martedì 26 aprile 2011

Teaser Tuesdays #3

"Teaser Tuesdays" 

Continua questa carinissima rubrica che voi tutti sembrate molto apprezzare, inventata dal blog Should be Reading!

Le regole sono semplicissime, e la cosa più bella è che tutti possono partecipare, anche voi  lettori nei commenti, e condividere con noi i vostri teaser! La cosa che adoro di più è proprio leggere tutti i vostri piccoli estratti che mi fanno venire una voglia pazzissima di leggere tutti i vostri libri!
Ecco le regoline!

  • Prendi il libro che stai leggendo;
  • Aprilo in una pagina a caso;
  • Condividi un breve spezzone di quella pagina ("Teaser")
  • Attento a non fare spoiler!!
  • Riporta anche il titolo e l'autore così che i tuoi lettori possano; aggiungere il libro alla loro wishlist se sono rimasti colpiti dall'estratto.
Andiamo un po' a vedere cosa ho scovato io oggi!

Da Insatiable-Vampiri a Manhattan di Meg Cabot

 <<E se io ti dicessi che sono un vampiro?>> le chiese Lucien, tracciando un piccolo cerchio sul dorso della sua mano.<<Mi odieresti?>>
<<Be' saresti un pessimo vampiro>> commentò Meena, ridendo.
Lui inarcò le sopracciglia. <<Davvero?>>
<<Ma certo>> confermò senza smettere di ridere. Quindi depose il bicchiere, liberò la propria mano da quella di lui e gli afferrò la cravatta, tirandosi verso di lui con tutto lo sgabello, finchè le sue ginocchia non furono tra le sue cosce. <<Hai avuto molte opportunità di mordermi, la notte dei pipistrelli, e poi ancora nel grande, buio, isolato museo. Ma non l'hai fatto. Non pensare che non l'abbia notato.>>




Che ne dite... niente male, vero? 
Qual'è ivece il vostro Teaser?

8 commenti:

  1. Senza lasciare tempo al panico si liberò della materia torbida che gli impediva di vivere. le confessò che non passava un istante senza pensare a lei, che tutto quanto mangiava o beveva aveva il sapore di lei, che la vita era lei a ogni ora e ovunque, come solo Dio aveva diritto di esserlo e che il godimento supremo del suo cuore sarebbe stato morire con lei.

    Dell'amore e di altri demoni di G. García Márquez, l'ho finito stamattina in realtà, ma mi è piaciuto molto! Grazie per esserti legata al mio blog, mi piace molto il tuo, ottimo per prendere spunti nuovi :D

    alla prossima
    Julia

    RispondiElimina
  2. Bè io sto leggendo un libro di denucia sull'industria alimentare...e visto che è un pò brutale non è il caso che ne pubblichi qualcosa! Quando leggerò qualcosa di più "normale" voglio anchio partecipare a questo gioco!!

    RispondiElimina
  3. appena vincerò un libro parteciperò! ciao

    RispondiElimina
  4. bellissimo questo blog
    ti seguirò con immenso interesse

    RispondiElimina
  5. Ciao, Glinda! Ecco il mio teaser:

    "Sarajevo aveva smontato le sue Olimpiadi. Via le bandiere, via i grossi cartelli pubblicitari destinati agli stranieri.La città sembrava una casa quando gli ospiti se ne vanno. Era ancora più bella, raccolta nel suo silenzio, nella sua parsimonia."

    Da "Venuto al mondo" celeberrimo romanzo di Margaret Mazzantini, che ho da poco iniziato ^^

    RispondiElimina
  6. è l'ultimo libro che ho finito di leggere lunedì, trattasi di "In pezzi" di Osanna Brugnoli.
    ....i miei occhi sono ancora chiusi e mi sembra di lievitare sopra il letto. Ora sono sulla collina di Poli, nella radura dove c'è una grande quercia su cui ho inciso tanto tempo fa il mio nome, anche se non riesco a leggerlo. Sono sospesa nell'aria e più mi avvicino e più le lettere prendono forma, quando finalmente riesco a leggerle l'albero si è ormai trasformato in una lapide. Sopra non c'è il mio nome inciso, ma un epitaffio: "E' stato bello vivere, ora è tempo di morire".
    Che strano, è la mia tomba. E' una visione terrificante, eppure sono serena.Anzi. avvicinandomi di più provo quasi una sensazione di (pag.51)

    mi auguro di aver rispettato tutte le regole, ciao e buona giornata

    RispondiElimina
  7. Delizioso questo scambio.... Ma devo ammettere che ormai mi basta un vampiro e un po' di romanticismo e sono già conquista!

    RispondiElimina
  8. "Il grande segreto che sta dietro agli avvenimenti e alle cose del mondo, e che ci circonda, diviene a volte visibile o sensibile come un'ombra, mentre noi parliamo con una persona, ci troviamo in un paesaggio, oppure quando, all'improvviso, sono i fiori o gli oggetti a parlarci".

    da All'ombra del gatto nero di Marina Alberghini ed. Mursia

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...