venerdì 26 ottobre 2012

Anteprima, Incarceron di Catherine Fisher. Distopia e Fantasy per una nuova serie young adult!

Incarceron (Incarceron, #1)
cover originale
Siete amanti della distopia, dei romanzi fantasy e dello steampunk? Incredibile ma vero, c'è un libro che mescola tutti questi generi e altri ancora, motivo per cui è necessari segnarsi il 31 Ottobre come data da ricordare sul calendario. Esce infatti in quel giorno Incarceron di Catherine Fisher, primo romanzo della duologia Young Adult omonima. Dopo aver fatto impazzire i lettori di tutto il mondo, la serie fantascientifica della Fisher è stata acquistata dalla Fox 2000 e pare che a interpretare il diciassettenne Finn, protagonista dei romanzi, sarà il bel Taylor Lautner, il licantropo perennemente seminudo della serie cinematografica di Twilight!

Finn è intrappolato nella prigione di Incarceron, un vero e proprio universo a parte che contiene foreste di metallo, città distrutte e deserti selvaggi. A soli diciassette anni finn non ha nessuna memoria della propria infanzia, ma è comunque certo di non essere nato all'interno di Incarceron. Anche se sono pochi i prigionieri che pensano che esista un mondo esterno, Finn ne è certo. Quando trova una chiave di cristallo che gli consente di comunicare con Claudia, arriva la certezza: lei viene dall'esterno ed è la figlia del direttore della prigione
Claudia certo, non è una prigioniera, ma è comunque impossibilitata a vivere liberamente. Dietro l'angolo l'aspetta un matrimonio combinato a cui vorrebbe sfuggire con tutte le proprie forze. Assieme i due tenteranno di scappare ai loro destini, imbattendosi in un'avventura a cui sarà difficile sopravvivere.
 
Anche se non vado pazza per la cover scelta dalla Fazi, sono curiosa di imbattermi nel fantascientifico mondo della Fisher e abbastanza felice che sia una duologia già conclusa!




Titolo: Incarceron - La prigione invisibile
Data di uscita: 31 ottobre 2012
 Traduzione: Simona Pisauri
Autrice: Catherine Fisher
Editore: Fazi/Fazi
Prezzo: 14,00 €
 Pagine: 350



Incarceron è una prigione avveniristica e invisibile, dove i discendenti dei prigionieri originari vivono in un mondo oscuro scosso da rivalità e violenze. È un incrocio di inquietanti tecnologie, un edificio vivente, un Grande Fratello vendicativo e sempre in guardia, corredato di camere di tortura, sotterranei e passaggi segreti. In questo luogo un giovane prigioniero, Finn, ha delle visioni della sua vita precedente e non riesce a convincersi di essere nato e cresciuto lì. Nel mondo esterno Claudia, figlia del direttore di Incarceron, è intrappolata in un altro tipo di prigione – un universo tecnologico ma costruito con meticolosa cura affinché appaia come un’epoca antica – dove l'attende un matrimonio combinato con un ricco playboy che lei odia.
Arriverà un momento in cui Claudia e Finn, contemporaneamente, troveranno un oggetto, una chiave di cristallo, attraverso la quale potranno parlarsi. E allora sarà solo questione di tempo prima che i due mondi, finora separati dagli spessi muri di Incarceron, entrino in contatto…




***
Leggerete Incarceron?  
Quale cover preferite, quella originale o quella italiana?

12 commenti:

  1. Mi attira molto questa saga...a maggior ragione che sono solo due libri!!! Penso proprio lo leggerò!!!^^
    E come copertina...strano a dirsi, ma quasi quasi preferisco quella italiana..nonostante siano entrambe stupende!!!!xD

    RispondiElimina
  2. la trama c attira decisamente, e poi avendogli già dato una sfogliata in inglese posso confermare ke è un libro assolutamente interessante;)
    per la cover direi ke alla fine nn hanno fatto troppo un disastro, in fondo sn rimasti piuttosto fedeli all'originale

    RispondiElimina
  3. Distopia e steampunk sono due paroline magiche che mi attirano sempre e anche duologia è un punto a favore per questo libro! Comunque preferisco la cover originale, quella italiana non mi convince!

    RispondiElimina
  4. La trama mi piace molto, ma riguardo alla cover, preferivo senza ombra di dubbio quella originale. Aspettiamo il 31 ottobre.

    RispondiElimina
  5. Mi attira tantissimo e il fatto che sia una duologia e non una serie lunghissima; perchè diciamolo sembra che fare saghe interminabili sia diventata una moda X( . Per quanto riguarda la cover invece io preferisco quella scelta dalla faziche trovo veramente bella, anche l'originale eta carina ma nulla di che rispetto a quella scelta dalla fazi :)

    RispondiElimina
  6. peccato per la cover ...molto più bella quella originale

    RispondiElimina
  7. Glinda ti seguo da poco ma già ti adoro, ho letto l'inizio di Shades of Life e non vedo l'ora di poter divorare il seguito, sapresti dirmi quando verrà scelto il libro da pubblicare ?

    RispondiElimina
  8. WoW solo 2 libri!!! e come mai?? XD
    Bella trama, mi piace e anche io preferisco la cover originale, non capisco perchè debbano spesso modificarla... e va bè! Ma protagonisti 30enni mai? ^_^

    RispondiElimina
  9. Questo libro lo voglio avere da quando ho trovato la copertina su sweety readers! Deve essere splendido!!!!! Amo le storie criptiche e dove non si capsice nulla di quella realtà!

    RispondiElimina
  10. Mi rendo conto che commentare su questo post dopo tanto tempo può sembrare strano, ma volevo segnalati, nel caso ti interessasse, che ho contattato Catherine Fisher e ne ho ottenuto un’interessante intervista che ho pubblicato oggi sul mio blog. Mi farebbe piacere condividerla con te e con tutti i lettori di Catherine. Ciao
    Questo è il link: http://insidetheobsidianmirror.blogspot.it/2014/01/intervista-catherine-fisher.html

    RispondiElimina
  11. Questo libro è un capolavoro, lo consiglio a tutti. Ha il giusto ritmo, il giusto mix di sentimenti e azione. Lo stile narrativo della Fisher è intrigante e coinvolgente come pochi, anzi, unico. Tutti i personaggi hanno una personalità affascinante, anche quelli che rivestono ruoli più “antipatici” e non svaniscono quando si chiude il libro, tanto rimangono impressi nella mente. La trama è sorprendente ed esaltante. Ho letto il seguito, Sapphique, in lingua originale in quanto per motivazioni inspiegabili, Fazi non l’ha ancora portato in Italia. Si vocifera da tempo sulla trasposizione cinematografica, scommettiamo che appena daranno la notizia ufficiale del film non tarderanno a tradurre il secondo libro? Spero che la produzione cinematografica sia all’altezza di dare vita al mondo meraviglioso di Incarceron. Obsidian, leggerò la tua intervista!

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...