martedì 9 gennaio 2018

"Novecento nel Duemila": L'Espresso porta in libreria in grandi successi del 900 da non lasciarsi sfuggire!


Nel frenetico mercato dell'editoria, sono migliaia le opere di narrativa che ogni mese vengono pubblicate e messe in vendita nelle libreria di tutto il mondo. In questo marasma in continua evoluzione, a volte persino le opere più meritevoli finiscono in secondo piano, col concreto rischio di venire dimenticate prima di arrivare al grande pubblico e avere una chance di riscuotere il successo dovuto. Per questo ho deciso di parlarvi dell'iniziativa editoriale "Novecento nel Duemila" (qui la pagina ufficiale), ideata dal gruppo L'Espresso per proporre ai lettori una raccolta di piccoli gemme letterarie pubblicate nel corso del 900 e che per qualche motivo non hanno avuto l'attenzione che meritavano, almeno fino alla loro riscoperta in tempi recenti grazie al lavoro di appassionati e al tam tam della rete.
Ad aprire questa raccolta sarà l'emblematico romanzo "Stoner" di John Williams. Il libro narra della sfortunata vita di William Stoner, figlio di contadini che, negli Stati Uniti del primo 900, riesce a sfuggire al massacrante lavoro nei campi diventando un professore universitario. Il suo amore per gli studi letterari non lo affranca però dalle numerose vicissitudini professionali e sentimentali che condizionano la sua vita. Pubblicato per la prima volta nel 1965, il libro riuscì a vendere appena duemila copie prima di sparire dalle librerie per quasi quarant'anni. Dopo la sua ripubblicazione nel 2006, il passaparola in rete e il lavoro di traduttori appassionati hanno aiutato il romanzo a riemergere dal dimenticatoio, riscuotendo critiche positive e il favore dei lettori, che solo in Italia sono stati oltre 100.000.

I volumi saranno in edicola ogni sabato con la Repubblica e l'Espresso a €9,90. Potrete trovare il calendario delle pubblicazioni incluse nell'iniziativa sulla pagina dedicata, insieme alle informazioni per recuperare gli arretrati che vi fossero sfuggiti. Tra i numerosi titoli interessanti vi segnalo in particolare il frizzante "Zia Mame" di Patrick Dennis, ritratto delle rocambolesche avventure di una ricca ed eccentrica signora newyorkese tra gli anni '20 e gli anni '50, e lo struggente "Suite Francese", opera postuma di Irène Némirovsky, la cui drammatica storia ha commosso milioni di lettori e ispirato il film omonimo con Michelle Williams.

#Letteratura2000 


NON SO VOI, MA IO ADORO QUESTO GENERE DI INIZIATIVE! CHE TITOLO VI ISPIRA DI PIU'?

1 commento:

  1. Stoner è stato il romanzo con cui ho iniziato il 2017. Scriverci una recensione non credo abbia reso giustizia al capolavoro di John Williams, ma dovevo comunque esprimere il mio parere. Al di là del genere preferito, ogni lettore deve averlo nella propria libreria (e leggerlo).

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...