

    RispondiElimina
  19. Davvero una bella recensione.
    Mi sono chiesta più volte se riuscirei a leggerlo, è un argomento delicato e che mi ha toccata da vicino anni fa e per cui ho sofferto molto.
    Però sento parlare molto bene di come Green sia riuscito a scriverne e ormai sono decisa più che mai a leggerlo. ^^

    RispondiElimina
  20. Non conoscevo questo romanzo ma poi hai iniziato a parlarne e con te altre blogger ed i giudizi sono tutti positivi per cui sono curiosa di leggere questa storia così emozionante che affronta un argomento forte come il cancro.

    RispondiElimina
  21. La recensione è toccante, non oso immaginare quanto possa essere commovente il libro! La tematica è attuale e molto drammatica, non deve essere stato facile affrontarla non perdendo di vista l'ironia. Mi piacerebbe tanto leggerlo.

    RispondiElimina
  22. John Green ha trattato un tema così delicato con tale bravura... Anche solo leggendo la trama si riesce ad intuire come sia riuscito a raccontare la vita di migliaia di malati di cancro, che hanno una grande voglia di vivere e godersi a pieno la vita nonostante tutto. I protagonisti (come già detto da alcune persone prima di me), non si comportano assolutamente in modo innaturale e da 'finti eroi'. Ci sono molti malati che cercano di ignorare questo problema enorme, vivono cercando di integrarsi e di recuperare ciò che hanno perso.

    RispondiElimina
  23. nn volevo leggere questo libro ma grazie a questa recensione mi sono detta be xche no----dopo averlo letto invece mi sono detta xche nn l ho letto prima bellissimo libro consigliatissimo!!!

    RispondiElimina
  24. Devo leggere questo libro da tantissimo, ma non lo trovo mai in libreria :( Mi ispira davvero tanto, la trama è WOW! *^* Sò già che quando lo leggerò piangerò molto :'( Ma io sono masochista quindi non vedo l'ora di soffrire :D
    -Dany :)

    RispondiElimina
  25. Oddio, che trama, da lucciconi agli occhi! E le tue cinque stelle non possono che invogliarmi a leggerlo! LO ammetto, sono un po' masochista, mi piacciono moltissimo queste storie...Ho amato "Io prima di te" di Jojo Moyes, credo che amerò anche questo :)

    RispondiElimina
  26. è da molto che voglio leggerlo e la tua recensione mi ha incuriosito ancor di piu'! deve essere mio!

    RispondiElimina
  27. Libro semplicemente straordinario! riesce a prenderti in un modo assolutamente unico, ti lascia un segno indelebile. L'ho adorato e non vedo l'ora di vederlo al cinema!

    RispondiElimina
  28. La tua recensione come sempre è magnifica *.* è una vita che ho messo questo libo nella lista spero vivamente di leggerlo prestissimo!!!!

    RispondiElimina
  29. Bellissima recensione! *-* Traspare, chiaramente, il tuo amore per questo libro e soprattutto le emozioni che hai provato leggendolo :)
    Ogni tanto, tra un libro e l’altro, anche a me piace leggere libri così (alimento il mio lato masochista xD). Sento parlare sempre benissimo di questo libro e mi è venuta una voglia matta di leggerlo! >.< Sicuramente piangerò come una fontana ma sono sicura che ne varrà la pena! Sarà assolutamente tra le mie prossime letture ;)

    RispondiElimina
  30. Io adoro le tue recensioni, sembrerà una cantilena ma è così. Sai toccare le corde più profonde del cuore e farle vibrare forte. Pur non avendolo letto mi sembra di sentire tutte le sensazioni sulla pelle. Brava!

    RispondiElimina
  31. Hai colpito nel segno. Tutto ciò che hai scritto è esattamente ciò che ho pensato io una volta finito questo superbo romanzo.

    RispondiElimina
  32. adoro il tuo blog e le tue recensioni, si percepisce con quanta passione lo fai e ci trasmetti molte e emozioni. Sono curiosa di leggere questo libro. la trama mi intriga molto...bacio Je

    RispondiElimina
  33. "John Green è semplicemente un genio della caratterizzazione."
    Ecco perché mi incuriosisco sempre di più. ECCO. Io amo quando dei libri sono ben caratterizzati *^*

    RispondiElimina
  34. Questo libro. Secondo me è un gioiellino nell'ambito degli YA ma allo stesso tempo trovo che sia un libro indirizzato non solo ad un pubblico di lettori giovani ma a tutte le età. Grande John Green.

    RispondiElimina
  35. Ho letto già molte volte questa recensione e credo che sia un libro da avere nella libreria. Da come ne ho sentito parlare, credo che classificarlo Young Adult sia riduttivo. Ironia e drammaticità in uno stesso libro sembra contraddizione, ma sono sicura che per John Green non lo sia.

    RispondiElimina
  36. Una recensione veramente bellissima (e sono seria) per un libro veramente bellissimo. Stavo per rimettermi a piangere nel rivivere le emozioni dei protagonisti. Non ci sono aggettivi adatti a descriverlo a dovere...

    RispondiElimina
  37. Più ne sento parlare e più me ne innamoro...devo assolutamente leggerlo :) E' un tema piuttosto difficile da trattare...sono molto curiosa di scoprire come l'ha affrontato questo autore che purtroppo non ho ancora avuto il piacere di conoscere!

    RispondiElimina
  38. Una delle mie prossime letture!!!!! *.*

    RispondiElimina
  39. Una delle mie prossime letture!!!!! *.*

    RispondiElimina
  40. Non ho ancora letto nessun libro di John Green, e mi sento così in colpa per questo motivo! Ho sentito parlare benissimo di quest'autore, e soprattutto di questo romanzo :')

    RispondiElimina
  41. ho letto solo questo romanzo di John Green e ne sono rimasta piacevolmente colpita. Ho adorato il modo in cui ha caratterizzato ogni personaggio, ha descritto ogni scena, ci ha accompagnati per mano a conoscere le emozioni e il dolore di questi giovani ragazzi. Ho, in particolare, apprezzato 2 immagini:
    -l'invisibile sigaretta
    -Amsterdam
    Un bel libro, che merita di essere letto, non solo perchè a breve uscirà il film.

    RispondiElimina
  42. Ho intenzione di leggerlo molto molto presto, perché mi sembra fantastico, la trama è magnifica... e la tua recensione ha fatto, come sempre, aumentare la mia voglia di leggerlo!

    RispondiElimina
  43. È un libro veramente fantastico ma soprattutto commovente, indescrivibile.

    RispondiElimina
  44. Ecco,questo libro per me è Il Libro.
    Non faccio altro che rileggerlo,so ormai quasi tutte le pagine a memoria.
    E' incredibile come un libro possa entrarti dentro cosi,incredibile come sono incapace di parlarne a qualcuno ! Colpa delle stelle per me è come Un'imperiale afflizione lo è per Hazel, e non ci sono parole tante belle per descriverlo. Lo amo ,lo amo e lo amo

    RispondiElimina
  45. Questo libro è fantastico per il fatto che esprime la realtà della vita con una prosa cruda che ti fa male e ti commuove fino alle lacrime (unico libro per cui io abbia mai pianto) ma è proprio questa la sua blezza... sto autore è un genio!!

    RispondiElimina
  46. Purtroppo non sono mai stata una tipa che sopporta alla grande il dolore, che sia fisico, o mentale, o figurato. Questo libro lo amo, come amo i protagonisti e come sono curiosa di sapere cosa succederà poi a Hazel, ma credo che proprio come nel libro dovrò deciderlo io. Figurarmela in qualche modo. Ma non sono riuscita a portare a termine la lettura. Dopo il discorso di Hazel Grace non ce l'ho fatta e ancora oggi non trovo il corraggio. Magari tra un pò di tempo ci riuscirò.
    xx

    RispondiElimina
  47. من المعروف ان تنظيف المنازل من بين اهم الخدمات الضرورية في التنظيف والترقية بمنازلنا الى مصاف المنازل العصرية والتي عرفت تنظيفا عصريا من شانه ان يوفر لساكنته ظروفا حياتية راقية ولابد من توفر هيئة تختص في المجال مع تقديم ضمانات متكاملة من شانه ان تجعل الافراد يضمنون نجاح خدمة التنظيف ولا حاجة للمزيد من ضياع الاموال عبر طلبات خدمة تنظيف المنازل التي لا تلبي حاجياتهم ولا تتماشى مع رغباتهم لأن العديد من شركات تنظيف المنازل تسعى فقط الى عرض خدماتها عبر طرق ترويجية فحسب من اجل كسب المال فقط دون مراعاة الوازع الاخلاقي والضمير المهني الذي يحتم على مدراء مثل هاته الشركات ان يسعوا خلف ارضاء العملاء ليس اكثر من هذا عبر اتقان تنظيف المنازل .
    ومن اجل اثراء الواقع الخدماتي الذي يدخل في اطار تنظيف ونظافة المنازل اردنا ان نساهم معكم في ذلك، وذلك بالإعلان عن الخدمات المميزة في هذا المجال والتي ترفع شعار تنظيف المنازل والتي تحولت الى وجهة حقيقية يطلب خدماتها الالاف من عملاء تنظيف المنازل وكلهم امل ويقين وقناعة بالمستوى الراقي الذي تحققه الشركة لهم من جودة في تنظيف المنازل سرعة في تنظيف المنازل ,ضمان في تنظيف المنازل، انية في تنظيف المنازل، وهذا كله راجع لما تملكهمن امكانيات هامة في المجال من افضل اليات تنظيف المنازل، ارقى وسائل وإمكانيات تنظيف المنازل، جميع ارقى وأفضل مطهرات المنازل والتي ساعدت في انتشار تلك الشركات على نحو واسع من مناطق المدينة المنورة حتى اصبحت متداولة بين كل العملاء والواقع الميداني يشهد على صحة ما نقول عبر المنازل التي عرفت عمليات تنظيف واسعة النطاق ساعدت في رضا ملاكها بصورة متكاملة من الضمان.
    شركة تنظيف شقق وفلل بتبوك

    شركة نقل عفش بالطائف

    شركة تسليك مجارى بالطائف

    شركة تنظيف شقق بالطائف

    شركة تنظيف مجالس بالطائف

    شركة مكافحة حشرات بالطائف

    شركة تنظيف منازل بالطائف

    شركة تنظيف خزانات بالطائف

    شركة عزل خزانات بالطائف


    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...