venerdì 28 marzo 2014

Anteprima, "Quando il diavolo mi ha preso per mano" di April Genevieve Tucholke. Nuova serie horror e romantica in arrivo!

E' sempre adorabile potervi parlare di romanzi in uscita, in particolare quando si tratta di libri affascinanti e originali, qualità che il libro di oggi sembra possedere. Sarà pubblicato il 15 Aprile 2014 "Quando il diavolo mi ha preso per mano", primo romanzo della serie "Between(che apparentemente sembrerebbe essere una duologia), che mescola paranormale, romance, mystery e horror indirizzandoli a un pubblico Young Adult. 
L'esordio di April Genevieve Tucholke è stato molto apprezzato dal pubblico degli Stati Uniti, che pare essere stato molto colpito dalle tinte dark e misteriose che avvolgono la storia da lei narrata. 

Il romanzo è ambientato in una suggestiva abitazione arroccata sugli scogli di una tipica e sonnolenta cittadina costiera. Sono gli adolescenti Violet e suo fratello Luke a prendersene cura e, pur non andando particolarmente d'accordo, sono determinati a non cadere in rovina. I due sono costretti a badare a loro stessi e quando si accorgono che le loro finanze iniziano a scarseggiare decidono di provare ad affittare una delle tante camere vuote della casa. Violet, che è la protagonista, non avrebbe mai immaginato che un fascinoso straniero dai modi strani e anacronistici avrebbe risposto all'annuncio. Quando River West pionba in città, e nella vita di Violet, iniziano ad accadere cose strane e terribili.
E se River nascondesse qualcosa di molto più bizzaro dei suoi comportamenti? Forse nel suo passato si celano segreti inconfessabili, forse dietro il suo ammaliante sorriso c'è qualcosa di magico...

In fondo la nonna ha sempre avvisato Violet sui trucchi di cui il Diavolo è capace. Certo, non ha mai detto che potesse apparire sotto le spoglie di un ragazzo bello e stralunato che l'avrebbe baciata in un cimitero e le avrebbe tolto il sonno con il suo sorriso mozzafiato. Ma se fosse proprio così...?
Non so voi, ma io già muoio di curiosità. Sembrerebbe che chi ha amato "Anna vestita di sangue" (se ve lo state chiedendo: no, non si conosce la data di pubblicazione del secondo in Italia), abbia gradito anche "Quando il diavolo mi ha preso per mano", perciò io sto fremendo dalla voglia di leggerlo.
Il secondo romanzo di questa serie dovrebbe essere pubblicato in America ad Agosto 2014 e si intitolerà "Between the Spark and the Burn", speriamo arrivi presto anche da noi!


giovedì 27 marzo 2014

Anteprima "Irraggiungibile" di Abbi Glines. Una storia di amore proibito e passioni bollenti e "Irresistibili"presto in libreria

Fallen Too Far (Too Far, #1; Rosemary Beach, #1)
Fare un articolo per presentare questo romanzo è per me abbastanza controverso. Come saprete se mi seguite da un po' non ho avuto un buon rapporto con la serie "The Vincent boys" (qui la recensione del primo, qui quella del secondo), esordio letterario italiano dell'amatissima autrice di romance new adult Abbi Glines pubblicata da Chrysalide. 
Senza troppi mezzi termini la serie di cui sopra non mi è piaciuta, anzi, mi ha alquanto indisposta sia per il linguaggio adottato dall'autrice, sia per la pochezza dei contenuti. Ovviamente questo non significa che chi abbia amato i libri in questione debba essere messo sotto processo, ma capita che a pelle alcune storie e il modo in cui sono state scritte possano piacere o non piacere. Capita anche che romanzi della stessa autrice possano fare effetti diversi sullo stesso lettore e questo è ciò che spero accada a me con la nuova serie di Abbi Glines (anche se dubito, visto il parere post lettura della mia migliore amica). 
Di quale nuova serie sto parlando? Ma della "Too far series", che esordirà in Italia l'1 Aprile sempre per Mondadori Chrysalide e proseguirà poi con la pubblicazione del secondo il 15 Aprile (ve ne parlerò in un prossimo articolo)
La "Too far" è trilogia che fa parte di una serie più ampia di libri hot e romantici, ovvero la "Rosemary Beach". Se siete confusi, niente paura, i libri della "Too far series" sono solo tre e saranno pubblicati in rapida successione dalla Mondadori.

Il primo volume"Irragguingibile", ci presenta la storia che ruota attorno a due innamorati non convenzionali e proseguirà con "Irresistibile" il 15 Aprile.
Lei è Blaire Wynn, diciannovenne che ha passato gli ultimi tre anni a prendersi cura di sua madre. Lui è il ventiquattrenne Rush Finlay, che ha sempre vissuto una vita al limite grazie al denaro di suo padre e alle attenzioni di sua madre.
I due non potrebbero sembrare più distanti l'uno dall'altra, eppure finiranno con il trascorrere l'estate assieme in una fattoria in Alabama, con il condividere segreti e bugie, avventure e passioni, legandosi l'una all'altro in un modo pericoloso. Perché Rush e Blaire non sono solo un ragazzo e una ragazza che si incontrano e condividono un'estate bollente: sono fratellastri. La madre di Rush e il padre di Blaire si sono appena sposati e loro due dovranno provare a non sorpassare il limite.


mercoledì 26 marzo 2014

Anteprima "Una ragione per restare" e "Una ragione per vivere". Si conclude la serie romantica di Rebecca Donovan!

Sognalettori, so che i più romantici di voi gioiranno per questa notizia! Nonostante io non abbia amato molto "Una ragione per amare" (qui la mia recensione), primo romanzo della serie "Breathing" (o Il nostro segreto universo, come è stata ribattezzata in Italia), è comunque piacevole vedere la conclusione così rapida di una trilogia. Usciranno infatti tra Marzo e Aprile i due successivi romanzi di questa serie dolce, romantica e drammatica che ha sancito il successo mondiale di  Rebecca Donovan
Il 27 Marzo sarà pubblicato, sia in versione cartacea che in ebook, "Una ragione per restare", mentre l' 8 Maggio arriverà in libreria "Una ragione per vivere", terzo e ultimo libro della serie.

Come i più sapranno la serie racconta la storia travagliata della giovanissima Emma, liceale all'ultimo anno che ha sempre subito le violenze della donna che avrebbe dovuto prendersi cura di lei. Dopo un tragico incidente, infatti, Emma è stata affidata alla famiglia del padre, in cui però non ha trovato il rifugio sperato. Dopo anni di abusi e vita segregata, Emma ha incontrato l'unica persona che le ha dato la forza di continuare a respirare... ma l'amore non può superare tutti gli ostacoli. Almeno non senza difficoltà. 

Siete pronti a scoprire quale piega prenderà la vita di Emma e la sua relazione con Evan, ora che il suo segreto è ormai di pubblico dominio e l'uragano dello scandalo l'ha travolta?


Estrazione giveaway: Legend e Prodigy di Marie Lu

Eccomi qui, miei cari, prontissima a svelare il nome del sognalettore che si porterà a casa due dei miei libri preferiti di questo 2014, ovvero Legend e Prodigy. Il giveaway vi ha infiammato come speravo e non potrei essere più felice di così, perché il mio intento non era solo quello di regalarvi dei libri, ma anche di farvi innamorare di questa serie splendida. Bando agli indugi, quindi, ed ecco a voi la lieta notizia.

Vince Legend e Prodigy


martedì 25 marzo 2014

Teaser Tuesdays #69



Torna l'appuntamento con Teaser Tuesdays rubrica ideata dal blog Should be Reading, che posto ogni martedì. 


Le regole sono semplicissime e tutti possono partecipare e condividere con i propri teaser! 




Ecco le regoline!

  • Prendi il libro che stai leggendo in una pagina a caso; 
  • Condividi un breve spezzone di quella pagina ("Teaser")
  • Attento a non fare spoiler!
  • Riporta anche il titolo e l'autore così che i tuoi lettori possano aggiungere il libro alla loro wishlist se sono rimasti colpiti dall'estratto.



Andiamo un po' a vedere cosa ho scovato io oggi!

Oggi un estrattino da "Io che non vivo senza te" di Laura Weiss, romanzo che sto leggendo con una lentezza disarmante per questioni che esulano dalla lettura.

    Fuori, seduto sul prato, con le spalle appoggiate al muro in un punto assolato e deserto, trovo Eli. Se ne sta a testa bassa, i capelli sciolti davanti al viso e il cellulare in mano.
    «Ciao», lo saluto, avvicinandomi piano. «Sei seduto al mio posto, sai?». Mi guarda sorpreso, poi si scherma gli occhi dal sole, mi scruta con attenzione e mi riconosce.
    «Ciao, Rowan». Un sorriso stupito, ma amichevole, prima di tornare a concentrarsi sul telefono. «Sono contento di vederti. Vieni».
    Mi siedo sull’erba accanto a lui, con la schiena appoggiata al muro e le gambe distese. Il sole mi scalda le guance e la fresca brezza primaverile mi scompiglia i capelli. «È piacevole». Sistemo la mia roba sulle ginocchia, scarto la barretta che ho comprato per pranzo, la spezzo e gliene offro metà. «Vuoi?»
    «Grazie». Dà un morso e gira lo schermo del cellulare verso di me, per farmi vedere la foto: il primo piano di un uomo, un soldato con gli occhi stanchi e il sorriso largo, segnato dalle intemperie e dal sole, con una tuta mimetica impolverata, che tiene amorevolmente in braccio un cucciolo di pastore tedesco tutto arruffato. Il cane è minuscolo, pelle e ossa e malmesso, con il pelo sporco e pieno di nodi… e lecca la guancia del soldato, con gli occhi contenti e la coda dritta. Eli deglutisce e spiega: «Mio padre e Daisy, subito dopo averla salvata».
    «Oh, dove sono?», domando, aprendo la bottiglietta d’acqua e passandogliela.

lunedì 24 marzo 2014

Cover Love #94





Torna, Cover Love, rubrica inventata da me che viene postata di Lunedì (quando trovo cover che mi colpiscono davvero) e consiste in una classifica in cui vi mostrerò tre cover che mi hanno rubato il cuore, che siano esse di libri italiani, stranieri, vecchi o nuovi! 
Così nasce una rubrica in cui sfogare la mia follia per le cover, e condividerla con voi! Vorrei che partecipaste ovviamente scegliendo quale, secondo voi, è la cover più bella tra le tre da me selezionate e mescolandone l'ordine di classifica, in modo da formarne una vostra! 


La mia classifica della scorsa settimana 

 
1. Illusions of fate
2. From Gods
3. Striges La voce dell'ombra


E secondo i vostri voti la cover più bella è...  

Illusions of Fate!

Il primo posto è rimasto invariato, cosa abbastanza prevedibile perché si tratta di una cover bella bella. Al secondo posto è salito "Striges" di Barbara Baraldi e al terzo è sceso "From Gods to Monsters"!

  
 Ecco la mia classifica di oggi!


1. Carnival of Secrets

Why?

Si tratta della nuova versione della serie "Untamed City" di Melissa Marr e io la amo. Precedente pubblicata con una veste grafica che proprio no faceva al caso mio, questa serie ha ultimamente attirato la mia attenzione proprio per le splendide cover che hanno sostituito quelle vecchie! Trovo questa immagina di una bellezza delicata, decadente e particolare, davvero inquietante e allo stesso tempo suggestiva! Mi piace un sacco il mix di colori e l'impatto del rosso dei fiori che spiccano sulle tonalità pastello dell'acqua. Stupenda.


Trama tradotta da me



In una città di Daimons, rigide divisioni tra classi sociali separano i potenti da quelli affamati di potere. Il cuore della Città è il carnevale, dove omicidio e piacere sono offerti in saldo. Una sola volta per generazione il carnevale ospita competizioni mortali che consentono a ogni Daimon di avere una possibilità di entrare nell'elite reggente. Senza la competizione, Aya e Kaleb dovranno vedersela con un futuro amaro per molti motivi. Per ogniuno di essi, combattere fino alla morte è l'unico modo per cercare di restare in vita. 

Tutto ciò che Mallory sa della Città e che suo padre—e ogni altra strega—l'ha abbandonata per una vita in esilio nel mondo mortale. Invece di una tipica vita umana piena di amici e anche di un po' di romanticismo, Mallory scruta le strade alla ricerca di trappole, si nasconde e si allena per essere letale. Sa che è solo questione di tempo prima che un Daimon trovi lei e suo padre, perciò si prepara all'inevitabile. Mentre Mallory possiede solo un po' di conoscenza riuguardo alla Città, ogni abitante di essa conosce lei. Ci sono piani per Mallory e presto anche lei sarà trascinata nella decadenza e nei pericoli del carnevale. 



2. Queen of hearts

Why

Appena ho visto questa cover ne sono rimasta colpita! Non è davvero bella? Sì, lo è. Mi rispondo da sola, perché non ci sono molti dubbi al riguardo. Oltre a essere indiscutibilmente intrisa di una certa bellezza tipica delle immagini che ritraggono donne in costume, trovo che questa cover sia speciale perché riesce a mescolare antico e moderno. Guardate la figura della regina di cuori nella "Q" di queen non è semplicemente fantastica? Costì come la carta avvolta dalle rose sulla destra. Insomma, davvero una cover unica nel suo genere!

sabato 22 marzo 2014

Recensione "Silver" di Kerstin Gier


Su Facebook mi avete comunicato che in molti attendevate la mia recensione del primo capitolo di qusta nuova duologia TRILOGIA Young Adult, ironica e paranormal romance di Kerstin Gier e non sia mai detto che io non accontenti i miei lettori! 


Data di uscita: 6 Febbraio 2014
Titolo: Silver (Silber #1)
Autrice: Kerstin Gier
Editore: Corbaccio
Prezzo: 16,40 €
Pagine: 324 
Il miot voto:


Porte con maniglie a forma di lucertola che si spalancano su luoghi misteriosi, statue che parlano, una bambinaia impazzita che si aggira con una scure in mano… I sogni di Liv Silver, quindici anni, negli ultimi tempi sono piuttosto agitati. Soprattutto quello in cui si ritrova di notte in un cimitero a spiare quattro ragazzi impegnati in un inquietante rituale esoterico. E questi tipi hanno un legame con la vita vera di Liv, perché Grayson e i suoi amici sono reali: frequentano la stessa scuola, da quando Liv si è trasferita a Londra. Anzi, per dirla tutta, Grayson è il figlio del nuovo compagno della mamma di Liv, praticamente un fratellastro. Meno male che sono tutti abbastanza simpatici. Ma la cosa inquietante – persino più inquietante di un cimitero di notte – è che loro sanno delle cose su Liv che lei non ha mai rivelato, cose che accadono solo nei suoi sogni. Come ciò possa avvenire resta un mistero, esattamente il genere di mistero davanti al quale Liv non sa resistere…


La mia recensione
A questo punto accadde qualcosa di singolare. Se qualcuno mi avesse descritto la scena in anticipo, avrei giurato che mi sarei scompisciata dalle risate. Invece non era così. Non so se dipendesse dalle candele o dalla solenne serietà dell’atmosfera o forse dall’avvertimento che Grayson mi aveva fatto prima, ma qualcosa mi provocò un groppo in gola quando ripetei le formule lette da Arthur. Non tentai neppure di tradurre quello che dicevo, sapevo soltanto che la parola sanguis ricorreva molto spesso declinata in tutti i casi possibili. Da "Silver"
Tutti conoscono Kerstin Gier per la sua famosissima serie di grande successo, "La trilogia delle gemme", amata in tutto il mondo e che in Germania è diventata un film per il piccolo schermo
Si penserebbe che non sia affatto facile affrontare il peso di una tale eredità, mettendosi alla prova con una nuova trilogia di stampo paranomale per young adutls, eppure è proprio ciò che la Gier ha fatto. Dopo alcune pubblicazioni indirizzate a un pubblico adulto, è infatti arrivato in libreria "Silver", primo romanzo della trilogia omonima. 
Naturalmente le aspettative nei confronti di "Silver" sono state alte sin da subito: dopo aver sorpreso lettori grandi e piccini con le sue idee brillanti, la sua pungente ironia e il suo talento nel descrivere belle storie d'amore e mistero, era ovvio aspettarsi molto da questa sua nuova pubblicazione. Ma niente paura, perché fortunatamente la Gier non delude. 
Pur mancando del forte impatto tipico dei viaggi nel tempo che abbiamo trovato nella serie precedente, "Silver" si è rivelato essere una lettura divertente, spensierata e un pizzico assurda (ma non in modo negativo) per il contesto onirico in cui è immersa.
Non si tratta di una lettura particolarmente adatta a un pubblico esigente, che si aspetta storie molto articolate e ricche di sottotrame, questo è certo. Tuttavia, pur ammettendo la mancanza di alcuni approfondimenti della trama che sarebbero stati necessari a rendere il libro più completo, è appurato che "Silver" sa come intrattenere il lettore sino all'ultima pagina. In molti infatti stanno attenendo trepidanti l'uscita del secondo (e apparentemente ultimo) libro della serie, "Golden", che sarà pubblicato in autunno. 
Credo che chiunque sia alla ricerca di un romanzo che possa essere divorato in brevissimo tempo, che non si prenda troppo sul serio e tenga alta l'attenzione con una buona dose di mistero, potrebbe trovare in "Silver" la risposta. Ovviamente, come sempre, la recensione sarà priva di spoiler.
«Sai perché ho cominciato a credere all’esistenza di questo demone?» disse sottovoce.
Risposi scuotendo la testa.
«Perché il mio desiderio è stato esaudito nel momento stesso in cui ti ho conosciuta.»
«Avevi desiderato di conoscere qualcuno che teneva in valigia un formaggio puzzolente?»
Non rise alla mia battuta sinceramente un po’ squallida, ma mi tracciò il contorno delle labbra con un dito. «Tu sei come me» disse serio. «Ami gli enigmi. Ti piace giocare. Ti piace affrontare i rischi. Quando la situazione minaccia di diventare pericolosa, allora per te diventa davvero interessante.» Si chinò verso di me, sfiorandomi la pelle con il suo respiro. «Ecco che cosa avevo desiderato. Di conoscere qualcuno di cui potermi innamorare. Tu sei il mio desiderio più segreto, Liv Silver.» 
Da "Silver"
Come annunciato, la protagonista è giovanissima e in pieno stile Gier sprizza autoironia e arguzia da tutti i pori. Liv Silver è una sedicenne spigliata, pragmatica e amante dei misteri alla Sherlock Holmes, ha vissuto in giro per il mondo per seguire la madre nei suoi continui spostamenti e spera che Londra possa essere la sua casa definitiva. Appena approdata nella splendida capitale britannica, però si rende conto che la vita da sogno su cui aveva fantasticato assieme alla sua sorellina minore Mia, dovrà restare solo una vana fantasia. Oltre alla nuova scuola e alle nuove conoscenze e al nuovo blog di gossip scolastico, che sembra essere molto interessato alla loro storia, le impertinenti sorelle Silver infatti dovranno vedersela con la loro "nuova famiglia", o meglio con la prole del fidanzato della loro imprevedibile madre. 
Ora, se conoscete già la prosa della Gier, potrete immaginare le scene di pura demenzialità degne di una buona commedia degli equivoci che scaturiranno dal trasferimento delle sorelle Silver (con al seguito la ragazza alla pari tedesca Lottie e la cagnolina Butter), nell'altrettanto colorita famiglia Spencer. 
Oltre a siparietti esilaranti e battibecchi adorabili, però, c'è qualcosa di sinistro ad attendere Liv nella nuova casa: un mondo misterioso fatto di sogni tanto realistici da sembrare spaventosamente veri. Pare infatti che con il "fratellastro" Grayson non dovrà condividere solo la casa e la scuola, ma anche i sogni. Assieme a lui e alla la sua cricca o meglio "congrega" di amici superbelli e popolari, Liv scoprirà che sognare può essere pericoloso (e affascinante) quando c'è di mezzo un patto demoniaco. Non aspettatevi però che la protagonista si arrenda alle apparenze come se niente fosse. Pur trovandosi impelagata fino al collo in una faccenda piuttosto assurda e dichiaratamente paranormale, Liv impiegherà tutte le sue propensioni per l'investigazione e il pragmatismo per venire a capo della matassa, non senza godersi i deliziosi intermezzi romantici che la situazione le offre. Perché un mistero deve sempre essere risolto, ma non è detto che non ci si debba godere la corsa!
A pochi passi da noi c’era una giostra che girava sulle note di It’s a small world di Disney suonata da un carillon. Su uno dei cavallini colorati era seduta una bambina bionda che sorrideva trasognata lasciandosi condurre in cerchio. Nonostante il mio grido non sembrava essersi accorta della nostra presenza.«Dove siamo finiti? Nel paese di Oz?» chiesi asciugandomi la guancia bagnata dalla bolla di sapone. «Ma che cosa ci fa laggiù Shaun la pecora? E guarda lì! Un albero fatto di palloncini.»«Te l’avevo detto che ti sarebbe piaciuto.» Henry rise. «Benvenuta nel mondo da sogno tutto rosa di Amy. Non è fantastico qui?» Mi condusse via dalla giostra verso l’ombra di un maestoso melo in fiore e già pieno di mele rosse. E anche di qualche arancia, mi accorsi.«Chi è Amy?»«La mia sorellina.» Indicò orgoglioso la giostra. «Ha quattro anni e fa i sogni più rilassanti del mondo, come vedi. A volte vengo qui, quando mi sento sopraffatto o ho la sensazione che il mondo sia soltanto brutto. Qui è sempre tutto in ordine. Non succede mai niente. Una mela?» Da "Silver"

venerdì 21 marzo 2014

Ultima tappa blogtour "Helena": TRIPLO GIVEAWAY!


Bene sognalettori, sono felice di annunciare che Atelier dei Libri fa parte del miniblogtour che Ornella Calcagnile ha organizzato in occasione dell'anniversario della pubblicazione di "Helena", il suo romanzo di genere urban fantasy pubblicato da Utetlibri che è finalmente reperibile anche in libreria. In un anno Ornella Calcagnile ha vissuto emozioni irripetibili grazie alla sua creatura, emozioni che ora ha deciso di condividere con voi lettori attraverso il blogtour che ha visto "Helena" al centro dell'attenzione e che si conclude proprio qui, su Atelier dei Libri, con un regalo speciale! 
Seguendo le regoline in basso, infatti, potrete provare a vincere una copia cartacea autografata e con dedica e segnalibro di "Helena" e due copie ebook del romanzo!

CALENDARIO MINI-BLOGTOUR

1 - Presentazione opera e blog tour 3 marzo: Le passioni di Brully

2 - Intervista autrice 7 marzo: Atelier di una Lettrice Compulsiva

3 - Recensione 14 marzo: Romanticamente Fantasy

4 - Giveaway 21-28 marzo: Atelier dei Libri

In una delle tappe del blogtour, Ornella ha rilasciato una bellissima intervista in cui descrive il suo lavoro e le sue passioni. All'interno dell'intervista l'autrice ha descritto la protagonista del proprio romanzo, Helena, e ho deciso di riportare la risposta in questione qui sul blog perché non ci sarebbe stato un modo più efficace di raccontarvi la trama di questo promettente urban fantasy.
"Cornelia è una ragazza gracilina, posata, romantica e che tiene al suo aspetto. Studia, ha un ragazzo che ama, rispetta la famiglia; è la classica brava ragazza che vive sotto una campana di vetro. Cosa l’ha spinta a cambiare? Due forze interiori, l’istinto di sopravvivenza e il desiderio di vendetta. Anche se spaesata e atterrita, decide di combattere e difendersi con le proprie energie dal vampiro che sarebbe tornato a prenderla. La ragazza debole e vulnerabile è costretta a fare esercizio, maneggiare armi e a mettere da parte le sue abitudini e la sua vanità. Cornelia diventa Helena, certamente più forte, ma moralmente dilaniata: la voglia di rivalsa le dà vigore ma il dolore delle perdite la indebolisce. Non è né una super donna né un’eroina, è pensata per essere una qualunque ragazza che improvvisamente si trova coinvolta nel soprannaturale e ho immaginato il suo graduale mutamento dalla prima alla seconda identità."
Dunque, come avete potuto capire da questo piccolo stralcio d'intervista, "Helena" è un romanzo dinamico, ricco d'azione e sentimenti, in puro stile urban. Nonostante sia autoconclusivo, l'autrice non nega la possibilità di un seguito e, viste le premesse, noi ci auguriamo che possa giungere presto!


Autrice: Ornella Calcagnile
Prezzo cartaceo: € 13.00
Prezzo ebook: € 2,99 
Editrice: Utetlibri
Titolo: Helena
Pagine: 196


Cornelia è una ragazza come tante, una famiglia ordinaria, un fidanzato che la ama e una vita tranquilla. Un giorno, però, un incontro le sconvolge l'esistenza. Perde tutto, ed è costretta a cambiare."È strano come la tranquillità e la quotidianità perdano valore con il tempo. Si sottovalutano le piccole cose, che per altri invece sono importanti. Non avevo capito quanto la mia vita, seppur piatta e imperfetta, fosse per certi versi fortunata.

Il mio destino ormai sembrava scritto, marchiato a fuoco sulla pelle e non avrei mai potuto immaginare che uno sguardo, un semplice scambio di battute in un incontro fugace, mi avrebbe portato via dal sogno e fatto cadere in un atroce incubo.

Una notte fui strappata alla mia vita, cambiarono molte cose e non fui più chiamata con il mio vero nome. Cornelia Call non esisteva più, era morta nel massacro, lasciando il posto a una nuova ragazza che ancora dovevo conoscere: Helena. La Cacciatrice."


giovedì 20 marzo 2014

Anteprima, "Non cambiare mai". Torna Jessica sorensen e la sua "The Secret Series" con Lila ed Ethan!

Non vi chiederò di stare calmi, di non urlare, di non distruggere tutto quello che vi circonda. Perché so bene che questa è la notizia che moltissimi di voi sognalettori attendevate, perciò fate pure. Datevi alla pazza gioia, miei prodi: abbiamo una data. Il 30 Aprile 2014 la Newton Compton pubblicherà FINALMENTE il terzo libro della serie "The secret" (qui la recensione del primo, qui quella del secondo) di Jessica Sorensen!  
Si chiamerà "Non cambiare mai" e non proseguirà con la storia di Ella e Micha (tranquilli, torneranno nei libri successivi e ci saranno in questo come comparse), bensì racconta della storia d'amore tra i loro migliori amici, ovvero Lila e Ethan. Li abbiamo già conosciuti, sappiamo che tipi sono e sapevamo che tra loro stava nascendo qualcosa (ricordate la cena di Natale in cui i due scherzavano in modo complice?), e ora siamo pronti a leggere tutto ciò che riguarda le loro avventure amorose! 
Il romanzo, che il lingua originale si chiama "The temptation of Lila e Ethan" appartiene al tanto amato filone New Adult e narra dal duplice punto di vista la storia dei due protagonisti, i quali non potrebbero essere più diversi. Eppure tra loro scoppia una relazione piena di passioni, tentazioni e confessioni, relazione di cui leggeremo ancora nella novella intitolata "Lila and Ethan: forever and always"

mercoledì 19 marzo 2014

W... W... W... Wednesdays #20

w... w... w...wednesdays è stato creato da MizB di ShouldBeReading

Torna W...W...W... Wednesdays, la rubrica di solito si tiene di mercoledì e potete partecipare tutti, come? Rispondendo a queste semplici domandine!


* What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

* What did you recently finish reading? (Qual è il libro che hai appena finito?)

* What do you think you’ll read next? (Quale sarà la tua prossima lettura?) 


Ecco le mie risposte!



What are you currently reading?


Iniziato oggi "Io che non vivo senza te" di Laura Wiess! E' un libro molto, molto, molto triste che promette lacrime! Aiuto. 

martedì 18 marzo 2014

Anteprima "Soulmates" di Aprilynne Pike. Quando l'amore è la chiave di tutto, una scelta può cambiare il destino del mondo

Earthbound (Earthbound, #1)
Cari sognalettori, l'anteprima di oggi sicuramente farà felici i più giovani di voi, che non disdegnano storie dolci e avventurose. 
Molti conosceranno Aprilynne Pike per la serie "Wings" (qui la mia recensione del secondo libro, qui quella del terzo), ma oggi voglio presentare una nuova DUOLOGIA (sì avete capito bene, pare essere una duologia) dell'autrice.
Uscirà proprio oggi, 18 Marzo 2014, "Soulmates" primo romanzo della serie young adult, fantasy e paranormal romance, "Eartbound". Cover spettacolare e trama accattivante hanno attirato la mia attenzione e, pur essendo stata parzialmente delusa dalla serie "Wings" che ancora non ho concluso, potrei dare una possibilità a questo nuovo lavoro dell'autrice.

La duologia ruota attorno a Tavia Michaels, l'unica sopravvissuta a un incidente aereo che ha ucciso i suoi genitori. 
Nel momento in cui Tavia comincia ad avere strane visioni riguardo a un ragazzo che non ha mai visto nella sua vita reale, nasce in lei il sospetto che nel suo passato ci siano segreti che le sono stati celati. Ovviamente la ragazza inizia a cercare risposte che possano spiegare l'attrazione che nutre nei confronti di un ragazzo che conosce a stento e vede solo nei sogni. 
Ma non sempre le risposte sono quelle che speriamo. Quando Tavia scopre che gli zii che l'hanno adottata dopo la morte dei genitori potrebbero essere i diretti responsabili dell'incidente aereo a cui è sopravvissuta e che la sua salvezza non fosse preventivata nel piano, tutto il suo mondo crolla. 
In maniera del tutto irrazionale, Tavia scappa a Camden, nel Maine, dove il ragazzo delle visioni le dice che troverà la protezione di cui ha bisogno.
Sola e in fuga, l'unica persona di cui Tavia riesce a fidarsi è il suo migliore amico Benson, per cui ha sempre avuto una cotta. 
Combattuta tra l'amore che ha sempre desiderato e il ragazzo che giunge da lei ogni notte nei sogni, Tavia dovrà prendere decisioni difficili e dolorose: perché il mondo è in pericolo e per salvarlo Tavia dovrà separarsi dall'unica persona che l'ha sempre sostenuta e unirsti al misterioso ragazzo dei sogni...


lunedì 17 marzo 2014

Estratto speciale della serie "Wait for you" di J.Lynn: CAM E LA SUA PROPOSTA DI MATRIMONIO AD AVERY!

Bene songalettori, il titolo mi pare dica tutto, no? State già in fibrillazione? Immagino di sì. Prima di darvi in pasto l'estratto di cui vi ho appena accennato, voglio spiegarvi di che si tratta. 
Su Twitter si è appena tenuto il #TwitterFictionFestival, un festival molto speciale in cui autori e lettori hanno potuto cimentare se stessi in attività creative e ricreative, tutte, ovviamente, riguardanti la scrittura. 
In uno degli incontri del #TwitterFictionFestival ha partecipato la poliedrica J.Lynn (A.K.A Jennifer Armentrout) che ha regalato ai suoi lettori un bellissimo brano inedito della serie "Wait for you" che vede come protagonisti i deliziosi Cam e Avery. 
Il brano in questione si colloca più o meno tra la fine di "Resta con me" (ve ne ho parlato qui), infatti possiamo vedere che Jase e Theresa (il miglior amico e la sorella di Cam) sono assieme.
Quando la mia amica Gaia mi ha linkato questo post, non ho potuto fare a meno di pensare che anche voi lettori italiani meritate di leggere questo brano super dolce in cui Cam FA LA SUA PROPOSTA DI MATRIMONIO ad Avery, perciò eccolo qui. Tutto per voi. Poi non dite che non vi amo.


"La proposta"


Il delicato anello dal taglio principesco era caldo mentre riposava sul mio palmo. Non pesava nulla, ma la mia mano tremava. Non ero mai stato così nervoso prima. Gesù. Credo di aver fatto fare il tutto esaurito alla marca di deodoranti che usavo. Una cosa folle. 
L’intera faccenda era folle. Un anno fa non avrei mai detto che mi sarei trovato a pochi minuti dal mettermi in ginocchio come uno di quei ragazzi in quegli spot pubblicitari di gioiellerie da quattro soldi. Non avrei mai detto che sarei stato uno di loro, eppure ora c’era un nodo nella mia gola che era grande quanto una palla da calcio, e quella nervosa energia che era in parte eccitazione, in parte terrore, perché lei avrebbe potuto sempre dire no. E questo sarebbe stato terribile quanto tutti e sei gironi dell’inferno, dato che la mia famiglia era riunita al piano di sotto. 
Quanti gironi dell’inferno c’erano? Un attimo. Dannazione. Perché stavo pensando a una cosa del genere proprio ora?
Trascinando il mio sguardo nello specchio, vidi che sembravo uno che a momenti avrebbe dovuto buttarsi da una rupe. Lei avrebbe pensato che era troppo presto? Sapevo che mi amava. Nessun dubbio su questo. E non c’era alcuna donna in questo mondo che io amassi più di lei. 
Eppure, lo sentivo. Il mio cuore che saltava i battiti. La morsa nelle mie viscere. 
Facevo sul serio quando si trattava di lei. E’ sempre stato così. Questo non sarebbe mai cambiato. Lei era e sarebbe sempre stata il mio tutto. 
Era la cosa giusta da fare. Speravo solo che avrei avuto di più da offrirle. Una cena romantica. Magari uno di quei flash mob. In verità lei si sarebbe nascosta sotto un tavolo se avessi organizzato un flash mob. 
Iniziai a mettere l’anello di nuovo nella sua scatolina di velluto, ma pensandoci un attimo mi dissi “che diavolo”, misi via la scatola e infilai il piccoletto nella tasca dei jeans. Poi mi impegnai a rendermi presentabile. 
Mi lavai il viso. Spazzolai i denti. Passai le dita tra i capelli. Poi presi il filo interdentale e mi resi conto che stavo procrastinando come un idiota. 
Le avevo detto che sarei stato via per qualche minuto. E l’avevo fatto ben quindici minuti fa. Okay. Forse erano venti. Era come se fossi precipitato in un buco nero quassù. Dovevo andare di sotto prima che qualcuno organizzasse una missione per cercarmi. Era l’ultima cosa di cui avevo bisogno. I miei nervi erano già abbastanza tesi. 
Il mio cuore sembrava battere più forte dei miei stessi passi, mentre scendevo le scale verso il salotto. Fermo sulla cima delle scale chiusi gli occhi. Mi feci coraggio. In fondo era solo la domanda più importante che avessi mai fatto nella mia vita. Già, quel pensiero non mi aiutò affatto. 
Un cupcakes sarebbe stato davvero utile in quel momento. Forse anche un biscotto. Okay. Dovevo smetterla anche di pensare al cibo. 
Quella fu la scalinata più breve su cui avessi mai camminato. In un secondo ero nel foyer, impalato come un imbecille. Con le mani premute contro la tasca dei miei jeans. La mia bocca era secca. Forse stavo per avere un infarto. Già, ogni cosa era come doveva essere. 
Le risate fluttuavano fuori dal soggiorno. Qualcuno urlò qualcosa riguardo a delle palle. Mio padre, forse? Probabilmente. Così appropriato. Dato che dovevo trovare le mie. 
Non è che la mia famiglia e il mio migliore amico non sapessero che lo stavo pianificando. Ma non avevano alcuna idea che sarebbe successo stanotte. A Natale. Una cosa dichiaratamente esagerata. 
Questo è ciò che l’amore mi ha fatto. Mi ha trasformato in una mammoletta. Se avessi iniziato a piangere, probabilmente mi sarei dato un pugno nella gola. 

giovedì 13 marzo 2014

Giveaway leggendario! Vinci "Legend e Prodigy" di Marie Lu!



Buongiorno sognalettori! In questo giovedì di sole e aria primaverile, mi son detta che sarebbe stato perfetto farvi anche un bel regalo. Anzi, bellissimo. Nel giveaway di oggi, infatti, vi do la possibilità di mettere le mani su due romanzi favolosi che di sicuro tutti gli appassionati di distopia YA dovrebbero avere nella propria libreria. Sto parlando di "Legend" e "Prodigy", i primi due capitoli della superba trilogia distopica, avventurosa e romantica "Legend" di Marie Lu, editi da Piemme.

"Legend" (che ho recensito qui), è stato per me un vero e proprio fulmine a ciel sereno, uno di quei libri che non ti aspetti. Mi ha conquistato, si è fatto spazio nel mio cuore e mi ha tolto il sonno. Ecco perché, a due giorni dalla sua pubblicazione, "Prodigy" (ve ne ho parlato qui) è già pronto sul mio comodino per essere divorato. Ed ecco perché sto dando a voi l'opportunità di vincere entrambi i romanzi: questa serie merita di essere desiderata, letta, amata. 

Se volete provare a vincere i due libri, o uno dei due se avete già "Legend", non vi resta seguire le regole in basso e che rispondere a questa domanda: "Se scopriste che ciò per cui avete sempre combattuto, perdendo ogni cosa, è solo una bugia, sareste pronti a iniziare una nuova vita all'insegna della giustizia, o vorreste vendetta?" 

Fate bene attenzione: se partecipate al giveaway e possedete già "Legend" (il primo libro della serie), siate onesti e ditelo. In caso di vincita riceverete soltanto "Prodigy", mentre "Legend" sarà riassegnato a qualcuno che non lo possiede. Questo è lo spirito dei miei giveaway: regalare libri a chi li desidera ardentemente, perciò mi aspetto che lo rispettiate!



lunedì 10 marzo 2014

From my Cookbook #4 Vanilla Cupcakes con la cream cheese de "Il Boss delle torte", abbinati a un romanzo d'amore tutto italiano!



Tutti quelli che sono passati almeno una volta sul mio blog hanno letto sul mio profilo che sono appassionata di cucina. Ecco che nasce From my Cook Book, rubrica a cadenza casuale in cui vi aprirò il mio libro di ricette e vi svelerò qualche magico segreto per allietare le vostre gole e i vostri pancini
Ogni ricetta sarà accompagnata da alcune foto del piatto finito e abbinata a un libro. Nei commenti possiamo parlare del piatto, dei libri, dei vostri segreti di cucina e scambiarci anche ricettine! E, ovviamente, se doveste rifare la mia pietanza correte a parlarmi dei vostri risultati!

"Cream cheese vanilla cupcakes"



Dunque dunque, ho postato la foto dei miei cupcakes, fatti in occasione del compleanno del mio ragazzo su Facebook, e tutti siete come impazziti! Visto il vostro entusiasmo potevo non pubblicarvi la ricetta qui sul blog abbinandola a un libro? Ovviamente no. Perciò eccomi qui con i miei fedelissimi cupcakes, ricetta ormai collaudata che uso da secoli. La base dell'impasto è la famosa "Victoria sponge cake", un impasto molto soffice che si presta anche a sostituzione del "pan di Spagna", che personalmente non amo per l'eccessiva presenza di uova. 
La crema che ho usato per la copertura invece è "L'infallibile cream cheese frosting di Buddy Valastro", ovvero il Boss delle torte: è una crema deliziosa che crea dipendenza e, come dice il nome, è impossibile sbagliarla!
Sappiate che i cupcakes sono facilissimi da fare, fidatevi. L'unico impiccio potrebbe essere la decorazione, ma non temete: vi posterò dei link in cui delle ragazze favolose vi mostrano come fare.
Come ho detto, ogni ricetta viene abbinata a un libro, perché senza di essi non c'è piacere. Il libro di cui vi parlo oggi è "Mi arrivi come da un sogno" di Diego Galdino, romance contemporaneo all'italiana così dolce da ricordarmi il delicato sapore di vaniglia dei miei cupcakes. Ho iniziato il libro nello stesso giorno in cui preparavo i miei dolcini e leggere delle avventure della protagonista accompagnata dal profumo di tortine appena sfornate mi ha portata in un'altra dimensione! Per cui vi regalerò un piccolo estratto del libro, subito dopo la ricetta.


Gli ingredienti

Per 12 cupcakes
  • 175gr di farina
  • 175gr di zucchero di canna (potete usare quello bianco, ma io preferisco quello scuro)
  • 175gr di burro bavarese lasciato fuori dal frigo per almeno 30 minuti
  • 7gr di sale
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 3 uova
  • 1 cucchiano di estratto di vaniglia (io uso questa, la trovo nei negozi di pasticceria ed è buonissima, costa un po' ma vale la spesa perché ha dentro i semi e non è diluita con alcol).


Per la cream cheese di Buddy
  • 450 gr di formaggio tipo Philadelphia
  • 115 gr di burro bavarese lasciato fuori dal frigo per almeno 30 minuti
  • 200 gr zucchero a velo 
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia 



domenica 9 marzo 2014

Recensione "Finding Cinderella" di Colleen Hoover

In questo momento mi trovo in uno stato mentale e fisico particolare, che non mi consentono di ultimare letture velocemente come vorrei. Ciò non vuol dire che io non abbia recensioni da regalarvi! 
Letto qualche mese fa, "Finding Cinderella" è la novella appartenente alla bellissima serie new adult "Hopeless" (qui la recensione del primo libro) di Colleen Hoover. Pubblicato in America ma ancora inedito in Italia (speriamo per poco), questo è uno dei romanzi brevi più appassionanti che abbia letto!


Casa Editrice: Atria Books (inedito in Italia)
Titolo: Finding Cinderella (Hopeless #2.5)
Pubblicazione: 14 Ottobre 2013
Autrice: Colleen Hoover
Numero pagine: 105
Il mio voto:



Un fortunato incotro nel buio porta il diciottenne Daniel e la ragazza che inciampa su di lui a professare il loro amore l'uno per l'altra. Ma questo amore ha delle condizioni: hanno accettato di farlo durare un'ora soltanto e che non sarà altro che una recita ben riuscita.

Quando la loro ora scade e la ragazza scappa come Cenerentola, Daniel prova a convincersi che ciò che è successo tra loro sembrasse perfetto solo perché hanno finto che lo fosse. Momenti come questi con ragazze come queste non capitano nella vita reale.
Un anno e una tremenda relazione dopo, i suoi dubbi riguardo ai colpi di fulmine si dissolvono il giorno in cui incontra Six: una ragazza con un nome strano e una personalità ancora più strana. Daniel si rende conto che la recita con Cinderella e il modo in cui s sente con Six potrebbero non essere così diversi... In particolare quando scopre che i due amori della sua vita sono in realtà uno solo.
Sfortunatamente per Daniel, trovare la sua Cinderella non garantisce che i due abbiano il loro "per sempre felici e contenti"... ma potrebbe costituisce una vera e propria minaccia... (Trama tradotta da me, se prendete citate)




La mia recensione 

E' una sensazione euforica, come se fossimo in una specie di fiaba. Come se lei fosse Campanellino e io Peter Pan. No, un attimo. Io non voglio essere Peter Pan. Magari lei può essere Cenerentola e io sarò il suo Principe Azzurro. Sì. Questa fantasia mi piace molto di più. Da "Finding Cinderella"
Chi è già entrato in contatto con le storie di Colleen Hover, saprà che non esagero quando dico che quest'autrice sarebbe capace di sorprendere e sconvolgere su vari livelli, anche con un racconto di una sola pagina. La prosa e il fraseggio di questo prodigio del contemporary romance, che sia esso young o new adult, colpiscono come un proiettile, spiccando per brillantezza e ironia in ogni sua produzione letteraria. E' scontato, dunque, dire che "Finding Cinderella", la novella spin-off della splendida serie "Hopeless", non fa eccezione.
Per quanto breve, questo piccolo tesoro della letteratura di genere romance racchiude quell'intensità, quella dose di mistero e dramma mescolati a una pungente comicità e quella tensione emozionale che solo la Hoover sa imprimere alle proprie opere. 
Come ci si aspetterebbe per un'opera di tale bellezza, la novella, pubblicata inizialmente solo il versione ebook, ha attirato i consensi di così tanti lettori da spingere la "Atria Books" a pubblicarla anche in versione cartacea. C'è da augurarsi, dunque, che la "Leggereditore" (ovvero la casa editrice che detiene i diritti della serie "Hopeless" in Italia), decida di acquistarne i diritti e pubblicarla anche da noi. Se così non fosse sarebbe davvero un enorme peccato, perché tutti i fan di Holder e Sky meriterebbero di conoscere la storia di Daniel e Six. Questo libro, per quanto mi riguarda, ha un che di geniale e il caso è chiuso. Forse non lo intuirete dalla mia recensione, perché è impossibile descrivere la bellezza della storia senza scendere nel dettaglio e svelare più del necessario, ma fidatevi: non è il classico romanzo per adolescenti. 
Ciò detto, ecco a voi una recensione abbastanza appassionata e breve, con qualche estratto tradotto da me, di questa deliziosa storia che gli amanti del buon romance new adult adoreranno.
"Non ho alcun interesse a fingere disinteresse” dico. “Se vuoi definirti la mia ragazza almeno la metà di quanto io desideri che tu lo faccia, allora questo mi risparmierebbe un sacco di implorazioni. Perché stavo letteralmente per cadere in ginocchio e implorarti."Lei strizza gli occhi scherzosamente. “Niente implorazioni. Urlano disperazione.” “Tu mi rendi disperato,” dico, premendo di nuovo le mie labbra sulle sueDa "Finding Cinderella"
Il diciottenne Daniel, che abbiamo già conosciuto in Hopeless anche se solo superficialmente, è la voce narrante di "Finding Cinderella" e fare un salto nella sua mente è un'esperienza memorabile dalla prima all'ultimissima pagina. La sua voce è limpida, frizzante, ironica e irresistibileSin da subito è chiaro che il ragazzo non ha peli sulla lingua, non riesce a evitare di affibiare nomignoli - a volte orribili - a tutti (Sky per lui è "Cheese Tits" e se non sapete cosa voglia dire è megli per voi, credetemi), che vive in una famiglia caotica e adorabile di cui ci si innamora a prima vista, che adora il suo migliore amico, Holder, e che sta cercando l'amore della sua vita. La sua "Cenerentola"Daniel non è un ragazzo problematico con traumi alle spalle o scheletri nell'armadio. E' un diciottenne spigliato e irriverente (anche un po' sboccato), che vive problemi "normali". Il suo cruccio è quello di non riuscire a trovare la propria anima gemella, qualcuno che veda il mondo come lui lo vede, qualcuno che sia per lui ciò che Sky è per Holder: l'altra metà della mela. 
Ma se state immaginando il romanticone di turno fermatevi, perché vi sbagliate. Daniel cerca l'amore perché quel sentimeto gli è piombato addosso e poi è fuggito via. La ragazza che gli ha rubato il cuore non ha un volto né un nome, ma solo un corpo e una voce. L'ha incontrata in uno stanzino buio durante un'ora di buca a scuola e persa per sempre dopo l'esperienza più assurda, bella e intensa che potessero vivere: hanno condiviso un'ora di passione, un patto grazie al quale  hanno finto di amarsi con tutto il cuore, donandosi tutto per un solo istante. 
Dopo un anno trascorso a cercarla, Daniel si chiede se quella fatidica ragazza sia davvero esistita. E poi, quando pensa che l'amore a prima vista, le connessioni a pelle e le passioni improvvise siano solo una leggenda, ecco che arriva Six, migliore amica di Sky e mina vagante che gli ruberà il cuore dopo un solo incontro. Perché a volte certi amori sono scritti nelle stelle e non servono anni per riconoscerli. Ma attenzione: nemmeno quel tipo di amore è immune dagli scherzi crudeli del destino.

"Non ho alcuna idea di chi tu sia davvero e ora sei la mia maledetta ragazza. Che diavolo mi hai fatto?" Lei alza i palmi in modo difensivo. "Ehi, non incolpare me. Io ho trascorso diciotto anni odiando i fidanzati e poi tu salti su dal nulla con la tua boccaccia volgare e il tuo stranissimo primo bacio, e ora guardami. Sono un'ipocrita." "Non so nemmeno il tuo numero di telefono," Dico. "Io non so nemmeno quando è il tuo compleanno," dice lei. "Sei la peggiore ragazza che abbia mai avuto."
Lei ride e io la bacio ancora. Mi accorgo che devo baciarla ogni volta che ride e lei ride un sacco. Che vuol dire che dovrò baciarla un sacco. Da "Finding Cinderella"
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...