lunedì 11 giugno 2012

Recensione, Prima del Futuro di Jay Asher e Carolyn Mackler

Prima del futuro è un romanzo fantascientifico per young adult molto allettante che si legge con facilità e tutto d'un fiato
Chiunque avesse voglia di fare un tuffo nel passato e scoprire cosa sarebbe successo se nel 1996 due ragazzi avessero visto le loro pagine Facebook del futuro, può lasciarsi tentare da questa lettura leggera e autoconlcusiva!

Data di pubblicazione: 23 Maggio 2012
Autori: Jay Asher e Carolyn Mackler 
Traduzione: Marco Rossari 
Titolo: Prima del futuro
Editore: Giunti Y
Prezzo: 12,00 €
Pagine: 397
Il mio voto:



E’ il 1996, la velocità di connessione arranca rumorosamente a 56kb, la rete è quasi vuota, è ancora uno strumento per pochi, una sorta di nuova stregoneria tecnologica.
Emma e Josh si conoscono fin da quando erano piccoli, sono sempre stati amici inseparabili, poi Josh ha tentato di baciarla e le cose si sono complicate. è parecchio tempo che non si vedono, ma un giorno Josh si presenta a casa di Emma e le porge imbarazzato un cd rom per connettersi a internet, è arrivato a sua madre come omaggio, ma loro non hanno il computer. Emma invece ha un fiammante pc con Windows 95 e quando riesce finalmente a connettersi accade qualcosa di inspiegabile. Per una strana alterazione nella barriera spazio-temporale appare sullo schermo una misteriosa pagina bianca e blu, con una scritta sconosciuta: facebook. E c’è la foto di una donna sui trent’anni con un volto familiare, troppo familiare. Si è aperto un pericolosissimo portale sul futuro in grado di cambiare, in un’indimenticabile settimana di delirio, il presente, i sentimenti e il destino di Emma e Josh.
Una storia irresistibile che conquisterà chi è nato con facebook e prima di facebook. 


La mia recensione 

Prima del futuro è un romanzo decisamente light, capace di rendere piacevole un pomeriggio e strappare qualche sorriso
Scritto a quattro mani dagli autori Jay Asher e Carolyn Macker, il romanzo propone un'idea davvero molto originale le cui potenzialità però non sono state sfruttate a dovere. Il risultato finale, infatti, lascia un po' perplessi quasi come se il libro in sé, per quanto carino e apprezzabilissimo, manchi di emozioni palpabili ed eventi di una certa rilevanza.

La storia è narrata in prima persona e al presente storico dai punti di vista alternati di Emma e Josh, adolescenti Americani uniti da un rapporto di odio-amore che si troveranno a fronteggiare assieme una situazione alquanto singolare. Siamo nel 1996 e Internet è ancora un universo sconosciuto ai più, quando Emma scopre che tentando di accedere alla sua mail Aol (cari vechi tempi) quello che le si apre d'avanti agli occhi è tutto un altro mondo: il mondo del futuro. Ciò che l'aspetta nello schermo, infatti, non è la classica schermata di Aol, ma una ben più misteriosa pagina bianca e blu su cui campeggia la scritta Facebook e in cui si affollano un sacco di messaggi incomprensibile. L'unica cosa che Emma riconosce sullo strano sito appena scoperto è il suo nome e una sua foto in cui appare invecchiata di almento quindici anni: quella è la pagina Facebook della Emma del futuro.
Una volta aperto il vaso di Pandora, come ci si può facilmente immaginare, sarà impossibile richiuderlo. Verosimilmente Emma diventerà ossessionata da Facebook, dalla sua origine, dalla sua veridicità. E se fosse uno scherzo ben organizzato dai perfidi compagni di scuola esperti in informatica? Ma, domanda ancora più terrificante, se non fosse per niente uno scherzo? 
Spaventata e confusa, Emma si rivolge a Josh e assieme cominciano a scavare sempre più affondo nella questione, ma è quando sarà chiaro che non si tratta di una burla che le cose si metteranno davvero male.

Partendo dal presupposto che i due amici hanno un trascorso davvero doloroso alle spalle, fatto di amori non corrisposti e incomprensioni, è facile intuire che un pretesto di tale portata non solo li farà riavvicinare, ma farà volare una buona dose di scintille
Se da una parte troviamo un Josh inizialmente scettico, ma comunque felice dell'ipotetico futuro che lo attende, dall'atra abbiamo una Emma più scontenta ed egoista che mai, decisa a modificare l'infausto destino che le è stato riservato.
Con un sadismo da non sottovalutare gli autori hanno ben pensato di contrapporre il futuro dei due protagonisti: se il futuro di Josh sembra essere fantastico, quello di Emma è un totale disastro. Mentre per Josh si aprono nuovi orizzonti e nuove allettanti possibilità amorose, a Emma Facebook sembra poter offrire solo storie d'amore insoddisfacenti e lavori che sono una totale delusione. 
Ecco allora che avrà inizio una vera e propria lotta contro il destino, che spingerà Emma a compiere delle scelte spesso egoistiche al fine di potersi assicurare il futuro che ha sempre desiderato, costi quel che costi.
Tra amori, tradimenti, baci rubati e stralci di vita vera, Prima del futuro compie un interessante viaggio nella mente e nel cuore di due ragazzi del passato, ma che non sono poi così diversi da quelli del presente.

L'idea iniziale che Jay Asher e Carolyn Macker sono riusciti a creare per questo romanzo è davvero eccezionale. Tornare al 1996, anno di cui i nostalgici non possono che apprezzare le peculiarità, e porre due adolescenti difronte al proprio futuro è un esperimento a cui sinceramente io vorrei assistere. Ma pensare che, al cospetto della possibilità di poter cambiare in tempo reale ciò che avverrà tra quindici anni, due ragazzi si concentrino solo ed esclusivamente sulla sfera sentimentale è un tantino riduttivo. Eppure i due protagonisti di Prima del Futuro sembrano essere preoccupati solo di chi sarà la persona con cui sceglieranno, un giorno, di condividere il resto della vita.
Dal primo momento in cui Emma, personaggio poco sopportabile sin dall'inizio, si imbatte in Facebook, viene devastata dal sacro fuoco della ricerca della perfetta relazione amorosa, ossessione che la spinge a comportarsi da egoista e rivela lati tremendi del suo carattere. Passi per la ragazzina un po' troppo fissata con l'amore, ma quando anche Josh, personaggio dotato di pazienza infinita e spiccatamente razionale, comincia a crogiolarsi sul manovrare il presente per arrivare alla perfetta unione matrimoniale del futuro, il romanzo perde decisamente di credibilità. 
Ci si aspetterebbe che la possibilità di avere il futuro a portata di mano scateni una curiosità impellente di sapere come il Mondo sarà tra quindici anni, come se la passano le persone care, di conoscere la piega degli eventi.  Non che il tutto si riduca a una folle corsa al marito o alla moglie perfetta, no? 
Visto con occhio meno critico, Prima del futuro resta libro piacevole e spensierato, che di sicuro può essere apprezzato da un pubblico giovane.

Verdetto: un romanzo divertente, ma davvero poco fantascientifico!

7 commenti:

  1. Sono pienamente d'accordo con te .. un libro piacevole ma che non mi ha soddisfatta del tutto.. si poteva fare di meglio!

    RispondiElimina
  2. Buono a sapersi! Stavo per comprarlo, ma investirò meglio i miei soldi ;-)

    RispondiElimina
  3. Mi dispiace, contavo molto su questa lettura. Forse mi aspettavo troppo.. Dopo la tua recensione non credo che lo leggerò.

    RispondiElimina
  4. Ciao, so che non non c'entra niente, ma ti ho invitata a partecipare a un meme/gioco.
    Ecco qui il link: http://unbuonlibrononfinisce-mai.blogspot.it/2012/06/memegioco.html :) spero ti piaccia!

    RispondiElimina
  5. Io lo aggiungo lo stesso alla mia lista, vedremo in futuro se ne varrà veramente la pena o meno. Spero di sì. :D

    RispondiElimina
  6. Proprio oggi ho finito di leggerlo, è un libro stupendo che regala emozioni ma la parte davvero bella è il finale :)

    Bellissimooooooo

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...