giovedì 24 marzo 2016

Recensione "Quello che ti rende speciale" di Marci Lyn Curtis

Da un po' di tempo aspettavo di trovare il giusto stato d'animo per potervi parlare di "Quello che ti rende speciale" di Marci Lyn Curtis, uno standalone per YA davvero carino che ho letto e adorato e che finalmente sono riuscita a recensire per voi! Sono curiosissima di sapere se qualcuno di voi lo ha letto e di conoscere i vostri pareri!


Data di pubblicazione: 4 Febbraio 2016
Titolo: Quello che ti rende speciale
Dove comprarlo: LaFeltrinelli.it
Autrice: Marci Lyn Curtis
Editore:  Fabbri Editori
Prezzo: 16,00 €
Pagine: 352


Maggie, adolescente un tempo molto popolare e sportiva, ha perso la vista da sei mesi a causa di una terribile meningite. Trascina le sue giornate crogiolandosi nella depressione finché non si rende conto che riesce di nuovo a vedere, ma solo una persona: Ben, un ragazzino di undici anni, fratello di Mason Milton, il cantante della sua band preferita. Una storia commovente di vita, amore, rinascita.




La mia recensione

Il nonno paterno era diventato il mio migliore amico da quando avevo perso la vista, dato che aveva qualità di cui le mie coetanee erano sprovviste. Tanto per cominciare, non mi compativa e, in secondo luogo, non mi trattava in modo diverso perché ero cieca.
Questo libro è precipitato nella mia orbita come una cometa, collidendo con il mio cuore inesorabilmente. Sapevo, quando ne ho sentito parlare per la prima volta, che si trattava di uno di quei romanzi che mi avrebbero messo sottosopra l'anima, perché se ne faceva un gran parlare su Goodreads da alcune blogger nostrane che amalo leggere in lingua e di cui mi fido molto! 
E' da tempo, infatti, che "The one thing" (questo il titolo originale) di Marci Lyn Curtis viene acclamato da molti come uno dei migliori YA del momento. Per niente al mondo mi sarei lasciata sfuggire l'occasione di farmi travolgere da tante promesse di bellezza tutte concentrate in un solo, scintillante libro. Dovevo toccare con mano, sapere se le voci dicevano la verità e se Marci Lyn Curtis avesse davvero scritto un libro memorabile. 
La delusione era in attesa dietro l'angolo, come ogni volta che inizio un libro serbando aspettative altissime. Ma il destino questa volta ha voluto che le voci, almeno secondo me, fossero tutte fondate. Dalla prima all'ultima. Perché posso dire che "Quello che ti rende speciale" ha effettivamente meritato tutto l'amore, le lodi e i favori riscossi. Intenso e brillante come pochi, quello della Curtis è un libro carico di sentimenti, di sarcasmo, di vita e di amicizia. Un'amicizia così forte da essere salvifica e quasi miracolosa. Un libro che vale la pena di essere letto, dolce e sagace, divertente e straziante allo stesso tempo.  "Quello che ti rende speciale" è la lettura perfetta per chi cerca una storia giovane e fresca, avvincente e fuori dal coro!

Prima della malattia, i miei sogni sembravano film: erano pieni di luce, colori, suoni. Quando però il mio mondo era svanito, la qualità dei sogni era peggiorata notte dopo notte. Il nulla delle mie giornate aveva trasformato quelle immagini vivide in macchie sfocate, scure, fino a cancellarle completamente, lasciando soltanto voci, pensieri, idee.
Nella mia intervista fatta per Top Girl a Marci Lyn Curtis (leggila qui) l'autrice mi ha svelato di avere molto in comune con la sua Maggie. Ad accomunarle più di ogni altra cosa è il sarcasmo e la voglia di ridere delle disgrazie della vita. E in effetti ora mi rendo conto c'è ben poco che potrebbe impedire a Maggie di schermarsi dietro una battuta caustica. Lei non è la classica protagonista a cui siamo abituati. Nonostante i diciassette anni e le sue normalissime passioni, Maggie è diversa dalla maggior parte dei suoi coetanei. A causa di una grave meningite ha perso la vista e da allora la sua vita è cambiata inesorabilmente. Tornare indietro è impossibile, così come impossibile è ritrovare la gioia nelle piccole cose che la facevano sentire speciale. 
Si penserebbe che con una premessa simile il clima del libro non sia certo dei più frizzanti. Fortuna che Marci Lyn Curtis e Maggie hanno in comune il sarcasmo e la capacità di rispondere alle difficoltà con una risata beffarda! Grazie a questa nota distintiva che caratterizza sia la protagonista che l'autrice, ci si ritrova sin da subito a sorridere anche in situazioni non propriamente comiche. E a generare la maggior parte dei sorrisi in questione non è altri che l'eroe di questo romanzo. Ben. Il delizioso, adorabile e geniale Ben. 
No, non si tratta dell'interesse amoroso della nostra protagonista. Ma del dolcissimo ragazzino di otto anni con la spina bifida che piomba letteralmente nella vita di Maggie, colorandola di nuovi incredibili sfumature. Il loro incontro è epico, magico. Molto più di quanto lo sarebbe stato se Ben fosse stato un eroe romantico. Perché l'amicizia può essere forte anche più dell'amore romantico: può creare universi e dar vita a leggende. Può persino farti tornare la vista quando si è ciechi e farti amare nuovamente la vita.

Un’amica… Quelle due semplici parole mi fecero venire un nodo in gola. La maggior parte delle mie «amiche» erano perlopiù ex compagne di squadra: il giorno in cui avevo perso la vista mi avevano trattata come un caso umano, e ora appartenevano al passato. Persino le migliori, Sophie e Lauren, si erano allontanate, tenendosi alla larga, come in attesa di un miracolo. Che però non si era verificato.
In un mondo di libri tutti uguali, in cui si inneggia quasi sempre solo all'amore, è bello trovarsi al cospetto di un inno all'amicizia. Quando accade, quando ci si trova di fronte a un contemporary in cui l'amore non è centrale nella trama, pur essendo presente e risultando comunque sublime, è un po' come una magia. E le magie meritano di essere vissute, perciò fossi in voi darei una possibilità a questo romanzo.
Marci Lyn Curtis è un'autrice eccezionale, capace di risucchiarti in una narrazione spontanea e pungente, carica di sarcasmo e genialità. Preparatevi a ridacchiare come matti, tentando di resistere all'impulso di distribuire pacche immaginarie ai vari protagonisti primari e secondari che si susseguono tra le pagine. 
Non mentirò dicendo che non si tratta di un libro doloroso. Lo è assolutamente, putroppo. E lo è in modo inaspettato e crudele. Non parlo della moderata dose di dramma che ci si aspetti derivi dalla condizione medica di Maggie. Eh, no. Parlo di colpi di scena che ti colpiscono come un treno in corsa, che ti lasciano con il stomaco sottosopra e gli occhi pieni di lacrime e la voglia di scuotere l'autrice per le sue scelte.
Tuttavia, dramma o non dramma, questo è un buon libro. Un libro che sa essere romantico senza soffocare, offrendo ai lettori una bellissima sottotrama romance che fa letteralmente sciogliere dalla tenerezza. E che sa stupire con la crescita personale dei vari protagonisti, che maturano e compiono un cammino di evoluzione molto toccante. Un libro che sa travolgere grazie alle sue atmosfere, alla presenza imperante della musica e alla narrazione brillante che incatena alle pagine.
Unica nota negativa, la scelta di inserire un elemento di realismo magico, che secondo me un po' stonava con tutto il resto.

Verdetto: un romanzo indimenticabile

Compralo su LaFeltrinelli.it cliccando sulla cover!

18 commenti:

  1. Concordo su tutto, anche a me è piaciuto molto e i veri protagonisti sono Maggie e Ben. Belli loro...

    RispondiElimina
  2. Questo libro mi ispirava già prima dell'uscita proprio perché il tema centrale è l'amicizia e non il solito amore, l'attesa del Principe azzurro... quando mi sarò ripreso dal dramma della lettura di A Time for Dancing (mi ha scombussolato) lo leggerò sicuramente! Inutile complimentarmi con te della straordinaria recensione: lo sai, ti adoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggilo e non te ne pentirai, se non per le lacrime che ti farà versare :P
      L'affetto, come sai, è ricambiato!

      Elimina
  3. Non l'ho letto, però mi incuriosiva e ora credo proprio che gli darò una possibilità! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai voglia di una lettura giovane e anche un po' strappacuore, allora te lo consiglio!

      Elimina
  4. E' nei miei Maybes! Ne parlate tutti così bene :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non stento a credere che stia piacendo a tutti, è così dolce come libro ^_^

      Elimina
  5. Anche a me è piaciuto tanto!!!!!

    RispondiElimina
  6. Ho questo libro in lista, per l'esattezza nel Kindle, in attesa di essere letto! La tua recensione mi ha davvero incuriosita e se adesso non avessi letture più urgenti mi ci fionderei!! Lo farò appena possibile =) Una splendida recensione, come sempre =) Sai davvero come arrivare ai cuori dei lettori <3 Ti lovvo <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice di averti convinta a leggerlo! Fortuna che il libri non invecchiano e ci aspettano pazientemente sui nostri scaffali (anche quelli virtuali!). Baci tesora <3

      Elimina
  7. Dopo la tua recensione non posso piu' temporeggiare! Devo assolutamente leggerlo! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai Ely, buttati e non te ne pentirai!

      Elimina
  8. Che bella recensione, Glinda!! <3
    E non potrei essere più d'accordo sull'incredibile capacità di mescolare dramma e umorismo, perfino nei momenti più bui ci vuole, ci vuole. Nei libri e anche nella realtà se si vuole sopravvivere!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Federica bella, che piacere leggerti! Quanto hai ragione: non c'è nulla di più curativo di un bel sorriso ironico <3

      Elimina
  9. Ce l'ho nei libri da acquistare ma aspettavo una tua conferma ed eccola qui...splendida recensione ^_^ voglio leggerloooo

    RispondiElimina
  10. Concordo pienamente. E' un libro stupendo, che merita di essere assolutamente letto..

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...