sabato 19 dicembre 2015

Recensione "Let it snow, innamorarsi sotto la neve" di John Green, Maureen Johnson, Lauren Myracle

Dicembre imperversa e io non potevo non fare la recensione del libro più chiacchierato di questo natale. Siccome il libro è diviso in tre piccole novelle, ho deciso che recensirò tutti e tre i racconti singolarmente, così che voi possiate farvi un'idea più approfondita? Andiamo allora, la corsa ha inizio!

Autrori: John Green, Maureen Johnson, Lauren Myracle
Titolo: Let it snow, innamorarsi sotto la neve 
Data di pubblicazione: 12 Novembre 2015
Dove comprarlo: LaFeltrinelli.it
Editore: Rizzoli
Prezzo: 16,50 €
Pagine: 373
Voto complessivo:



È la Vigilia di Natale a Gracetown. Scende la neve, i regali sono già sotto l’albero e le luci brillano per le strade. Sembra tutto pronto per la festa, ma una tormenta arriva a sparigliare le carte. Così si può rimanere bloccati su un treno in mezzo al nulla e vagare per la città fino a incontrare un intrigante sconosciuto. Oppure prendere la macchina per raggiungere una festa che promette di essere memorabile, per scoprire che l’amore è più vicino di quanto pensassimo. O ancora ritrovare qualcuno che si credeva perduto, ma solo dopo una giornata piena di imprevisti e di… maiali. Grazie a John Green, Maureen Johnson e Lauren Myracle, affermati autori Young Adult, la magia delle vacanze splende su questi tre racconti d’amore, che s’intrecciano tra loro mettendo in scena baci appassionati e avventure esilaranti.


La mia recensione

Tutti ne parlano, ci scalderà il cuore per ben due Natali di fila, perché il prossimo anno a Dicembre sarà in tutte le sale cinematografiche. Insomma, è il libro del momento. Non pensavamo che sarebbe arrivato in Italia, visto che negli USA è uscito l'anno scorso, invece eccolo qui, nella sua bella cover scintillante che ci invita a immergerci nelle sue magiche atmosfere. Certo, si presenta come un classico di Natale, quando invece è un contemporary romance sotto mentite spoglie, però a noi piacciono tanto i contemporary romance. Vero? In particolare quelli allegri, scoppiettanti e molto teneri.
Let it snow è assolutamente il libro perfetto per chi cerca una bella storia ambientata nel periodo di Natale, ma che come protagonista ha l'amore. E non un amore qualunque. Ma quello raccontato dalle penne di tre degli autori più osannati dai lettori di tutto il mondo. Se ve lo state chiedendo, le storie sono brevi e interconnesse tra loro, oltre che commoventi, ironiche e piacevoli da leggere.
Siete pronti a scoprire il mio pensiero su tutti e tre i racconti? Allora seguitemi, sarò breve e concisa e vi lascerò con tanta voglia di avere tra le mani un waffle caldo, dei pon pon, un maialino nano e, ovviamente, il libro in questione.

 JUBILEE EXPRESS
Maureen Johnson
Voto individuale


Senza troppi giri di parole, vi dirò che questo è stato il mio racconto preferito dei tre presenti nell'antologia. Maureen Johnson è un'autrice fantastica: la sua penna mi ha subito impressionato, portandomi in uno stato di pura euforia letteraria. La ragazza sa scrivere, sa far ridere e sa emozionare. Cosa avrei potuto desiderare di più?
La protagonista è Jubilee ed è nei guai proprio durante i giorni più caldi (si fa per dire) delle feste. Infatti è la vigilia di Natale quando scopre che i suoi genitori, due fanatici del villaggio natalizio di Flobie (una cosa da collezionisti che è un must in America), non torneranno a casa. Il motivo che li trattiene lo scoprirete da voi, perché è tutto da ridere e non voglio rovinarvi alcuna sorpresa, ma il risultato della loro assenza è piuttosto scontato: Jubilee dovrà raggiungere i nonni in Florida. Così, durante la tormenta di neve più devastante che la cittadina di Gracetown e dintorni abbiano mai visto. Ci troviamo dunque catapultati assieme a lei su un treno brulicante di personaggi molto variopinti. Inutile dire che la neve darà a tutti del filo da torcere. Invece che un Natale all'insegna delle tradizioni, Jubilee ne vivrà uno all'insegna dell'avventura, delle Cheerleader invasate, degli sconosciuti misteriosi dal cuore infranto e degli incontri che possono cambiare il corso di tutto, non solo quelo del Natale... 
Che dire? Un racconto di cui avrei letto volentieri altre duecento pagine. Davvero adorabile!

UN CHEERTASTICO MIRACOLO DI NATALE
John Green
Voto individuale

Ciò che è sicuro è che questa non è affatto una storia natalizia. Certo, è la vigilia di Natale e la città di Gracetown sta affrontando la più grande nevicata mai conosciuta. Ma non si respira nemmeno un po' di aria natalizia. Sono spariti tutti gli scampanellii che risuonavano nella novella di Maureen Johnson e questo di per sé è un gran peccato. Però la storia è carina senza ombra di dubbio, il lato romance è dolcissimo e John Green sa far divertire. Peccato non mi abbia emozionata come è accaduto con il primo racconto. 
Ci troviamo a Gracetown e mentre Jubilee sta affrontando il suo dramma di Natale, un gruppo di amici sta vivendo la sua tranquilla vigilia. Tobin, Angie detta Il Duca e JP sono soli a casa e si preparano a vedere un film, quando squilla il telefono. Un treno si è fermato per la tormenta e uno stormo di Cheerleader si è riversato nella Waffle House in cui lavora un loro amico, che offre loro il privilegio di prendere parte alla festa, sepme che arrivino prima degli altri ragazzi invitati. E' una festa per pochi eletti. Cosa c'è di meglio che imbarcarsi in una corsa contro il tempo e le intemperie, per raggiungere l'eldorado (in questo caso rappresentato da un posto pieno di Cheerleader?). L'avventura ha inizio, ma la sua fine non è scontata. Il tragitto è più che accidentato e per Tobin ci saranno enormi sorprese che daranno un valore diverso, e molto puccioso, a questo suo Natale alternativo.

IL SANTO PATRONO DEI MAIALI
Lauren Myracle
Voto individuale


Non c'è nulla da fare. Io e Lauren Myracle proprio non ci prendiamo. Il suo primo libro che ho letto, "Il nostro infinito momento" mi ha fatta impazzire. E non in modo positivo. Speravo che questa volta mi sarei ricreduta. Ma in questo caso è la prima impressione che conta. E la mia prima impressione è che la Myracle sa scrivere, ma che le sue protagoniste danno l'orticaria. Ovviamente Addie non fa eccezione. Siamo sempre a Gracetown, ma è la mattina di Natale. La vigilia è passata e così anche la bufera di neve. Addie è pronta ad affrontare un nuovo giorno di lavoro da Starbucks, ma il suo umore è davvero funereo: dopo aver fatto qualcosa di imperdonabile ha rotto con il fidanzato e ora il suo cuore è a pezzi. Certo, il fatto che sia stata lei a rovinare tutto conta poco, perché Addie riesce a concentrarsi solo su se stessa. Non importa che tutti, persino gli estranei, le facciano notare quanto sia terribilmente egoista ed infantile: i suoi pensieri sono comunque tutti neri e rischiano di mettere in pericolo anche il Natale della sua migliore amica. Saranno una sequela di eventi straordinari, come un maialino che sta in una tazza, l'avvento di una donna che potrebbe essere un angelo e una sorpresa davvero speciale a farle capire che l'egoismo non è la strada per la felicità... 
Ho davvero faticato a finire questo racconto, cosa grave per una storia da una manciata di pagine. Addie mi ha dato sui nervi dall'inizio alla fine, anche dopo la grande rivelazione che le ha aperto gli occhi su come comportarsi. Cosa ancora più disturbante: ho atteso questo racconto dall'inizio perché sapevo che avrebbe coinvolto il misterioso ragazzo che Jubilee ha incontrato sul treno e non vedevo l'ora di sapere di più di lui. Ma quando ho saputo cosa gli aveva fatto Addie e mi sono accorta che lui avrebbe avuto un ruolo marginale, la mia delusione è stata incommensurabile. Non ci siamo. 

Voto complessivo
Verdetto: una lettura spensierata!

Livello sensualità: non pervenuto

Compralo su LaFeltrinelli.it cliccando sulla cover!

19 commenti:

  1. Ci farò un pensierino però lo prenderei solo per il racconto di Maureen Johnson xD
    P.S. anche io non sono una fan di Lauren Myracle!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia allora non sono l'unica? Evviva!

      Elimina
  2. Risposte
    1. Siamo sempre sulla stessa lunghezza d'onda!

      Elimina
  3. Non mi piacciono molto i racconti brevi, però visto gli autori sono curiosa. Chissà se gli darò una possibilità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se dovessi provare a leggerlo, poi torna a farmi sapere che ne pensi!

      Elimina
  4. Quasi quasi.... :-) grazie!!!

    RispondiElimina
  5. Non sapevo fosse uscito in italiano! Magari lo vado a cercare in una libreria durante le vacanze! Mi ispira come libro e sarebbe bello leggere qualcosa natalizio ora :D
    Per il momento la storia che mi attira di più è la prima; quella di Green non ne sono sicura ma non è detto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ebbene sì, è uscito! Incredibile eh? Dai, spero che tu lo legga e che ti piaccia. Fammi sapere!

      Elimina
  6. Questa rivoluzione estetica del blog mi ha un po'scosso...
    La recensione sempre ottima, non vedo l'ora di prendere il libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena! Non avevi ancora visto il cambiamento di grafica? Spero tu possa farci presto l'abitudine. Grazie per i complimenti <3

      Elimina
  7. Bellissima recensione Glinda, spero proprio di leggerlo in queste vacanze! Ti farò sapere ;)

    RispondiElimina
  8. Non mi sembra Natale senza un libro ambientato in questo periodo. Però non l'ho ancora iniziato perché anch'io con la Myracle non vado troppo d'accordo, ho provato a leggere un suo libro e non sono arrivata alla fine purtroppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, Laura, non sai quanto mi consola sapere di non esser l'unica che detesta la Myracle. Mi da così sui nervi... T_T

      Elimina
  9. Devo farti i miei complimenti Glinda,diventi sempre più brava nel recensire racconti. Sto leggendo il libro proprio in questi giorni e concordo con te sulla Myracle...ma tutto sommato il libro è bello e sono stata contenta di averlo preso :-)

    RispondiElimina
  10. Risposte
    1. Sono tre storie. La prima ha 12 capitoli, la seconda ugualmente 12 e la terza 16. Ora ti parlo del libro in lingua inglese (che sarebbe quello che ho letto io), ma credo che valga lo stesso anche per il libro in italiano.
      Baci e buona lettura :-)

      Elimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...