martedì 31 dicembre 2013

Auguri di fine anno e chiacchiere deliranti (ma non deprimenti)



It's time, it's time (o quasi)! Sognalettori è surreale, ma stiamo letteralmente vivendo la giornata che ci traghetterà nell'anno nuovo. Lo sento solo io o c'è qualcosa di magico nell'ultimo dell'anno? Da piccola avevo questa strana fissazione: qualche minuto prima della mezzanotte mi facevo dare il cellulare da mamma e fissavo il display per vedereil preciso istante in cui passavamo da un anno all'altro. Lo trovavo esaltante da impazzire. Quasi come se vivessi in prima linea quel memorabile passaggio. Credo proprio che questa sera farò lo stesso, per onorare le mie follie fanciullesche.
In effetti avevo una particolare affezione anche per il cambio delle ore. Quando mi hanno regalato il primo orologio digitale adoravo impostare la funzionalità che consentiva di vedere lo scorrere dei secondi e mi emozionavo quando si passava da un minuto all'altro. Non chiedetemi perché, non ho mai detto di essere stata una bambina normale.

Comunque, non divaghiamo. Sono qui perché ho una missione: ho promesso che avrei fatto un post di fine anno che non fosse deprimente e triste come quello di Natale. Sapete, il fatto è che il Natale proprio lo vivo male. Troppo stress, troppe riunioni di famiglia indesiderate (non ho un buon rapporto con questo genere di cose). Ma, ehi, è Capodanno! Natale con i tuoi, Capodanno con chi vuoi! No?
Bene.

Io oggi me ne starò assieme al mio amore, ai miei dolci nonnini e ai miei amici più cari. Cucinerò per loro, li vizierò e li coccolerò. Non sono tipo da grandi festeggiamenti, mi accontento del calore di qualche abbraccio e qualche sorriso. 
Il mio unico rammarico è quello di non poter fare il conto alla rovescia con tutti voi allo scoccare della mezzanotte e bere sidro di mele mangiando l'ananas caramellato che ho intenzione di preparare!
Però ho una soluzione: potremmo tutti osservare il display del cellulare come facevo da bambina e, quando passeremo dal 2013 al 2014, sarà un po' come essere assieme! Sono assurda, lo so. Ma non è follemente romantico? Io lo farò, è deciso.

Un'altra cosa che farò sarà quella di chiedere al 2014 di essere buono con tutti quelli che mi stanno a cuore e con tutti quelli che stanno a cuore alle persone che mi stanno a cuore. Forse, se lo facessimo in massa, potrebbe succedere davvero. Potrebbe davvero avere inizio un anno pieno di gioia, salute, soddisfazione, sorrisi, realizzazione e zucchero filato (lo zucchero filato rende tutto migliore).

Tutto questo per dirvi che vi auguro un 2014 bellissimo. Non importa cosa desideriate, spero che i vostri sogni diventino realtà, che le vostre lacrime diventino diamanti, che tutti quelli che vi sono cari possano essere felici. 

Come diceva la mia mamma: buona fine e buon principio!

lunedì 30 dicembre 2013

Cover Love #88 SCEGLIAMO LA COVER LOVE QUEEN DEL 2013



Torna Cover Love, rubrica inventata da me che viene postata di Lunedì (quando trovo cover che mi colpiscono davvero) e consiste in una classifica in cui vi mostrerò tre cover che mi hanno rubato il cuore, che siano esse di libri italiani, stranieri, vecchi o nuovi! 
La rubrica è nata per una mia particolare peculiarità, che sono sicura non è solo mia, ovvero quella di prendermi delle cotte pazzesche per le cover dei libri. 
Così nasce una rubrica in cui sfogare la mia follia per le cover, e condividerla con voi! Vorrei che partecipaste ovviamente scegliendo quale, secondo voi, è la cover più bella tra le tre da me selezionate e mescolandone l'ordine di classifica, in modo da formarne una vostra! 

Siccome il 2013 sta per finire ho deciso di fare uno spareggio tra tutte le cover che hanno vinto le scorse puntate ed eleggere così, a Gennaio 2014, la Cover Love Queen del 2013!

E SECONDO I VOSTRI VOTI LA SECONDA COVER CHE PASSA IN FINALE E SI BATTERA CON SCARLET...


IGNITE ME




Ora passiamo al secondo round per scegliere la cover che andrà nello scontro finale con le altre! Ciò che dovete fare è votare la cover che vi piace di più tra quelle che posterò a ogni puntata (che sono le cover love queen di ciascun cover love di questo 2013); le vincitrici si scontreranno poi tra loro e da lì verrà fuori la cover che avete preferito quest'anno!


VOTATE SOLO LA COVER CHE PREFERITE! NON FATE LA CLASSIFICA! MI SERVE UN SOLO NOME!


FRACTURE ME


THE ONE


FIENDISH


domenica 29 dicembre 2013

Best of 2013: i migliori libri dell'anno secondo Atelier dei Libri!


Cari sognalettori è inutile negarlo. Lo sapete voi, lo so io, lo sa il mondo: le liste di fine anno sono una delle cose più belle che ci siano.
Oh, andiamo, non fate quelle facce sconvolte. Lo so, lo so che in questo momento penserete di poter elencare almeno tre cose che sono più interessanti delle classifiche del meglio e del peggio dell'anno appena trascorso che i vari blog/siti/portali postano con puntualità disarmante. 
Ma, ammettetelo con me: ogni volta che ci si ritrova al cospetto delle suddette liste, nessuno riesce a ignorarle. Per quanto mi riguarda, e so che la cosa vale anche per voi, appena ne scorgo una a tema libresco, in me nasce quella curiosità morbosa che mi spinge a dare un'occhiatina, anche fugace. Le amo. Sono puro intrattenimento, ma conservano una certa utilità: io le leggo tutte decidendo quali libri devo assolutamente comprare e quali no! 
Ecco perché ogni anno posto la mia classifica dei libri più belli che ho letto! Certo, penso sempre che vorrei anche parlarvi dei libri peggiori, ma sarebbe necessaria una dose di cattiveria che non ho voglia di portare su questi lidi, perciò mi diletto nel parlarvi dei libri che ho preferito in assoluto divisi per categoria! I libri sono messi in maniera casuale, non sono in ordine di gradimento!


     
CLICCATE SULLE COVER PER LEGGERE LE RECENSIONI

Ebbene, suppongo non siano poi una gran sorpresa per voi, questi titoli. Certo, sono una fan accanita del genere in questione, una delle prime che ha fangirlato di brutto in Italia per le storie New Adult e non è stato facile fare una scrematura tra quelli che mi hanno più colpita. Ma, una volta ristretto il campo, le cover dei libri che preferivo mi si sono palesate. 
Non c'è dubbio che Colleen Hoover sia la regina indiscussa di questa categoria! Vi compare con ben due suoi romanzi. "Le coincidenze dell'amore" e "Tutto ciò che sappiamo dell'amore", entrambi dolcissimi, intensi e travolgenti. Non lasciatevi ingannare, perché non si tratta di libri appartenenti alla stessa serie. "Le coincidenze dell'amore", infatti, appartiene alla duologia Hopeless, più matura e sensuale, mentre "Tutto ciò che sappiamo dell'amore" appartiene alla serie Slammed, sicuramente meno forte della prima. 
Naturalmente non poteva mancare "Il confine di un attimo" di J.A. Redmerski, libro che mi si è piantato nel cuore e che non dimenticherò mai. Vale lo stesso per "Il mio disastro sei tu" di Jamie McGuire, che mi è piaciuto anche più del primo romanzo. 
Per concludere, c'è l'attesissimo "Ti aspettavo" di J.Lynn alias di Jennifer Armentrout che sarà pubblicato in Italia il 16 Gennaio per Nord, ma che io ho letto in lingua originale!
Tutti e cinque questi libri, a loro modo, mi hanno regalato qualcosa di insostituibile, gettando le basi per la mia grande passione per il genere New Adult. Ecco perché credo che tutti dovrebbero leggerli!


 

 

    
CLICCATE SULLE COVER PER LEGGERE LE RECENSIONI



Allora, ammetto che non è stato difficile scegliere i migliori Paranormal letti nell'anno corrente. Sono diventata abbastanza selettiva riguardo a questo genere, anche a causa della tendenza che le Case Editrici hanno nel troncare serie a metà. In effetti è così anche per i romanzi Distopici: non inizio serie nuove se non sono assolutamente sicura di poter reperire i seguiti. Ho fatto però un'eccezione con "Alice in Zombieland" perché morivo dalla voglia di leggerlo visto l'entusiasmo dei lettori statunitensi. Non me ne sono pentita: è stato un libro stupendo che mi ha emozionata e di cui spero che in Italia pubblichino il seguito. 
Non poteva mancare "Io non sono Mara Dyer" che è indubbiamente uno dei miei libri preferiti dell'anno. Adoro l'autrice, adoro la storia e sbavo per Noah. Sarà meglio che Michelle si sbrighi a finire l'ultimo capitolo della serie. 
Dopo aver letto "Shadowhunters"me ne sono innamorata perciò è chiaro che ha il suo posticino d'onore nei migliori libri dell'anno e questo vuol dire che presto leggerò i prossimi. Ma, come potete vedere tutti, la regina di questa categoria per me è Karen Marie Moning. Amo la sua serie "Fever", è per quanto mi riguarda la migliore che abbia mai letto e non dimenticherò mai le emozioni che mi ha regalato. Non ho recensito il quinto libro per una questione d'impegni, ma vi assicuro che merita assolutamente di essere citato tra i più belli dell'anno. Non vedo l'ora che Jericho e Mac ritornino, perché sono in astinenza e non ce la faccio a resistere. DOVETE LEGGERE QUESTA SERIE!

sabato 28 dicembre 2013

Un Natale da sognalettori #4 Vinci "Losing It" di Cora Cormack


Continua la carrellata di regali di Natale che Atelier dei Libri fa ai suoi sognalettori! Fino all'Epifania, ci saranno tanti appuntamenti in cui metterò in palio dei libri FAVOLOSI e, per provare a vincerli, voi sognalettori, non dovrete fare altro che lasciare un commento in cui esprimete un desiderio libroso (che riguardi il libro in palio, naturalmente) che non superi la lunghezza di un Tweet (ovvero 140 caratteri).

Immaginate di avere in mano un bigliettino piccino picciò, in cui dovrete convincere Babbo Natale a regalarvi il libro in questione. Cosa gli direste, se aveste solo 140 caratteri per fargli capire quanto desiderate quel regalo? Pensateci bene e poi sbizzarritevi, io inoltrerò i vostri desideri a signor B.N. (siamo in confidenza, perciò mi riferisco a lui usando solo le iniziali) e lui in persona deciderà quale pensierino gli è piaciuto di più! 

Tutto chiaro, allora? In breve: dovete lasciare un commento in questo post, non superando i 140 caratteri (B.N. è fiscale, attenti a voi) cercando di trasmettere il vostro desiderio di ricevere questo libro! 

Tranquilli, potete partecipare a tutti i giveaway di Natale, ovviamente. Ma sappiate che nessuno di voi riceverà più di un libro. In caso di estrazione doppia (ovvero vincita di due romanzi in due diversi giveaway di Natale), riestrarrò un nuovo nome. Perché? Ma perché voglio premiare quanti più lettori mi è possibile!



Il romanzo che io e Babbo Natale vi regaliamo oggi è "Losing it" di Cora Cormack. Ho avuto il piacere di leggere e recensire questo romanzo giusto qualche giorno fa, prima che il Natale si impossessasse delle mie giornate e devo dire che non mi sarebbe dispiaciuto avere più letture di questo genere per le mani in questi giorni difficili. Quello di Cora Cormack è un libro frizzante, adatto sia ai lettori più giovani che a quelli più smaliziati. Tutti coloro che cercano una dolce e spensierata storia d'amore troverà in "Losing It" pane per i propri denti!

Titolo: Losing it, credevo che il cielo fosse azzurro (Losing it #1)
Data di pubblicazione: 12 Dicembre 2013
Editore: EdizioniAnordest
Autrice: Cora Cormack
Numero pagine: 288
Prezzo: 13,90 €


Bliss Edwards ha 22 anni ed è ad un semestre dalla laurea. E' anche ancora vergine. Non è esattamente un problema per lei però è stanca di essere l'unica rimasta vergine tra le sue amiche. Il modo migliore per risolvere il "problema" e non pensarci più è perderla nel modo più semplice e veloce possibile, in una storia di una notte. Ma il suo piano si rivela essere tutt'altro che semplice. Infatti, spaventata, lascia un ragazzo stupendo solo e nudo nel suo letto con una scusa che nessuno con mezzo cervello ci avrebbe mai creduto.E come se questo non fosse stato già abbastanza imbarazzante, il giorno dopo in classe, riconosce il suo professore di teatro. Infatti l'aveva lasciato nudo nel suo letto solo otto ore prima...

Estrazione giveaway: I segreti di Coldtown

 

Scusate per il ritardi con cui estraggo il vincitore di questo giveaway, ma il Natale mi ha fagocitata per cui mi è stato diffcile accendere il PC. In ogni caso oggi sono tornata da voi, pronta a svelare il nome di chi si porta a casa "I segreti di Coldtown"!

Vince...
 

mercoledì 25 dicembre 2013

Buon Natale e chiacchiere deliranti




Sognalettori, questo è un post che scrivo per augurarvi un buon Natale e confessarvi miei oscuri segreti! E' da tre anni, ormai, che mi sveglio la mattina del venticinque dicembre con la voglia di abbracciare la mia famiglia virtuale. Perciò, ecco, prendete i miei abbracci e i miei baci volanti!
E' bene che, dopo tutto questo tempo trascorso in vostra compagnia, vi dica la verità: non sono una grande amante del Natale. L'intera faccenda dei regali e del cibo da preparare, dei parenti che ti affollano le giornate e delle convenzioni sociali, mi mette sempre di pessimo umore, facendomi reagire un po' in stile "Fuga dal Natale" (che è tra l'altro il mio film natalizio preferito). La verità, però, non è che io detesti il Natale. no. In realtà lo amo troppo, al punto da idealizzarlo. Insomma, quello che vorrei vivere è un Natale stile Disney, con regali costosi per cui nessuno ha speso soldi e cene che si preparano da sole, con facce amiche tutte sorridenti, bambini che non fanno i capricci e camini che scoppiettano. 

Ora, è necessario che vi dica che il mio Natale non somiglia mai a quello che ho appena descritto? Da bambina, di solito, subivo una sorta di fascino perverso per questa festività: la temevo e la bramavo. La temevo perché succedevano sempre cose orribili in quei giorni, cose di cui preferirei non avere memoria oggi. La bramavo per i regali.
Poi sono cresciuta, ho chiuso fuori dalla mia vita le persone che mi incutevano timore da bambina e ho imparato a comprendere perché gli adulti non sembrano mai felici a Natale. Quando non devi semplicemente sederti a tavola e scartare i regali che gli altri ti hanno comprato, infatti, questo gaudio gaudio giorno si trasforma in un concentrato di pura disperazione.
Vi basti sapere che ho trascorso la mia ultima vigilia a pulire, infarinare e friggere tutto il pesce del Mediterraneo, a cucinare pietanze elaborate che sono poi state trangugiate senza nemmeno un applauso per la cuoca e a cuocere cibo che mi sarebbe servito poi oggi. Il tutto desiderando di gettarmi assieme alle seppie in quel mare di olio dorato che rimestavo con devozione. 
Ma non finisce qui. Ecco, io sono una persona davvero poco tollerate riguardo alle pubbliche esternazioni della propria religiosità. Eppure, per la mia immensa gioia, finisco sempre col trovarmi coinvolta in una piccola cerimonia in cui i più piccoli mettono la statua del Bambinello nella mangiatoia, recitando delle preghierine molto tenere (durante le quali di solito io mi strappo tutti i capelli e provo a impiccarmi al lampadario). 

martedì 24 dicembre 2013

Recensione "Losing it, credevo che il cielo fosse azzurro" di Cora Cormack

Sapete quanto stessi bramando questo romanzo, vero? Losing it è il primo libro della serie New Adult omonima, composta da romanzi autoconclusivi ma in qualche modo legati l'uno all'altro. Se ve lo stesse chiedendo, il secondo della serie vedrà come protagonista l'adorabile Cade, migliore amico di Bliss. Per chi lo stesse cercando in versione ebook: non è uscito in questo formato.



Titolo: Losing it, credevo che il cielo fosse azzurro (Losing it #1)
Data di pubblicazione: 12 Dicembre 2013
Editore: EdizioniAnordest
Autrice: Cora Cormack
Numero pagine: 288
Prezzo: 13,90 €
Il mio voto:


Bliss Edwards ha 22 anni ed è ad un semestre dalla laurea. E' anche ancora vergine. Non è esattamente un problema per lei però è stanca di essere l'unica rimasta vergine tra le sue amiche. Il modo migliore per risolvere il "problema" e non pensarci più è perderla nel modo più semplice e veloce possibile, in una storia di una notte. Ma il suo piano si rivela essere tutt'altro che semplice. Infatti, spaventata, lascia un ragazzo stupendo solo e nudo nel suo letto con una scusa che nessuno con mezzo cervello ci avrebbe mai creduto.E come se questo non fosse stato già abbastanza imbarazzante, il giorno dopo in classe, riconosce il suo professore di teatro. Infatti l'aveva lasciato nudo nel suo letto solo otto ore prima...


La mia recensione


Ci sono letture che, pur non scuotendo il tuo mondo, sanno offrire al lettore quella via di fuga di cui tutti, di tanto in tanto, hanno bisogno. Ebbene, "Losing it", di Cora Cormack, è proprio quel genere di lettura: spensierata, frizzante e dolce. 
Una narrazione fresca e dinamica, una storia divertente, un romanticismo imperante ma non ossessivo e dei protagonisti adorabili, fanno del primo romanzo della Cormack una lettura obbligatoria per chi è alla ricerca di storie leggere.
Per una volta arriva in Italia un romanzo di genere New Adult che non si prende troppo sul serio, in cui i protagonisti non vivono drammi esistenziali inverosimili bensì disavventure tipiche della loro età. Per quanto io stessa ami le storie intense con una forte presenza di drammaticità, a volte sento il bisogno di imbattermi in libri capaci di tirarmi su di morale, di farmi sorridere e di farmi invidiare le protagoniste per il lieto fine che le attende dietro l'angolo.
Senza fare spoiler voglio dirvi che il romanzo in questione saprà far sospirare i più romantici, ridere chi non ama prendere tutto con troppa serietà e far palpitare gli amanti dei finali con i fiocchi!
Non aspettatevi una trama particolarmente articolata, una prosa ricca e particolareggiata né una peculiare caratterizzazione dei personaggi. Non troverete questo in "Losing It". Però vi aspettano ragazzi inglesi dallo charme assassino, una compagnia scanzonata di aspiranti attori, una protagonista impacciata ed esilarante e un epilogo davvero delizioso!

Riappoggiò la schiena all'indietro, allontandosi da me, ma lasciò le mani strette sullo schienale della mia poltrona. "Sei andata a letto con lui?"
"Come? No!"
Non si piegò di nuovo verso di me, ma le mani sulla poltrona si rilassarono. Una delle se nocche mi sfiorò il braccio. "Bene..."
"Garrick..." Stava entrando in quel territorio in cui non dovevamo entrare.
Sorrise sfacciatamente. "Che c'è? Il fatto che io non possa averti subito non significa che mi stia bene che ti abbia lui."
Il mio cervello inciampò di nuovo in quel subito, ma allontanai con la forza i miei pensieri da quella parola. "Farò finta che tu non abbia appena parlato di me come di qualcosa da possedere"
"Non possiamo possederci a vicenda?"
Se i cervelli avessero un orgasmo, sono certa che proverebbero quello che stavo provando io. Da "Losing it"

La storia è quella di Bliss, voce narrante del libro e ventiduenne laureanda in Recitazione. Senza troppi preamboli l'autrice ci sbatte in faccia la situazione imbarazzante in cui la protagonista si trova: è ancora vergine e l'ha appena confessato alla propria migliore amica. Ora, è inutile che io vi dica che Kelsey, la migliore amica di Bliss, è tutto fuorché intenzionata a lasciar correre la questione, vero? Dopo nemmeno due ore, le due si trovano immerse in una battuta di caccia all'uomo perfetto con cui perdere la verginità e le cose non vanno nemmeno nel modo peggiore. 
Qui entra in scena il fascinoso Garrick, ragazzo inglese che legge Shakespeare in un pub, che affibbia immediatamente un nomignolo dolce a Bliss e che sembra intenzionato a portarle via molto più che la verginità. Lasciatevelo dire: Garrick è irresistibile. Un po' per il fatto che è un motociclista, un po' per il suo accento britannico, un po' per i suoi modi gentili e sexy, risulta irresistibile dal primo momento e non solo per la protagonista. 
Cora Cormack ha affermato di essere particolarmente sadica e di trarre un piacere perverso nel porre i propri personaggi in situazioni imbarazzanti da cui è difficile districarsi. Be', ha detto la verità. Vi basti sapere che Garrick viene piantato in asso da Bliss la quale, nel momento più bollente della loro serata, tira fuori una scusa assurda per liberarsi di lui. Peccato che liberarsi di lui è praticamente impossibile, perché è il suo nuovo insegnante di Recitazione!
Se state pensando a una storia d'amore tormentata e piena di drammi e desiderio inespresso, state tranquilli, perché non è questo il caso. La situazione che si andrà a creare sarà dolce, a tratti esilarante, sensuale e con una sottilissma vena drammatica. Tra cuori infranti, amori non corrisposti, equivoci esilaranti e gatti immaginari e non, prenderà vita un racconto divertente e spensierato, che si legge in un baleno!

Ascolta, Garrick, anche se questo paragone che stai abbozzando è adorabile, specialmente con quell'accento, sono un po' stufa delle metafore e di essere paragonata a storie d'amore destinate al fallimento. Dì quello che devi dire e basta. Ho trascorso la notte a scervellarmi su testi antichi. Non voglio dover decifrare anche te."
"Sto dicendo che mi sbagliavo." Fece un passo verso di me e la mia spossatezza scomparve, sostituita da una scarica elettrica sotto la pelle. "Sto dicendo che mi piaci. Sto dicendo che non me ne importa un accidente se sono il tuo insegnante." Da "Losing It"

lunedì 23 dicembre 2013

Anteprima "Con te sarà diverso" di Jessica Sorensen. Una nuova trilogia per una delle regine del New Adult


Ammiratori del genere New Adult, il 2014 è il nostro anno! Sono moltissime le case editrici che hanno deciso di regalarci pubblicazioni di questa tipologia e una di quelle che sicuramente si sta dando più da fare al riguardo è la Newton Compton. Tra le varie uscite New Adult che questa casa editrice ci proporrà nel corso dell'anno, una delle più attese è sicuramente la nuova serie di Jessica Sorensen "La trilogia delle coincidenze" il cui primo romanzo "Con te sarà diverso" uscirà il 16 Gennaio! Ora, per fare un po' di chiarezza, è necessario dire che questo romanzo non ha nulla a che vedere con la serie che riguarda "Ella e Micha". Questa, infatti, è una serie tutta nuova, sempre New Adutl e sempre hot, ma con protagonisti che ancora non avete incontrato!
Per chi sta aspettando il terzo libro della serie "The Secret", non ho notizie in merito, ma appena ne avrò sarete i primi con cui le condividerò.

Venendo a "Con te sarà diverso", sappiate che è un libro ad alto contenuto emozionale, che racconta la storia dei due protagonisti attraverso entrambi i punti di vista. Callie e Kayden sono due neo collegiali che si conoscono da sempre, ma non hanno mai realmente stretto amicizia. Eppure, qualcosa che Callie ha fatto quando entrambi erano al liceo, le ha garantito l'eterna gratitudine di Kayden: una coincidenza di cui lei è all'oscuro, ma che ha salvato la vita a lui.
Ora i due si trovano nello stesso college e iniziano a scoprirsi l'un l'atra, accorgendosi che non sono poi così diversi. Entrambi hanno un peso sulle spalle che impedisce loro di essere felici, entrambi hanno bisogno di affrontare i propri demoni e andare avanti. Nasce così una storia d'amore dolcissima e fragile, in cui entrambi cercheranno di fidarsi l'uno dell'altra. Callie ha un passato davvero oscuro, Kayden pensa che la sofferenza non andrà mai via dalla sua vita... ma l'amore sfiderà la loro diffidenza. 



Cover Love #87 SCEGLIAMO LA COVER LOVE QUEEN DEL 2013



Torna Cover Love, rubrica inventata da me che viene postata di Lunedì (quando trovo cover che mi colpiscono davvero) e consiste in una classifica in cui vi mostrerò tre cover che mi hanno rubato il cuore, che siano esse di libri italiani, stranieri, vecchi o nuovi! 
La rubrica è nata per una mia particolare peculiarità, che sono sicura non è solo mia, ovvero quella di prendermi delle cotte pazzesche per le cover dei libri. 
Così nasce una rubrica in cui sfogare la mia follia per le cover, e condividerla con voi! Vorrei che partecipaste ovviamente scegliendo quale, secondo voi, è la cover più bella tra le tre da me selezionate e mescolandone l'ordine di classifica, in modo da formarne una vostra! 

Siccome il 2013 sta per finire ho deciso di fare uno spareggio tra tutte le cover che hanno vinto le scorse puntate ed eleggere così, a Gennaio 2014, la Cover Love Queen del 2013!

E SECONDO I VOSTRI VOTI LA PRIMA COVER CHE PASSA IN FINALE E'...

SCARLET





Ora passiamo al secondo round per scegliere la cover che andrà nello scontro finale con le altre! Ciò che dovete fare è votare la cover che vi piace di più tra quelle che posterò a ogni puntata (che sono le cover love queen di ciascun cover love di questo 2013); le vincitrici si scontreranno poi tra loro e da lì verrà fuori la cover che avete preferito quest'anno!


VOTATE SOLO LA COVER CHE PREFERITE! NON FATE LA CLASSIFICA! MI SERVE UN SOLO NOME!


UNHINGED



TUMBLE & FALL


RECKLESS


venerdì 20 dicembre 2013

Un Natale da sognalettori #3 Vinci "I segreti di Coldtown" di Holly Black


Continua la carrellata di regali di Natale che Atelier dei Libri fa ai suoi sognalettori! Fino all'Epifania, ci saranno tanti appuntamenti in cui metterò in palio dei libri FAVOLOSI e, per provare a vincerli, voi sognalettori, non dovrete fare altro che lasciare un commento in cui esprimete un desiderio libroso (che riguardi il libro in palio, naturalmente) che non superi la lunghezza di un Tweet (ovvero 140 caratteri).

Immaginate di avere in mano un bigliettino piccino picciò, in cui dovrete convincere Babbo Natale a regalarvi il libro in questione. Cosa gli direste, se aveste solo 140 caratteri per fargli capire quanto desiderate quel regalo? Pensateci bene e poi sbizzarritevi, io inoltrerò i vostri desideri a signor B.N. (siamo in confidenza, perciò mi riferisco a lui usando solo le iniziali) e lui in persona deciderà quale pensierino gli è piaciuto di più! 

Tutto chiaro, allora? In breve: dovete lasciare un commento in questo post, non superando i 140 caratteri (B.N. è fiscale, attenti a voi) cercando di trasmettere il vostro desiderio di ricevere questo libro! 

Tranquilli, potete partecipare a tutti i giveaway di Natale, ovviamente. Ma sappiate che nessuno di voi riceverà più di un libro. In caso di estrazione doppia (ovvero vincita di due romanzi in due diversi giveaway di Natale), riestrarrò un nuovo nome. Perché? Ma perché voglio premiare quanti più lettori mi è possibile!

Il romanzo che io e Babbo Natale vi regaliamo oggi è "I segreti di Coldtown" romazo che ho letto in questi giorni e che ho appena recensito (qui). 

Data di pubblicazione: 22 Ottobre 2014
Editore: Mondadori Chrysalide
Titolo: I segreti di Coldtown
Traduzione: E. Costantino
Autrice: Holly Black
Prezzo: 17,00 €
Pagine: 444 

Ti svegli la mattina dopo una festa: sei stesa in una vasca da bagno, la tenda tirata, intorno un profondo silenzio.
Gli altri staranno ancora dormendo? Quando ti alzi e giri di stanza in stanza, scopri che durante la notte è successo qualcosa di tremendo. Legato a una sedia, trovi un misterioso ragazzo dagli occhi rossi. Vicino a lui, vivo e ammanettato, c'è Aidan, il tuo ex: appena provi a liberarlo, ti assale in preda a una fame atavica.
Tutto questo non è normale, neppure se ti chiami Tana e sei nata in un mondo molto simile al nostro, un mondo in cui le persone si trasformano in mostri assetati di sangue e vivono confinati nelle Coldtown. Li chiami vampiri, ma potrebbero avere anche altri nomi. Molti di loro sono celebrità, li trovi ogni sera in televisione: tutti i canali trasmettono in diretta le loro feste più trasgressive. Ora non puoi più evitarli, e hai solo ottantotto giorni per salvarti: ma a quanto sei disposta a rinunciare per tenere in vita ciò che non vuoi perdere?



Giveaway

CHIUSO

giovedì 19 dicembre 2013

Estrazione Giveaway: La camera di sangue




Su Atelier dei Libri è già Natale e oggi scopriamo chi riceverà sotto l'albero La camera di sangue di Jane Nickerson!


Vince

Caro Babbo Natale, ecco la lista dei libri che vorrei trovare sotto l'albero!

Dolci sognalettori, quando ero bambina scrivevo ogni anno una letterina per il signor Babbo Natale, il quale non sempre esaudiva i miei desideri, ma sapeva riempire di magia i giorni di festa. In effetti, la cosa che preferivo quanto ero piccina, non era tanto il momento dell'apertura dei pacchi, ma tutto quello che ruotava attorno al Natale. L'esprimere i desideri, vedere mia madre sporgersi dalla finestra per lasciare che la letterina venisse portata via dal vento, la convinzione che non fosse stata una folata a portarla via, ma lo stesso Babbo Natale.
Quest'anno, vista la totale mancanza di spirito natalizio in cui mi trovo, ho deciso di scrivere nuovamente la mia letterina, nella speranza di poter ritrovare almeno un po' di quella magia che ricordo nei Natali passati. Ovviamente, voi potete fare lo stesso nei commenti: sarebbe adorabile leggere le vostre letterine!




Caro Babbo Natale, 
visti gli anni che sono trascorsi dalla mia ultima lettera, immagino che tu faccia fatica a riconoscermi. Ho circa quindici anni di più e sono cresciuta un po' in altezza (anche se non quanto avrei voluto), ma stai pur certo che non ho mai smesso di credere in te. Anzi, proprio perché non ho mai smesso di farlo, ti chiedo: quando mi porterai la friggi-friggi che ti ho chiesto vent'anni fa? Di sicuro hai sbagliato indirizzo, perché quell'anno a riceverla è stata la mia cuginetta che, per inciso, non me l'ha mai fatta nemmeno provare. Direi che è il momento di farti perdonare per questo tuo terribile errore, ecco perché ho deciso di scriverti. Sono certa che i tuoi elfi saranno felici di sapere che, oltre alla friggi-friggi, non dovranno fabbricare altri giocattoli per me: basterà che facciano un salto in libreria! Gli unici regali che mi rendono davvero felice, infatti, sono i libri, perciò sarebbe meglio se facessi una carta fedeltà su Amazon o nella libreria più vicina al Polo.


I libri che vorrei trovare sotto l'abero sono:


Insurgent di Veronica Roth

Una scelta può cambiare il destino di una persona... o distruggerlo. Ma qualsiasi sia la scelta, le conseguenze vanno affrontate. Mentre il mondo attorno a lei sta crollando, Tris cerca disperatamente di salvare le persone che ama e se stessa. La sua iniziazione avrebbe dovuto concludersi con una cerimonia per celebrare il suo ingresso nella fazione degli Intrepidi, ma invece di festeggiare la ragazza si è ritrovata coinvolta in un conflitto più grande di lei... Ora che la guerra tra le fazioni incombe, Tris deve decidere da che parte stare e abbracciare completamente il suo lato divergente, che si fa ogni giorno sempre più potente.



Città di Carta di John Green


Quentin Jacobsen è sempre stato innamorato di Margo Roth Spiegelman, fin da quando, da bambini, hanno condiviso un’inquietante scoperta. Con il passare degli anni il loro legame speciale sembrava essersi spezzato, ma alla vigilia del diploma Margo appare all’improvviso alla finestra di Quentin e lo trascina in piena notte in un’avventura indimenticabile. Forse le cose possono cambiare, forse tra di loro tutto ricomincerà. E invece no. La mattina dopo Margo scompare misteriosamente. Tutti credono che si tratti di un altro dei suoi colpi di testa, di uno dei suoi viaggi on the road che l’hanno resa leggendaria a scuola. Ma questa volta è diverso. Questa fuga da Orlando, la sua città di carta, dopo che tutti i fili dentro di lei si sono spezzati, potrebbe essere l’ultima.





Immortal Rules di Julie Kagawa


In un mondo postapocalittico governato dai vampiri, gli umani sopravvissuti all’epidemia del Polmone Rosso hanno il destino segnato: arrendersi ai dominatori ed essere schedati e allevati in cambio del proprio sangue. Decidere di non sottoporsi alla registrazione significa mendicare ai margini della società, cercando di sfuggire ai continui attacchi di mutanti famelici originati dagli esperimenti per debellare il virus. È questa la realtà in cui Allison Sekemoto lotta per la sopravvivenza come una Non Registrata: i vampiri le hanno portato via la famiglia e tutti i suoi sogni e darebbe qualsiasi cosa per poterli sconfiggere. Ma il giorno in cui tocca a lei essere in pericolo di vita, è proprio un vampiro a darle una possibilità di scelta: morire come un’umana o diventare ciò che più odia per l’eternità. Allie sceglie di trasformarsi e non sarà facile difendere quel poco di umanità che le è rimasto. Soprattutto quando incontrerà qualcuno capace di vedere oltre il mostro che è diventata…



Di me diranno che ho ucciso un angelo di Gisella Laterza


E' quasi l’alba. Aurora, di ritorno da una festa, sta per addormentarsi sul tram che la porta a casa. Forse è stanca e stordita, forse sta solo fantasticando, ma lo sconosciuto che all’improvviso le rivolge la parola ha un fascino così misterioso da non sembrare umano. In un’atmosfera sospesa tra sogno e realtà, Aurora ascolta la sua storia. La storia di un angelo caduto sulla terra per amore di una demone, deciso a compiere un lungo viaggio alla scoperta dei sentimenti umani per divenire mortale. Un’avventura che forse non è soltanto una fiaba, perché raccontare una storia – e ascoltarla – è il primo passo per farla diventare reale.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...