sabato 3 dicembre 2011

Recensione, Warm Bodies di Isaac Marion

Letto d'un fiato e amato con tutta l'anima, Warm Bodies di Isaac Marion è un libro  autoconclusivo unico nel suo genere, la cui idea di base è fonte di facili pregiudizi.
A prima vista e senza soffermarsi troppo sui contenuti, in effetti, si potrebbe immaginare che il libro racconti una macabra storia d'amore tra uno zombie e una ragazza.  I più prevenuti potrebbero pensare che sia l'ennesimo romanzo scontato in cui la creatura soprannaturale di turno, per quanto orripilante e sanguinaria,  viene ripulita e resa bella e glitterata.  
Be', sarete felici di scoprire che non è così.  Warm bodies è un romanzo ironico, profondo e a tratti geniale, che offre illuminanti spunti di riflessione pur raccontando di creature che masticano cervelli umani a colazione. 
Nessuna imbarazzante passione tra i morti e i vivi, nessuna situazione che ricopre la figura dello zombie di ridicolo, niente storie d'amore che ricalcano vecchi classici della letteratura romance. Solo un gran bel libro che lascia il segno.


Pubblicazione: 28 ottobre 2011 
Traduzione: Tiziana Lo Porto 
Titolo: "Warm Bodies"
Prezzo: 14,50 € 
Editore: Fazi
Pagine: 270
Il mio voto:


R è un ragazzo in piena crisi esistenziale: è uno zombie. Non ha ricordi né identità, non gli batte più il cuore e non sente il sapore dei cibi, ma nutre molti sogni. La sua capacità di comunicare col mondo è ridotta a poche, stentate sillabe, ma dentro di lui sopravvive un intero universo di emozioni. Un universo pieno di stupore, di nostalgia. Un giorno, mentre
ne divora il cervello, R assaggia i ricordi di un ragazzo. Di lì a poco, per lui cambierà ogni cosa; intreccia una relazione con la ragazza della sua vittima, Julie, e sarà per lui un’esplosione di colori nel paesaggio grigio e monotono che lo circonda. Perché l’amore per lei lo trasformerà in un uomo (e in un morto) diverso, più combattivo e consapevole. Di qui
avrà inizio una guerra feroce contro i suoi compagni d’un tempo, e una rinascita, le cui conseguenze saranno del tutto inimmaginabili…


La mia recensione

Libro d'esordio di Isaac Marion, autore che deve il suo successo al passaparola online riguardo al suo  racconto breve "I am a zombie filled with love", Warm Bodies ha nel suo piccolo rivoluzionato il mondo della letteratura urban fantasy/Young Adult. Letto con iniziale scetticismo, essendo la voce narrante quella di uno zombie in un non troppo avanzato stadio di composizione, questo romanzo è stato una bella sorpresa che mi ha conquistata pagina dopo pagina.

Marion racconta di un mondo post-apocalittico in cui la "piaga" degli zombie è  solo l'ultima fase di un cancro, in parte autoinflitto, che ha flagellato l'umanità. I pochi esseri umani "vivi" si sono rifugiati nei più grandi palazzetti sportivi creando delle vere e proprie "città-stadio", uniche roccaforti in cui è possibile sopravvivere. Fuori dagli stadi solo morte e distruzione, lamenti e suoni strascicati provenienti dagli zombie, oscene creature che arrancano ovunque in cerca di cibo. 
Gli zombie di Marion sono esseri in stato di decomposizione mossi solo dalla volontà di saziare la tremenda fame di carne umana, che scimmiottano con insistenza atteggiamenti e abitudini legate alla propria "vita". I morti viventi sono riuniti in gruppi e si comportano  un po' come una sorta di uomini primitivi, mossi solo dall'istinto primordiale di mangiare e sopravvivere.
Già da subito l'originalità dell'autore si rivela in tutto il suo splendore, con un umorismo inatteso accompagnato da una consistente dose di tragicità legata alla patetica  e malinconica esistenza degli Zombie. Quello dei suoi zombie è uno stato che da un nuovo significato alla classe dei "morti viventi", che vengono descritti come delle creature che un tempo sono state umane e degli umani conservano non solo l'aspetto ma anche alcuni tristi ricordi. Ricordi che li spingono ad agire in modo strano e irrazionale, facendoli diventare la caricatura degli individui di cui si nutrono senza sosta.


Tra di loro c'è R, "giovane zombie" con cui la morte, a detta sua,  è stata abbastanza clemente dal punto di vista estetico. Tra un pasto e l'altro, R non fa altro che  pensare e pensare, riflettendo sulla propria condizione e su quella delle altre creature che lo circondano. Forse perché non è morto da troppo tempo, forse perché il suo cervello non è ancora in avanzato stato di decomposizione o forse perché R è speciale, la sua mente continua a produrre pensieri razionali e profondi
Né lui ne il lettore può spiegare come sia possibile che R formuli certe riflessioni e, ovviamente, la quasi totale incapacità di articolare le parole che caratterizza tutti gli zombie, non aiuta di certo ad approfondire le condizioni dei suoi simili.
Marion riesce inaspettatamente  a far entrare R, un essere che senza problemi si nutre di cervelli umani, nel cuore del lettore, accendendo la scintilla della curiosità di scoprire che piega prenderà la sua "non vita" e divertendo con un ironia asciutta e non forzata. 
Pur essendo fossilizzato in una codizione che non prevede crescita e cambiamento, R  diverte e stupisce.
Tutto assumerà una nuova connotazione quando R si imbatterà nel pasto più importante della propria esistenza. 
Dopo aver assaggiato il cervello di Perry Kelvin infatti, in R succederà qualcosa di strano che lo legherà in maniera singolare a Julie Grigio, ragazza del defunto Perry. Una nouva consapevolezza, un nuovo flusso di pensieri e qualcosa di inatteso assalirà il cervello di R, qualcosa di molto simile all'evoluzione. Verso cosa o chi, lo si scoprirà attraverso meravigliosi e commoventi colpi di scena, che rivoluzionano gradualmente ma totalmente la figura degli esseri umani e quella degli zombie. 
Warm Bodies si è rivelato un poetico e singolare inno alla vita, alla rinascita e all'amore in generale, un libro che coinvolge e commuove, che spaventa e fa inorridire, ma che sicuramente non può essere dimenticato.



Isaac Marion è un autore dall'innegabile talento narrativo, capace di trafiggere con un sarcasmo spiccato e di commuovere con un innato senso della poesia. Warm Bodies è un libro dai forti contenuti, a tratti cruento e sanguinoso, a tratti schietto e rude. Raccontando di zombie è lecito attendersi scene abbastanza intense e altre tendenti al demenziale, ciò che non ci si aspetterebbe è la connotazione sentimentale che il romanzo assume con il prosieguo della trama.
Attraverso gli occhi velati di uno zombie incapacitato a parlare, Marion affronta i grandi temi della vita con profonda intensità. Ci si troverà a riflettere sulla condizione umana e sul vero significato dell'essere in vita, così come sull'irreversibilità della morte fisica e di quella morale e mentale. Con inattesi twist, Marion ribalta più volte le posizioni delle due fazioni protagoniste del libro, umani e zombie, rimodellandole entrambe al fine di inviare un forte messaggio che arriva al suo culmine con l'originale e coinvolgente finale del libro.

Certo, i "puristi" dei classici zombie potrebbero pensare a Warm Bodies come un libro parodia, che inficia e ridicolizza la creatura horror per eccellenza. Tuttavia, non essendo mai stato scritto prima d'ora un libro dal punto di vista di uno zombie ed essendo quelli di Marion proprio le classiche creature che ritroviamo anche nei vari film e telefilm zombeschi-ciondolanti, cannibali, catatonici e visibilmente in stato di decomposizione-chi può davvero affermare che nei cervelli quasi morti degli zombie non passi nemmeno un pensiero? E' bene dire che R non è lo stereotipo su cui Marion ha costruito la figura dei propri zombie, anzi è proprio il contrario. 
Invito tutti a superare i propri preguidizi dunque, e a riflettere sul fatto che il cambiamento  è alla base dell'essere vivi e non tutte le "rivisitazioni" in chiave moderna  di classiche figure fantastiche sono sempre negative. Il fantasy, lo dice la parola stessa, è un genere di fantasia dove nulla è prestabilito, dove tutto è concesso e tutte le scelte sono possibili, se ben congeniate.


Verdetto: uno dei migliori libri letti nel 2011, sorprendentemente bello.

50 commenti:

  1. Partecipo!Non ho mai letto libri sugli zombie e questo sembra ottimo per iniziare :)

    RispondiElimina
  2. La voglia di leggere questo libro è grande! All'inizio ero scettica, ma leggendo le recensioni che girano per i blog non ho potuto non cambiare idea! Speriamo bene! :)

    RispondiElimina
  3. Il primo incontro che ho avuto con questo libro è stato un paio di giorni fa alla Feltrinelli. Non riuscivo a separarmene, mi implorava di essere acquistato ed io purtroppo non potevo. Non sono mai stata scettica riguardo il tema anzi sono piuttosto aperta a qualsiasi tipo di novità. I libri sono un po' come le persone, no? non bisogna giudicarli dalla copertina, anzi...

    Girovagando per il web sono riuscita a trovare un estratto di Warm Bodies e ad immergermi finalmente nel mondo del "giovane zombie" R, inutile dire che quelle poche pagine di anteprima sono terminate fin troppo velocemente!
    Spero di poterlo avere presto tra le mani =)

    RispondiElimina
  4. Jessica, hai proprio ragione, giudicare questo libro a priori sarebbe un gravissimo errore! Capisco la tua "pseudo dipendenza" da questo libro scaturita già dal primo approccio, è bellissimo!

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Non ne ho dubbi!
    Purtroppo molti non riescono proprio a superare i pregiudizi. A tal proposito mi viene spontaneo citare un libro ancora molto discusso: Proibito di Tabitha Suzuma. Mi è stato impossibile non innamorarmi dei personaggi, della storia narrata, di quell'amore descritto in modo così delicato e totalizzante!

    Penso solo che chiunque dovrebbe dare una chance ad un libro, almeno provarci prima di emanare sentenze negative =)

    Mi dilungo sempre! comunque ne approfitto anche per farti i complimenti per il tuo blog, Glinda! molto efficiente e utile.

    RispondiElimina
  7. Non ho mai letto nulla a proposito di zombie, nemmeno il classico Frankenstein.
    Mi sembra davvero interessante e nuovo, sicuramente questo Marion ha centrato il segno.
    Chissà come potra essere il film =)

    RispondiElimina
  8. Aaaaa! Lo voglio assolutamente!! Leggo ovunque che è meraviglioso, in libreria ogni volta non lo trovo e nei giveaway...(lasciamo stare D: )
    Bellissima recensione Glinda, se prima avevo trovato recensioni belle ma non del tutto soddisfacenti, adesso posso dire di essere strastracuriosa di leggere il libro di Marion ^^
    Un salutone!**
    Grazie per questo ga!

    veronica

    RispondiElimina
  9. aspettavo solo la tua recensione per essere del tutto sicura che questo libro meritava di essere letto!!! di solito non amo gli zombie ma la storia che si dipinge più di romanticismo che di horror mi aveva colpito fin dall'incipit e sono sicura che la scelta di farne un film è più che adatta per un libro come questo!!
    spero di vincerlo! incrocio le dita!
    baci susi

    RispondiElimina
  10. Grazie per questo bel giveaway (siii, 2 copie! ^^)!! Ho provato a vincere questo libro su altri blog ma... evidentemente senza successo... Spero di essere fortunata questa volta perchè i commenti sono più che positivi quindi sarebbe un peccato non avere la possibilità di leggerlo!

    Elena Feltri

    RispondiElimina
  11. questo libro mi piace tantissimo... ma forse questo post ne svela un po' troppo ... confesso di non aver letto bene tutto perché non voglio togliermi il piacere di poter leggere il libro

    ;-)

    RispondiElimina
  12. Non partecipo perchè l'ho già letto, ma non posso che consigliarlo. Nonostante l'argomento Warm Bodies è un romanzo "vero" che non demolisce la figura dello zombie, ma gli dà solo respiro. Bello, bello! Complimenti per la rec!

    RispondiElimina
  13. Come non partecipare a questo fantastico giweaway!!! La recensione mi ha letteralmente conquistata per questo ti faccio tantissimi complimenti!!! :D Che dire "Warm Bodies" mi sembra un romanzo bellissimo, non solo per la trama, ma anche per le riflessioni che suscita sul senso della vita e dell'amore! Quindi voglio assolutamente leggerlo! Incrocio le dita e spero di essere fortunata!

    RispondiElimina
  14. "Warm Bodies si è rivelato un poetico e singolare inno alla vita, alla rinascita e all'amore in generale, un libro che coinvolge e commuove, che spaventa e fa inorridire, ma che sicuramente non può essere dimenticato."

    detto ciò, come si fa a non volerlo?
    la trama non mi diceva granchè...gli zombie non sono un genere che mi attira, ma se tu e Monica (books land) siete rimaste così affascinate da questo libro non posso far altro che fidarmi di voi... ^__^

    RispondiElimina
  15. Evviva!**
    ho un altra occasione per vincere questo libro così tanto desiderato!
    non ho avuto la fortuna, fino ad ora, di leggerlo ma.. chissa!

    RispondiElimina
  16. Uff, ho partecipato a tutti i give away possibili per vincere questo libro: finirò per comprarlo :'D La trama mi incuriosisce tantissimo; negli ultimi mesi mi sono appassionata agli zombie per colpa della visione di The walkind dead e ora non posso non voler leggere un libro così! :3 Sono veramente curiosissima! Anche perché ho letto solo recensioni entusiastiche di questa storia, non fate che alimentare tutti la mia curiosità!

    RispondiElimina
  17. Si direi proprio che gli zombie stanno cominciando a fare breccia nei nostri cuori!XD
    Contenta di sapere che anche questo libro sugli zombie sia bello!Allora tenterò la fortuna, chissà forse sono gli zombie che mi portano fortuna ah ah ah ;D
    E poi come perdermi una storia d'amore diversa da tutte le altre??Impossibile devo averlo!

    RispondiElimina
  18. fatto tutto.. sono un accanita lettrice, ho letto la trama e la recenzione e mi farebbe piacere poterlo leggere,, incrocio le dita ^^

    piukina81@gmail.com

    RispondiElimina
  19. mi mancava la storia d'amore tra uno zombie e una ragazza!!!sarei proprio curiosa di leggere come sarà gestita questa relazione e se durerà tra i protagonisti!!curiosa anche di scoprire come si svilupperà la rivolta tra R e la sua razza!
    minicicciola
    pisella84@hotmail.it

    RispondiElimina
  20. fatto tutto ti seguo come hegkles e su fb sono chiara ciofolo,partecipo perchè adoro leggere ed è sempre un piacere partecipare a questo tipi di giveaway!
    hegles
    hegles@inwind.it

    RispondiElimina
  21. Uno zombie innamorato che da battaglia alla sua specie.
    Non sembra molto stile horror e per questo mi piace molto molto di più
    Ciao grazie.

    RispondiElimina
  22. Ormai è da un bel pò di tempo che gli zombie stanno iniziando a spopolare nell'ambito letterario.
    E' vero spesso si giudica un libro solo dalla quarta di copertina e spesso lo si scarta a priori facendosi guidare dai propri pregiudizi...
    Anch'io, infatti, ero incerta su questo libro, ma dopo la tua recensione non ho più nessuna incertezza.
    Spero che anche questo "terzo" libro (terzo per me sul genere) sia una piacevole lettura.
    Oltretutto scade il 16 Dicembre...
    ... chissà, magari sarò fortunata e riceverò come regalo di compleanno Warm Bodies.
    La mia e-mail è: blake_16@hotmail.it

    Spero di aver compilato tutto e bene.
    Per il resto non mi "resta" che incrociare le dita.

    RispondiElimina
  23. Warm Bodies sta conquistando tantissimi lettori, per cui sono curiosa di testare di persona questa storia che mescola l'horror alla poesia e di conoscere l'unico zombie dotato di pensieri e di sentimenti. :-)

    RispondiElimina
  24. Lo devo avere! **
    è un sacco di tempo che spero di leggere questo libro
    chissà se questa è l'occasione giusta
    comunque ho condiviso qui

    http://www.facebook.com/profile.php?id=100003158307756&sk=wall

    RispondiElimina
  25. purtroppo non ho fb XD
    però provo a partecipare lo stesso!
    spero di essere fortunata

    RispondiElimina
  26. So inseguendo questo libro da un po' di tempo. Ho letto vari commenti entusiastici compreso il tuo e sono sempre più curiosa di leggerlo.
    R sembra un personaggio davvero intrigante, dalla recensione sembra avere tutte le carte in regola per conquistarmi.
    Spero di avere fortuna.

    RispondiElimina
  27. Io ho già letto il libro e quindi non commento perché anelo una copia gratis, ma solo per complimentarmi della tua analisi e della tua onestà intellettuale. Quando ho sentito parlare di Warm Bodies per la prima volta, la notizia della sua pubblicazione in Italia era stata associata alla produzione del film da parte della Summit, ed inevitabilmente l'ombra della terribile fenomeno che è la "Twilightification" lo aveva oscurato. Da purista dell'horror e fan sfegatato dello zombie vecchio stile, ho osato, l'ho comprato, l'ho letto e l'ho amato. Non mi prolungherò in lodi per il libro perché le tue 5 stelle hanno già detto abbastanza, e spero che possano andare di traverso a tutti i blogger e presunti tali che da perfetti dozzinali e qualunquisti, in giro per la rete hanno detto peste e corna di questo libro senza nemmeno averlo letto, facendo paragoni assurdi e disonesti, rendendosi fautori di bassi e ottusi pregiudizi. Tutte persone che in un mondo invaso dagli zombie potrebbero stare ben tranquilli, dato che i morti viventi cercano cervelli.

    RispondiElimina
  28. Oh debby,non ti preoccupare, è colpa della mia ingenua convinzione che tutti abbiano FB. Ovviamente puoi partecipare :)

    RispondiElimina
  29. Ho letto recensioni veramente interessanti su Warm Bodies. In realtà all'inizio non ero particolarmente interessata al libro ma leggere la tua recensione mi ha fatto cambiare idea e ho deciso di partecipare.
    La storia sembra decisamente originale, nonostante l'ombra minacciosa di Twilight, che a quanto pare sembra sbucar fuori ogni volta che esce un nuovo libro.
    Incrocio le dita, speriamo bene :)

    RispondiElimina
  30. Partecipo molto volentieri perchè voglio vedere come Isaac Marion riesce a mettere in piedi una storia d'amore tra uno zombie e un'umana... difficiletto...
    Comunque mi è piaciuta molto la recensione, quindi spero di essere fortunata!!!!!

    Marg

    RispondiElimina
  31. Partecipo, voglio leggere finalmente una storia di zombie, basta con questi vampiri (che amo)!
    La cosa più interessante è il rapporto umana - zombie.
    Nick: Creepsley/Josephine Creepsley
    E-mail: bettytheboss93@hotmail.it

    RispondiElimina
  32. Partecipo, ho scoperto che gli zombie mi piacciono da matti e mi ispira moltissimo questa storia di una zombie che pur non potendo parlare riesce comunque ad esprimere ciò che "sente". Incrocio le dita!

    RispondiElimina
  33. Mi sono informata, per quanto possibile, su questo libro: devo dire che la curiosità di leggerlo, scoprire come si evolve il personaggio e soprattutto vedere come è stato gestito il "problema zombie" continua ad aumentare!
    Vorrei proprio leggere, inoltre, di quell'evoluzione di cui hai parlato nella recensione :)

    RispondiElimina
  34. Non so perchè ma leggendo la trama di questo libro sulle labbra mi è sbucato fuori un sorriso. Mi sono immaginata questo "zombie" morto ovviamente che tutto d'un tratto riceve questa botta di vita, come so l'amore sa dare. Ahah!
    Mi sembra davvero carino. Voglio leggerlo!

    RispondiElimina
  35. Partecipo con entusiasmo, sono veramente curiosa di leggere questo volume e in giro ci sono solo critiche entusiaste di questo volume...anche nel tuo commento(leggendo questo articolo) l'hai descritto come un libro da leggere assolutamente...accrescendo in me la curiosità su questo libro!

    mail: giadacassar7887@gmail.com

    incrocio le dita!

    RispondiElimina
  36. *_* sono settimane che ho adocchiato questo libro e le recensioni che ho letto sono tutte davvero positive. Ammetto anche di aver dato una sbirciatina qua e la al libro e mi attira molto. L'unica cosa che mi ha fatto un pò storcere il naso e trattenuto dall'acquisto è il fatto che parli di zombi: non mi sono mai piaciuti abbastanza! Ma vista la tua recensione non posso che mettere da parte i pregiudizi e sperare di vincere :D

    RispondiElimina
  37. Partecipo!Praticamente lo sto inseguendo un po' ovunque!!!
    La trama del libro mi incuriosisce parecchio, uno zombie innamorato è una bella novità!E poi ho letto un sacco di pareri positivi quindi sono ancora più curiosa!
    Incrocio le dita XD

    RispondiElimina
  38. partecipo volentieri! la copertina e il titolo non mi ispiravano ma leggendo la tua recensione e vedendo il tuo entusiasmo non posso fare altro che cambiare idea!

    RispondiElimina
  39. Proprio ieri l'ho visto in libreria, questa cosa della narrazione da parte dello zombie mi aveva lasciata un po' perplessa quindi non l'ho preso, ma dopo questa tua entusiastica recensione non posso fare a meno di tenetare di vincerne una copia (:

    RispondiElimina
  40. non ho mai letto niente sugli zombie, quindi perchè non provare?
    come al solito la tua recensione mi invoglia a leggerelo subito all'istante!
    speriamo bene!

    RispondiElimina
  41. sembra un nuovo filone tutto da scoprire!
    mi appassionano molto i film e i videogames di zombie quindi visto anche la trama interessante non mi resta che leggerlo per capire se mi piace!

    RispondiElimina
  42. Ecco, un'altra recensione positiva di questo libro.
    Chissà come mai, ma anche io ero caduta nel (a quanto pare diffuso) "Pregiudizio facile".
    Questo libro mi è stato descritto come "Inno alla vita" (Cosa che, ho notato, hai scritto anche tu) e ora come ora, è quello che mi ci vuole.
    Purtroppo, i fondi per i libri mi sono stati tagliati, perciò devo ripiegare sulla biblioteca, godendomi ogni libro per quell'attimo fugace che è la lettura, senza poterlo riassaporare. Diciamo che vincerlo significherebbe averlo sempre con me :)
    Ho notato altri Giveaway, anche se dubito che vi parteciperò, ma questo in particolare mi ha convinta perché ho un episodio (nella mia fase pre-adolescenziale) che si ricollega agli zombie, perciò in un certo senso, sono già affezionata al libro :)
    Le tue recensioni sono, come sempre, esaustive al massimo!


    Ho parlato del tuo Giveaway nel mio blog:
    http://shining-books.blogspot.com/2011/12/giveaway-atelier-dei-libri.html

    RispondiElimina
  43. Gli zombie sono sempre stata per me la parte più spaventosa della cinematografia horror e... li ho sempre pensati anche un po' stupidelli. Pensara a uno zombie cmoe una voce narrante mi incuriosisce davvero un sacco e mi fa desiderare di leggere questo libro! Grazie per aver condiviso questa recensione :-D

    RispondiElimina
  44. Appena accendo il computer ogni giorno sento parlare di questo libro... Inizialmente non mi interessava ma vedo che tutti, compresi quelli che come me avevano pregiudizi su di lui, lo lodano a dismisura e adesso sono curiosa di leggerlo!

    RispondiElimina
  45. Ragazzi non potete immaginare da quanto tempo è che sto inseguendo questo libro!
    Questo è il centomilionesimo giveaway a cui partecipo dove viene messo in palio!ò-ò
    Speriamo che almeno questa sia la volta buona:)
    La trama mi piace tantissimo,voglio leggerlo a ogni costo!Se proprio non lo vinco me lo faccio regalare per Natale!xD

    mail: rinaldiroberta90@yahoo.it

    p.s-spero solo di aver compilato bene quel form!xDxD

    RispondiElimina
  46. Non ne posso più di leggere ovunque che questo libro è favoloso e non averlo!! =(
    Se dovrò aspettare di comprarlo, immagino debba passare un altro po' di tempo, ma se nel frattempo lo vincessi sarei di sicuro al 7° cielo. Ero convinta che mi sarebbe piaciuto dall'inizio, ora sono solo sulle spine da troppo!!! Lo voglio!!!! :p

    RispondiElimina
  47. Inseguo questo libro da un pò ad essere sincera :P la trama è molto carina ma la copertina fa pensare totlamente ad altro! io avendo sentito parlare molto bene di questo libro non mi faccio frenare al primo impatto! :):) sembra davvero un bel romanzo con personaggi differenti dai soliti esseri come vampiri, fate, lupi mannari ecc...

    RispondiElimina
  48. Allora... Vorrei davvero questo libro!!! Perché è diverso dagli altri...beh parla di zombie! (lo credo bene.xD) comunque il fatto è che leggendo la tua recensione ho avuto più voglia di leggerlo! Seguo Warm bodies da un bel po'!! E vedo che ha riscosso una notevole fama per la sua originalità! Quindi non devo perdermelooo!!!! La storia d'amore è delicata e dolce...=) cosa chiedere di più?! Ah.....poi adoro l'idea di questi zombie “razionali” !!! *-*

    p.s. Sorry...credo d'aver commesso un errore!quelle opzioni sopra dove dovevo mettere il nome per “mipiace” della tua pag e fazi ho messo Kimmy ma sono registrata con dark-jane.... xD

    RispondiElimina
  49. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  50. Io ho scoperto l'esistenza di questo libro soltanto con l'arrivo del film (prima ho visto il trailer). Quando ho scoperto che il film era stato tratto da un libro, per esperienza so che il libro è sicuramente molto meglio dell'adattamento cinematografico, così mi sono incuriosita e l'ho comprato (premesso che a me gli zombie fanno paurissima...maledetti videogiochi horror! XD)
    Risultato? Mi sono innamorata di questo libro, tanto da leggerlo due volte! Non mi sono fatta scoraggiare dai pregiudizi di alcuni miei amici che pensavano che fosse un "Twilight con gli zombie". Anzi, avendo letto anche quello, posso dire con assoluta certezza che sono due cose distinte e separate, ognuno con la propria storia e i propri argomenti. E sinceramente Warm Bodies mi ha colpito molto di più, specie perché mostra un soggetto di cui ho molta paura in un modo completamente diverso, facendomene quasi (e sottolineo QUASI) innamorare.
    Spero di riuscire a procurarmi il libro del prequel e, perchè no, attenderò con pazienza un eventuale seguito del libro!

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...