venerdì 30 maggio 2014

Prologo e primo capitolo in anteprima di "Città del fuoco celeste". Un piccolo assaggio di ciò che leggeremo i primi di luglio

Sognalettori, non crediate che io non vi conosca come le mie tasche e che non sappia ciò che vi piace e ciò per cui andate letteralmente pazzi. 
Lo so bene, per questo ho fatto i salti di gioia quando mi è stata offerta la possibilità di condividere con voi il prologo e il primo capitolo di uno dei romanzi più attesi di quest'anno. Come molti di voi sapranno è stato da poco pubblicato in america l'ultimo capitolo della serie "The Mortal Instruments" di Cassandra Clare, ovvero "City of Heavenly Fire". Tantissimi lettori l'hanno già comprato, le foto e gli stati adoranti su Facebook (e gli odiatissimi spoilers) ne sono la dimostrazione. Ma per tutti coloro che dovranno attendere la pubblicazione italiana, c'è un regalino speciale. 
La Mondadori ha infatti deciso di tradurre il prologo e il primo capitolo di "Città del fuoco celeste", per allietare la straziante attesa. Serve che io dica altro? Scommetto di no. Cliccate pure sulla cover e godetevelo in tutto il suo splendore!




Prologo

STILLI  COME PIOGGIA


Istituto di Los Angeles, dicembre 2007


Il giorno in cui i genitori di Emma Carstairs vennero uccisi, c’era un tempo magnifico. D’altronde a Los Angeles era quasi sempre così. Una serena mattina d’inverno, sua madre e suo padre l’avevano lasciata davanti all’Istituto, sulle colline oltre la Pacific Coast Highway dalle quali si godeva una splendida vista dell’oceano. Il cielo era una distesa senza nuvole che si allungava dalle scogliere di Pacific Palisades fino alle spiagge di Point Dume.
La sera prima era giunta notizia di attività demoniache in corso vicino alle grotte marine nel parco naturale Leo Carrillo, e ai Carstairs era stato assegnato il compito di monitorarle. In seguito Emma avrebbe ricordato sua madre che le rimetteva dietro l’orecchio una ciocca di capelli mossa dal vento, mentre lei si offriva di disegnare una runa Antipaura al padre, che diceva ridendo di non saper bene cosa pensare delle rune così all’avanguardia: tante grazie, ma gli bastavano quelle del Libro Grigio.
Quella mattina, Emma aveva salutato in fretta i suoi conoscegenitori, abbracciandoli rapidamente prima di schizzare su per i gradini dell’Istituto, con lo zaino che le ballonzolava fra le spalle, mentre loro la salutavano con la mano dal cortile.

Anteprima "Quello che c'è tra noi" di Huntley Fitzpatrick. Romanticismo e famiglie disfunzionali per un romanzo indimenticabile

My Life Next Door (My Life Next Door, #1)Carissimi sognalettori, eccoci con una nuovissima anteprima tutta dedicata al romance frizzante e giovane. 
Uscirà il 17 Giugno 2014 per De Agostini, "Quello che c'è tra noi", primo romanzo della duologia romance per young adults "My life next door" di Huntley Fitzpatrick e devo ammettere che non vedo l'ora di potervene parlare in modo più approfondito, dato che lo sto leggendo in anteprima!
Si tratta di un romanzo davvero molto dolce, pieno di ironia e sentimenti, dolcezza, speranza e amore. Proprio quello che stavo cercando, che da un po' di tempo mi mancava in un romanzo.
A diciassette anni Samantha sembrerebbe avere una vita perfetta. Con una madre senatrice e un futuro brillante che l'attende, sembra proprio che non le manchi nulla. Ma la verità è un'altra. Samantha ha dei segreti che la tormentano e la solitudine in cui vive sembra divorala a poco a poco. Per questo, ormai da dieci anni, si arrampica sul tetto e spia i suoi vicini, i Garrett. 
La famiglia che vive accanto a lei è l'opposto della sua. Con otto ragazzini che girano per casa, è chiassosa, felice e ricca in modo diverso dalla propria, in un modo che la fa sentire povera d'amore, di gioia e affetto. 
Poi un giorno accade l'impensabile, Jase Garrett la raggiunge sul tetto. Così ha inizio un'amicizia che permetterà a Samantha di scoprire le gioie della condivisione e di entrare a far parte della famiglia che ha sempre desiderato. Ma inizia anche una storia d'amore deliziosamente dolce e complicata, che, credetemi, sa davvero far battere il cuore. 
Inutile dire che preferivo la cover originale, vero? In particolare per il font usato in quella italiana. Ma non si può avere tutto, si sa. La pubblicazione del secondo romanzo della duologia è prevista per il 2015, perciò dovremo aspettare un po' per leggerlo in italiano. Ma non temete, a quanto pare "Quello che c'è tra noi" ha un lieto fine, perciò non impazziremo nell'attesa!



mercoledì 28 maggio 2014

W... W... W...Wednesdays #24

w... w... w...wednesdays è stato creato da MizB di ShouldBeReading

Torna W...W...W... Wednesdays, la rubrica di solito si tiene di mercoledì e a cui potete partecipare tutti, come? Rispondendo a queste semplici domandine!


* What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

* What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)

* What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?) 


Ecco le mie risposte!



What are you currently reading?



Come potete vedere sono alle prese con il romance contemporaneo. Sto leggendo il seguito di "Non cercarmi mai più", che uscirà il 5 giungo ma io ho ricevuto con anticipo. Vorrei dire che mi sta piacendo, ma mentirei. Non amo il POV di Kate e il pretesto che muove tutto il libro mi sembra davvero sciocco.

What did you recently finish reading?


Ho appena finito "Non cambiare mai" di Jessica Sorensen, che invece mi è proprio piaciuto. Non c'è niente da fare, la Sorensen è brava. Certo, non si tratta del suo libro migliore, ma mi è stato bello.

martedì 27 maggio 2014

Anteprime Chrysalide "Rosso il sangue" di Salla Simukka e "Doll Bones" di Holly Black, quando la paura e il fascino si mescolano

Oggi, miei cari sognalettori, è un gran giorno per chi ama le storie da brivido e indimenticabili. Mondadori infatti ha deciso di deliziarci con due uscite davvero  particolari, che non possono passare sotto silenzio. Uno è il primo romanzo di una trilogia nata dalla penna di una giovane autrice e traduttrice finlandese, l'altro invece un libro autoconclusivo scritto da una scrittrice che non ha bisogno di presentazioni, ovvero la favolosa Holly Black. 
Entrambi escono oggi, 27 Maggio 2014 ed entrambi promettono scintille, pronti a conoscerli meglio?

Punainen kuin veri (Lumikki Andersson, #1)Dunque, parliamo prima della "Snow White trilogy" di Salla Simukka, serie thriller di stampo young adult, tradotta in diverse lingue e grazie alla Mondadori potremo leggere anche in Italia (sperando che la serie non venga interrotta come è successo con molte altre iniziate e mai completate). "Rosso il sangue", questo il titolo del romanzo di apertura della storia in questione, racconta le vicende della diciassettenne Lumikki Andersson, che è tutto tranne che una comune teenager. Vive da sola a Tampere, in Finlandia, e si occupa di se stessa rispettando una serie di rigide regole. Una delle più importanti è quella di non farsi coinvolgere dai problemi di nessuno, ma non è facile rispettarla quando viene coinvolta in una rete di crimini e misteri, iniziati in una camera oscura insanguinata e piena di soldi sporchi. Lumikki scopre che alcune persone a lei vicine sono impelagate in un traffico di droga internazionale e viene travolta da un vortice di eventi che mettono in pericolo la sua vita. Intrappolata in una spirale di illegalità, minacce di morte e paura, l'intelligente e imprevedibile Lumikki sarà in grado di smascherare un pericoloso crimilale, prima di diventare un'altra delle sue vittime? 
Ora, non so voi, ma io sono davvero incuriosita da questo libro. Non solo per l'ambientazione scandinava, che è una bella ventata d'aria fresca, ma anche perché, in una certa misura, mi ricorda Veronica Mars! Perciò, be', credo che finirò per leggerlo.


Titolo: Rosso Il sangue (Snow white #1)
Data di pubblicazione: 27 Maggio 2014
Editore: Mondadori Chrysalide
Autrice: Salla Simukka
Prezzo: 17,00 €
Pagine: 264 



La pelle bianca come la neve. Le labbra rosse come II sangue. I capelli neri come l'ebano. Lumikki Andersson non somiglia affatto a Biancaneve, la principessa delle fiabe di cui porta il nome: studia arte e ama rifugiarsi nei musei, è schiva e solitaria, e ha dovuto imparare troppo presto a difendersi dagli altri e dalla paura. E dai suoi ricordi. Una mattina, nella camera oscura della scuola, Lumikki trova decine di banconote insanguinate appese ad asciugare. L'aria è impregnata dell'odore di sangue rappreso, ma è inutile chiudersi la porta alle spalle. Il vortice di eventi che si susseguono nello spazio di sei giorni catapulta Lumikki in un gioco troppo pericoloso fatto di inseguimenti, omicidi, scambi di persona e rese dei conti fra trafficanti di droga. E, infine, la prova più dura: la misteriosa e leggendaria festa dell'Orso Polare. Qui tutti, colpevoli e innocenti, si nascondono dietro una maschera, fragile come cristalli di neve. La stessa neve che copre ogni traccia sulle strade di Tampere, morsa dall'inverno più gelido degli ultimi decenni.








Doll BonesOra invece parliamo di "Doll Bones, la bambola di ossa" di Holly Black, romanzo da brivido indirizzato a un pubblico giovane, ma che può senza dubbio essere letto anche dagli adulti. In fondo conosciamo Holly Black, vero? Lei è la regina della narrazione gotica al momento, e nessuna etichetta può zittire la potenza della sua penna.
La storia, che parla di fantasmi, paranormale e crescita, ruota attorno a un gruppo di ragazzini che saranno alle prese con degli eventi davvero particolari.
Poppy, Alice e Zach sono amici da sempre e amano giocare con le loro bambole creando avventure in cui leggendari eroi compiono gesta mitiche. Ma tutto precipita quando, senza alcuna ragione apparente, il padre di Zach butta via tutti i suoi giochi dichiarando che suo figlio è troppo grande per certe cose. Zach, ovviamente, non la prende bene. Furioso e imbarazzato e confuso per il comportamento incontrollato di suo padre, decide che l'unico modo per esaudire il suo severo genitore e smettere di giocare, sia tagliare i ponti con Alice e Poppy, le sue migliori amiche.
Però n una notte magica le ragazze fanno visita a Zach, raccontadogli di una serie di eventi misteriosi. Pare che Poppy sia tormentata da una bambola di porcellana, che afferma di essere stata costruita con le ossa di una ragazza assassinata. L'unico modo per liberare Poppy e la bambola, è tornare dove la ragazza assassinata viveva, e seppellire lì la bambola. In caso contrario i Poppy, Zach e Alice, saranno maledetti in eterno. Niente male, vero? Ve l'avevo detto.

lunedì 26 maggio 2014

Cover Love #97





Torna, Cover Love, rubrica inventata da me che viene postata di lunedì (quando trovo cover che mi colpiscono davvero) e consiste in una classifica in cui vi mostrerò tre cover che mi hanno rubato il cuore, che siano esse di libri italiani, stranieri, vecchi o nuovi! 
Così nasce una rubrica in cui sfogare la mia follia per le cover, e condividerla con voi! Vorrei che partecipaste ovviamente scegliendo quale, secondo voi, è la cover più bella tra le tre da me selezionate e mescolandone l'ordine di classifica, in modo da formarne una vostra! 


La mia classifica della scorsa settimana 

 
1. The kiss of deception
2. A thousand pieces of you
3. The spiritglass Charade

E secondo i vostri voti la cover più bella è...  

A THOUSAND PIECES OF YOU
Ma guardate un po' i miei sognalettori che mi ribaltano così la classifica! Cattivi. Be', bando alle recite: avete scelto come primo posto "A thousand pieces of you" e avete fatto benissimo, perché più la guardo più credo che questa sia una di quelle cover STUPENDE, che non si dimenticano. Al secondo posto c'è "The kiss of deception" mentre al terzo rimane "The spiritglass charade".
  
 Ecco la mia classifica di oggi!


1.  Noi siamo grandi come la vita


Why?

Lo sapevate che sarebbe successo, che avrei messo questo libro in cima alla classifica di Cover Love prima o poi, vero? Sono certa che lo sapevate, perché mi conoscete bene e vi ho già parlato entusiasticamente della sua veste grafica e della gioia nel vedere che la Sperling l'abbia mantenuta. Ecco, siccome lo sapevate, non potevo deludervi e smentirmi. Perciò beccatevi questo primo posto tutto meritatissimo. Amo questa cover, perché è favolosa, geniale e bellissima. Non c'è altro da dire, vero? Immagino di no.




Tutto comincia con un compito in classe. «Scrivi una lettera a una persona famosa che non c’è più.» Per Laurel è il primo giorno in una nuova scuola, e si sente trepidante, spaventata, e con tanta voglia e paura di cominciare. Si sente anche vuota: quel vuoto gigantesco che si chiama May, la sorella più grande che se n’è andata silenziosamente durante l’estate, lasciandole un dolore esterrefatto e incredulo. Laurel scrive a Kurt Cobain, perché era il cantante preferito di May. E poi scrive a Amy Winehouse, Elizabeth Bishop, River Phoenix. Tutte persone che sua sorella amava. E che, come May, sono morte. Persone che possono ascoltare ciò che Laurel ha da raccontare – il suo primo anno di liceo, le cotte, le amicizie, l’emozione di crescere – e aiutarla a comprendere, e superare, un dolore troppo grande per i suoi quindici anni.



2. Doll bones

Why?

Questa è anche un'anteprima. Infatti il libro che vedete qui sotto uscirà il 27 Maggio per Chrysalide. E' il nuovo romanzo per ragazzi di Holly Black, autrice geniale che ammiro molto, e non posso non adorare la copertina italiana di questo romanzo! Insomma, non è semplicemente bellissima? Inquietante e triste, decadente e da brivido, ma comunque bellissima. L'adoro, so che condividerete il mio pensiero.



Estrazione giveaway: "Volevo essere Audrey Hepburn" di Vanessa Valentinuzzi!

Carissimi sognalettori, eccomi pronta a svelarvi il nome del vincitore del giveaway di  "Volevo essere Audrey Hepburn" di Vanessa Valentinuzzi! Avete partecipato in tanti, come sempre, ma solo uno di voi sarà il fortunato che si porterà a casa la copia in questione. Chi? Scopriamolo.

Vince il libro

venerdì 23 maggio 2014

Anteprima "Noi siamo grandi come la vita" di Ava Dellaira. La commovente storia di un'adolescente alle prese con la perdita, il dolore e l'amore

Love Letters to the DeadQuesta, sì, è un'anteprima che mi emoziona. Perché sento in qualche modo una particolare connessione con questo libro dal primissimo istante in cui, qualche mese fa, ho posato gli occhi sulla sua copertina incredibile e sulla sua favolosa trama. Avrei dovuto già parlarvene, ma aspettavo il momento giusto e quando, se non ora che è stata ufficializzata la data di pubblicazione italiana? Non potrei essere più felice di così, lo ammetto. E lo so che starete mandando sguardi sospettosi allo schermo perché ultimamente ogni volta che confesso le mie aspettative riguardo a un libro poi finisce con una delusione, ma che posso fare? Sono una sognatrice e mi innamoro facilmente delle idee. Forse dovrò fare i conti con la delusione, poi, ma va bene così.

Tornando a noi, uscirà il 3 Giugno per Sperling & Kupfer (con la copertina originale!), il romanzo autoconlcusivo "Noi siamo grandi come la vita" di Ava Dellaira, libro unico nel suo genere che ha fatto commuovere il pubblico dei lettori americani. 

Si tratta infatti di uno young adult diverso, un po' strano, un po' magico, che incanta già dalla premessa: un'adolescente ha perso la sorelle che amava tanto, e riesce a sentirsi più vicina a lei scrivendo lettere a tutti i cantanti (morti) che la lei adorava.


Tutto è iniziato con un compito in classe che diceva di scrivere una lettera a una persona morta (da qui il titolo originale del libro "Love letters to the dead"). Laurel ha scelto di scrivere a  Kurt Cobain perché sua sorella May lo amava alla follia e perché sia lui che May sono morti giovanissimi. 
Quando scrive a Kurt, Laurel scopre di sentirsi meglio parlando della propria vita a qualcuno che non c'è più. Di riuscire quasi a sentirsi più vicina a May. Così inizia a tenere un diario pieno zeppo di lettere indirizzate a persone che non ha mai conosciuto, Janis Joplin, Amy Winehouse, Heath Ledger e tanti altri. Lettere di cui solo lei è a conoscenza, in cui parla della vita, dell'inizio del liceo, delle nuove amicizie, del primo amore. Ma anche di cose più dolorose. Come la perdita di  May, il dolore, il modo in cui lei si senta colpevole per la sua morte. 
Una storia di amicizia, amore, crescita e dolore. Di morte, sì, ma anche di vita. Di quella vita che non è facile vivere, ma che è meravigliosa a suo modo.



giovedì 22 maggio 2014

AGGIORNAMENTO DATA DI USCITA PER "Cercami ancora" di Emma Chase! Presto in libreria il seguito dell'amatissimo "Non cercami mai più"

Twisted (Tangled, #2)
Okay, sto saltellando per la stanza da questa mattina, momento in cui sul sito Newton ho intravisto la cover del libro che attendo con più ansia. Avete presente il modo in cui reagiscono i bambini quando i genitori dicono loro: "Andiamo a Disneyland"? Ecco, io ho reagito allo stesso modo quando ho visto la cover di "Cercami ancora" di Emma Chase, secondo romanzo della serie "Tangled" e seguito del bellissimo "Non cercarmi mai più" (che ho recensito qui).
Per chi non l'avesse capito, nemmeno dopo aver visto che su Goodreads è stato eletto miglior esordio del 2013 e nemmeno dopo la caldissima accoglienza del pubblico italiano, "Non cercarmi mai più" di Emma Chase è un libro da leggere. Non perché sia una perla di narrativa, né perché racconti una storia strappalacrime e commovente. No, non sono questi i motivi che rendono questo romanzo un "must read". Deve essere letto perché Emma Chase possiede un dono raro: quello dell'ironia geniale e pungente. 

La voce narrante del romanzo, Drew, è semplicemente irresistibile, esilarante e insuperabile. Leggendo le sue battute all'arsenico e le sue avventure sessuali non si può evitare di ridere di cuore, mentre vederlo innamorarsi è una di quelle esperienze surreali e adorabili.
Nel seguito, "Cercami Ancora", che uscirà il 5 Giugno (CONTINUANO A CAMBIARE LA DATA DI USCITA, IO NON POSSO FARE ALTRO CHE AGGIORNARVI), però non sarà Drew a raccontare gli eventi. Come abbiamo visto nella novella "Dimmi di sì", pubblicata qualche giorno fa in versione ebook, infatti sarà la sua amata Kate la voce narrante e non ci aspetta una storia tutte rose e fiori.
Sono trascorsi due anni dalla fine del primo libro e Drew e Kate hanno vissuto questi due anni fianco a fianco, crescendo come coppia. Ma ora qualcosa è andato terribilmente storto e nulla sembra essere come chiunque si aspettasse: la coppia d'oro è scoppiata. Okay, calmi tutti. So che starete impazzendo come me a questa notizia, ma sono anche certissima che Emma Chase abbia grandi sorprese in serbo per noi. Non penserete di leggere un libro in cui non ci sia nemmeno un po' d'amore no? Drew e Kate si sono lasciati, è vero, ma la loro storia non è giunta al capolinea...


Recensione "L'estate nei tuoi occhi" di Jenny Han

Primo di una trilogia che sarà terminata in Italia prima della fine di Luglio, "L'estate nei tuoi occhi" è un romanzo che si legge tutto d'un fiato, che a tratti scalda il cuore e altri fa commuovere. Non emozionate come mi aspettavo, ma sicuramente una buona premessa per i libri a venire.

Titolo: L’estate nei tuoi occhi (Summer #1)
Data di pubblicazione: 6 maggio 2014
Autrice: Jenny Han
Editore: Piemme
Prezzo: € 12,90
Pagine: 308
Il mio voto:


È un'estate che non dimenticherò mai.

L'estate in cui tutto è cominciato.

L'estate in cui mi sono innamorata.

Il racconto dell'estate di una ragazza. Dell'estate che ogni ragazza vorrebbe vivere.

Due fratelli. Un vero amore. Belly misura il tempo in estati. Tutto ciò che di bello e magico è accaduto nella sua vita, è accaduto fra giugno e agosto. L'inverno è solo il periodo che la divide dalla prossima estate, dalla casa sulla spiaggia, da Susannah e i suoi due figli, da Conrad e Jeremiah. Loro sono gli amici con cui è cresciuta: Jeremiah è il ragazzo su cui contare, Conrad quello che ti fa battere il cuore. E quest'estate si rivela ancora più speciale, perché sta accadendo ciò che Belly sta aspettando da tempo e che sembrava non sarebbe mai accaduto...




La mia recensione

Gli attimi, una volta persi, non si ritrovano. Sono persi per sempre. Da "L'estate nei tuoi occhi"
Aspettavo questo libro con ansia e non appena ho avuto la possibilità di mettervi sopra le grinfie l'ho divorato. Ma, si sa, da grandi aspettative spesso derivano delusioni, motivo per cui non posso dirmi pienamente soddisfatta da ciò che ho trovato in questo romanzo.
Mi aspettavo più sentimenti, più emozioni, più intensità nel rivivere i ricordi dell'estate che ha cambiato la vita della protagonista, invece ho trovato una storia carina, ben scritta, ma anche freddina e superficiale.
Non che mi abbia completamente delusa, sia ben chiaro. Ho trovato bella la storia, piacevole lo stile della Han e a volte mi è sembrato di rivedere la me stessa adolescente nei ricordi di Belly.
Ma mi è mancato un maggiore coinvolgimento emotivo che, vista anche la piega drammatica presa dalla trama, avrebbe reso tutto molto più realistico e commovente.
Mi aspettavo un romanzo intriso di poesia, in cui l'emozione fosse dirompente, impossibile da ignorare. Una storia che narrasse di quei primi amori che ti tolgono il respiro, che ti fanno credere di essere invincibile, di poter sconfiggere finanche la morte. Un po' sulla scia di "The sky is everywhere", per intenderci. Invece ho trovato un romanzo carino, niente di più, niente di meno.
Diciamo pure che "L'estate nei tuoi occhi" è un romanzo leggero, adatto ai lettori più giovani o a chi cerca una lettura nostalgica e non troppo matura.
Quella fu un’estate indimenticabile. Fu l’estate in cui tutto ebbe inizio. Fu l’estate in cui diventai bella. Perché, per la prima volta, mi sentii così. Bella, intendo. Ogni estate precedente, avevo sperato che le cose cambiassero. Che la mia vita cambiasse. Quell’estate, finalmente, tutto cambiò. E cambiai anch’io. Da "L'estate nei tuoi occhi" 
La storia è narrata dal punto di vista della quasi sedicenne Belly, che da sempre vive solo d'estate. Ogni inverno è, per lei, l'unica cosa che si interpone tra l'estate appena trascorsa e quella che sta per arrivare. Sin da quando era in fasce, infatti, trascorre le vacanze con sua madre e suo fratello nella casa al mare di Susannah Fisher, assieme ai suoi figli Conrad e Jeremiah. Tante cose sono cambiate dal momento in cui era solo una bambina: i suoi genitori hanno divorziato, il fratello sta per partire per il college i ragazzi hanno cominciato a notarla. Ma una sola cosa è rimasta uguale: l'amore che Belly nutre per Conrad. Attraverso i molteplici flasback, scopriamo infatti che sono ormai anni che il suo cuore batte per il più grande tra i fratelli Fisher. Lui è la sua costante, il suo punto fermo, l'unico di cui ha sempre sognato, eppure gli ha sempre nascosto i propri sentimeti.
Peccato però che questi fortissimi sentimenti di cui la protagonista parla, vengano solo accennati. Il lettore non riesce mai a comprenderne la reale entità, né dai flashback, che sono così numerosi da risultare eccessivi, né tantomeno dalle interazioni minime che i due hanno nel presente. In effetti, quella di Belly parrebbe nient'altro che una cotta adolescenziale enfatizzata al massimo e il suo comportamento infantile non aiuta a pensare il contrario. Eppure lei si sente troppo grande per sopportare di essere trattata come la piccola mascotte di casa. Così, stufa dei giochi che ha sempre amato, ma che ora le stanno un po' stretti, Belly decide di vivere esperienze ed emozioni nuove e ci riesce grazie alla complicità di Cameron, un dolce ragazzo che sembrerebbe disposto a tutto pur di renderla felice, ma che, purtroppo, non sa farla emozionare come il suo unico amore. Troppo distratta dai tumulti del proprio cuore, non si accorge che quest'anno a casa Fisher è tutto diverso. Che Susannah, migliore amica della madre da sempre, deve affrontare problemi ben più gravi di un amore non corrisposto e che Conrad e Jeremiah non sono più i ragazzi spensierati a cui è abituata. "L'estate attraverso i tuoi occhi" è il racconto adolescenziale di un'estate felice e drammatica assieme, fatta di sogni  e prime volte, ma anche di confessioni scomode e dolori inattesi.
Io amavo Conrad e probabilmente lo avrei amato per sempre. Avrei passato tutta la mia vita ad amarlo, in un modo o nell’altro.Forse mi sarei sposata, forse mi sarei fatta una famiglia, ma ciò non avrebbe avuto importanza, perché un pezzetto del mio cuore, il pezzetto dove si trovava l’estate, sarebbe sempre appartenuto a Conrad. Da "L'estate nei tuoi occhi" 

martedì 20 maggio 2014

Anteprima "Sei sempre stata mia" di Jasinda Wilder. Quando l'amore è più forte del destino e della disperazione

Falling Into You (Falling, #1)
Oggi ho una bella anteprima da regalarvi. In molti aspettavano la rivelazione della cover e della data di uscita italiana di questo libro e finalmente è arrivato il momento di svelare entrambe! Sarà pubblicato il 17 Giugno 2014 "Sei sempre stata mia" di Jasinda Wilder, primo romanzo della trilogia new adult, drammatica ed hot "Falling". 
Seppur non molto conosciuto in Italia, il nome di Jasinda Wilder è considerato in America una garanzia per la narrativa erotica e romantica, e la serie "Falling" l'ha consacrata come una delle più amate autrici del genere. "Falling into you", titolo originale di "Sei sempre stata mia", ha infatti fatto innamorare i lettori, che si sono detti rapiti dall'intensità romantica e drammatica che Jasinda è riuscita a imprimere alla storia.
Per chi non riesce a saziarsi di libri romantici, dunque, questa potrebbe essere un'uscita imperdibile.

Perdita, disperazione, dolore e poi, infine, speranza. Sono questi i catalizzatori di "Sei sempre stata mia", che racconta la triste storia di un amore perfetto, finito in un modo tragico e straziante. Inizialmente conosciamo il punto di vista della protagonista, ancora sedicenne, Nell.
Nell e Kyle sono cresciuti assieme, condividendo ogni esperienza importante, confidando l'uno nell'altro, diventando prima migliori amici e poi molto, molto di più. Ma il destino sa essere crudele. 
Quando la vita di Kyle viene spezzata da un terribile incidente, Nell e distrutta e l'unica cosa che vorrebbe è seguirlo e stringerlo per sempre. Al funerale del suo unico amore, Nell incontra Colton, il fratello maggiore di Kyle. Entrambi distrutti, entrambi corrotti dal dolore i due condividono la loro disperazione e tra loro nasce quella specie di legame che solo la sofferenza può generare. Platonico, eppure forte e indissulubile. Ed è qui che conosciamo il punto di vista di Colton.
Sono passati due anni da quel momento in cui le loro anime tristi si sono incontrate, ma il destino li mette nuovamente sullo stesso cammino. I due si scontrano per caso a New York e il loro legame sembra essere ancora lì. Nell è cresciuta, ma non ha realmente superato il dolore. Colton vorrebbe "aggiustare" il suo cuore. Assieme scopriranno che qualcosa di apparentemente sbagliato, può in realtà essere più giusto che mai.




Cover Love #96





Torna, questa volta di martedì Cover Love, rubrica inventata da me che viene postata di lunedì (quando trovo cover che mi colpiscono davvero) e consiste in una classifica in cui vi mostrerò tre cover che mi hanno rubato il cuore, che siano esse di libri italiani, stranieri, vecchi o nuovi! 
Così nasce una rubrica in cui sfogare la mia follia per le cover, e condividerla con voi! Vorrei che partecipaste ovviamente scegliendo quale, secondo voi, è la cover più bella tra le tre da me selezionate e mescolandone l'ordine di classifica, in modo da formarne una vostra! 


La mia classifica della scorsa settimana 

Carnival of Lies (Untamed City, #1.5) 
1. Destroy me
2. Jackaby
3. Carnival of lies

E secondo i vostri voti la cover più bella è...  

DESTROY ME
Ovviamente. Non è che vi abbia dato molta scelta, no? Con tutte le mie chiacchiere su Warner, vi avrò storditi. Avete fatto bene, comunque. Non volevamo mica eleggere vincitrice una cover che non fosse questa, no? Per la cronaca, la classifica è rimasta invariata.

  
 Ecco la mia classifica di oggi!


1.  The kiss of deception

Why?

Quando l'ho vista, non ho avuto più scampo. Sapevo che sarebbe stata al primo posto di una mia Cover Love, senza alcun dubbio. E sapevo anche che voi l'avreste adorata, perché conosco i vostri gusti e perché è una copertina bellissima. Vero?
E' davvero una piccola opera d'arte. Sembra un dipinto a olio. Ha i colori di una tela di Turner. E' maestosa e epica e suggestiva. Stupenda. L'adoro.
Trama tradotta da me


In una società ricca di tradizioni, la vita della Principessa Lia segue un sentiero preordinato. Come primogenita, ci si aspetta che lei abbia il prezioso dono della "vista" —ma non è così—e sa che i suoi genitori stanno perpetrando una farsa quando organizzano un matrimonio con un principe che on ha mai conosciuto, per assicurarsi un'alleanza con un regno vicino. 

Il mattino delle sue nozze, Lia fugge in un villaggio lontano. Si abitua alla sua nuova vita, quando due misteriosi e fascinosi stranieri giungono al villaggio. Lei non sa che uno dei due è il principe che ha piantato e l'altro un assassino mandato per ucciderla. L'inganno prende il sopravvento e Lila si trova sull'orlo dallo svelare pericolosi segreti, ma anche sul punto di innamorarsi. 



2. A thousend pieces of you

Why?

Eccomi con un'altra copertina artistica che mi ha rubato il cuore. Si tratta del nuovo romanzo di Claudia Gray, che probabilmente arriverà anche in Italia e che sembra abbastanza interessante. Questo è senza dubbio il libro esteticamente più bello di questa autrice. Trovo questa copertina particolare, abbagliante e unica. Non solo sembra essere stata realizzata ad acquerello, ma è stupefacente l'effetto visivo di Londra e Mosca contrapposte. Adorabile.


domenica 18 maggio 2014

Recensione "Irragiungibile" di Abbi Glines

Dopo aver chiesto a voi sognalettori quale tra i vari libri letti avreste voluto veder recensiti per primi, sono pronta a esaudire i vostri desideri. Come avete chiesto sto per parlarvi del primo romanzo della serie new adult, romance e hot, "Too Far" di Abbi Glines (composta da tre romanzi e una novella intitolata "Rush too far" appena uscita negli States), ovvero "Irresistibile". 
La Mondadori ha dato notizia sulla sua pagina Facebook che sta valutando l'idea di tradurre i libri successivi della trilogia e la novella "Rush too far", perciò state sintonizzati su queste pagine per saperne di più!


Titolo: Irraggiungibile (Too far #1) (Rosemary Beach #1)
Data di uscita: 1 aprile 2014
Editore: Mondadori
Collana: Chrysalide
Prezzo: € 14,90
Pagine: 224
Il mio voto


Dopo la morte della madre, Blaire, diciannove anni, si ritrova sola, senza casa, soldi, né speranze per il futuro. Non le resta che raggiungere, controvoglia, il padre che l'ha abbandonata anni prima. Troverà invece una sorpresa in carne e ossa: Rush, l'affascinante e rude fratellastro, le farà scoprire un mondo nuovo, fatto di soldi, tentazioni e segreti. Il rapporto tra Blaire e Rush, all'inizio difficile, si trasforma in una potente attrazione, impossibile da contenere. Il loro legame li porterà ad abbandonare ogni tabù e a lasciarsi andare fino in fondo, ma anche a scoprire una verità che potrebbe dividerli per sempre.





La mia recensione


Come ogni volta in cui mi trovo a recensire un libro che so essere piaciuto a moltissimi di voi, ma non a me, mi sento un po' in colpa. Perché temo che possiate sentirvi offesi dalle mie critiche o messi sotto accusa. Sappiate che non è ciò che voglio, anzi. Questo blog è nato proprio per parlare di romanzi senza alcun tipo di discriminazione. Ecco perché vi esorto sempre a non farvi condizionare troppo da un mio eventuale giudizio negativo: perché il mio è solo un parere tra mille, e non mi aspetto e non desidero che in base a esso possiate sentirvi giudicati. 
Se conoscete già i miei trascorsi con l'autrice (qui la recensione di "The Vincent Boys" e qui quella di "The Vincent Brothers"), saprete che il mio primo incontro con una sua serie non è stato dei migliori. 
Il problema principale del mio disappunto, era stato in passato l'uso eccessivo di erotismo esplicito fatto dalla Glines in libri che, almeno in teoria, avrebbero dovuto essere indirizzati ad adolescenti. Fortunatamente, non il caso della serie "Too far" che in effetti, è stata scritta per un pubblico più maturo, motivo per cui, seppur non di mio gradimento (odio certe volgarità gratuite), il linguaggio molto scurrile di questa autrice non può essere definito inappropriato. Eppure, nemmeno questa volta sono riuscita a entrare in sintonia con il suo modo di narrare. 
Sia chiaro, la Glines sa come appassionare  e tenere i lettori incollati alle pagine con una prosa frizzante e diretta e delle storie sensuali capaci di far sognare chi cerca delle storie più piccanti. Chiunque sia alla ricerca di storie d'evasione potrebbe infatti rimanere piacevolmente colpito dalla sua capacità di descrivere scenari sentimentalmente coinvoglenti. Ma, purtroppo, per quanto avrei voluto che la scintilla scattasse anche con me, non è successo. 
Prendete questa recensione come lo sfogo di una lettrice impazzita, e non come una critica a chi il libro è piaciuto, vi prego! Se siete fan di Rush, abbiate pietà di me.
— È per questo che cercavo di tenermi alla larga, Blaire. Non riesco più a trattenermi, non a questo punto. — Abbassò la testa, chiuse le labbra calde intorno a un mio capezzolo e cominciò a succhiarlo. Sentii un’esplosione fra le gambe e gemetti, aggrappandomi alle sue spalle.
Lo guardai mentre, con la lingua trafitta dal piercing di metallo, percorreva tutta la mia pelle. Era la cosa più eccitante che avessi mai provato. — Sai di caramella. Le ragazze non dovrebbero sapere così di buono, può essere pericoloso —.
Il motivo principale per cui non sono riuscita ad appassionarmi alla serie in questione, è la preoccupante somiglianza tra gli intrecci della Glines e una telenovela: amori improbabili, situazioni al limite dell'impossibile e colpi di scena che sembrano essere stati rubati a uno sceneggiatore di Beautiful, hanno reso la storia davvero poco credibile e a tratti disturbante. 
Dunque, tutto ruota attorno a Blaire, la cui vita è a dir poco complicata. In seguito a un tragico incidente avvenuto anni addietro, la sua famiglia si è sfaldata: sua sorella gemella ha perso la vita e suo padre si è allontanato lasciando sole lei e la madre. Anni dopo, anche sua madre le è stata portata via da una tremenda malattia. 
Ora, a diciannove anni, Blaire è sola e ha bisogno d'aiuto. Ironia della sorte, l'unica persona che può darle ciò di cui ha bisogno è anche l'unica con cui non vorrebbe avere a che fare: suo padre che si è risposato e viene spesato da Rush, il figlio milionario della sua nuova moglieSenza indugi e con molta generosità, il paparino decide di prendersi cura di Blaire a spese di Rush, invitandola a vivere da lui nella speranza che assieme i due ragazzi possano curarsi l'uno dell'altra. Il padre di lei diventa così il catalizzatore di una situazione davvero esplosiva, perché non appena Blaire e Rush si incontrano, le loro esistenze cambiano radicalmente. Rush è un uragano di emozioni, passioni e contraddizioni, pronto a sconvolgerla nel profondo, mentre lei sembra essere capace di scatenare in lui reazioni contrastanti e incontenibili. 
Se state pensando a un amore struggente e tormentato tra un'anima fragile e il bad boy dal cuore d'oro, siete in errore. Vi ho detto che la storia mi ha ricordato l'assurdità di una telenovela e non mentivo. L'inverosimilità del romanzo non si nasconde tanto nella trama di base, ovvero la storia d'amore tra Blaire e Rush e i segreti che si interpongono tra loro, quanto invece è rilevante nel profilo dei protagonisti che purtroppo ai miei occhi sono risultati irreali e incoerenti.
Mi prese per mano e mi tirò in casa. Senza dire una parola, mi spinse contro il muro e mi intrappolò appoggiando i palmi delle mani ai lati della mia testa. — Io non sono come mi vedi, mettitelo bene in testa. Non posso toccarti. Vorrei farlo, vorrei farlo così tanto che mi scoppia il cervello solo a pensarci, cazzo. Ma non posso. Non voglio rovinarti. Tu sei… Tu sei perfetta. Pura. E alla fine non me lo perdoneresti mai.
Il cuore mi batteva forte contro il petto e mi faceva male. Un minuto prima, sulla porta, non ero riuscita a leggere la sofferenza negli occhi di Rush, ma ora… Vedevo l’emozione in fondo a quelle gemme d’argento. Aveva la fronte corrugata, come se qualcosa lo tormentasse.
— E se fossi io a voler essere toccata da te? Forse non sono così pura. Forse sono già… corrotta. — In realtà il mio corpo era fondamentalmente immacolato, ma guardare gli occhi di Rush mi faceva venire voglia di trovare un modo per cancellare tutto quel dolore. Non volevo che mi stesse lontano. Volevo farlo sorridere. Quel viso stupendo non poteva essere così cupo e angosciato.
Rush, che è il figlio viziato di un famosissimo cantante rock e ha un rapporto morboso e soffocante con sua sorella, ha riservato alla nuova arrivata Blaire un posticino davvero speciale della sua tenuta immensa: lo stanzino della donna delle pulizie, nel sottoscala. E per non far sentire la sua ospite a proprio agio nemmeno per un minuto, non ha esitato a fare sesso con compagne occasionali in ogni angolo della casa, esibendo le sue ottime doti amatorie. 
Se io stavo già rischiando una crisi di nervi a pagina venti e avrei volentieri dato fuoco ai bellissimi capelli di Rush, Blaire non era dello stesso avviso. A lei, infatti, non dispiaceva spiare il suo "fratellastro" per cui si è presa una cotta al primo sguardo, mentre si dava alla pazza gioia con le altre, anzi. Diciamo che certe immagini l'hanno resa piuttosto... felice.
Lei, una semplice ragazza del Sud che non ha potuto completare gli studi, è stata fedele al proprio stereotipo fino in fondo. Quindi non esitava a sentirsi inferiore a tutti, né a puntare la sua fedele pistola in faccia a chiunque. Eppure, nonostante le sue scarse capacità di relazione con il prossimo e nonostante il libro fosse ambientato nell'America del 2012 in cui il tasso di disoccupazione era alle stelle, è riuscita lo stesso a farsi assumere al Country Club più esclusivo di Rosemary Beach dopo un solo giorno dal suo trasferimento.  
Per me e per le leggi della logica, tutto ciò è incredibile, e non in un modo positivo. Ma avrei comunque provato a passare sopra a questi difetti, se almeno la storia fosse decollata, se la relazione tra loro fosse stata credibile. Perché una bella storia d'amore può farti dimenticare tutto e speravo che fosse ciò che mi attendeva. Invece no. 
Non so voi, ma se un ragazzo che conosco da due giorni e non fa altro che maltrattarmi, mi confessasse di aver fatto sesso pensando a me, io non mi sentirei felice. In particolare se io avessi una cotta per lui e l'avessi spiato durante l'amplesso incriminato. Invece, per la Glines, questo è il modo migliore per far confessare a Rush la sua attrazione per Blaire, che dal suo canto non riesce a resistergli.  Non ci credete? Leggete questo estratto, in cui è riassunto tutto quello che ho appena affermato.
Avevo guadagnato oltre cinquecento dollari di mance in due giorni. Forse per lui non era una grande cifra, ma per me era enorme. Quindi sì, li avevo stesi tutti.Feci spallucce. — Sarai felice di sapere che me ne andrò da qui tra meno di un mese.Non rispose subito. Probabilmente la cosa migliore da parte mia sarebbe stata andare a fare la doccia. Invece feci per bofonchiare ancora qualcosa, e lui si avvicinò. — Probabilmente sì, dovrei esserlo. Felice, intendo. Felicissimo. Invece non lo sono. No, Blaire. — Tacque e si chinò per sussurrarmi all’orecchio: — Mi dici tu perché?Avrei voluto allungare le mie braccia e aggrapparmi alle sue per evitare di cadere a terra, ridotta in poltiglia. Ma resistetti.— Stai alla larga da me, Blaire. Dico sul serio, è meglio se tieni le distanze. L’altra notte… — deglutì forte. — Io non faccio che pensare all’altra notte. So che mi stavi guardando, e questa cosa mi fa impazzire. Quindi va’ via, stammi lontana. Anch’io mi sto impegnando per fare lo stesso. — Detto ciò, si girò e tornò di corsa verso casa, mentre io rimasi lì imbambolata a lottare per non trasformarmi in pozzanghera sulla sabbia.

venerdì 16 maggio 2014

Anteprima "Un incantevole imprevisto" di Marianne Kavanagh. Amore e scherzi del destino per quello che pare essere un best seller annunciato

For Once in My Life: A NovelCome avrete notato, fedeli sognalettori, in questa settimana sono un tantino assente. La motivazione è rintracciabile nella mia trasferta romana, iniziata questo lunedì. Dunque, ora sapete perché sto trascurando un tantino le cose che amo fare di più (ovvero leggere e scrivere), ma non vuol dire che mi sia dimenticata di voi. Questo mai. Eccomi dunque, pronta a parlarvi di un romanzo di cui non sapevo se scrivere oppure no, ma che penso potrebbe in qualche modo interessarvi. Si tratta di "Un incantevole imprevisto" di Marianne Kavanagh, in uscita il 22 Maggio per Garzanti.
Perché non sapevo se parlarvene o meno? Be' perché sia il titolo che la copertina italiani sembrano essere stati fatti per emulare in maniera un po' troppo sfacciata "Uno splendido distastro" di Jamie McGuire. Insomma, alzi la mano chi, dopo aver visto la copertina e letto il titolo non ha pensato:"ma è uguale a Beautiful Disaster!". Okay, non posso guardare le vostre mani, ma so che sarete d'accordo con me, perché l'evidenza di ciò che dico è sotto gli occhi di tutti e la cosa, ammettiamolo, può essere definita abbastanza triste. In particolare se si pensa che il libro in questione, con la serie della McGuire, non c'entra nemmeno un po'. 
Ma mi sono detta che queste scelte infelici, che esulano completamente dalla volontà dell'autrice, non potevano farmi decidere di evitare di parlare di questo romanzo. Perché, proprio come ho detto, certe dinamiche editoriali sono ben distanti dall'essere legate al contenuto del libro in sé e pur disapprovandole non me la sento di depennare questa storia dalla mia wish list. Perciò, passiamo oltre.

"Un incantevole imprevisto" è la prima pubblicazione dell'esordiente Marianne Kavanagh e uscirà in diversi Paesi nello stesso periodo, motivo per cui ci sono poche informazioni al riguardo. Sappiamo che si tratta di un romance realistico che racconta della venticinquenne Tess, ragazza ossessionata dai vestidi vintage che crede nel destino e nelle anime gemelle, ma che non ha ancora incontrato la sua. Pur uscendo con Dominic sin dagli anni dell'università, Tess imparerà che non basta condividere del tempo assieme per dire di essere perfetti l'uno per l'altra. Kristy, la sua migliore amica, è sicura che sia George, musicista brillante dal grande talento, l'anima gemella di Tess. Eppure sembra che il destino non sia tanto favorevole all'unione di Tess e George: tutti i tentativi che Kristy fa per farli incontrare falliscono. 
Eppure, la verità è che George e Tess potrebbero essere le due metà della stessa mela... se solo riuscissero a incrociarsi nel cammino della vita!


 

domenica 11 maggio 2014

Anteprima "Il nostro amore è per sempre" di James Patterson e Emily Raymond. Amore on the road presto in libreria!

First Love
Carissimi sognalettori, come promesso non finiscono mai le novità che allieteranno le nostre prossime giornate di lettura e gli amanti del romance saranno soddisfatti dell'estate che ci attende. Uno dei libri che mi ha incuriosito è "Il nostro amore è per sempre", che uscirà il 5 Giugno 2014 per Corbaccio. Si tratta di un romance contemporaneo scritto a quattro mani dal famosissimo James Patterson e da Emily Raymond, motivo per cui le mie antenne si sono drizzate. Sono infatti piuttosto decisa a scoprire se Patterson (noto per la serie Maximum Ride) e la Raymond, che assieme hanno già lavorato su un thriller per giovanissimi attualmente inedito in Italia, siano riusciti a  scrivere un romanzo realistico completamente incentrato sui sentimenti di due giovani adulti alle prese con le difficoltà della vita.
I pareri dei lettori d'oltre oceano sono contrastanti, c'è chi dice che "First love" (questo il titolo originale) sia il perfetto ritratto di come il primo amore sappia travogere e sconvolgere, e chi invece insinua che si tratti di un romanzo poco credibile. Non ci resta che sperare in bene e attendere il romanzo, per poter giudicare noi stessi!

La storia ruota attorno alla sedicenne Axi, brava ragazza dalla vita non facile. Dopo la morte della sua sorellina, la sua famiglia si è sgretolata. Una madre assente e un padre alcolizzato la spingono a compiere un gesto folle, che le cambierà la vita. Axi, infatti, decide di scappare via, lontano da tutti tranne che dal suo migliore amico Robinson. Sedici anni lei, dicassette lui, una lunga amicizia alle spalle e un piano folle: quello di partire senza guardarsi alle spalle in un pomeriggio come tanti, che si trasformerà in un giorno da ricordare.
Soli e senza una meta, i due fuggono alla ricerca della felicità o, forse, solo della libertà. Così ha inizio un viaggio on the road tra risate, confessioni e inaspettati batticuore. Perché sono le esperienze più incredibili che generano gli amori più memorabili. Come quello che nascerà tra Axi e Robinson.

giovedì 8 maggio 2014

Giveaway "Volevo essere Audrey Hepburn" di Vanessa Valentinuzzi! Amore e chick-lit all'italiana


Carissimi sognalettori, come ben sapete, ogni giorno è un buon giorno per fare regali su Atelier dei Libri ed è ancora più bello regalarvi un romanzo tutto italiano! Oggi infatti voglio parlarvi di "Volevo essere Audrey Hepburn", chick-lit romantico dell'autrice Vanessa Valentinuzzi. Una copertina scintillante e una trama frizzantina sono gli ingredienti che rendono questo libro davvero intrigante, motivo per cui ho deciso di metterne in palio una copia per voi!
Pensate che i sogni non possano diventare realtà? Be', la trentenne Viola Parini la pensava come voi, ma ha dovuto ricredersi. Dopo la dolorosa fine della storia d'amore che pensava sarebbe durata per sempre, la giovane romana che sperava di diventare una sceneggiatrice televisiva, credeva che la sua vita fosse sull'orlo della catastrofe. 
Ma si sbagliava. Perché i desideri a volte si avverano proprio quando meno te lo aspetti. 
Una nuova casa, un nuovo giro di amici e il provvidenziale aiuto della ricca ed eccentrica nonna Miriam, le apriranno le porte del mondo a cui ha sempre sognato di appartenere. E mentre Viola viene travolta dall'ebrezza del successo e dell'affermazione lavorativa, l'amore bussa alla sua porta nei panni di Lorenzo, un nobile e affascinante uomo di successo che le darà filo da torcere.

Titolo: Volevo essere Audrey Hepburn
Data di pubblicazione: 17 Aprile 2014 
Autrice: Vanessa Valentinuzzi
Editore: Newton Compton
Prezzo: 9,90 €
Pagine: 320 

E se la tua vita si trasformasse all'improvviso in un film romantico?

Viola Parini ha trent’anni, vive a Roma e sogna di diventare sceneggiatrice di commedie romantiche. Dopo lo shock per la fine di una storia, proprio quando le sembra che la sua vita stia andando a rotoli, è invece in arrivo qualche sorprendente novità. Si trasferisce in una nuova casa dove, con l’aiuto di un’amica e della nonna Miriam, organizza cene raffinate per ospiti selezionati. Nasce così il Cous cous club. Come se non fosse abbastanza, Viola ottiene un colloquio con la presentatrice TV più famosa del momento: Zazie Bernardi. Donna pratica, potente e sagace, Zazie arruola Viola nella sua trasmissione A letto con Zazie, un salotto spregiudicato dove ogni notte si parla di eros, senza tabù. Ma quando Viola riesce a ottenere una rubrica tutta sua, Il cappello di Audrey Hepburn, e si trova a dover fare i conti con il giovane e affascinante direttore di rete, è chiaro che Cupido è pronto a ripresentarsi nella sua vita, quando lei meno se lo aspetta…
.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...