giovedì 16 febbraio 2012

Recensione, Il circo della notte di Erin Morgenstern

Acquistato non appena è comparso in libreria, Il circo della notte di Erin Morgenstern è il romanzo stregato, e autoconclusivo, di cui tutto il mondo parla. Erroneamente definito "libro per young adult", nasconde al proprio interno un microcosmo di cui in molti si sono innamorati, prima tra tutti la Summit Entertainment che ha deciso di farne un film. 
Non un banale libro romance, non un semplice fantasy, non un romanzo che può essere letto da chi si aspetta azione o banalità, Il circo della notte é una lettura che non si dimentica.

http://2.bp.blogspot.com/-7ZeMb4EuZlo/TxluufMNb6I/AAAAAAAALMc/-RiyYYoidz4/s1600/il+circo+della+notte+rizzoli+ok.pngData di pubbliazione: 25 gennaio 2012
Traduzione: Marinella Magrì
Autrice: Erin Morgenstern
Titolo: Il circo della notte 
Prezzo: € 18,50
Editore: Rizzoli 
Pagine: 468  
Il mio voto:


Londra, 1886: il circo compare all’improvviso, senza annunci. Gli spettacoli cominciano al calar fdella notte e finiscono all’alba, quando il cancello chiude i battenti e i tendoni bianchi e neri spariscono alla vista. È Le Cirque des Rêves, il circo dei sogni, seguito da un esercito di appassionati disposti a tutto per vedere le sue straordinarie attrazioni: acrobati volanti, contorsioniste, l’albero dei desideri, il giardino di ghiaccio... Ma dietro le quinte due maghi, da sempre rivali, si sfidano per mezzo di due giovani allievi, Celia e Marco, scelti e addestrati al solo scopo di stupire e umiliare l’avversario. Contro ogni regola e aspettativa, i due si scoprono irresistibilmente attratti l’uno dall’altra: il loro amore è una corrente di elettricità più forte di qualsiasi magia e minaccia di travolgere i piani dei loro maestri e di distruggere il delicato equilibrio di forze a cui il circo deve la sua stessa esistenza.

La mia recensione 

Sognatori d'Italia unitevi: Il circo della notte è pronto a regalarvi il più onirico tra i viaggi che possiate scegliere di compiere. Chi si appresta a leggere questo brillante romanzo deve farlo senza preoccuparsi della destinazione e delle fermate intermedie, ciò che conta è l'intensa esperienza che racchiude in sé.
Erin Morgenstern è riuscita a dar vita a una creatura, incantevole e pericolosa in grado di lasciare il lettore senza fiato. Il suo Cirques des Rêves, Circo dei Sogni, è un intricato miscuglio di emozioni e magie, in cui bellezza e paura si fondono sfociando in qualcosa di unico e irripetibile.
La ricca narrazione in terza persona e al presente storico, incatena dal primo momento alla misteriosa storia che il romanzo custodisce e i brevi capitoli, in cui si alternano i diversi punti di vista di protagonisti e comprarse, alimentano la curiosità rispetto agli intrighi che si avvicendano di pagina in pagina.

Senza indugi la Morgenstern trascina i lettori negli sfarzi di una Londra in epoca Tardo-Vittoriana, tra cene di mezzanotte e Cospiratori sognanti che decideranno di impiegare la loro fantasia per la creazione di un Circo speciale: Le Cirques des Rêves, Il Circo della Notte, un dedalo di magiche attrazioni che vivono dal tramonto all'alba, lasciando un segno indelebile a chi vi assista.
Nessuno dei Cospiratori si aspetta però, che Il Circo della Notte diventerà lo sfavillante palcoscenico su cui verrà giocata una sfida mortale tra due giovani maghi, Marco e Celia, vittime innocenti delle scelte crudeli  dei propri precettori.
Marco e Celia, dotati di meravigliose abilità di manipolazione della materia, faranno il loro ingresso nel Circo in punta di piedi, stravolgendone però i meccanismi dall'interno per dare inizio alla loro magica partita.  
Impossibile descrivere la bellezza del circo in una recensione, così come improbabile è ipotizzare di riuscire a riassumere la portata della sfida a cui Celia e Marco prenderanno parte. Troppi tasselli e sotterfugi sarebbero svelati da un'analisi troppo profonda, togliendo a voi lettori il gusto di scoprirli a vostro modo.


Si tratta di una storia di carnale e bruciante desiderio, di illusioni che ammaliano l'anima, di scelte da cui dipendono i destini di molti e di incantevole magia che sconvolge i sogni ti chiuinque la sfiori. Una storia in cui Artisti dalle capacità incredibili e dalla personalità magnetica si avvicendano tra i vari capitoli, lasciando al lettore un senso di smarrimento e innamoramento perenne.  
Il lettore non è solo un semplice e passivo spettatore dello scintillante spettacolo di luci e ombre che il Circo offre ogni notte, ma, complice lo stile sognante ed effimero di Erin Morgenstern, diventa addirittura parte integrante del romanzo.
La Morgenstern ha saputo letteralmente gestire un intero Circo, che vive e respira, ma che, soprattutto, è pieno di personaggi secondari dal fascino irresistibile. Chi pensa di trovarvi una semplice storia d'amore, potrebbe subire una cocente delusione: l'amore è onnipresente ma non è il protagonista assoluto di questo romanzo.
Il vero, unico e solo protagonista della storia raccontata dalla Morgenstern è Le Cirques des Rêves, originale invenzione che soggioga il lettore in una morsa di incantevole stordimento fino all'ultima, suggestiva pagina.

Verdetto: un delizioso sogno ad occhi aperti che lascia senza fiato

15 commenti:

  1. Ohhhh che bella recensione! Stavo valutando di acquistarlo, tra l'altro l'ho trovato pure usato :) Direi che non ho più dubbi in merito: lo compro subito!

    RispondiElimina
  2. appena finirò Green mi dedicherò a questo libro. l'ambientazione circense mi ha incuriosito e l'ho acquistato appena uscito.
    quando ero piccola amavo molto il circo, ogni volta che ne arrivava uno in città mia madre mi accompagnava allo spettacolo pomeridiano. crescendo veramente la magia che il circo esercitava su di me è sparita lasciandomi solo una certa tristezza ogni volta che intravedo un tendone. chissà che questo romanzo non risvegli i sogni e l'incanto sopiti da qualche parte nel mio animo di bambina!!! attendo impaziente di mettere piede nel tendone del Cirques des Reves!!!

    RispondiElimina
  3. Lo sto finendo di leggere e direi che in parte concordo con te, Glinda^^ Farò presto anch'io la recensione per dare la mia opinione personale, spero la leggerai =) un bacio!

    RispondiElimina
  4. "...il più onirico tra i viaggi che possiate scegliere di fare."...ok mi hai convinta ^_^

    RispondiElimina
  5. Bellissima recensione! Sono contenta ti sia piaciuto, perché io l'ho trovato assolutamente magnifico *_*

    RispondiElimina
  6. io l ho appena letto e non ti nego con difficoltà,a me onestamente non è piaciuto,ho trovato la storia senza carattere,non mi è piaciuto per nulla,la storia d'amore in secondo piano,e non ho capito di che sfida si trattasse

    RispondiElimina
  7. @Deborah, è un peccato, ma in fondo è questione di gusti. Trovo che di carattere ne avesse da vendere, ma concordo sul fatto che la storia d'amore è in secondo piano, come o detto il protagonista è il circo. Be', la sfida viene chiarita anche sul finale, che evito di citare per non fare un torto a chi il libro non lo ha ancora letto...

    RispondiElimina
  8. devo dire che il circo ha il suo fascino!^__^ ero incuriosita dal libro proprio per questo! ma come sempre le tue recensioni aumentano la mia curiosità! poi i pareri contrastanti su questo libro mi invogliano a leggerlo! *__*

    RispondiElimina
  9. Libro assolutamente magnifico ** Originale, magnetico, onirico. Un romanzo che difficilmente lascia indifferenti e che chiama in causa il lettore, soprattutto nelle parti in cui è come se fossimo noi stessi a visitare il circo. Un vero e proprio gioiellino, che spero abbia il successo che merita ** (anche se trovo che agli adolescenti non possa piacere poi molto)

    RispondiElimina
  10. La tua recensione mi ha davvero inquriosito...la mia lista si allunga...

    RispondiElimina
  11. Mi ero persa questa recensione! Devo dire che questo libri mi incuriosisce da tempo, e ho letto un po' di tutto .. dalle persone piene di entusiasmo come te a quelle che proprio non l'hanno digerito! Certo che la tua recensione mi fa venir voglia di uscire per andare a comprarlo!
    Per ora lo metto in lista :)

    RispondiElimina
  12. Ero in ansia perchè aspettavo proprio un tuo parere per sapere se era il caso di acquistarlo ;P Sono proprio stufa di YA bruttti o mediocri (solamente) e poco appassionanti !!
    ... corro a comprarlo!
    buon week end!

    RispondiElimina
  13. Non sapevo nemmeno di questo libro e quando ho visto la copertina in libreria è stata lei a chiamarmi. Appena ho letto la trama me ne sono innamorata all'istante. Ho letto il libro tutto in un fiato e appena ho finito il libro ho subito sentito la mancanza di quella che è stata una fantastica avventura. Ammetto di essere rimasta un pochino delusa da come si è conclusa la storia, in un certo senso. Mi è dispiaciuto che loro due siano rimaste nelle sembianze di 'fantasmi'. Cioè che siano rimasti bloccati in quel mondo parallelo, ma allo stesso tempo il loro mondo. La nota positiva è che finalmente potranno rimanere insieme, lasciati in pace dall'intervento di due precettori egoisti.
    Sì, è stato proprio un bellissimo libro che non dimenticherò mai.

    RispondiElimina
  14. Beh che dire, se prima mi ispirava..ora mi affascina! :D
    E la copertina è semplicemente stupenda..

    RispondiElimina
  15. Ciao Glinda cara :D Arrivo un po' in ritardo nel commentare, perché mi ero ripromesso di leggere la tua recensione dopo aver letto il romanzo. Che dire, sono pienamente d'accordo con tutto!

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...