lunedì 5 gennaio 2015

A very bookish christmas by Atelier dei Libri: Giveaway "L'estate dei segreti perduti" di E. Lockhart



Che succede? Perché mi guardate con sospetto? Lo so che non è più Natale, non sono mica così fuori fase, malfidati. Ma oggi è pur sempre festa no? 
E' il penultimo giorno delle vacanze natalizie, un lunedì memorabile per molteplici motivi, in cui val la pena essere felici, propositivi e generosi. Oggi gli alberi di Natale brilleranno di più, perché sanno che è la loro ultima occasione dell'anno per farsi belli e questa sera e le calze, che solitamente hanno a che fare con parti del corpo decisamente poco appetibili (non per tutti forse, ma per me di sicuro) si riempiranno di dolci e carbone che sa di zucchero e menta. 
E' un giorno speciale, dunque, e noi festeggiamo!
Vi avevo promesso una carrellata di regali che vi avrebbe accompagnati durante questo Natale, fino all'Epifania, e io provo sempre a mantenere le mie promesse. Questa volta, miei cari, ce l'ho fatta. HO VINTO IO CONTRO IL DESTINO! Nonostante non sia stato semplice stare dietro al trasloco (che non è ancora finito), alla vita, ai doveri e al blog, ce l'ho fatta senza dare troppo di matto. Sarà giunto il momento che voi facciate un regalo a me, non credete? Smettetela di guardarmi male, mi accontento di poco (assegni sostanziosi inclusi). 
Chiudiamo queste festività in bellezza, gente. Pronti per provare a vincere il libro che ho amato di più in questo 2014 che ci siamo lasciati alle spalle?




Probabilmente vi starete chiedendo se non sto esagerado nel dire che "L'estate dei segreti perduti" è il miglior libro che abbia letto nel 2014. Be', se ve lo state chiedendo, sappiate che la risposta è: NO.
Sono sicura fino al midollo che la Lockhart abbia scritto decisamente il più bel libro su cui abbia avuto la fortuna di posare lo sguardo nell'anno appena trascorso e non sono la sola a pensarlo. 
Per chi non lo sapesse, da pochissimo sono stati eletti i Goodreads Choice Awards 2014 e indovinate chi ha vinto nella categoria Best Young Adult Fiction con ben 33,943 voti? Eh sì, proprio "We were liars".  Ora, non vorrete mica mettervi contro un pubblico di trentatremilanovecentoquarantatré lettori che affermano che "L'estate dei segreti perduti" merita il titolo di miglior libro dell'anno, vero?
Non importa che voi siate giovanissimi o abbiate superato di gran lunga l'adolescenza. Non importa che il mystery paranormale con sfumature romantiche non sia il vostro genere prediletto. Non importa nemmeno se non siete lettori incalliti. DOVETE LEGGERE QUESTO LIBRO. Fatevi questo regalo. Anzi, no. Ve lo faccio io. 



Titolo: L’estate dei segreti perduti
Data di uscita: 24 giugno 2014
Autrice: Emily Lockhart
Editore: De Agostini
Prezzo: 14,90 €
Pagine: 316 


Da sempre la famiglia Sinclair si riunisce per le vacanze estive a Beechwood, una piccola isola privata al largo delle coste del Massachusetts. I Sinclair sono belli, ricchi, potenti, spensierati. E Cady Sinclair, l’erede dell’isola, del patrimonio e di tutte le speranze, non fa eccezione. Ma l’estate in cui la ragazzina compie quindici anni le cose cambiano. Cady si innamora del ragazzo sbagliato, l’unico che la sua famiglia non potrebbe mai accettare, e ha un incidente. Un incidente di cui crede di sapere tutto, ma di cui in realtà non sa niente.
Finché, due anni dopo, torna sull’isola e scopre che nulla è come sembra nella bellissima famiglia Sinclair. E che, a volte, ci sono segreti che sarebbe meglio non rivelare mai.
Da una delle autrici young adult più acclamate dalla stampa americana, già finalista al National Book Award, un romanzo in cui amore e suspense si mescolano alla perfezione. Una storia che non vi lascerà più.




Per partecipare al giveaway dovete seguire queste semplici regole: 

-Iscrivetevi come lettori fissi al blog (potete farlo cliccando nella finestra che riporta la scritta SEGUI QUESTO BLOG);
-Compilate il form sottostante inserendo tutte le informazioni fondamentali: l'indirizzo e-mail a cui potrete essere contattati in caso di vittoria; l'indirizzo fisico completo (quello di casa vostra) a cui spedire la copia in caso di vittoria; Il nome che appare quando lasciate i commenti sul blog; altre informazioni richieste obbligatoriamente.
-Scrivete un commento a questo post rispondendo a questa domanda: "Racconta un breve ricordo dell'estate più memorabile della tua vita"


E' possibile avere punti extra così:

- Potete seguirmi su Twitter
- Potete twittare questo giveaway ogni giorno;
- Potete fare un post sul vostro blog/sito e inserirlo nel form;
- Potete condividere il banner del giveaway (questo) sul vostro blog/sito;
- Potete mettere mi piace sulla pagina Facebook di Atelier dei libri 
- Potete condividere questo post su Google+!
- Potete commentare la mia recensione di "L'estate dei segreti perduti" (qui)
- Potete taggare un amico ogni giorno nel post relativo al giveaway sulla pagina di Atelier dei Libri
- Potete condividere sulla vostra bacheca il post  relativo a questo giveaway che trovate nella pagina di Atelier dei Libri





a Rafflecopter giveaway

IL GIVEAWAY CHIUDE IL 15 GENNAIO, ALLORA POTRETE TORNARE IN QUESTO STESSO POST E VEDERE ATTRAVERSO IL FORM CHI HA VINTO!

56 commenti:

  1. Ciao ^_^
    A dire la verità le mie estati non sono molto memorabili >.< Credo che a renderle memorabili siano piccole esperienze che fanno in modo che sia un'estate unica :D Infatti questa estate per me è stata una delle più belle perché ho passato tanto tempo con i miei amici ^_^ Non ci sono ricordi in particolare, ma solo tanto divertimento e tantissime risate :D
    Partecipo al giveaway :) La mia email valentina99.vf6@gmail.com
    Ciao ^_^

    RispondiElimina
  2. Glinda questo è uno dei miei libri preferiti in assoluto :o grazie per questa opportunità!
    Una delle mie estati più memorabili è stata qualche anno fa. L'ho cominciata con una settimana in campeggio insieme ai miei amici: fantastico. Ho conosciuto gente nuova e sono uscita spesso divertendomi molto. Ma soprattutto ho passato molto tempo con mio cugino, che adoro e che vedo solo una volta all'anno :(

    RispondiElimina
  3. L'estate che ricordo con più affetto è quella dei miei 17 anni.
    mia cugina aveva appena preso la patente è questo ci ha aperto un mondo!
    Quell'estate è stata incredibile, non mi sono fermata un secondo (mia madre pensava che avessi avuto un cambio di personalità perchè di solito sono una persona molto tranquilla).
    Ce ne sono stati di momenti bellissimi quell'estate, ma quello che ricordo maggiormente è stata la notte di ferragosto. Dopo essere rimasti bloccati per strada per due ore: esserci ingozzate di cibo e aver giocato e cantato come pazzi; siamo andati in riva al mare a guardare l'alba.
    è stato un momento bellissimo! così tranquillo e nostalgico rispetto alla rumorosa serata appena passata...

    RispondiElimina
  4. Un'estate indimenticabile è stata durante l'università, quando per un esame siamo andati su un eremo di frati per una settimana e gli abbiamo rimesso in sesto una scarpata con interventi di ingegneria naturalistica! abbiamo preso legna, pietre e terra in loco e l'abbiamo rimessa in sicurezza nel giro di una settimana... la più dura ma soddisfacente della mia vita!! una breve avventura che porterò per sempre nel cuore! ho sperimentato il faticosissimo lavoro della terra, ma appagante quanto non avrei mai immaginato! ripeterei l'esperienza anche subito!

    RispondiElimina
  5. Solitamete ogni estate passo un paio di settiamane in ospedale. Non è il luogo triste che tutti pensano, a meno che non siate ricoverati al Policlinico De Marchi, li ci divertiamo sempre la sera, dico di sera perché è l'unico momente in cui i dottori non ci vengono a rompere le scatole! Comunque una sera io e u mio amico ci stavamo annoiando cosi abbiamo deciso di fare degli scherzi alle infermiere. La prima cosa che abbiamo fatto è stata nascondere il carrelle dei farmaci, è stato bello vedere l'infermiera aggirarsi per tutto il piano a cercare il carrello. Poi quando ci hanno attaccati le flebo di mezzanotte abbiamo iniziato a suonare i campanelli, quelli che si usano per chiamare le infermiere quando si finiscono le flebo o non si sta bene, e a chiamarle per farci scappiare le bollicine che avevamo nel deflussore. È stato divertente sentirle andare da una parte del piano all'altra. Alla fine hanno capito che le prendevamo in giro e ci hanno "minacciati" dicendoci che ci avrebbero fatto i prelievi alle 5 del mattino! Adoro quelle ragazze perché ci lasciano fare gli scemi e a volte lo fanno indime a noi! :)

    RispondiElimina
  6. La tua presentazione mi ha incuriosito tantissimo *_* Non conoscevo quest'autrice prima e ora non vedo l'ora di scoprirla :3

    Un'estate che non dimenticherò mai è quella dei 16 anni, in cui ho avuto la fortuna di poter partecipare, con un anno di anticipo, alla Route del Clan del mio gruppo scout. Quell'estate abbiamo compiuto un tratto del Cammino di Santiago, un'esperienza che mi ha dato molto, sia nella fatica affrontata lungo la strada, tra salite e discese, mete che sembravano non arrivare mai, sveglie all'alba e pioggia torrenziale; sia nella leggerezza che la compagnia è riuscita a donarmi, i momenti di condivisione, le risate, i racconti e i sorrisi degli altri viandanti, i tentativi di comunicare in lingue diverse, senza mai arrendersi. E alla fine di tutto, non ci siamo fermati solo a Santiago, ma siamo andati oltre, a Finis Terrae, a vedere l'oceano che si infrangeva sugli scogli, l'orizzonte che al largo si confondeva con l'acqua. Da allora il mio sogno è poter tornare ancora una volta lì, su quella strada.

    RispondiElimina
  7. L'estate più bella della mia vita è stata quella 2013 perché a luglio mi sono laureata. Era un obbiettivo che mi ero prefissata sin da quando frequentavo le scuole medie e vederlo portato a compimento (con un ottimo voto) mi ha riempita di immensa gioia e soddisfazione.

    RispondiElimina
  8. Ciao Glinda, sei la mia Befana preferita (ovviamente scherzo hahah)
    L'estate dei segreti perduti è un libro che desidero leggere da tanto, tantissimo tempo, quindi partecipo con gioia!

    L'estate più memorabile della mia vita l'ho vissuta due anni fa con il mio ormai (ex) ragazzo. Stavamo insieme da quattro anni e abbiamo fatto il primo viaggio soli soletti in Sicilia, a Sciacca in provincia di Agrigento. E' stata una settimana meravigliosa, abbiamo fatto escursioni, mangiato a letto, fatto molto spesso l'amore. Abbiamo letto un libro abbracciati e lui andava a fare la spesa e mi preparava la colazione ogni mattina. Abbiamo visitato la 'Valle dei templi' e la sua bellezza al tramonto mi ha folgorata, abbiamo mangiato le panelle e il panino con la meuza ( piatti tipici u.u). E' stata memorabile perchè mi sembrava di vivere un sogno tanto dell'amore che ci circondava.

    La mia email è orsacchiottodolce@hotmai.it :3

    RispondiElimina
  9. Ho avuto la fortuna di passare svariate estati memorabili, ma il ricordo che ho deciso di condividere è l'ultima estate passata con la mia adorata nonna, prima che ci lasciasse.
    Tante chiacchiere, tante risate, tante coccole e ovviamente tantissimi dolci!!

    RispondiElimina
  10. Partecipo, grazie di cuore per l'occasione! **
    L'estate più bella che ho passato è quella del 2010 per tanti motivi. E' stato un anno di crescita personale ed esperienza bellissime. Ho compiuto 18 anni ed è stata l'estate delle prime volte... per la prima volta sono andata al mare con il mio fidanzato. Per la prima volta mi sono fatta un tatuaggio. Per la prima volta ero economicamente indipendente grazie al lavoro. Ho un ricordo bellissimo di quella estate piena di sole e prime volte!

    RispondiElimina
  11. Partecipo a questa bella occasione e forse alcuni storceranno il naso quando sentiranno che la mia estate memorabile è stata quella della maturità. Si lo so, studiare fino a luglio mentre gli altri si divertono non è il massimo ma il senso di libertà terminati gli esami è qualcosa che non scordi, perchè in quel momento hai concluso un percorso della tua vita che non vedevi l'ora di finire eppure sai già che ti mancheranno le risate e le stupidaggini fra i banchi di scuola. E poi c'è stato il viaggio di maturità: amiche, feste, spiaggia e tanto divertimento.
    Oh si, estate memorabile quella della maturità (e chi se lo scorda il tempo passato sui libri).

    RispondiElimina
  12. Le estati più memorabili sono state quelle della mia infanzia, quando passavo tutto il tempo con la mia migliore amica a fare qualsiasi cosa ma sempre all'aperto, eravamo spensierate e felici, lei si è sposata il 27 dicembre e ora che l'ho finalmente vista in abito bianco come sognavamo proprio durante quelle estati ricordo tutto con molta nostagia

    RispondiElimina
  13. L'estate più memorabile è stata nel 2011, quando per la prima volta io e il mio fidanzato siamo andati al mare insieme, da soli, senza gente intorno. Eravamo felicissimi, elettrizzati, e ansiosi di poter stare assieme tutti i giorni tutto il giorno.
    Ogni cosa aveva un sapore unico, i colori si facevano più vividi, e potevamo essere sereni senza restrizioni, commenti inopportuni e vecchi pregiudizi di parenti all'antica.

    La prima notte non riuscivamo nemmeno a dormire dalla contentezza di essere lì, e la prima nuotata in piscina ci faceva quasi mancare il respiro!
    E' stata la prima di molte splendide estati (e autunni, inverni e primavere...).

    RispondiElimina
  14. L'estate non.la.amo particolarmente peró ho amato tantissimo la scorsa estate perché ho scoperto che il mare, infondo infondo, mi piace. L'importante é avere.l'ombrellone tutto.per me e sto bene :) quindi é stato sorprendente.per mia madre e mia sorella hihi.

    RispondiElimina
  15. Ciao! Io non ho una vera e propria estate memorabile, però ricordo con piacere quella dei miei 15 anni, quando ho fatto un bel viaggio nelle Isole Eolie con una mia amica. É stata la prima volta che sono andata ufficialmente "in vacanza" perché abito in una città che si affaccia sul mare, quindi posso andare al mare praticamente quando voglio xD
    Mi piacerebbe molto leggere questo libro, partecipo con piacere :)

    RispondiElimina
  16. Uno più bello dell'altro, questi GA!
    Per quanto riguarda il ricordo più memorabile dell'estate, diciamo che ce ne sono tanti ma a uno in particolare sono particolarmente legata anche se non è niente di che.
    Avevo 11 anni ed ero in vacanza in Spagna con la mia famiglia. I miei genitori mi avevano lasciata in spiaggia con mia cugina di 12 anni. Era l'ora del tramonto e noi due eravamo lì sole, a gustarci quel momento in cui il mondo sembra perfetto. C'era questa atmosfera perfetta che sembrava segnare il momento in cui stavamo iniziando il nostro percorso di crescita personale.

    RispondiElimina
  17. Una estate memorabile è stata tanti anni fa, quando per la prima volta andai all'estero senza i miei genitori, con il mio primo volo a Londra e poi in giro per la Scozia in pulmino girando con amici mattacchioni alla scoperta non solo di paesaggi e di cornamuse ma specialmente di castelli noti per i loro fantasmi. Ovviamente di fantasmi neppure l'ombra ma il divertimento fu davvero tanto.

    RispondiElimina
  18. Le mie estati non sono quasi mai memorabile almeno dal punto di vista del divertimento dato che le trascorro fondamentalmente nel relax più totale. Ma sono indimenticabile le breve gite che trascorro insieme alla mia famiglia al mare o in un posto tranquillo, quelli per me sono momenti memorabili dato che per me la famiglia è tutto.

    RispondiElimina
  19. Un'estate memorabile è stata quella del 2011,ero felice come non mai. Il giorno più bello è stato il giorno del mio compleanno,che cade a fine luglio,e la mia migliore amica e alla sua famiglia mi hanno portato all'acquapark e ci siamo stati quasi tutta la giornata,mentre di sera sempre insieme alla mia migliore amica ho festeggiato con la mia famiglia. E' stato allo stesso tempo il compleanno e la giornata più bella della mia vita. Mi sa che è l'unico compleanno che sia andato davvero bene...

    RispondiElimina
  20. Ogni estate è di per sé memorabile. Il caldo spinge qualunque cosa, comprese le emozioni, ad appiccicartisi addosso. L'estate del 2008 è stata indimenticabile, perché ho conosciuto "E". L'estate del 2014 è stata ancor più indelebile, perché "E" ha scelto di sposarmi. Siamo partiti per il Rajasthan una manciata di giorni dopo le nozze. Un viaggio vero, alla ricerca delle radici del Buddismo. Un viaggio che ci ha visti fianco a fianco, mentre di fronte a noi si è aperta la saggezza di un popolo che ha imparato a convivere con tutti e che accoglie gli stranieri a braccia aperte. Gente felice di nulla, felice di condividere tutto.

    RispondiElimina
  21. La mia estate memorabile è stata quella di quando avevo 16 anni. Quell'anno trascorrevo le vacanze in una località turistica coi miei genitori e attorno a me si formò una comitiva di amici fantastici, con i quali ho trascorso un'estate indimenticabile. Tuttora siamo sempre in contatto, nonostante viviamo tutti in città diverse, ma la nostra amicizia si è davvero cementata in quei giorni di calura estiva in cui ci siamo divertiti tantissimo. In questi giorni purtroppo un membro di questo gruppo (una ragazza dolcissima) ha avuto un brutto incidente. Attendiamo tutti una buona notizia e ci stiamo organizzando per rivederci tutti insieme come quella fantastica estate.
    Spero tanto che tutto possa tornare come è stato in quei giorni.

    RispondiElimina
  22. L'estate più memorabile della mia vita è stata quella dei miei 15 anni.
    Come regalo di compleanno mia madre mi ha spedita in un College a Brighton, in Inghilterra, per due settimane. Era il mio primo viaggio da sola e mi sentivo completamente libera ed indipendente, autorizzata a fare qualsiasi cosa volessi. Sono state le due settimane più belle della mia vita: in breve ho conosciuto francesi, spagnoli, russi, italiani da ogni parte del paese, svizzeri e così via. Questo non sono mi ha permesso di crescere e di evolvermi sotto tutti gli aspetti ma anche di conoscere tantissime persone da tutto il mondo, con molte delle quali mi sento ancora.
    Implorerò per farlo di nuovo quest'estate.

    RispondiElimina
  23. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  24. L'estate più memorabile della mia vita è stata anche la più amara da ricordare; le cose non dette, le cose non fatte, tutto grava su di me ancora adesso che sono passati...3 anni e mezzo.
    È sorprendente quanto il tempo passi veloce.
    Andai a Rimini con mio padre, la sua compagna e suo figlio; avremmo pernottato lì per due settimane. Non avevo grandi aspettative, non avevo desideri più grandi di me (diciamo che non ci vuole molto); la prima settimana passò in un lampo ma non successe nulla. Mi stendevo al sole e al suono delle onde pensavo. No, niente di emozionante o socialmente utile. Ricordo ancora quel giorno, quella domenica che sanciva l'inizio della seconda e ultima settimana a Rimini: era mattina e il sole era alto nel cielo. Mio fratello mi chiamò a giocare con lui e i suoi amici, bambini abbastanza particolari, ma non ci importa. Il punto è che mi voltai verso l'ingresso al bagno -Gaston & Marta- e vidi ciò che mi avrebbe rovinato la vita: un ragazzo bianco come il latte, occhi di un azzurro chiaro e vivace, capelli scuri corti. E ovviamente la sua famiglia.
    Non è necessario spiegare quanto quell'unico momento abbia influito nella mia vacanza... e nella mia vita.
    Lo aspettavo tutti giorni e mi rattristavo se non veniva; giocava coi suoi fratelli e parlava molto con sua mamma. Aveva due fratelli più piccoli e una sorella più grande, si chiamava Andrea e aveva sedici anni...
    E non ho mai parlato con lui.
    In una settimana non sono riuscita a dirgli nemmeno "ciao". Non sono mai stata magra o alta e sapevo che le mie possibilità non erano molte ma gli sorrisi quando una volta, una sola volta, incrociò il mio sguardo. Da quel giorno ho iniziato a credere all'amore, dato che ci ho messo due anni a dimenticarlo. Se potessi tornare indietro, ora, andrei a parlargli e mi farei avanti; perché è il rumore delle cose non dette e non fatte che ci tormenta la notte.
    Quella settimana -sembra impossibile- mi ha insegnato tanto ma soprattutto che, per citare Magnus Bane: capelli neri e occhi azzurri sono la mia combinazione prediletta!

    RispondiElimina
  25. Ciao Glinda, tanti auguri di buon anno nuovo! La trama di questo libro mi ha incuriosito molto e mi ha ricordato vagamente uno dei subplot di Revenge, non so se segui questa serie tv, ma in ogni caso te la consiglio, anche perché è ispirata alla trama di uno dei miei romanzi preferiti: il conte di Montecristo. Io non sono una fan dell'estate, preferisco l'inverno perché, paradossalmente, lo trovo più vivo. Non ho nessun estate di cui conservo un ricordo memorabile e questo mi fa sentire particolarmente sfigata perché l'estate è la stagione delle pazzie per antonomasia.

    RispondiElimina
  26. Premettendo che d'estate non faccio niente ma proprio niente di entusiasmante... i ricordi più belli dell'estate sono senza dubbio le gite trascorse da piccola con i miei genitori, quando andavamo sempre a fare picnic in un boschetto che adoravo, perchè erano le uniche occasioni in cui potevo stare a contatto con la natura e io ho sempre adorato fare picnic, campeggi, escursioni... mi ricordo ancora che il mio posto preferito era in un territorio che apparteneva ad un amico di mio padre e a volte ci faceva andare là. ADORAVO quel posto, perchè c'era un albero di eucalipto circondato da un muretto di rocce e io stavo ore ed ore seduta li a leggere o giocare con le bambole a mordicchiare foglie di eucalipto. Che bei momenti! *-*

    RispondiElimina
  27. L'estate piu bella è stata 2 anni fa quando è nato mio figlio :)
    su Facebook sono Vivona Pierangela
    iscritta al blog come pieronzola83
    email pieronzola83@gmail.com

    RispondiElimina
  28. Ciao sono nuovo del blog ^^ Purtroppo le mie estati non sono sempre troppo emozionanti, ma comunque memorabili grazie agli amici e al bel tempo! Gli ultimi due anni ho avuto la fortuna di andare un anno in grecia e l'altro in spagna, e le ho adorate entrambe, in particolare il rumore del mare alla mattina quando non c'era molta gente e leggere era veramente bellissimo :)
    Comunque leggendo questo post mi rendo conto che avrei dovuto leggere questo libri già da molto, ma la lista è così lunga!!

    RispondiElimina
  29. Ciao.!
    Per diversi anni,da molto piccola hai 16 anni ho passato un periodo dell'estate in campeggio con la roulotte..Ogni estate ci ritrovavamo sempre le stesse persone,questo a portato a fare amicizia con tutti gli altri ragazzi miei coetanei..si può dire ke siamo cresciuti insieme;ne abbiamo combinato di ogni :) e si è creata una bella amicizia...A distanza di anni non ci siamo del tutto persi di vista..Questi anni li porterò sempre nel cuore!

    RispondiElimina
  30. Con questo freddo mi fai ripensare all'estate.... va beh vediamo.... Non ho un ricordo particolare, per ogni estate porto con me un frammento, una persona, una frase, un tramonto, una risata... cosi facendo ho un ricordo importante se pur piccolo per ogni anno!!!!

    Il libro l'ho letto ed è veramente stupendo pur intuendo da subito dove sarebbe andata a parare la storia alla fine ho "sofferto" molto!!!

    RispondiElimina
  31. Bellissimo!!! Non potevi fare un regalo migliore *^*
    Ho già letto questo libro perché ero super curiosa dopo aver visto con quanto entusiasmo lo consigliavi. Ti dico solo che mi ha completamente stravolto! o.o Dopo averlo finito mi sono ritrovata molte volte a pensarci e a ripensarci. Peccato, però, che l'abbia letto in ebook e adesso ho una voglia matta di averlo anche cartaceo >.<
    Perciò vorrei provare a vincerlo ^^
    Allora....un'estate indimenticabile è stata sicuramente l'ultima. Ho avuto la fortuna di stare un mese a Parigi con la scuola per imparare la lingua e tutto il viaggio era completamente gratuito :D Nonostante ci siano stati degli episodi non proprio positivi è stata ugualmente un esperienza indimenticabile *-* (e poi sono stata a Disneyland *-* xD)

    RispondiElimina
  32. Ho sempre voluto leggere questo libro ma poi ho sempre dato la precedenza ad altro ^^
    Allora la mia estate migliore è stata un paio di anni fa quando sono andata in campeggio insieme a delle amiche... solitamente le mie estati non sono molto entusiasmanti quindi forse proprio per questo ho adorato quel campeggio *-* eravamo in aperta campagna e ho conosciuto un sacco di persone, le parti della giornata più divertenti erano le notti quando io e qualcun altro trascinavamo i materassi sulla terrazza per dormire sotto le stelle, ma solo dopo essere andati in cucina a "sgraffignare" qualcosa da mangiare xD

    RispondiElimina
  33. Quando lessi questo libro rimasi piacevolmente sconvolta.
    E' scritto in un modo intrigante e la trama lo è altrettanto. anche se mi aspettavo il finale è stata comunque un'ottima sorpresa!
    Mentre per quanto riguarda un mio ricordo estivo..in realtà, ne ho molti, ma diversi da come di solito la gente li intende. Viaggiando d'estate, ho in mente i ricordi della Tour Eiffel, del Big Ben e di tutti gli splendidi posti visitati <3

    RispondiElimina
  34. Grazie mille per questa bella opportunità, Glinda :D
    Venendo alla domanda..l'estate più memorabile...mm, questa è difficile, ho tanti bei ricordi delle mie estati passate ma forse quella che mi rimarrà più nel cuore è quella dei miei 11 anni, l'ultima che ho passato in campeggio. Fin da piccolissima ogni estate, per almeno un mese, l'ho trascorsa in tenda e poi in roulotte con i miei genitori e a volte le mie cugine ad un campeggio a donoratico e lì mi ero fatta un bel giro d'amici. Mi piaceva tantissimo perché potevo andare in giro da sola in bicicletta con le mie amiche per tutto il campeggio e fare tante altre cose divertenti. L'ultimo anno che ci sono andata mi ricordo benissimo due cose, una è che abbiamo visto uno squaletto dalla spiaggia (anche se era di quelli innocui ci ha spaventate a morte, per un sacco di giorni abbiamo avuto paura di mettere i piedi in acqua) e l'altra è che abbiamo fatto una bellissima escursione nei dintorni con lo staff di animazione e siamo andate a vedere gli struzzi (decisamente meglio dello squalo),ne rimasi davvero affascinata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ps. su fb ti seguo come "Sparkle from books"

      Elimina
  35. L'estate più bella della mia vita è stata la scorsa..2014..la vacanza in un villaggio turistico vicino la mia città. Trascorrere un giorno con il ragazzo che amo..il ricordo più bello averlo vicino a un cm, vederlo dormire, sentirlo respirare e poi aprire gli occhi per dirmi 'buongiorno'.. forse si è una cosa scontata per molti, ma noi viviamo lontanissimi... quindi questo poco per me è stato un sogno...

    RispondiElimina
  36. L'estate più bella della mia vita??
    Estate 2012 il 20 luglio, un caldo della miseria... ed io in sala parto per dare alla luce la mia prima bimba Helena.. Un'emozione davvero indescrivibile quella del diventare mamma per la prima volta! Un'estate che non dimenticherò mai più in vita mia! Grazie dell'oppoertunità <3

    RispondiElimina
  37. Ciao Glinda, leggo sempre il tuo blog ma non commento o partecipo mai ai giveaway per paura o per vergogna.
    Ma sta volta mi hai davvero conquistato.
    Beh, che dire, l'estate più bella della mia vita?! Non ho molto da dire, avendo vissuto solo 17 anni, ma mi mancano quelle di quando ero piccolo ma grande abbastanza per stare fuori di casa da solo. Stavo tutto il giorno con gli amici a correre, a giocare, a rincorrere e fastidiare gli animaletti nel giardino, a calpestare e cogliere fiori per far poi urlare le nonne del vicinato che vedevano le loro piante mezze sradicate. Mi manca quando la vita era ancora sempre felice e senza problemi e, lo so, che nell'adolescenza si vede tutto buio e triste ed è solo un momento ed un periodo, ma quei tempi in cui il mio più grande problema era vincere la partita di beach volley mi mancano moltissimo.

    RispondiElimina
  38. L'estate più bella fino ad ora é stata quella del 2013 perché in quell'estate per la prima volta (e l'unica) sono uscita dall'Italia e ho preso l'aereo. Sono andata a Parigi con mia madre, una sua amica e le sue due figlie (eravamo tutte donne :P). É stato un viaggio meraviglioso e intenso che non dimenticherò mai. Mi piacerebbe un giorno ritornarci, nel frattempo ci ritorno con la mente ogni volta che leggo un libro ambientato a parigi (non sai quant'è bello riconoscere in un libro dei luoghi che si sono visitati nella realtà :D)

    RispondiElimina
  39. Estate del 2009 matrimonio della cugina in Emila Romagna tutta cmq famiglia riunita per quella bellissima festa è stata una settimana memorabile!

    RispondiElimina
  40. Partecipo! :)
    L'estate più bella è stata quella passata 2 anni fa con mio cugino, ormai un secondo fratello per me, nel campeggio dei miei zii in Calabria: tutte e due le settimane sono state memorabili, ogni giorno ha avuto il suo evento memorabile, ma quello che ricordo con più di un sorriso sulle labbra è stata una bellissima serata passata in bellissimo paese lì vicino: una semplice pizza e un bel giro per quel meraviglioso paese che ci ha uniti ancora di più, basta essere in giusta compagnia e anche con le cose più semplici si sta bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho dimenticato l'indirizzo email: sanzi.valentina@gmail.com

      Elimina
  41. Ciao Glinda,
    Grazie mille per questa meravigliosa opportunità! ^^
    Dunque, dunque, un ricordo di un estate indimenticabile...
    Quando avevo 12/13 anni, ero andata una settimana alla casa al mare con la mia migliore amica, Laura. Mi ricordo che in spiaggia incontrammo altre due ragazzine molto simpatiche, Angela e Elisa.
    Un giorno, eravamo sulle altalene e davanti a noi è passato un bel ragazzo biondo di 15 anni con gli occhi azzurri.
    Noi ci volevamo andare a parlare ma eravamo troppo timide e, in più, in spiaggia era pieno di tedeschi ed inglesi, quindi non sapevamo nemmeno se parlasse la nostra lingua.
    Laura andò da lui dicendo che si sarebbe "inventata qualcosa da dire" e esordì con la frase più geniale del mondo: "Dov'è Francesco?" XD Ci tengo a precisare che non conoscevamo nessuno con questo nome XD Il ragazzo l'ha guardata confusa e le ha risposto "Sorry, I can't speak italian." Laura agitò le braccia mentre disse "Ah, allora non fa niente, scusa!" Poi si è girata ed è scappata e lui... L'ha seguita ahahah! Molto probabilmente ha pensato che gli dovesse mostrare qualcosa :"D C'era la nostra amica, terrorizzata, che non sapeva come fare anche perché, qualunque cosa lei dicesse lui annuiva e continuava a seguirla XD
    A quel punto sono intervenute Angela ed Elisa e sono andate a parlargli. "Where is Francesco?" lui le ha guardate stranite e ha detto -come avrebbe fatto qualsiasi altra persona sana di mente- "Whooo?" "Francesco! He is tall and small... Ah no!" Poi, verso di noi "Come cavolo si dice magro?!" E l'Elisa: "Thin!" Lui si è messo a ridere "Ahahah, I like you!" poi si è girato ed è andato via. Elisa e Angela sono rimaste due ore a litigare perché, per una il "you" era rivolto a lei, per l'altra si riferiva a lei. Il caos è iniziato quando si sono ricordate che "you" significa anche "voi" XD

    RispondiElimina
  42. che bello sono ancora in tempo pensavo fosse già scaduto ho avuto così tanto da fare in questi giorni! naturalmente partecipo, il ricordo più bello che ho è quando sono andata in campeggio in abruzzo, la cosa più bella è stata stare ogni sera intorno al fuoco circondati dalle montagne e dai boschi la cosa più bella era che l'unica luce era quella del fuoco, tutt'intorno era buio e ci stringevamo vicini vicini per riscaldarci, erano sere d'agosto ma in montagna sembrava autunno quindi ilo fuoco per noi era una cosa bellissima parlavamo di tutto ciò che ci veniva in mente una volta parlammo persino di dio e della sua esistenza, delle nostre paure è stata un' estate insolita diversa dalle altre ma la migliore, è stata l'estate in cui ho sentito di essere ancora giovane e di poter fare tante cose, l'estate che ricorderò più di tutte :)

    RispondiElimina
  43. Ehm è un po difficile rispondere a questa domanda per me, entrerei troppo nel personale. Dico solo che ho vissuto una sola estate memorabile e irripetibile. La famiglia al completo. Custodisco gelosamente quei ricordi.

    RispondiElimina
  44. Dunque è difficile scegliere, ogni estate ha qualcosa di particolare per me, una in particolare ,forse mi è rimasta impressa nel core più delle altre.
    Due anni fa sono andata a vedere le stelle con degli amici. è stato in quel momento che ho capito quando sia difficile trovare degli amici sinceri, che ti fanno sentire bene, con cui puoi essere te stessa. ho anche capito che gli amici sono tesori rari. ogni volta che chiudo gli occhi e penso a quel momento riesco a sentire quella calma, serenità che ho provato allora.
    partecipo al giveaway molto volentieri, questa è la mia email:luanagiunta@gmail.com

    RispondiElimina
  45. Le estati sono tutte memorabili, non se ne dimentica mai una. In ognuna di essa è racchiuso un ricordo. Ma ti racconto dell'estate 2014, quando il mio fidanzato mi fece la sorpresa di portarmi a Castellabate: un posticino meraviglioso, da favola. Ho sempre desiderato andarci, e il mio sogno si è realizzato. E' stato solo una giornata, ma mi ha lasciato una gioia infinita. La porto nel cuore. E non soltanto per il posto, ma anche per chi è stato con me. Persone speciali, che hanno reso la giornata ancor più bella .
    E ottimo giveaway Grazie :D

    RispondiElimina
  46. La mia estate migliore è stata quella del 2007, in cui mi sono fidanzata con il mio amoroso! L'anno prima sono stata lasciata dal mio fidanzato dopo una relazione durata quasi 4 anni, e questa improvvisa rottura mi aveva distrutta!!! Ma poi ho ho conosciuto LUI, e dopo mesi e mesi di corteggiamenti ha reso la mia estate qualcosa di unico!!! E dopo quasi 8 anni siamo ancora oggi una coppia felice!!! :D

    RispondiElimina
  47. Ho dimenticato il mio indirizzo e-mail:
    giovalipa@libero.it

    RispondiElimina
  48. L'estate più memorabile della mia vita è stata quella del 2009: dopo un lungo inverno di sguardi sfuggenti e farfalle nello stomaco improvvisamente è avvenuta una magia.
    Un piovoso mercoledì di fine giugno ho ricevuto il bacio più dolce della mia vita: quelle sono labbra che bacio ancora oggi e che appartengono all'uomo con il quale condivido la mia vita!

    RispondiElimina
  49. Ho adorato questo libro e mi piacerebbe proprio averlo!
    La mia estate più bella è stata sicuramente quella del primo anno che stavo col mio ragazzo. Abbiamo ricevuto una mega fregatura dall'agenzia di viaggio che ci ha portati sì a Creta, ma in un paesino sconosciuto della parte più povera dell'isola, dove il mare era sporchissimo e la gente non propriamente amichevole. Lo so che detto così le premesse non sono quelle di una vacanza bellissima, ma in realtà lo è stata: ci siamo divertiti come pazzi, a girare con lo scooter alla ricerca di luoghi più belli, abbiam cucinato le schifezze più immonde e ho riso come mai prima. Credo di essermi effettivamente innamorata di lui quella mattina nella quale lo scooter ci ha lasciati su una tangenziale e chi ce lo aveva noleggiato si è rifiutato di venirci a prendere: mentre io mi stavo facendo prendere dal panico, è scoppiato a ridere e forse è questo il motivo per il quale dopo quasi sei anni siamo sempre qui.

    RispondiElimina
  50. Ciao :) Un ricordo dell'estate più memorabile? Mmm sicuramente l'estate scorsa quando ho fatto un viaggio con le mie migliori amiche! Chi non sogna di viaggiare con le proprio amiche tipo sex and The city? :D Be non era New York aicuramente, ma è la compagnia quella che conta :)
    Partecipo al giveaway, e la mia email è: valentina.panzetta@gmail.com

    RispondiElimina
  51. Ciao Partecipo!!! Un ricordo di un'estate memorabile è quello della vacanza di maturità a Torremolinos con le mie amiche.. Io sono sempre quella che porta dietro creme e cremine ma avevo portato solo una protezione molto bassa così mi fermai a comprarla. Le altra due mie amiche iniziarono a dire che non ne avevano proprio bisogno perchè invece di prenderlo il sole lo riflettevamo! Il giorno dopo una non riusciva a stendersi sul letto l' altra a sedersi perchè una si era bruciata competamente la schiena e l'altra una chiappa... non ho mai detto così tante volte: ve l'avevo detto!!!
    camillabonaiuti4@gmail.com

    RispondiElimina
  52. Glinda sei fantastica *.* un libro stupendo che è ai primi posti della mia wishlist :)
    Secondo me ogni estate è memorabile a modo suo. E' la stagione per eccellenza dedita al divertimento per questo ho deciso di raccontarti uno degli episodi più esilaranti della mia vita :'D. come d'abitudine ogni anno, la mia famiglia scende sulla spiaggia al completo, e quando dico al completo è davvero così (ci potrebbero scambiare per due squadre di calcio in vacanza se non fosse per l'abisso di età tra i miei nonni e la mia cuginetta). Comunque non voglio girarci attorno e ti racconto. premettiamo che mia nonna è super giovanile potrebbe sembrare una trentenne e poi è una patita dei giochi con le carte ( non so come faccia ma non perde mai) e stava giocando con mio fratello sulla spiaggia a cavallo del lettino... lei si era seduta alla testa e mio fratello ai piedi... finita la partita mio fratello si alza e lei inevitabilmente fa catapultare il lettino e finisce a terra... nessuno ha potuto evitare di ridere a crepapelle sembrava una scena di paperissma a rallenty... Quella è stata un'estate memorabile x'D

    RispondiElimina
  53. partecipo anche io :)
    l'estate che ricordo con un sorriso sulle labbra è l'estate di due anni fa.... il mio fidanzato partì per fare il militare qualche mese prima dell'estate e non avremmo potuto passare le vacanze insieme... ero disperata! tutti i miei amici eran fuori città, lui era così lontano...i miei purtroppo avevano da poco divorziato quindi niente vacanza in famiglia... insomma l'estate non si prospettava per nulla una passeggiata...la mattina di ferragosto di due anni fa io ero in casa quando ad un certo punto bussarono alla porta (ovviamente io ero in pigiama, nella depressione più totale, con capelli inguardabili e una faccia da zombie) e mi ritrovo davanti il mio fidanzato che per vedermi si era fatto otto ore di macchina solo per me...e stringeva tra le braccia un micio piccino piccino... mi aveva preso un micio!!!!! con il divorzio dei miei e mia madre sempre indaffarata per lavoro, essendo figlia unica, passavo la maggior parte del mio tempo sola.... il mio fidanzato non faceva che preoccuparsene...Pulce mi ha tenuta compagnia tutta l'estate e mi scalda il cuore ancora ora...certo, non ho avuto nessuna vacanza, niente mare, nè sole, nè montagna ma ho avuto tanto tanto amore da quell'esserino pulcioso che ogni giorno mi riempie il cuore di gioia....

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...