venerdì 24 novembre 2017

Bookish Charts #13: Cinque romanzi fantasy autoconclusivi da non perdere!


La Bookish Chart che vi propongo oggi si pone un obbiettivo molto ambizioso, ovvero offrire una soluzione a ben due dei problemi che spesso funestano la vita di noi accaniti amanti della letteratura. Il primo è senza dubbio la scarsità dei fondi da dedicare alla nostra passione, la triste realtà tutte le lettrici compulsive come la sottoscritta che quando entrano nelle librerie, più che di una shopper di carta, sentono il bisogno di una cariola e una vanga da usare per riempirla di libri. Il secondo, più subdolo, è il terribile fenomeno delle "serie Interrotte", causato dall'infelice tendenza delle case editrici italiane a interrompere la pubblicazione delle serie prima della loro conclusione, provocando degli spaventosi "buchi" nelle nostre amate librerie (e nei nostri cuori), destinati in alcuni casi a rimanere incolmabili.

I romanzi autoconclusivi sono la soluzione ideale per ogni lettore che non può o non vuole imbarcarsi nella lunga e dispendiosa impresa di iniziare una serie libresca,
aspettando anni prima di leggere l'agognata conclusione, con il rischio che tanta attesa venga vanificata dal bieco editore di turno.
E se da una parte è vero che una saga epica composta da mille volumi può offrire una profondità e una varietà narrativa di alto livello, a volte tra le pagine di un modesto autoconclusivo si celano storie meravigliose e coinvolgenti che vi rimarranno impresse nel cuore per sempre. E chissà se tra le cinque proposte di oggi, non ci sia proprio la storia perfetta per voi! 


NEL PROFONDO DELLA FORESTA
Holly Black


Iniziamo parlando di uno dei libri fantasy che ho amato di più nel corso di questo 2017, ovvero "Nel profondo della foresta" di Holly Black (qui la mia anteprima). Non è un segreto la mia passione per questa autrice, una delle migliori autrici di fantasy autoconclusivi in circolazione e della quale ho avuto la fortuna di leggere anche altre piccole perle che inserirei in ogni mia classifica. La storia che anima il libro è ambientata in una realtà per molti aspetti simile alla nostra, se non fosse per l'esistenza di Fairfold, un'amena cittadina i cui abitanti hanno dovuto imparare a convivere con dei vicini molto particolari. La foresta che circonda il borgo è infatti popolata da creature fatate e mostri magici, tra i quali spicca senza dubbio lo strano ragazzo cornuto che da tempo immemore riposa in una bara di vetro impenetrabile. Turisti da ogni parte del mondo si raccolgono in Fairfold attratti dal giovane misterioso, ma Ben e Hazel, i fratelli protagonisti che nella cittadina sono nati e cresciuti, non subiscono più il suo fascino. Hanno realizzato che forse quel giovane è destinato a non svegliarsi mai, e insieme a lui si sono lasciati alle spalle le fantastiche storie che inventavano da piccoli. Ma qualcosa di inaspettato succede a Fairfold, qualcosa che sconvolgerà la vita dei due fratelli e li trascinerà nell'avventura della loro vita. Credetemi se vi dico che ho adorato senza riserve questo libro, e anche se (purtroppo) non ho avuto il tempo di recensirlo sul mio Atelier, lo consiglio davvero a tutti!
 
11 Aprile 2017
Mondadori, € 18,00
Autoconclusivo

Il mio articolo
Compralo qui




L'OROLOGIAIO DI FILIGREE STREET
Natasha Pulley


Se siete amanti del genere steampunk, allora non dovete assolutamente lasciarvi sfuggire "L'orologiaio di Filigree Street", romanzo d'esordio di Natasha Pulley che debutta in grande stile proponendoci un'azzeccata unione tra fantasy e  mistery storico. Come i più classici steampunk, la storia è ambientata nelle suggestive atmosfere della Londra vittoriana, anno 1883. Thaniel è un semplice telegrafista che lavora per il ministero dell'Interno, finché la sua vita anonima viene sconvolta da un regalo altrettanto anonimo: un orologio d'oro che rinviene sul cuscino. Sarà proprio quel misterioso orologio a salvarlo, pochi mesi dopo, dalla devastante esplosione che raderà al suolo Scotland Yard.  Investigando, Thaniel raggiunge il creatore del manufatto, un solitario e gentile orologiaio giapponese di nome Keita Mori. Ma basterà un rapido sguardo al suo laboratorio, popolato da incredibili animatroni meccanici e prodigiose invenzioni, per far capire a Thaniel che Keita è molto più di ciò che sembra. A complicare ulteriormente le cose, interverrà anche Grace Carrow, una giovane e ambiziosa studentessa di fisica con due obbiettivi: scoprire la verità sui manufatti di Keita e sfidare i pregiudizi della casta accademica Londinese per diventare una scienziata. La trama del romanzo si snoderà tra le nebbiose strade di Londa fino al Giappone in piena guerra civile, e sono sicura che regalerà colpi di scena ed emozioni a ogni lettore.

22 marzo 2017 
Bompiani, € 19,00
Autoconclusivo

giovedì 23 novembre 2017

"Noi che (non) sappiamo amare" di Eilan Moon. Scopri i protagonisti del new adult finalista al concorso Il Mio Esordio!

Essendo una creatura che vive pressocché in simbiosi con il proprio laptop, sempre alla ricerca di libri di cui parlarvi, tengo d'occhio con grande attenzione i vari concorsi per autori emergenti, fucine di talenti a cui attingere a piene mani. Non vi stupirete, dunque, che mi sia balzato all'occhio "Noi che (non) sappiamo amare" (compralo qui), il libro di Eilan Moon  scelto da Scuola Olden come finalista del concorso Il Mio Esordio 2017. Conoscendo Eilan Moon già da tempo, non ho potuto che gioire per il suo successo e lasciarmi trasportare dalle vicende di Massimo e Giulia. E se a me ha strappato sorrisi e sospiri, sono sicura che gli amanti del genere se ne innamoreranno perdutamente! Da poco poi il libro è anche disponibile su Amazon (qui) a un prezzo davvero irrisorio, per cui vi consiglio di farci un pensierino!
La storia è quella di due anime ferite, che si incontrano per caso e si trovano a dover condividere tutto, anche quello che non sono disposti a concedersiLui, Massimo, è stato messo in ginocchio in passato da una storia finita in modo tragico. Lei, Giulia, ha sempre vissuto nell'ombra della propria ricchezza, che l'ha allontanata dal vero amore disinteressato. E se Giulia è determinata a trovare una propria dimensione, Massimo farebbe di tutto pur di realizzare i propri obiettivi e non farsi distrarre dalle ragazze, tanto da fingersi interessato al suo stesso sesso. Eppure il destino ci mette lo zampino, con la complicità di una cagnetta davvero "magica", scoccando frecce nei cuori di entrambi con un risultato esplosivo! 
E proprio perché i due protagonisti sono un concentrato di sorprese tutte da scoprire nonché la vera anima di "Noi che (non) sappiamo amare", ho pensato di portarli qui sul blog e presentarveli per bene.


Data di pubblicazione: 20 novembre 2017
Titolo: Noi che (non) sappiamo amare
Editore: Self Publishing
Dove comprarlo: Amazon
Autore: Eilan Moon
Prezzo: 1,99 € 
Pagine: 205




Giulia, una studentessa di origini romane, è alle prese con un punto 

di svolta della sua vita. La sua famiglia le ha sempre dato tutto il sostegno economico di cui aveva bisogno, ma non le ha mai offerto l'unico bene che fosse realmente prezioso per lei: l'affetto. Per questo, stanca della vita che conduce e della caotica città, decide di trasferirsi a Jesolo per ricominciare e diventare finalmente autonoma. Abbandonata dall'amica Rossana, Giulia si ritrova a convivere con un ragazzo sconosciuto e con la sua cagnolina Magia in una bella casa di Jesolo, circondata dal silenzio e dalla natura.
Massimo, il suo coinquilino, è un ornitologo estremamente affascinante che sogna un dottorato in Irlanda e che allontana qualunque ragazza affermando di essere gay. Ciò che Giulia non sa è che Massimo, in realtà, non solo è etero ma è anche attratto da lei quanto lei lo è da lui.
E allora perché entrambi rifiutano di cedere ai loro sentimenti? 

La storia di un amore difficile quanto travolgente.

Con la sua prosa scorrevole e accattivante, Eilan Moon intesse una storia di un amore difficile quanto travolgente tra due persone che, tra le macerie della loro vita passata, vanno ancora alla ricerca di un lampo di luce nel buio, e del coraggio necessario per concedersi ancora, nonostante tutto, il diritto di amare. Bianca Cataldi. Autrice ed editor.

Noi che (non) sappiamo amare è finalista al premio #ilmioesordio2017.



MASSIMO


Massimo sogna un dottorato in Irlanda e per ottenerlo si dedica anima e corpo in quel progetto di studio. Nel suo passato c’è un taglio profondo che l’ha cambiato per sempre. Non può e non vuole più fidarsi di nessuno. Questo lo porta a scacciare in malo modo qualsiasi ragazza che s’interessi a lui. Ha una visione particolare, a causa delle sue esperienze, delle donne e questo suo modo di vedere le cose lo ha spinto a inventarsi una scusa assurda per creare attorno a sé il vuoto. Ma la corazza potrebbe scheggiarsi. Di sé dice:"Massimo è il mio nome, ma i veri amici mi chiamano Buba. Amo la mia laguna, la mia Jesolo, e questa vita, non la cambierei per nulla al mondo e soprattutto per nessuno. Mi piace la solitudine e non voglio scocciature, mi riferisco… be'sapete a cosa mi riferisco."

mercoledì 22 novembre 2017

"The Hate U Give" di Angie Thomas arriva al cinema! Tutte ciò che c'è da sapere sul film e il cast



Se avete letto la mia recensione (qui) di "The hate u give" di Angie Thomas, allora saprete le mille e una ragioni per cui ho amato questo libro e gli altrettanti motivi per cui la notizia che presto diventerà un film mi ha sollevata un metro da terra! Certo, non si può parlare di una vera e propria sorpresa, visto che al suo debutto negli Stati Uniti il titolo ha riscosso un successo immediato di vendite e le sperticate lodi della critica di settore, che in molti casi ha persino esortato il pubblico ad ignorare la sua connotazione YA, suggerendone la lettura alle persone di tutte le età. Ispirato alla lotta portata avanti dal movimento "Black Lives Matter", il libro affronta il problema quantomai attuale del razzismo contro gli afroamericani vissuto dalla prospettiva di una giovane ragazza di colore, Starr Carter. Starr vive a cavallo di due mondi: il quartiere disagiato nel quale risiede con la sua famiglia, funestato dalla povertà e dall'imperversare delle gang, e il liceo esclusivo che frequenta insieme a suo fratello per volere della madre. Ma entrambi i mondi di Starr vanno in frantumi quando si trova testimone di un'orrenda tragedia: il suo migliore amico d'infanzia, Khalil, viene ucciso sotto i suoi occhi da un agente di polizia.
Il caso finisce sulle prime pagine di tutta la nazione, e nonostante Khalil fosse disarmato, alcuni lo dipingono come un pericoloso criminale. Tra le proteste in strada e le pressioni di polizia e gangster locali, solo Starr può far luce sulla vicenda, e per questo la sua vita e quella della sua famiglia sono in pericolo.

La produzione del film vede la partnership tra la 20th Century Fox e la Temple Hill Entertainment, la stessa compagnia che nell'ultimo decennio ha attinto a piene mani dal mondo della letteratura YA portando sul grande schermo la saga di Twilight, la saga Maze Runner e grandi successi come Colpa delle Stelle e Città di Carta di John Greene, mentre la direzione è stata affidata a George Tillman Jr., regista che ha già avuto modo di confrontarsi con tematiche particolarmente legate alla cultura afroamericana, ad esempio nel film Men of Honor o nel biopic dedicato al famoso rapper Notorious B.I.G..
The Hate U Give arriverà nelle nostre sale nel 2018 e se, come spero, riuscirà a portare l'anima e le emozioni del libro sul grande schermo, sarà un film da non perdere per nulla al mondo.
Nel frattempo, diamo un'occhiata più ravvicinata al cast:




La protagonista Starr Carter sarà interpretata da Amandla Stenberg, già nota per aver preso parte ad altre famose trasposizioni cinematografiche YA come Hunger Games (nei panni della piccola Rue) e il più recente Noi siamo tutto, nel quale ha vestito i panni della protagonista Maddy.

lunedì 20 novembre 2017

Cover Love #237


Buon lunedì a tutti, bella gente. Come va questo novembre capriccioso? Non so se avete notato, ma in giro è già Natale. Ecco, avete presente l'ansia da regali e tutto il resto? Io sì, perché vedo tutti super pronti per l'arrivo delle feste, mentre la sottoscritta è in alto mare. Cosa regalarete ai vostri cari? Io libri, ovvio!
Natale o meno, l'appuntamento del luendì non manca mai. Cover Love è la rubrica inventata da me che addolcisce il lunedì con una classifica in cui vi mostro tre copertine che mi hanno rubato il cuore e vi da la possibilità di sbizzarrirvi con i vostri voti e decidere quale delle copertine merita di star sul podio!

PER UNA VOLTA CONCEDIAMOCI IL "PIACERE" DI GIUDICARE UN LIBRO DALLA COPERTINA!

LA MIA CLASSIFICA DELLA SETTIMANA SCORSA ERA:


1. QUEEN OF AIR AND DARKNESS
2. NOW IS EVERYTHING
3. IL BAMBINO E IL FALEGNAME



E secondo i vostri voti la cover più bella è... 
QUEEN OF AIR AND DARKNESS



E allora ditelo, che siete prevedibili! Scherzo, scherzo. Ovvamente avete lasciato invariata la mia classifica perché come si fa a togliere dal podio questa bellezza qua su?

E ORA, ECCO LA NUOVA CLASSIFICA DELLA SETTIMANA!


1.  ELIZA AND HER MONSTERS

Ma come si fa a non amare questa copertina, scusate? Come. No, ditemelo perché io non posso che idolatrarla e trovarla bellissima, pucciosissima, unica e inimitabile. L'adoro. Sapete che questo libro arriverà l'anno prossimo per Giunti? Che ne dite, chiediamo alla Giunti di tenere la cover originale? PLEASE GIUNTI ASCOLTACI!





Nel mondo reale, Eliza Mirk è una ragazza timida, poco socievole e solitaria. Online, è Lady Constellation, autrice anonima di «Monstrous Sea», un webcomics adorato da milioni di followers in tutto il mondo. Eliza non si sente mai sola, la sua comunità digitale la fa sentire amata e parte di qualcosa di importante. Poi a scuola conosce Wallace, un ragazzo che non parla con nessuno ma decide di aprirsi proprio con lei, ed Eliza comprende che anche la vita offline vale la pena di essere vissuta. Ma quando accidentalmente la sua identità segreta di Lady Constellation viene svelata al mondo, tutte le sue certezze e i suoi punti fermi - online e offline - vanno in frantumi... 



2. REPLICA


Altro giro altra cover bellissima di un libro promettente che uscirà l'anno prossimo per Piemme! Inutile dire che imploriamo la Piemme di mantenere questa bellezza di cover e non sostituirla come hanno fatto con le prime edizioni di Delirium! Forza editori, rendeteci felici per una volta!

domenica 19 novembre 2017

From my Cookbook #11: muffin dal cuore di marmellata, facilissimi e golosi!




Che a casa mia i dolci siano sempre ben accetti, ormai è chiaro. Certo, non mi nutro solo di dolci, anzi! Ma so che voi siete più golosi di me e prediligete le mie ricette dolci a quelle salate. Perciò eccomi tornata da voi con una ricetta per dei dolcetti deliziosi e super facili, da fare in una mezz'oretta e gustare con una bella tazza di te caldo.
Oggi faremo assieme i muffin con cuore di marmellata, che sono tra i miei preferiti in assoluto. Io uso la confettura fatta in casa, ma se siete in dubbio sulla marmellata da comprare vi consiglio quella alle fragole con il 70% di frutta dell'Eurospin. Cosa poco ma è davvero deliziosa per chi ama le marmellate ricche di frutta e sapore.



Questi piccoli pasticcini possono essere farciti con qualunque marmellata vi venga in mente. La loro forza sta nell'estrema semplicità della preparazione, che con pochissimo sforzo fa ottenere dei muffin davvero deliziosi, di sicuro effetto, adatti sia alla prima colazione che a uno spuntino di mezzanotte. Umidi e profumatissimi, questi muffin dal cuore fruttato sono una vera coccola e un'alternativa meno burrosa della classica crostata alla marmellata!


venerdì 17 novembre 2017

Speciale The Wolfe Brothers di Markus Zusak: Recensione e giveaway dell'intera trilogia!




Dopo avervi presentato Cameron Wolfe nella sua intervista, e aver condiviso con voi gli insegnamenti che questa trilogia di Markus Zusak mi ha inaspettatamente impartito,  è giunto finalmente il momento della tanto attesa recensione della serie.
Se vi state chiedendo il perché io abbia deciso di scrivere una recensione cumulativa, invece che una per ciascun libro, la risposta è semplice: ho vissuto la lettura della serie come un'esperienza univoca e totalizzante, quasi come se fosse stato in realtà un solo libro. 
Con questa recensione si conclude lo speciale dedicato alla serie di Markus Zusak e, come promesso, questa conclusione arriva con un regalo speciale: l'intera trilogia! Non vi resta che leggere fino in fondo per partecipare.




VOTO COMPLESSIVO SERIE

Recensione

Markus Zusak non è un autore che necessiti di presentazioni: dopo aver incantato il mondo con "Storia di una Ladra di Libri", il suo nome è stato scolpito nel wall of fame degli scrittori contemporanei più amati.
Non c'è da stupirsi, dunque, che la serie The Wolfe Brothers, composta da "A quindici anni sei troppo vecchio" (compralo qui), "Vorrei essere mio fratello" (compralo qui) e "Il cielo è fatto di te e di me" in uscita il 21 Novembre (prenotalo qui), sia l'ennesimo esempio della potenza narrativa di Zusak. 
Pur trattandosi del suo esordio letterario, la serie The Wolfe Brothers rappresenta il giusto mix tra il coming of age e lo young adult, dando vita a una storia in cui perdersi e ritrovarsi, proprio come accade al protagonista e ai suoi familiari. Leggendo i tre libri è persino possibile percepire la crescita dello stesso Zusak, la sua maturazione come scrittore: la narrazione si affina, diventa sempre più suggestiva e convincente, la storia incalza e scava a fondo nei legami familiari, nelle aspirazioni di Cameron e nella sua realizzazione come uomo.
Il mio consiglio è quindi quello di leggere i tre romanzi d'un fiato, come se si trattasse di un volume unico, per poter assaporare la travolgente e realistica evoluzione della storia e dello stesso Zusak. L'altro consiglio è quello di leggere i tre libri senza aspettarvi una trama che muova gli eventi: la trilogia è più un'affascinante cronaca della vita del protagonista e dei suoi familiari che altro. Non ci sono grandi conflitti da risolvere, né misteri da svelare, né segreti da celare. Solo una scanzonata famiglia che per funzionare ha bisogno della salsa di pomodoro, ovvero di quel qualcosa che sappia farti mandare giù anche i bocconi più aspri e indigesti. 


"All’inizio è tutto in bianco e nero. Nero su bianco. Ecco dove sto camminando, tra le pagine. Queste pagine. Ogni tanto ho un piede sui fogli e sulle parole, e l’altro sul contenuto."

Quella dei fratelli Wolfe è una vicenda intima e priva di sovrastrutture, narrata in modo talmente schietto, da avermi dato l'illusione di essere al cospetto di una sorta di diario, quasi come se fosse il racconto di storie che Zusak ha vissuto sulla propria pelle. 
In effetti, dopo qualche ricerca, ho scoperto che l'autore ha confessato di rivedere se stesso in Cameron e non è difficile immaginare lo scrittore nei panni del protagonista. In fondo tutti abbiamo vissuto l'ansia tipica del quindici anni, quando si scopre di essere troppo vecchi per i giochi da bambino, ma non si è in grado di essere abbastanza maturi per affrontare le sfide della vita adulta, i turbamenti del cuore, le conseguenze delle proprie bravate.
Non ci sono libretti di istruzione per un ragazzino che si trova obbligato a dover fare i conti con l'adolescenza e il cambiamento che porta con sé, perciò Cameron fa quello che farebbero tutti: si ispira ai modelli che ha attorno, combina guai, si fa spezzare il cuore da qualche ragazza, infrange qualche regola, tira qualche pugno e prova a trovare un proprio posto nel mondo. Questa è la sua storia quanto quella della sua famiglia e di suo fratello Ruben, il ribelle che è per Cameron croce e delizia, una spalla su cui piangere e il pugno nello stomaco che non ti aspetti.
Nulla di trascendentale, nessun fuoco d'artificio, solo un semplice spaccato della vita di un comune adolescente, con problemi comuni. Eppure, non è forse nella semplice vita quotidiana che si nasconde la meraviglia maggiore? Leggendo dei fratelli Wolfe si respira la bellezza autentica della realtà e tutte quelle emozioni prettamente umane e semplicemente belle: lealtà, fratellanza, passione, voglia di rivalsa, amore

giovedì 16 novembre 2017

Tre cose che non sapevi su Wintersong e giveaway: commenta e vinci una copia del romanzo!



Tempo fa, condividevo (qui) con voi la gioia della pubblicazione di "Wintersong" di S. Jae-Jones in Italia, che è arrivato da noi, grazie alla Newton Compton, con la sua bellissima veste originale. In tantissimi mi avete chiesto chiarimenti questo primo libro della duologia omonima, facendomi domande sulla sua somiglianza con un celebre film degli anni 80', su quanto romance ci fosse tra le sue pagine e su altre curiosità. Proprio per questo, e per la voglia di conoscenza e l'entusiasmo che vi ha scaturito questa pubblicazione, ho deciso di svelarvi qualche chicca al riguardo e farvi una sorpresina. Partecipando a questo post, infatti, avrete la possibilità di aggiudicarvi una copia del romanzo. Felici? Enjoy!



Data di pubblicazione: 26 Ottobre 2017
Titolo: Wintersong (Wintersong #1)
Editore: Newton Compton 
Autrice: S. Jae-Jones
Dove comprarlo: IBS
Prezzo: 9,90 €
Pagine: 448


Un labirinto di bellezza e oscurità, musica e magia. Questo è il mondo in cui ti perderai.

È l’ultima notte dell’anno. Ora che si sta avvicinando l’inverno, il Re dei Goblin sta per partire alla ricerca della sua sposa… Per tutta la vita, Liesl ha sentito infiniti racconti sul bellissimo e pericoloso Re dei Goblin. È cresciuta insieme a quelle leggende che hanno popolato la sua immaginazione e ispirato le sue composizioni musicali. Adesso è diventata grande, ha ormai diciotto anni, lavora nella locanda di famiglia e sente che tutti i sogni e le fantasticherie le stanno scivolando via dalle mani, come tanti minuscoli granelli di sabbia. Ma quando sua sorella viene rapita dal Re dei Goblin, Liesl non ha altra scelta che mettersi in viaggio per tentare di salvarla. E così si ritrova catapultata in un mondo sconosciuto, strano e affascinante, costretta ad affrontare una decisione fatale. 
Ricco di musica e magia, personaggi straordinari e storie avvincenti e romantiche, Wintersong di S. Jae-Jones trasporta il lettore in un mondo indimenticabile.

La serie Wintersong è composta da:
1 (Wintersong #1) Wintersong
2.(Wintersong #2) Shadowsong (in USA nel 2018 cliccate qui per la cover)






#3 COSE CHE NON SAPEVI SU WINTERSONG


#1





Il romanzo è una sorta di sinfonia. Liesl è una compositrice eccellente e tutto, nella sua vita, è musica. I suoi pensieri, i suoi sogni, i suoi ricordi, le sue speranze, si muovono su note musicali, scale e pentagrammi. Non a caso il titolo, Wintersong, significa letteralmente Canto d'Inverno ed il libro è stato diviso dall'autrice in quattro movimenti, proprio come una composizione musicale. La musica è il filo conduttore degli eventi che Liesl vivrà sulla propria pelle e dei turbamenti del suo cuore. E di turbamenti, il suo cuore, ne avrà molti! 

#2


La storia è ispirata al celebre film Labyrinth (per saperne di più). Anzi, per meglio dire, come ci ha raccontato l'autrice stessa, Wintersong è nato come una sorta di 50 Shades of Labyrinth. Parlando della genesi di Wintersong, S.Jea-Jones, ha infatti confessato di aver avuto una sorta di folgorazione scrivendo un romanzo che stentava a prendere vita, un retelling de Il Flauto Magico. In quel momento, ripensando a quante implicazioni sessuali ci fossero nei film fantasy degli anni '80, l'autrice ha pensato di mettersi alla prova con una storia sensuale e oscura ispirata a Labyrinth. Questo non vuol dire che vi aspettano capelli cotonati e trucchi assurdi, ma tant'è. 

mercoledì 15 novembre 2017

"Non so chi sei ma io sono qui" di Becky Albertalli diventa un film! Ecco il cast, il teaser trailer e tutto quello che dovete sapere su "Love, Simon"!

Quando scopro che un libro che ho amato senza riserve sta per diventare un film, il primo desiderio che mi passa per la testa è sempre quello di condividere l'eccitazione del momento con tutti quelli che lo hanno amato quanto me. E nel caso di "Non so chi sei ma io sono qui", scritto da Becky Albertalli (qui la mia recensione) scommetto che sarete in tanti a condividere il mio entusiasmo. Non succede spesso di imbattersi in libri YA che, pur trattando un tema spinoso come l'omosessualità, riescano a trasmettere nel lettore soltanto emozioni positive, ma Becky Albertalli è riuscita nell'impresa.
Il merito è di un protagonista indimenticabile come Simon, un ragazzo gay di sedici anni che pur non avendo ancora dichiarato la sua omosessualità al mondo e nonostante il peso di questo segreto, è così pieno di vita, gioia e ottimismo, da riuscire a infondere felicità in tutte le persone che incontra, lettori inclusi.
La storia di Simon, è piaciuta proprio a tutti, tanto da spingere la 20th Century Fox a farne un film in uscita negli Stati Uniti il 16 Marzo 2018, intitolato "Love, Simon" e diretto da Greg Berlanti (noto, tra le altre cose, per Dawson's Creek, Flash, Arrow e Riverdale). Non so dirvi se il film uscirà in contemporanea mondiale, ma posso mostrarvi il bellissimo teaser trailer e il cast, ricco di giovani talenti che abbiamo già visto coinvolti in altre trasposizioni cinematografiche e televisive di popolari romanzi YA:






A dare volto e anima all'adorabile Simon sarà l'attore Nick Robinson, già protagonista del recente Noi siamo tutto e co-protagonista del blockbuster campione di incassi Jurassik World.







Katherine Langford, nota al grande pubblico per aver interpretato Hannah nella serie tv ispirata al romanzo 13 Reasons Why, vestirà nel film i panni di Leah Burke, la migliore amica di Simon.




martedì 14 novembre 2017

Anteprima "La Ragazza del Mare" di Sara Zarr. Arriva per Leggereditore la ristampa del romanzo Young Adult che ha conquistato la critica e i lettori.

Story of a GirlQuando la Leggereditore mi ha comunicato la pubblicazione de "La Ragazza del Mare" di Sara Zarr, dentro la mia testolina ho sentito suonare dei campanelli. Facendo una piccola ricerca sul web, ho scoperto che questo amatissimo romanzo di Sara Zarr, che a suo tempo viste premi e ebbe molto successo sia con la critica che con i lettori, era stato pubblicato precedentemente dalla  Fanucci, gruppo editoriale di cui la Leggereditore fa parte. Nulla di nuovo sotto al sole, dierete voi. E invece no. La precedente edizione del romanzo della Zarr è praticamente introvabile e fa piacere che l'editore abbia voluto ridare nuovo lustro a una storia che è diventata quasi un classico della letteratura Young Adult."La Ragazza del Mare" racconta le vicende che ruotano attorno Deanna, adolescente la cui vita è diametralmente cambiata dopo aver commesso quello che per i suoi familiari è un errore imperdonabile. Deanna, infatti, è stata sorpresa in macchina con Tommy, migliore amico del fratello. Quello che per lei era un atto d'amore, si è trasformato nella miccia che ha innescato una serie di piccole tragedie. A due anni di distanza, a scuola tutti pensano che lei sia una ragazza facile, Tommy, ovvero l'unico ragazzo con cui sia mai stata, la schernisce continuamente, a casa il padre non le rivolge più la parola, la madre è in preda a uno stato d'animo precario. Anche suo fratello, con cui ha sempre avuto un rapporto speciale, non trova più uno spazio per lei nella sua vita di genitore adolescente.
Unico conforto? Il giornale su cui Deanna si racconta, in forma anonima, togliendosi come può qualche peso dal cuore.
Non una storia d'amore, quella de "La Ragazza del Mare", ma una storia di vita vera, di sfide quotidiane e della fatica di crescere in un mondo in cui semplice errore di valutazione può costarti moltissimo.



lunedì 13 novembre 2017

Cover Love #236




Con l'arrivo dell'autunno, iniziano anche i primi acciacchi. Chi ha mal di gola, chi ha l'influenza, chi, come me, ha il torcicollo. State già rimpiangendo il caldo che tanto abbiamo odiato? Io non proprio. Almeno posso consolarmi con una cioccolata calda e non sudare sette camicie per stare al pc!
Proprio sorseggiando cioccolata, ho preparato l'appuntamento di oggi con Cover Love! Cover Love è la rubrica inventata da me che addolcisce il lunedì con una classifica in cui vi mostro tre copertine che mi hanno rubato il cuore e vi da la possibilità di sbizzarrirvi con i vostri voti e decidere quale delle copertine merita di star sul podio!
PER UNA VOLTA CONCEDIAMOCI IL "PIACERE" DI GIUDICARE UN LIBRO DALLA COPERTINA!

LA MIA CLASSIFICA DELLA SETTIMANA SCORSA ERA:




1. VIAGEM AO CENTRO DA TERRA
2. HARRY POTTER AND THE PHILOSOPHER'S STONE
3. THE FANDOM



E secondo i vostri voti la cover più bella è... 
HARRY POTTER AND THE PHILOSOPHER'S STONE

Poi non dite che non vi conosco quando affermo che SAPEVO BENISSIMO che questa sarebbe stata la vostra prima scelta. Non immaginavo però che questa cover avrebbe lottato contro quella di Fandom per il primo posto. E bravi, in pratica avete relegato il mio primo posto alla fine della classifica. Che sorpresa!


E ORA, ECCO LA NUOVA CLASSIFICA DELLA SETTIMANA!




1. LADY OF AIR AND DARKNESS

Giusto ieri è stata rivelata la cover di Queen of Air and Darkness di Cassandra Clare e dopo aver fangirlato moltissimo, ho dovuto, ovviamente, metterla al primo posto di questa classifica. Devo anche spiegarvi il perché? Andiamo... è bellissima. Un tripudio di colori e magia davvero impareggiabile. Perché la Mondadori non ha mantenuto le cover originali? Perché?!

TRAMA DEL PRIMO LIBRO PER EVITARE SPOILER


Il primo volume della nuova saga. 
Cinque anni fa, i genitori della Shadowhunter Emma Carstairs sono stati brutalmente uccisi. E lei non ha mai smesso di cercare l’assassino. Emma deve imparare a fidarsi del suo cuore e della sua intelligenza mentre lei e il suo parabatai, Julian Blackthorn, si trovano invischiati in un complotto demoniaco che si ramifica per tutta Los Angeles. Se solo il suo cuore non la spingesse continuamente verso le strade più buie, e insidiose...


2. NOW IS EVERYTHING


Avete presente i colpi di fulmine? Bene, perché io ne ho avuto uno quando ho visto la cover di "Now is Everything" qualche giorno fa su Instagram. L'ho subito adorata e ho sentito l'impellente bisogno di condividerla con tutti voi. Non la trovate semplicemente stupenda?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...