giovedì 29 agosto 2013

Words of Love #22






Torna Words of Love, un meme che vi farà impazzire, vi toglierà il fiato e pure il sonno, diventando la vostra nuova ossessione!  In cosa consiste? Semplice! Ogni settimana trascriverò una scena particolarmente romantica e perché no, un po' hot, da uno dei libri che sto leggendo o che ho letto (diciamo tipo un teaser).  Voi potrete fare lo stesso nei commenti ovviamente ma ricordate che ci troviamo in un blog frequentato da persone di tutte le età, perciò NON sono ammessi passaggi troppo SPINTI, VOLGARI o ESPLICITI! 


E fate anche attenzione a non fare spoiler! 


Fate i buoni, mi raccomando!

   
Le mie Words of Love di questa settimana sono tratte da...  

 
The Sky is Everywhere, di Jandy Nelson, uno dei libri più belli che io abbia letto, uno di quei romanzi che rileggo di continuo e a cui aspiro ogni volta che apro una pagina word. Una di quelle storie che consiglio a tutti coloro che vogliono innamorarsi leggendo un libro. Qui c'è la mia recensione e, se non l'avete capito quando gli ho dedicato ben DUE "Words of Love": DOVETE LEGGERE QUESTO LIBRO.



Immagino cosa sta per chiedermi e faccio l’unica cosa che mi viene in mente per impedire a quella domanda di comparire sulle sue labbra: lo bacio. Sul serio, come desidero fare da quel
giorno nell’aula di musica. Non un semplice, tenero bacio. Le stesse labbra che hanno appena baciato un altro spazzano via la sua domanda e i suoi sospetti e dopo qualche istante spazzano via anche Toby e quello che è quasi successo con lui, finché siamo solo noi due, io e Joe, in questa stanza, sulla faccia della terra, nel mio cuore impazzito e traboccante.
Per tutti i purosangue!
Accantono per un momento il fatto che sono diventata una messalina-ninfetta-cascamorta, perché ho appena capito una cosa incredibile. È questo, è per questo che si fa tanto clamore, è di questo che si parla in Cime tempestose, questa sensazione che sento scorrere dentro di me in questo preciso momento, mentre le nostre bocche si rifiutano di separarsi. E chi si immaginava che un semplice bacio mi avrebbe fatto sentire Giulietta Elizabeth Bennet Lady Chatterley?!?

Qualche anno fa ero distesa in giardino e Big mi ha chiesto cosa stavo facendo. Gli ho risposto che guardavo il cielo. E lui mi ha detto: «Ti sbagli, Lennie. Il cielo è tutt’intorno a te. Sopra e sotto. Il cielo è ai tuoi piedi».
Adesso che sto baciando Joe, per la prima volta nella mia vita credo di avere capito cosa intendesse. Sono in delirio, anzi in Joelirio, e vorrei scostarmi un momento, aprire gli occhi e vedere se per caso il suo interruttore si è riacceso e anche lui è preso dallo stesso Joelirio.
«È stato…», non riesco ad articolare le parole. «Stupefacente», mi interrompe lui. «Assolutamente incroyable».
Ci fissiamo sbalorditi. «D’accordo», dico, ricordando l’invito per stasera. «D’accordo che cosa?». Mi guarda come se parlassi swahili, poi sorride, mi abbraccia e dice: «Pronta?». Mi solleva e mi fa girare per aria e all’improvviso sono nel film più assurdo e divertente del mondo e sto ridendo, assalita da tanta felicità che ne provo subito vergogna in un mondo senza mia sorella. «D’accordo per stasera», rispondo quando il mondo intorno smette di girare e mi ritrovo di nuovo sulla terra.

 

OKAY, SONO IN JOELIRIO.

Aspetto i vostri estratti e i vostri pareri!

14 commenti:

  1. Questo libro devo assolutamente leggerlo! ^.^

    RispondiElimina
  2. bellissimo.....
    hai ragione, va assolutamente letto!

    RispondiElimina
  3. Awwwww *____* troppo bello <3
    Vergogna Mariana, non l'hai ancora letto...vergogna!

    RispondiElimina
  4. L'ho letto proprio qualche giorno fa...davvero magnifico!!!*-*

    RispondiElimina
  5. Non eravamo mai stati così vicini, non ancora. Ma realizzo in un attimo che non è cambiato niente,
    che sto bene qui come in nessun altro posto. Rilasso i muscoli e lo annuso. Amo il suo odore.
    Leonardo mi accarezza la nuca, sfiorandola con le dita. «È da quando ti ho rivista in ospedale che
    ho voglia di baciarti» mi sussurra all’orecchio. «E adesso sto per farlo, ti avverto.» Mi prende la
    testa tra le mani. «Se hai qualcosa in contrario puoi dirlo.» Si avvicina alla mia bocca. «Ma non
    credo che mi fermerò.» Le sue labbra toccano impercettibilmente le mie, quasi per caso. Anche se
    volessi oppormi, non ci riuscirei. Sono paralizzata dal desiderio. Leonardo mi tiene il mento tra le
    mani come un frutto da assaporare, prende a mordermi delicatamente le labbra, poi schiude le sue
    lasciandomi assaggiare un po’ della sua lingua. Si concede e si ritrae, in un balletto che mi strazia.
    Infine, irrompe nella mia bocca, inondandomi con il suo sapore caldo e umido. Io lo accolgo e poi lo
    inseguo: con la lingua, con le labbra, con i denti.
    Lo desideravo con tutta me stessa, questo bacio. Solo, non volevo ammetterlo.
    Mi allontana leggermente da sé per cercare i miei occhi e mi passa il pollice sulle labbra. «Mi sei
    mancata da morire, Elena.»
    Poi mi bacia sul naso, sul collo, sulle spalle. Ritrovo la sua barba sulle mie guance, il suo
    orecchino contro il mio collo, il suo profumo nelle narici, i capelli folti sulla mia pelle: sensazioni
    nuove e familiari, un contatto che mi risveglia.

    tratto da "IO TI VOGLIO" di Irene Cao

    RispondiElimina
  6. Quanto ho amato il Joelirio *w* Un libro fantastico che deve essere letto davvero U_U
    Io ho constatato sulla pelle che Glinda non si sbaglia mai, quindi ascoltate i suoi consigli e leggetelo tutti!

    RispondiElimina
  7. — Tu sei mia sorella — disse Jace alla fine. — Mia sorella, il mio sangue, la mia famiglia. Dovrei sentire il desiderio di proteggerti. — Rise in silenzio e senza umorismo. —
    Proteggerti da tutti i ragazzi che vorrebbero fare con te esattamente quello che vorrei fare io.
    Clary restò senza fiato. — Avevi detto che d'ora in poi volevi solo essere un fratello per me.
    — Ho mentito — ammise Jace. — I demoni mentono, Clary. Sai, ci sono certe ferite che un Cacciatore può ricevere, ferite interne causate dal veleno di un demone: non ti rendi nemmeno conto cosa c'è che non va, in te, ma dentro stai lentamente sanguinando a morte. Ecco, essere solo
    un fratello, per te, mi dà la stessa sensazione.
    — Ma Aline...
    — Dovevo tentare. E ho tentato. — La sua voce era senza vita. — Ma Dio sa che non voglio
    nessuna, tranne te. Non voglio nemmeno cercare di volere un'altra, oltre a te.
    — Allungò la mano, fece scorrere lievemente le dita fra i suoi capelli, le sfiorò la guancia. —
    Adesso, almeno, so il perché.
    La voce di Clary era scesa a un sussurro. — Anch'io non voglio nessuno tranne te.

    "Shadowhunter città di vetro"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "OMG" E' esattamente quello che ho pensato mentre lo stavo leggendo. Il terzo capitolo della saga è assolutamente il migliore!!!! devi leggerlo!!!

      Elimina
  8. Amo questa rubrica, credo che sia la mia preferita *-*
    L'estratto di "The Sky Is Everywhere" che hai riportato è magnifico! Capisco il tuo Joelirio, ne sono stata vittima anche io (e chiunque abbia letto il libro credo).

    RispondiElimina
  9. Mi hai incuriosita!!!! Lo prenderò sicuramente.
    Sono capitata sul blog per caso cercando la recensione di un libro ed è diventato un appuntamento quotidiano.
    Grazie mille.
    Da quando vi seguo la mia lista sta diventando lunghissima....
    Divoro libri, ma non riesco a starvi dietro !!!!

    RispondiElimina
  10. Volevo ringraziarti. The Sky is Everywhere mi ha tolto non solo le parole dalla bocca ma direttamente i pensieri dalla testa! Un anno e mezzo fa forse non l'avrei capito, oggi, purtroppo, lo capisco troppo bene. Un libro che non dimenticherò e che ora ha un posto nel mio cuore.
    Grazie per questo piccolo tesoro :)

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...