mercoledì 10 febbraio 2016

Recensione "Life and Death" di Stephenie Meyer



Ve ne ho parlato in anteprima quando la notizia della sua pubblicazione è stata divulgata, l'ho letto in un baleno appena è uscito in lingua e non potevo non recensirlo per voi. Non aspettatevi nulla di dettagliato, però: questa recensione sarà spoiler free, ma questo non vuol dire che mancheranno le sorprese!


Titolo: Life and Death, Twilight Reimagined
Data di pubblicazione: 14 Gennaio 2016
Dove comprarlo: LaFeltrinelli.it
Autrice: Stephenie Meyer
Editore: FaziLainYa
Prezzo: 15,00 €
Pagine: 859




Nello stato di Washington c’è la cittadina più piovosa d’America. La conoscono bene Edward Cullen e Bella Swan, i protagonisti di Twilight. Lei, dolce ragazza qualunque; lui, giovane misterioso con un segreto inconfessabile. La loro storia d’amore ha conquistato i cuori di tutti. Ma cosa succederebbe se i ruoli si ribaltassero? Se non fosse lui la creatura straordinaria, l’eroe meraviglioso dotato di capacità sovrumane ma… lei? Beaufort è un ragazzo alto e dinoccolato trasferitosi dall’Arizona. Quando incontra la bellissima Edythe, non sa che la fortissima attrazione che prova per lei potrebbe essere la sua rovina… Profondamente seducente e intriso di una suspense straordinaria, Twilight è diventato un classico moderno, ridefinendo i generi all'interno della letteratura young adult e dando vita a un vero e proprio fenomeno di culto.





Recensione



Di alcune cose potevo essere certo. Prima di tutto, Edythe era un vampiro. Secondo, una parte di lei mi vedeva come una preda. Ma in fondo, niente di tutto ciò aveva importanza. Quel che contava era che ero innamorato di lei, più di quanto avrei mai creduto possibile. Lei era tutto ciò che desideravo, l’unica cosa che avrei mai voluto.



Non l'ho mai tenuto segreto: sono una Twilighter incallita e impenitente da tempi immemori e non me ne vergogno. Ero solo una ragazzina quando mi sono imbattuta per la prima volta nella saga della zia Meyer e non ho potuto fare null'altro che innamorarmene perdutamente. Ora sono trascorsi dieci lunghissimi anni dalla pubblicazione del primo romanzo e Stephenie Meyer ha deciso di omaggiare i suoi lettori con una versione reimmaginata della storia, ma questa volta a sessi inversi. 
Per non fare confusione, è il caso che vi spieghi per bene di che si tratta. Life and Death, non è un romanzo a sé stante, né il seguito della saga, né tantomeno il tanto atteso "Midnight Sun" e nemmeno l'inizio di una nuova serie. Si tratta invece di una riscrittura di Twlight in cui non troverete il vampiro Edward e l'umana Bella, bensì l'umano Beau e la vampira Edythe ed è un libro AUTOCONLCUSIVO, che non lascia spazio a seguiti. 
L'autrice ha infatti più volte ribadito di aver voluto riscrivere la storia del primo e solo del primo libro a sessi inversi, per dimostrare che la tanto criticata Bella Swan non era un personaggio debole in quanto donna, bensì in quanto umana. Così ha divulgato una versione alternativa del celebre Twilight, cambiando le carte in tavola (anche se non di molto), aggiustando il tiro e regalandoci un finale del tutto inedito! 
Insomma, se avete amato la serie questo è un libro che non può mancare sui vostri scaffali. Se l'avete odiata Life and Death potrebbe convincervi che i Cullen non sono poi così male, a sessi invertiti. E se invece siete in dubbio, la mia recensione potrebbe darvi le risposte che agognate. In breve posso dirvi che, per quanto sia stato strano assistere ad alcuni momenti (come quelli in cui Beau è stato preso in spalla da Edythe per un giro a velocità turbo), Life and Death mi ha lasciato con il cuore colmo di belle sensazioni. Spero dunque che la mia recensione gli renda giustizia. Enjoy!

Le strinsi più forte la mano e fissai i suoi occhi dorati. «Tu sai già cosa provo. Sono qui perché preferirei morire con te, piuttosto che vivere senza di te». Mi resi conto che suonava troppo melodrammatico. «Scusa, sono un idiota».
«Già, proprio così», esclamò lei, con una risata. Anch’io iniziai a ridere. Era una situazione assurda, impossibile, e magica.
«Così, il leone si innamorò dell’agnello...», mormorò. Quella frase mi fece l’effetto di un’altra scossa elettrica.

Stesso posto, stesso scenario, ma dieci anni dopo e un protagonista diverso. Siamo a Forks, la cittadina più piovosa dello stato di Washington dove il pallido e impacciato Beauford Swan si è appena trasferito. Alto, allampanato e con una tendenza ossessivo compulsiva, Beau odia essere chiamato con il nome per esteso, malsopporta le troppe attenzioni delle nuove compagne di scuola e non resiste al fascino della famiglia Cullen. 
In fondo chi potrebbe restare indifferente al cospetto di tanta algida bellezza? Jessamine e Royal Hale, Edythe, Archie e Royal Cullen non passano certo inosservati: tutti splendidi, solitari e con gli occhi cangianti, attirano da subito la curiosità di Beau, che in men che non si dica si troverà coinvolto in uno scenario davvero surreale. 
Quella che appariva come una sonnolenta cittadina, infatti, nasconde segreti incantevoli e terrificanti. Tra le sue strade umide di pioggia serpeggiano temibili vampiri assetati di sangue che lottano contro la propria natura di assassini, tenuti a bada solo da un branco di imperiose donne lupo
Ma l'amore si sa, può sconfiggere ogni ostacolo: anche quello rappresentato dalla costante minaccia di essere attaccato dalla propria ragazza. Sì, perché tra la bellissima Edythe, vampira centenaria votata al vegetarianesimo, e l'umano Beau scatta una scintilla che non può essere sopita da nulla. Né dal pericolo di infrangere regole che potrebbero porre fine al patto che consente alla famiglia Cullen di vivere indisturbata a Forks, né dalla minaccia che altri vampiri, molto più feroci, mettano in predicato la vita di Beau. 
Perché quello tra Beau ed Edythe è un amore incontenibile, fatto di suggestioni e legami che superano il normale. E così, tra colpi di scena e semplici momenti di pura passione, i due si trovano a lottare contro tutto e tutti pur di proteggere il sentimento sbocciato tra loro. 
Life and Death è un viaggio alla riscoperta di un romanzo senza tempo, che offre una nuova visione della storia e riserva non poche soprese. Preparatevi a un finale mozzafiato, completamente diverso da quello di Twilight!

La luce brillava sulla sua pelle, danzando in piccoli arcobaleni iridescenti sul viso e il collo, lungo le braccia. Splendeva tanto che fui costretto a socchiudere gli occhi, come quando si tenta di fissare il sole.
Fui sul punto di inginocchiarmi. Tanta bellezza incitava alla devozione. Era per qualcosa del genere che si costruivano templi e si facevano sacrifici. Avrei voluto avere qualcosa da offrirle, ma avevo le mani vuote, e cosa mai avrebbe potuto desiderare una creatura divina da un mortale qualunque come me?

Leggere Life and Death per me è stato un po' come tornare nella mia vecchia casa. Tra le sue pagine ho trovato la ragazzina che dieci anni fa si innamorò di Forks, di Edward e della bella narrazione della Meyer.Tuffarsi nuovamente nell'universo creato da questa autrice è stata un'esperienza unica, memorabile e commovente come solo un ricordo sa essere. Perciò, se vi state chiedendo se consiglio o meno di leggere questo libro agli amanti della serie, la mia risposta è sì. Assolutamente sì. 
Ma attenzione: fatelo con la consapevolezza che si tratta di una riscrittura a sessi inversi e non di un romanzo ex novo. Questo vuol dire che nonostante tutti i personaggi, tranne i genitori di Bella per questioni puramente logiche che non sto qui a spiegarvi, abbiano subito una variazione di genere e nonostante i piccoli ritocchi che la Meyer ha fatto alla trama, la storia non è dissimile da quella che conoscete. Tranne per il finale, ovviamente, che è completamente diverso da quello di Twilight e che sono certa soddisferà molti di voi. 
Personalmente avrei adorato se la storia di Bella ed Edward fosse finita come quella di Edythe e Beau: ho trovato nel finale di Life and Death una coerenza maggiore e una conclusione davvero soddisfacente dell'intera vicenda. Io sono tra quelli che ha mal digerito la piega presa dalla saga in "Breaking Dawn", perciò questo finale alternativo che non contempla seguiti mi ha particolarmente appagato.
Certo, ammetto di aver avuto qualche difficoltà ad abituarmi al cambio dei sessi: mi sono trovata spesso a chiedermi se fosse normale che sentissi un'irresistibile attrazione per la bella Edythe. Ma, come la Meyer voleva dimostrare, in fondo la storia non sarebbe cambiata poi tanto, nemmeno a sessi inversi. Ovviamente ciò comporta che Beau, come Bella, risulti impacciato e in sia costantemente in pericolo in quanto umano che deve vedersela con mostri terrificanti, mentre la figura di Edythe è sempre quella dell'irresistibile vampiro carico di fascino e tormento. 
Un libro che merita di essere letto anche solo per la presenza di Archie Cullen, controparte maschile di Alice o per il branco completamente al femminile delle Quilleutes, ma che saprà emozionarvi in ogni sua sfumatura! Odiatelo o amatelo: in fondo per Twilight è stato sempre così.

Verdetto: un bel ritorno alle origini

Livello sensualità: non pervenuto

Compralo scontato su LaFeltrinelli.it!



26 commenti:

  1. Ciao Glinda recensione da dieci e lode :-) condivido parola per parola tutto quello che hai scritto, anche io sono un'amante della saga dal primo giorno che ho letto twilight e proprio poco tempo fa ho riletto il libro. Condivido in pieno quando dici che Bella non é fragile come donna ma come umana e in questo libro in un certo senso ha avuto l'occasione di riscattarsi perció merita di essere letto sicuramente!! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice che tu la pensi esattamente come me! So che in molti non hanno apprezzato questa riscrittura, ma a me ha dato tutto quello che speravo: ricordi, dolcezza e qualche novità!

      Elimina
  2. Speravo uin una recensione più particolareggiata ma capisco che il pericolo di fare spoiler ti ha dovuto frenare....
    Io lo sto leggendo, e sono a la Push ;) ... e c'è il primo vero cambiamento... cmq continuerò ovviamente la lettura ma non mi sta entusiasmando molto, sarà che a me essendo donna piaceva molto di piu il bel vampiro maschio che l'impacciato umano XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, su questo non posso che darti ragione, tesoro! Anche a me è mancato Edward, ma per fortuna c'è Archie. Quanto è bella la versione femminile di Jacobo comunque? Adoro.

      Elimina
    2. Ehhh ancora non sono arrivata ad Archie e non ho ben individuato "Jacoba"... devo leggere, ancora sono indietro XD

      Elimina
    3. AHAHAHAH! Dai, mi fai morire <3

      Elimina
  3. Buondi Glinda,bellissima recensione! Se leggero' questo libro sara' solo per le tue parole. Sinceramente quando ho saputo di questo libro ho avuto paura che la stessa Myer volesse sfruttare commercialmente la sua stessa opera senza tener conto di noi lettori che abbiamo amato incondizionatamente e alla follia i personaggi creati da lei tanto da renderli parte dei nostri cuori.. Twilight e' Una saga che ho profondamente amato e che amero' sempre! Ma dalla tua recensione ho capito che forse sono stata sviata dall'amore e dalla gelosia verso i personaggi originari quindi penso tentero' di leggere life and death.. Anche per scoprire il finale di cui tu hai detto che lo reputi perfetto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti rispondo che è già sera, ma lo faccio con un sorrisone perché sono felice di leggere questo tuo commento. Per quanto mi riguarda questo libro è perfetto per i fan della serie e sono sicura che se ci somigliamo un po', anche tu amerai quel finale :)

      Elimina
  4. Wow! Aspettavo questa recensione e ora sono più curiosa che mai... Devo leggerlo assolutamente! :D

    RispondiElimina
  5. Ero indecisa ma adesso sono superconvinta lo compro

    RispondiElimina
  6. Appena l'ho visto in libreria ero molto scettica( sia ben chiaro non ho mai pensato che la Meyer potesse deludermi), ma non so te, la pillola amara per Midnight Sun non l'ho ancora ingoiata, la voglia della pubblicazione di quel libro è troppa.
    Ho pensato che Life and Death fosse un contentino per i fan, ecco..anche l'inizio del libro con la "lettera" della Meyer mi ha fatto provare emozioni contrastanti.
    Ero felice e triste allo stesso tempo. Felice per rileggere un suo lavoro, di nuovo( un po' come tornare indietro nel tempo). Triste perchè speravo in altro. Devo dire che la tua recensione mi ha messo curiosità!
    Un bacio
    -Eleonora (Passion Books)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehi Eleonora, sì anche a me non va giù la mancanza di Midnight Sun! Spero tanto che prima o poi (magari quando non sarò troppo vecchia per apprezzarlo) la Meyer lo faccia uscire dal cassetto. E capisco le tue emozioni contrastanti, ma sono felice di averti incuriosito. Bacini <3

      Elimina
  7. Allora io sono tra le fan di Twilight, andavo al liceo quando tra gli scaffali della libreria dove mi rifornivo a quei tempi, trovai questo libro. Mi sono innamorata della serie e di Edward diciamolo xD
    Quando ho letto di questa rivisitazione ci sono rimasta un po' male, non credo riuscirei a leggere immaginando i sessi invertiti, mi sembrerebbe una snaturazione. Non credo che lo leggerò unicamente per questo, anche se Twilight rimarrà nel mio cuore! Secondo me a ruoli invertiti la trasformazione in vampiro accade a fine libro, mi è sembrato d'intuire questo nelle tue parole... ma forse sbaglio xD Ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, Serena, non posso dirti nulla del finale perché rovinerei tutto! Ma capisco i tuoi sentimenti riguardo a questo libro, sono più che comprensibili ed è normale avere dei dubbi simili. Anche io rimarrò per sempre innamorata di Edward e sicuramente Life and Death non potrà mai sostituire quello che Twilight ha rappresentato. Io l'ho vissuta più come una rimpatriata un po' particolare!

      Elimina
  8. ho letto twilight in tempi insospettabili lo avevo visto mi era piaciuta la trama e lo avevo preso poi ho continuato con tutta la serie ora su questo ero un po' incisa ma dopo aver letto la tua recensione gli darò una possibilità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, provaci. Al massimo ti fai due risate :)

      Elimina
  9. Anche io come te sono un fan sfegatato della serie! La cara Meyer è stata la prima ad avvicinarmi al paranormal romance e non posso che essere curiosissimo di leggere questo romanzo!

    RispondiElimina
  10. Anch'io non vedevo l'ora di leggere questa recensione ... e Twilight è una di quelle storie che non possono non ritagliarsi un posticino nel tuo cuore e rimanerci per sempre, e so che non è stato amato soltanto dalle donne più giovani :) prendi me ... che mi ha fatto sognare, emozionare e sospirare dio solo sa quanto! E se con questa nuova versione l'autrice abbia voluto dimostrare che Bella era capitolata solo perché umana e non donna, non potrei che essere più d'accordo con il gran lavoro che avrà sicuramente fatto. Non so se queste critiche erano state mosse da uomini o da donne, ma se c'è una cosa che vorrei capire è perché gli uomini, appena sentono che una donna cade ai piedi di un uomo che la protegga, che la ami come Edward Cullen, debbano poi dire che la donna sia debole. Se solo gli uomini ogni tanto si leggessero qualche libro dove un uomo ti tratta come meriti di essere trattata, forse ci sarebbero più unioni felici e meno deboli?
    Io penso proprio di sì.
    Un abbraccio forte forte. <3

    RispondiElimina
  11. Grazie per le info, lo leggerò sicuramente ☺️ Adoro come scrive la Mayer e aspetto anche il seguito di The Host, che non ha avuto molto successo, (almeno non sento mai che se ne parla) ma a me è piaciuto molto anche quello ☺️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara ... anche a me è piaciuto molto The host <3

      Elimina
  12. Buongiorno Glinda!!!!! Speravo tanto di leggere una tua recensione su questo libro perchè da quando è uscito non faccio altro che entrare in libreria, prenderlo in mano e poi....consumata dai dubbi...riporlo al suo posto! Adoro lo stile della Meyer, ho divorato la saga di Twilight rileggendo i libri più di una volta e riscoprendo in essi sempre qualcosa di nuovo (...o forse ero io che mi approcciavo con emozioni diverse....chi lo sa)....raramente riprendo una lettura perchè se la prima volta mi ha fatto provare delle forti emozioni il timore che una seconda lettura mi lasci indifferente, rappresenta un deterrente fonadamentale, ma con quella saga ho rischiato e non sono rimasta mai delusa!!!! Ciò detto, il timore di leggere qualcosa di trito e ritrito condito con la novità dei sessi invertiti lasciava in me forti perplessità...la paura di rimanere delusa e rovinare cosi il ricordo di una storia che porto nel mio cuore da 10 anni mi ha fatto desistere fino ad ora dall'acquistare il volume.....ma se Glinda dice che vale la pena leggerlo ....allora ascolterò questa amica e mi tufferò ancora una volta tra questi vampiri cosi affascinanti!!!!! Un abbraccio!!!!!!

    RispondiElimina
  13. Lo comprerò sicuramente ;-)

    RispondiElimina
  14. Ciao, è la prima volta che lascio un commento perchè raramente sono in disaccordo con le tue recensioni, ma questa volta purtroppo si. Si il finale mi è piaciuto tantissimo, ma ci sono troppe cose lasciate in sospeso, come nel caso di Archie o anche delle Quilleutes. E continuo a pensare che avrebbe dovuto caratterizzare meglio il personaggio di Beau. Ma in ogni caso adoro le tue recensioni, molto spesso leggo un libro grazie ad esse =)

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...