martedì 31 maggio 2016

Teaser Tuesdays #94


Buon martedì sognalettori! C'è chi pensa che sia il lunedì il giorno peggiore della settimana, ma vi assicuro che per me in questa settimana il giorno peggiore è... quello che sto vivendo! Oggi, quindi, anche se è martedì, mi sento come se fosse il giorno più faticoso della settimana e temo che il mio mercoledì non sarà diverso. 
Tuttavia avevo voglia di non far saltare l'appuntamento con il Teaser Tuesays, perché so che in moltissimi amate sbirciarlo (ma non commentarlo, cattivoni!), e io adoro rendervi felici
Vi ricordo che questa rubrica è stata ideata dal blog Should be Reading e si tiene di martedì. Tutti potete partecipare semplicemente seguendo le facilissime regole in basso! E' bello far conoscere ai lettori nuovi libri offrendo loro un estratto, facciamolo in tanti!

Regole del teaser tuesdays:

  • Prendi il libro che stai leggendo in una pagina a caso; 
  • Condividi un breve spezzone di quella pagina ("Teaser")
  • Attento a non fare spoiler!
  • Riporta anche il titolo e l'autore così che i tuoi lettori possano aggiungere il libro alla loro wishlist se sono rimasti colpiti dall'estratto.


IL TEASER DI OGGI


Sto leggendo Bitten di Kelley Armstrong, che uscirà a breve e che ho avuto la possiblità di leggere in anteprima per voi. Non vedo l'ora di parlarvene meglio nel BT che sto organizzando! Intanto guardate che bella cover!



Prologo

Non ho scelta.
Dovrò soccombere, anche se è tutta la notte che combatto. Come una donna che sente i primi dolori del travaglio non può decidere di rinviare il parto, allo stesso modo neppure io posso opporre resistenza: è perfettamente inutile, perché alla fine la Natura vince sempre.È troppo tardi per queste assurdità: sono quasi le due del mattino e ho bisogno di dormire. Le ultime quattro notti, passate a sgobbare per rispettare una scadenza, mi hanno letteralmente sfinito. Ma non ha importanza. Adesso la pelle dietro le ginocchia e i gomiti comincia a bruciare. Prima prudeva solamente. Il cuore batte così forte da farmi boccheggiare in cerca d’aria. Chiudo gli occhi e serro le palpebre nel tentativo di arginare queste sensazioni, ma non ci riesco.Philip dorme qui al mio fianco: è uno dei motivi per cui dovrei restare, invece di svignarmela di nuovo nel bel mezzo della notte, per poi tornare a casa con un sacco di scuse improbabili. Domani lavora fino a tardi. Se solo potessi aspettare ancora un giorno. Le tempie cominciano a pulsare, il bruciore della pelle si diffonde sulle braccia e sulle gambe, la rabbia è una sfera che mi tende le viscere e minaccia di esplodere.Non mi rimane molto tempo: devo andarmene da qui.Quando scivolo via dal letto Philip non si muove. Ho nascosto qualche vestito sotto il comò, per evitare il rischio di provocare scricchiolii aprendo armadi e cassetti. Stringo le chiavi in pugno per non farle tintinnare, apro la porta con cautela e sgattaiolo nel pianerottolo.

lunedì 30 maggio 2016

Cover Love #164




Adorati sognalettori, incredibilmente oggi la puntata con la vostra rubrica preferita (anche se "From Italy With Love" sta spopolando, eh!) arriva niente meno che di giorno! Eh sì, sono riuscita a destreggiarmi piuttosto bene in questo lunedì e ho fatto tutto per tempo. How do you like me? 
Per chi non lo sapesse "Cover Love" è la rubrica inventata da me e consiste in una classifica in cui vi mostro tre copertine che mi hanno rubato il cuore, che siano esse di libri italiani, stranieri, vecchi o nuovi! Vorrei che partecipaste scegliendo quale, secondo voi, è la cover più bella tra le tre da me selezionate e mescolandone l'ordine di classifica, in modo da formarne una vostra! 
PER UNA VOLTA CONCEDIAMOCI IL "PIACERE" DI GIUDICARE UN LIBRO DALLA COPERTINA!


LA MIA CLASSIFICA DELLA SETTIMANA SCORSA ERA:

1. The Bone Witch
2. Spindle
3. Delirium


E secondo i vostri voti la cover più bella è...  


THE BONE WITCH

Bene bene bene! Avete confermato il mio primo posto, che era davvero troppo bello per essere battuto da qualsivoglia cover (per quanto eccezionale!), ma avete creato un po' di scompiglio nel resto della classifica! Bravi, così mi piacete. "Delirium" sale al secondo posto mentre "Spindle" scende al terzo, con una medaglia di bronzo al collo! 



E ora, ecco la classifica di questa settimana!



1. AND THE TREES CREPT IN


Avrei voluto aspettare Halloween per mostrarvi questa copertina. Ma è così lontano e questa cover è così tremendamente bella, suggestiva e creepy, da rendermi conto di non poter aspettare un momento di più prima di condividerla con voi. Perciò eccola qui, nella sua inquietante maestosità, bella come una fiaba oscura, spaventosa ma affascinante. Che posso dire, se non che rispecchia in pieno il modo in cui mi sento in questo particolare periodo della mia vita? Insomma, la adoro.

TRAMA TRADOTTA DA ME


Quando Silla e Nori arrivano a casa della zia, è subito chiaro che il "maniero del sangue" è maledetto. Gli scricchiolii della casa e la calma piatta dei boschi che la circondano sono dei segni sufficienti, ma ci sono segreti che Sill non può ignorare: chi è il bellissimo ragazzo che è comparso dai boschi? Chi è l'uomo che la sua sorellina, ma nessuno oltre lei, vede? E perché sembra che, dal momento in cui sono arrivati, gli alberi stiano strisciando sempre più vicino alla casa? 



2. CONFESS


Giusto oggi una mia sognalettrice mi ha scritto mostrandomi questa copertina, che appartiene all'edizione indonesiana di Confess, libro di Colleen Hoover da voi molto amato (spero di potervi dare il mio parere presto!). Insomma, l'ho vista e me ne sono innamorata al punto da decidere di sostituire il secondo posto che avevo in mente con questa copertina qui. Che ne dite, non è favolosa? A me piace da matti, con i suoi colori e il suo messaggio di speranza. Sarà che avevo bisogno di stemperare l'inquietudine trasmessa dalla cover precedente...

 

sabato 28 maggio 2016

In My Mailbox #178




Felice sabato miei carissimi sognalettori! Ancora una volta vorrei sottolineare quanto poco io sia abile nell'aggiornare le rubriche settimanali. E ancora una volta voglio scusarmi per queste mie carenze. Ma per me è già una vittoria l'esser riuscita a pubblicare il post di oggi, viste le ripicche che la mia cattivissima schiena mi sta infliggendo e i crescenti impegni nella mia vita privata Perciò siate buoni con me, ce la sto mettendo tutta!
Oggi è giornata di In My Mailbox, la rubrica inventata da Kristi del blog "The story siren", che vi consente di sbirciare i miei ultimi acquisti libreschi e condividere con la rete i vostri! Allora, facciamo un giro virtuale nella rispettiva "cassetta delle lettere" per sbirciare i libri (i miei soprattutto in ebook) che abbiamo comprato, ricevuto in regalo o preso in prestito? 



ULTIMAMENTE NELLA MIA CASSETTA DELLE LETTERE HO TROVATO



Data di pubblicazione: 28 aprile 2016
Titolo: Il mio libro sbagliato
Autore: Greta Menchi
Editore: Fabbri
Prezzo: 15,90 €
Pagine: 117

In un libro fatto a sua immagine e somiglianza - ironico, coloratissimo, surreale e “sbagliato” nel senso più nobile del termine - Greta si racconta e racconta il suo personale ed esilarante modo di vedere la vita, le relazioni, le banalità del quotidiano e i dilemmi semiseri che assillano le sue (e le nostre) giornate. Cosa fanno (davvero) le ragazze la notte? Quali sono i tipi di fidanzato più diffusi sul pianeta terra? Cosa si nasconde in quell’orrido buco nero chiamato borsa? Perché non bisogna mai fidarsi dei film americani? Foto, vignette, aneddoti, disegni, liste e controliste: mille e una pillola di Greta per conoscere il mondo della vlogger più eccentrica d’Italia.




Titolo: Ti darò il sole (autoconclusivo)
Data di pubblicazione: 26 maggio 2016
Autore: Jandy Nelson
Editore: Rizzoli
Prezzo: 16,00 €
Pagine: 500


Noah e Jude, gemelli, a tredici anni sono legatissimi. A raccontarcelo è il taciturno Noah, che passa il tempo a disegnare e a sfuggire ai bulli di quartiere, mentre la sorella, moto perpetuo, si tuffa dalle scogliere e ha il sole sulle labbra. Quattro anni dopo, però, Noah e Jude non si parlano nemmeno. Il testimone del racconto passa a Jude, colpevole della deriva in cui è scivolato il fratello, ma anche dell'eclissi in cui è sprofondata lei. Ciò che Noah e Jude ancora non sanno è che ognuno di loro possiede soltanto metà della storia, e che l'unico modo per rifondare il mondo sarà ricucire la frattura che ora li divide.




Data di pubblicazione: 25 maggio 2016
Titolo: Il cattivo ragazzo che voglio
Autrice: Giulia Besa
Editore: Giunti
Prezzo: 12,00 €
Pagine: 288

Chiara, ultimo anno di liceo a Roma, è la classica brava ragazza. La sua migliore amica lotta da anni per trascinarla in discoteca e farla divertire, ma invano. Il fidanzamento con Tommaso, un ragazzo più grande di lei, si è chiuso nel peggiore dei modi: al momento in cui si sono trovati insieme e nella giusta circostanza, Chiara non è riuscita a fare l'amore perché le è mancata la sicurezza. E lui, dopo averla invitata al Circo Massimo in una bella serata di vento, la molla, umiliandola davanti agli amici. Pochi giorni dopo Chiara conosce Cesare e non può non notarlo: alto, fisico atletico e muscoloso, capelli neri che lambiscono il viso dalla carnagione chiara; e gli occhi, due opali nere, al fondo delle quali si nasconde sempre un velo di malinconia. Ma Cesare è pericoloso quanto fascinoso: schivo, volubile, ha tatuato sul petto un intrico di rovi, simbolo evidente della sua chiusura agli affetti. Chiara è attratta, ma cerca in tutti i modi di starne alla larga. Anche Cesare, che nasconde ferite antiche e profonde, vorrebbe stare lontano da Chiara, ma l'attrazione reciproca è forte. Comincia così un'intensa e combattuta storia d'amore, sullo sfondo di una bellissima Roma, affascinante quanto i giovani protagonisti.




Data di pubblicazione: 5 Maggio 2016
Titolo: Dentro soffia il vento
Autrice: Francesca Diotallevi
Editore: Neri Pozza
Prezzo: 16,00 €
Pagine: 222



In un avvallamento tra due montagne della Val d’Aosta, al tempo della Grande Guerra, sorge il borgo di Saint Rhémy: un piccolo gruppo di case affastellate le une sulle altre, in mezzo alle quali spunta uno sparuto campanile. Al calare della sera, da una di quelle case, con il volto opportunamente protetto dall’oscurità, qualche «anima pia» esce a volte per avventurarsi nel bosco e andare a bussare alla porta di un capanno dove vive Fiamma, una ragazza dai capelli così rossi che sembrano guizzare come lingue di fuoco in un camino. Come faceva sua madre quand’era ancora in vita, Fiamma prepara decotti per curare ogni malanno: asma, reumatismi, cattiva digestione, insonnia, infezioni… Infusi d’erbe che, in bocca alla gente del borgo diventano «pozioni » approntate da una «strega» che ha venduto l’anima al diavolo. Così, mentre al calare delle ombre gli abitanti di Saint Rhémy compaiono furtivi alla sua porta, alla luce del sole si segnano al passaggio della ragazza ed evitano persino di guardarla negli occhi. Il piccolo e inospitale capanno e il bosco sono perciò l’unica realtà che Fiamma conosce, l’unico luogo in cui si sente al sicuro. La solitudine, però, a volte le pesa addosso come un macigno, soprattutto da quando Raphaël Rosset se n’è andato. Era inaspettatamente comparso un giorno al suo cospetto, Raphaël, quando era ancora un bambino sparuto, con una folta matassa di capelli biondi come il grano e una spruzzata di lentiggini sul naso a patata. Le aveva parlato normalmente, come si fa tra ragazzi ed era diventato col tempo il suo migliore e unico amico. Poi, a ventuno anni, in un giorno di sole era partito per la guerra con il sorriso stampato sul volto e la penna di corvo ben lucida sul cappello, e non era più tornato. Ora, ogni sera alla stessa ora, Fiamma si spinge al limitare del bosco, fino alla fattoria dei Rosset.


venerdì 27 maggio 2016

Giveaway "Ti darò il sole" di Jandy Nelson




Buon venerdì sognalettori. Come vi avevo promesso sulla pagina FB di Atelier dei Libri, oggi sarà un giorno di festa sul vostro amato blog. Perché non so per voi, ma secondo me non importa quanto la vita sia aspra: c'è sempre un buon libro capace di lenire le mie ferite
In questo periodo di lacrime e dolori, l'ancora di salvezza che mi ha donato un po' di pace è stato "Ti darò il sole" di Jandy Nelson, che ho recensito giusto mercoledì (leggimi!). 
Se non fosse già abbastanza chiaro e le mie lodi sperticate non fossero state convincenti a sufficienza, vi dirò senza mezzi termini che la sottoscritta si è perdutamente innamorata del libro in questione. 
Jandy Nelson ha infatti prodotto un'opera che mi ha stregata nel profondo, lirica e poetica come poche
Perfetto per gli ammiratori di John Green, "Ti darò il sole" racconta la vicenda che ha diviso, forse irreversibilmente, i due gemelli Noah e Jude. Fratello è sorella diversi come il giorno e la notte, il cui forte legame è stato messo a dura prova dalla competizione che ha sempre contraddistinto il loro rapporto. Attraverso entrambe le voci Jandy Nelson ha intessuto un variopinto universo d'amore, arte, sconfitta, rinascita e redenzione. Un universo di cui vorrei che anche voi faceste parte.
Ecco perché oggi metto in palio per voi una copia di questo piccolo gioiello della letteratura YA. Provare a vincerlo è semplicissimo, basta leggere fino in fondo è seguire le fragoline. In bocca al lupo!



Titolo: Ti darò il sole (autoconclusivo)
Data di pubblicazione: 26 maggio 2016
Autore: Jandy Nelson
Editore: Rizzoli
Prezzo: 16,00 €
Pagine: 500


Noah e Jude, gemelli, a tredici anni sono legatissimi. A raccontarcelo è il taciturno Noah, che passa il tempo a disegnare e a sfuggire ai bulli di quartiere, mentre la sorella, moto perpetuo, si tuffa dalle scogliere e ha il sole sulle labbra. Quattro anni dopo, però, Noah e Jude non si parlano nemmeno. Il testimone del racconto passa a Jude, colpevole della deriva in cui è scivolato il fratello, ma anche dell'eclissi in cui è sprofondata lei. Ciò che Noah e Jude ancora non sanno è che ognuno di loro possiede soltanto metà della storia, e che l'unico modo per rifondare il mondo sarà ricucire la frattura che ora li divide.


mercoledì 25 maggio 2016

Recensione "Ti darò il sole" di Jandy Nelson



Oggi è un mercoledì particolare per la sottoscritta. Un mercoledì denso di novità, iniziative e soddisfazioni, che provano in qualche modo a scacciare la malinconia che mi attanaglia. Non c'è modo migliore per allontanare la tristezza (o provarci almeno) che pubblicare una recensione adorante sul mio blog. Questa poi, è assolutamente unica perché grondante emozioni. Insomma, godetevela quanto io mi sono goduta "Ti darò di il sole" di Jandy Nelson, un romanzo che esce oggi e che io non dimenticherò mai.


Titolo: Ti darò il sole (autoconclusivo)
Data di pubblicazione: 26 maggio 2016
Autore: Jandy Nelson
Editore: Rizzoli
Prezzo: 16,00 €
Pagine: 500
Il mio voto:


Noah e Jude, gemelli, a tredici anni sono legatissimi. A raccontarcelo è il taciturno Noah, che passa il tempo a disegnare e a sfuggire ai bulli di quartiere, mentre la sorella, moto perpetuo, si tuffa dalle scogliere e ha il sole sulle labbra. Quattro anni dopo, però, Noah e Jude non si parlano nemmeno. Il testimone del racconto passa a Jude, colpevole della deriva in cui è scivolato il fratello, ma anche dell'eclissi in cui è sprofondata lei. Ciò che Noah e Jude ancora non sanno è che ognuno di loro possiede soltanto metà della storia, e che l'unico modo per rifondare il mondo sarà ricucire la frattura che ora li divide.



La mia recensione



Chi mi segue da tempo o mi è vicino saprà quanto amore io nutra nel libro d'esordio di Jandy Nelson, intitolato "The sky is everywhere" (leggimi!). Un amore incondizionato che mi spinge costantemente a sfogliare e risfogliare i miei passaggi preferiti di questo concentrato di emozioni che mi si sono piantate dritte nel cuore.
Immaginate la mia emozione nel trovarmi al cospetto della seconda pubblicazione di Jandy Nelson, "Ti darò il sole" edito da Rizzoli e pubblicato proprio oggi. Ho avuto la possibilità di leggerlo in anteprima e innamorarmene perdutamente, come si ama una persona cara da voler tenere sempre al proprio fianco. 
L'ho pensato quando lessi il suo primo romanzo e lo penso ancora oggi: Jandy Nelson è una delle autrici migliori dei nostri tempi. La sua prosa esplosiva crea meraviglie di poesia e suggestioni. Leggerla è come assistere a uno spettacolo in tecnicolor: ci si innamora di ogni parola, di ogni volo pindarico, di ogni espressione colorita. Ci si innamora dei suoi protagonisti, dominati sempre da un forte dualismo che spinge il lettore a provare per loro sia affezione che rabbia cieca. Ci si innamora delle storie d'amore che intesse: complesse, intricate, mozzafiato.
Ti darò il sole è un romance contemporaneo luminoso, diverso, bellissimo. Una perla della letteratura YA che consiglio a tutti gli amanti di John Green e Raimbow Rowell. Ve ne innamorerete, non ci sono storie! 
Non è facile scrivere la recensione di un libro così bello, così intenso e travolgente, così unico e sensazionale, senza rischiare di banalizzare tutto. Ma so che nessun giudizio, per quanto ispirato, potrebbe rendere giustizia allo stile di scrittura di Jandy Nelson e ai personaggi che ha creato. 
Non so se questa sarà una recensione razionale, perché ho amato a tal punto questa storia da essere un groviglio di emozioni che è difficile districare. Mi auguro però che possiate apprezzarla comunque.

Ancora una volta Jandy Nelson ci racconta la storia di due fratelli. Noah e la sorella Jude hanno condiviso tutto, persino il grembo. Sono gemelli e li unisce un rapporto unico nel suo genere, ma non idilliaco. Se la surfista e ribelle Jude è la luce degli occhi di suo padre e brilla di luce propria, Noah è l'introverso artista che preferisce rifugiarsi nel caldo abbraccio della stravagante figura materna. Se Jude è una stella che brilla di luce propria, attirando l'attenzione di chiunque le stia attorno, Noah si nasconde per fuggire alle angherie che i bulli gli fanno subire.
All'inizio è un Noah tredicenne a raccontarci la sua versione della storia. Una storia di omosessualità celata in modo impacciato, di istantanee trasformate in quadri mentali, di due genitori in crisi, di due fratelli che condividono segreti preziosi e di un amore troppo bello per essere incasellato. Quello per Brian. Brian che non è solo un amico, che sa leggergli nel cuore e che accetta tutti suoi difetti. Al suo fianco c'è Jude. La sua costante a cui lo unisce un legame che entrambi credevano indissolubile, ma che ben presto scopriremo essersi incrinato.
L'altro lato della storia, quella di Jude, la conosceremo più avanti nel tempo, quanto tutto è cambiato e Noah è il re delle feste e della popolarità mentre Jude è l'ombra di se stessa. I gemelli ormai sedicenni quasi non si rivolgono più la parola. La rivalità che è sempre stata latente tra loro, li ha ormai separati con un divario forse incolmabile. Nemmeno Jude è la stessa di prima. Sola, sciatta e determinata a stare lontana da qualsiasi ragazzo le capiti a tiro, passa il tempo a parlare con il fantasma immaginario della nonna, a studiare e a sentirsi in colpa per tutti i suoi errori. Tutto cambia quando Oscar, bellissimo e pericoloso, metterà alla prova la sua determinazione a star lontana da qualsivoglia storia d'amore. 
Ma cosa è stato a dividere così violentemente Noah e Jude? Lo scopriremo mentre la storia ci si scioglierà nel cuore, inondandolo di colori e immagini indelebili. Due gemelli, due storie d'amore uniche, una famiglia difficile, un intrico di segreti, promesse legami forti come catene e fragili come un ricordo... questo e molto altro è "Ti darò il sole".


From Italy With Love #1 Scegliete quale sarà il prossimo libro made in Italy che recensirò!



Miei cari sognalettori, vi ho già spiegato quale sia il motivo per cui determinati post stanno arrivando con un certo ritardo. In effetti era deciso che sicuramente il post in questione sarebbe stato pubblicato due domeniche fa. Ma la vita si è messa di traverso e solo ora ho avuto il tempo di dedicarmi pienamente a questo nuovo progetto che vi ha tanto entusiasmato.
La vostra gioia in effetti mi ha stupito: sapevo di poter contare sulla vostra partecipazione, ma non mi aspettavo una tale accoglienza per la mia folle idea finalizzata a dare un nuovo volto alla rubrica "From Italy With Love". Eppure avete letteralmente adorato la mia iniziativa, al punto da farla diventare una delle più gettonate tra quelle che vi ho proposto nel corso del tempo. Se non sapete di cosa stia parlando, vi invito a fare un salto qui, dove troverete il post introduttivo che farà un po' luce sulla faccenda. 
Come dicevo nell'articolo in questione, ho deciso di dare un taglio all'indecisione sui titoli italiani da scegliere e recensire e lasciare che foste voi a guidarmi. Come? 
Innanzitutto segnalandomi nei commenti i libri Made in Italy che siete curiosi di veder recensiti da me, cosa che avete fatto con grande trasporto. Forse anche troppo, visto che vi avevo chiesto di limitarvi a un libro per commento, mentre qualcuno si è fatto prendere dall'esuberanza (in questi casi, ho preso in considerazione il primo libro citato).



La seconda fase di From Italy With Love inizia adesso!


Tra i tanti suggerimenti arrivati, ho selezionato quattro titoli per l'alto numero di voti e per aver suscitato la mia curiosità. Ma quattro libri sono ancora troppi per frenare la mia eterna indecisione, quindi toccherà di nuovo a voi darmi una mano a uscire da questo empasse, votando per scegliere il prescelto che leggerò e recensirò sulle pagine dell'Atelier!

Le regole per votare sono semplici

- Per evitare lo spam selvaggio, è necessario che chi vota sia iscritto al blog come lettore fisso!
- Non dovete fare una classifica, votate un libro e uno soltanto!

Supportate il libro che preferite, perché vi ha conquistato e volete condividere un po' di questo amore con me, perché ne avete sentito parlare e volete saperne di più oppure anche solo perché frutto della vostra penna e volete conoscere la mia opinione, e non disperate se il vostro beniamino non dovesse essere prescelto: i titoli "rimandati" verranno ripescati nelle prossime selezioni, e avrete di nuovo la possibilità di votarli (e io di leggerli!)
Ecco i titoli tra cui votare. Ricordate: la mia non è una classifica, i libri sono stati disposti in ordine sparso!


"La prima cosa bella" - Bianco Marconero



Esiste solo l'amore non corrisposto: questa è la convinzione di Dante Berlinghieri, ventunenne nerd appassionato di cinema e fumetti. Tra una birra nel solito posto, un esame all'università e una sosta in fumetteria, la sua vita scorre più o meno tranquilla.

Ma una sera come tante, in uno dei soliti posti, arrivano anche delle ragazze e da quel momento il mondo di Dante verrà completamente capovolto. Si ritroverà promosso al ruolo di regista in un film amatoriale, si innamorerà senza essere riamato, e a sua volta non ricambierà una ragazza che invece si innamora di lui. E in un susseguirsi di eventi imprevisti e imprevedibili, Dante scoprirà che nulla è come aveva immaginato…



"Flamefrost - due cuori in gioco" - Virginia Rainbow


Gli abitanti del pianeta Luxor sono scampati alla distruzione del loro mondo e vagano nello spazio alla ricerca di una nuova terra. I principi alieni Nardos e Gered vengono incaricati di compiere una missione misteriosa sul pianeta Terra. È in questo contesto che si inserisce il rapporto particolare tra Gered e una ragazza terrestre, Sarah. Gered cerca di avvicinarla in tutti i modi, usando i poteri straordinari di cui dispone, ma lei rifiuta qualsiasi tipo di relazione, nonostante si senta molto attratta da lui. Un mistero aleggia su tutta la storia e verso la fine cominciano a scoprirsi alcuni tasselli. In un intreccio via via più articolato, si delinea la delicata psicologia dei personaggi, che si cercano e si respingono, si incontrano e si allontanano. Fa da sfondo alla storia la società aliena con le sue regole e i suoi riti peculiari. Un mix di contrasti, dolcezza, passione e mistero, che tiene incollato il lettore alla pagina riga dopo riga in un ritmo intenso e coinvolgente.

"Meet you on the other side - un luogo del cuore" di Anna Giraldo



Eli ha perso suo padre Max in mare eppure non sa stare senza le onde. 

Jay è un figlio sbagliato e pensa che l’oceano sia soltanto un ammasso di acqua fredda dal sapore sgradevole. 

Deep è venuto per loro. 

Meet you on the other side è l’ultimo verso di Just Breathe, una canzone dei Pearl Jam, e questo romanzo è stato scritto con la loro colonna sonora. 
Il surf, i viaggi, il mare, sono il filo rosso che unisce un intreccio di passioni profonde, incontri mancati e incroci casuali, una storia di attraversamento della vita e del confine dell’essere che assume contorni fantastici e si vela di magia. 

lunedì 23 maggio 2016

Cover Love #163




Carissimi, questi sono stati giorni davvero di fuoco. Sapete bene quanto il periodo sia difficile per me e pur volendo tornare subito da voi, ho dovuto aspettare che il mio cuore fosse abbastanza saldo da reggere il peso di tutto quello che avevo tralasciato. Fortuna che ci siete voi, con il vostro amore e infinito supporto a farmi sentire sempre a casa. Per questo ho deciso di tornare e basta. Davvero stavolta. E lo faccio con la rubrica che preferite. Ma non solo. 
Come vedrete dalla foto a destra, sul mio Instagram (cliccami!) ho aperto un piccolo giveaway in cui metto in palio "Il mio libro sbagliato" di Greta Menchi. Vi invito a partecipare!
Per chi non lo sapesse "Cover Love" è la rubrica inventata da me e consiste in una classifica in cui vi mostro tre copertine che mi hanno rubato il cuore, che siano esse di libri italiani, stranieri, vecchi o nuovi! Vorrei che partecipaste scegliendo quale, secondo voi, è la cover più bella tra le tre da me selezionate e mescolandone l'ordine di classifica, in modo da formarne una vostra! 
PER UNA VOLTA CONCEDIAMOCI IL "PIACERE" DI GIUDICARE UN LIBRO DALLA COPERTINA!


LA MIA CLASSIFICA DELLA SETTIMANA SCORSA ERA:


1. Carve the mark
2. Il canto della morte
3. Behind your back



E secondo i vostri voti la cover più bella è...  


CARVE THE MARK

Ebbene sì, ancora una volta il mio primo posto è rimasto invariato! Ma la cosa non mi stupisce. Primo perché so quanto amate Veronica Roth, secondo perché la cover è strabella e meritava di vincere. Avete però invertito l'ordine della fine della classifica. "Behind your back" è salito al secondo posto, mentre "Il canto della morte" è sceso al terzo!  


E ora, ecco la classifica di questa settimana!






1. THE BONE WITCH


Ho un debole per il viola, per i ghirigori, per le ragazze dai capelli lunghi e per i teschi (ho una cotta per Black Sails e vedo pirati ovunque)! Motivo per cui non posso che amare alla follia la copertina di "Bone Witch", in cui mi sono imbattuta qualche giorno fa e per cui mi batte fortissimo il cuore al momento. Mi piace così tanto anche la trama! Ho una voglia pazza di saperne di più, ma per ora mi limito a fantasticare sulla bellezza di questa cover. Meglio di niente...

TRAMA TRADOTTA DA ME


Quando Tea resuscita accidentalmente suo fratello dalla morte, impara che è diversa da tutte le altre streghe della sua famiglia. Il dono della negromanzia indica che lei è un Bone Witch (strega delle ossa), un titolo che la rende temuta e osteggiata dalla sua comunità. Ma Tea trova sollievo e una strada da seguire grazie all'aiuto di un'anziana e saggia Bone Witche che la porterà, assieme a suo fratello, in un luogo in cui addestrarli e istruirli.
Nella sua nuova casa Tea impiega tutte le proprie energie nel diventare una Asha, ovvero una persona che può utilizzare la magia degli elementi. Ma le forze oscure si avvicinano in fretta e per affrontare il pericolo Tea dovrà superare gli ostacoli sul suo cammino e compiere una scelta capitale.

giovedì 19 maggio 2016

"Quel capodanno a Tenerife" di Valentina Gebbia, pubblicato da Edizioni Leima: quando il romance made in Italy fa sognare!

Oggi voglio parlarvi di un libro che ha destato la mia curiosità girovagando sul programma della Fiera del Libro di Torino. Si tratta di "Quel capodanno a Tenerife" di Valentina Gebbia, pubblicato a Febbraio da Edizioni Leima, presentato proprio al Salone Internazionale del Libro 2016. E' bastato uno sguardo alla cover per accendere subito la mia la voglia di saperne di più e di parlarvene qui su Atelier dei Libri, perché so che molti (in particolare quelli che come me non sono stati al SalTo16) saranno felici di scoprire questo romance tutto italiano. 
Anche se non si tratta della prima pubblicazione di Valentina Gebbia, il suo è senza dubbio un esordio: quello nella letteratura romantica contemporanea! E il suo ingresso in questo mondo, segna anche l'inaugurazione per Edizioni Leima della collana dedicata ai romance intitolata "Tu e io", della quale sono curiosa di scoprire i titoli a venire. 
Il motivo per cui "Quel capodanno a Tenerife" ha destato la mia curiosità, oltre all'esplosione di colori sulla cover, è stata la prospettiva di un romance diverso e multisfaccettato, in grado di alternare la leggerezza del romance a temi profondi come la violenza sulle donne e di tenere incollati alle pagine grazie a una storia imprevedibile con dei risvolti mystery. Certo, il fatto che poi il libro fosse ambientato tra Londra, Tenerife e la bella Italia, ha aiutato molto la mia fantasia: mai come ora avrei bisogno di volare in un posto da sogno, magari con le amiche. Un po' come accade a Veronica, giornalista free-lance in cerca di emozioni, che fugge per un magico capodanno al fianco di Costanza, l'amica di una vita con cui ha sempre condiviso gioie e dolori. 
Diverse tra loro ma lo stesso molto legate, da questo viaggio Veronica e Costanza si aspettano tutto, tranne l'incredibile avventura in cui si imbattono. Un amore dirompente per uno sconosciuto dagli occhi ipnotici e l'accento londinese travolgerà Veronica, mentre l'irresistibile attrazione verso un caliente spagnolo dai mille misteri metterà alla prova la pragmatica indole di Costanza. Il tutto sullo sfondo suggestivo di un'isola senza tempo, con attorno un gruppo di simpatiche vecchine convinte di poter comunicare con l'aldilà e che il destino vinca su ogni cosa. Ma sarà davvero così? Potranno i sentimenti sbocciati in vacanza decretare l'inizio di un sogno per le due amiche? Una cosa è certa: quel viaggio così imprevedibile le cambierà per sempre.
Per saperne di più vi invito a visitare la pagina dedicata (http://videolinkfun.com/b/c/K6yQE6) e a guardare il book trailer del libro: 






Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...