martedì 9 aprile 2013

Recensione, "Stay, Un amore fuori dal tempo" di Tamara Ireland Stone

Finalmente ho un po' di tempo per tornare a recensire gli utlimi libri letti, sognalettori del mio cuore. 
Oggi vi parlo di Stay, primo romanzo della serie romantica per giovani adulti Time Beetwen Us di Tamara Ireland Stone. Stay è una lettura rapida e spensierata adatta a chi cerca una bella storia d'amore non troppo intensa né troppo paranormale.


Titolo: Stay, Un amore fuori dal tempo 
Titolo Originale: Time between us 
Autrice: Tamara Ireland Stone   
Data di uscita: 5 Febbraio 2013   
Editore:  Mondadori    
Collana: Chrysalide 
Prezzo 16,00 € 
Pagine 336 
Il mio voto:


Anna e Bennett non avrebbero mai potuto incontrarsi: lei vive nel 1995 a Chicago, lui nel 2012 a San Francisco. Ma Bennett si ritrova nel 1995 perché può viaggiare nel tempo, pur con il divieto di cambiare il corso degli eventi, per cercare sua sorella che si è perduta in una dimensione temporale sbagliata. Ma se un battito di farfalla può provocare un uragano all'altro capo del mondo, cosa potrà provocare un sentimento potente come l'amore che nasce con diciassette anni di anticipo? Anna e Bennett si perdono e si ritrovano incrociando i loro destini paralleli, ma dovranno trovare il modo di fermare la corsa dell'orologio che ticchetta nelle loro esistenze. Quanto sono pronti a perdere? Quali conseguenze saranno disposti a sopportare alterando gli eventi che li circondano?



La mia recensione 




Stay è un romanzo per giovani adulti che, pur affrontando il tema dei viaggi nel tempo, conserva l'anima di un romance contemporaneo molto realistico
Inizialmente nato come libro autoconclusivo, ma ora primo di una serie in corso d'opera, Stay si legge con estrema facilità e che appassiona grazie allo stile semplice e pulito della Stone, ma la scarsa intensità del lato paranormale della storia mi ha lasciato un po' di amaro in bocca.
Se cercate un romanzo sui viaggi nel tempo che si concentri sul lato paranormale vi consiglio di gettarvi su letture come Tempest (qui la mia recensione), se invece avete voglia di una bella e dolce storia d'amore adolescenziale questo potrebbe essere il libro per voi.

Siamo a Chicago nel 1995. Quando Anna - 16 anni e una grande passione per i viaggi - e Bennett - 17 anni e un gran segreto da custodire - si incontrano, tra i due accade qualcosa. Entrambi vengono pervasi da un profondo senso di riconoscimento e da una fornte curiosità nei confronti dell'altro, ma nessuno dei due riesce a spiegarsi tali sensazioni.
Anna e Bennett instaurano uno strano rapporto, fatto di domande a cui non si trovano risposte, rapidi incontri che hanno un ché di insolito e misteri da districare
E' affascinante il modo in cui Bennett sembra giocare con la protagonista: premuroso e ammiccante un giorno, scontroso e sfuggente l'altro. Il mistero che avvolge la sua persona giustifica in pieno la curiosità morbosa che Anna nutre nei suoi confronti.
Ma, putroppo per lei, quando le verità saranno svelate tutto sarà ancora più complicato: il ragazzo di cui è innamorata è più speciale e sfuggente di quanto immagina e il loro è un amore impossibile.
Bennett può viaggiare nello spazio e nel tempo e si trova nel 1995 per portare a termine una missione, poi tornerà alla sua vita, nel 2012

Come è giusto che sia la rivelazione del dono di Bennett creerà non pochi scompigli nella vita della normalissima Anna. Ma l'amore è più forte di qualunque ostacolo, anche di natura paranormale e, ben presto, quella che all'inizio sembrava una verità impossibile da digerire, si trasformerà in una meravigliosa avvenutra. 
E' adorabile assistere alla realizzazione del sogno più grande di Anna, che grazie alle capacità del ragazzo di cui è innamorata potrà finalmente viaggiare in lungo e in largo senza preoccuparsi di dover gravare sul bilancio familiare. Ed è difficile non sospirare per la tenerezza e la purezza del rapporto che i due ragazzi costruiscono: lui è straordinario e riesce a regalare ad Anna esperienze al limite del normale, lei è dolce e premurosa e fa conoscere a Bennett la bellezza che si prova quando si appartiene a qualcuno.
Ma il loro era e rimarrà un amore impossibile. Come si può aggirare il destino? Come si può andare contro alle leggi del tempo e dello spazio?


Il finale mozzafiato saprà rispondere a queste domande e farne nascere delle altre che di sicuro troveranno risposta nel prossimo romanzo della serie.
Stay è un libro consigliato a un pubblico giovane e romantico, che non abbia pretese di trovare una storia in cui la fantascienza la faccia da padrone: è la storia d'amore il centro di questo romanzo, non le vicende paranormali vissute dai protagonisti.
Personalmente avrei preferito che l'autrice fornisse ai lettori qualche dettaglio in più  riguardo al particolare dono di Bennett, le cui dinamiche rimangono ancora abbastanza oscureSto ancora cercando di capire come sia possibile che nel 1995 ci possano essere contemporaneamente tre Bennett: quello del presente che è un neonato, quello del futuro che ha 17 anni e quello del futuro ancora più futuro. A questo punto potrebbero esserci infiniti Bennett, in teoria.
Diciamo pure che il tema del viaggio nel tempo è stato affrontato in modo molto romantico dall'autrice. Bennett può portare qualcuno con se, può muoversi solo nel periodo temporale in cui è vissuto, grazie al suo dono la sua famiglia ha un'ottimo conto in banca.
Eppure, strano ma vero, la formula usata dalla Stone funziona. Il libro si legge con piacere e conquista proprio per la sua semplicità!






Verdetto: tanto romanticismo adolescenziale, tenete vicini i fazzoletti!

Livello sensualità: solo baci e qualche brivido !

  Compralo scontato cliccando sulla cover!

14 commenti:

  1. è da un pò che ho ridimensionato le aspettative su questo romanzo, la tua non è che una conferma

    RispondiElimina
  2. Eliminato :)
    Le storie suoi viaggi del tempo mi piacciono(tra l'altro io suggerisco anche Red, Blue, Green), ma le storie d'amore adolescenziali, no grazie! :)

    RispondiElimina
  3. Lo letto appena uscito e anche a me aveva parecchio deluso.

    RispondiElimina
  4. Molto tenero e speravo autoconclusivo, ma invece a quanto pare ci sarà un seguito. sigh

    RispondiElimina
  5. Ho notato che la pensano tutti più o meno allo stesso modo: un romanzo piacevole e scorrevole ma non paragonabile ad altri romanzi che affrontano il tema dei viaggi nel tempo. Non credo che lo leggerò dopo la tua recensione che conferma le parole di tutti gli altri.

    RispondiElimina
  6. mmhh i dubbi su questo libro sono triplicati. penso proprio che non lo comprerò !

    RispondiElimina
  7. L'ho desiderato dal primo istante in cui l'ho conosciuto, e devo dire che si, la premessa premette più fantasy di quanto poi non ce ne sia dentro, ma come dicevi tu, Glinda, è il libro perfetto per un bel pomeriggio sotto le coperte in compagnia della cioccolata, un amore dolce e una forte nostalgia degli anni '90 :D

    RispondiElimina
  8. Mlto dolce. Non è il Massimo come tema ma a me è piaciuto. Non ho stravisto ma è molto rilassante e da ottimismo

    RispondiElimina
  9. io l ho sto leggendo ora .. e nn so....nn parte .. manca qualcosa

    RispondiElimina
  10. Ciao!! Non avevo ancora letto nessuna recensione quindi ero partita con qualche titubanza ma buone aspettative (sono tornata al vecchio "non leggere né trama né recensioni, fatti suggerire dalla copertina" :P )
    Inizialmente mi aveva colpita per le scelte musicali. Appena ho letto il nome del primo gruppo citato ho pensato: «Finalmente un'autrice che ha gusti che si avvicinano ai miei!»
    Diciamo che da questo lato ero molto soddisfatta.
    La narrazione al presente mi lascia sempre perplessa, ma è una sensazione che sparisce dopo qualche pagina :)

    Effettivamente come dici tu, maggiori dettagli/spiegazioni su questi viaggi temporali sarebbero stati ben accetti.
    La logica vuole che non possano essere presenti contemporaneamente due Bennett nello stesso posto. Quando avviene uno dei due in teoria dovrebbe sparire. Ma quando il Bennett "sopravvissuto" torna nel momento temporale da cui partiva?(non intenderlo come 2012) Cosa succede al tempo che lascia? Non ci sono più Bennett lì?
    Più che salti temporali sembrano sovrapposizioni di lembi temporali, uno copre l'altro si annulla. svanisce.
    e poi Brooke? e il famigerato effetto farfalla?
    Possibile che sia così libero di fare ciò che vuole?

    Vogliamo parlare della presunzione di Anna? Alla fine viene descritta come un'eroina che salva tutti.
    Lui è dolce, ma al suo personaggio è stato dato poco spessore. Questa famigerata attrazione verso la ricciolina non si è mica capito da quando/cosa scaturisce :\
    Certo, lo spiegano, ma sembra un po' campato per aria.
    Si parla tanto di libero arbitrio, ma sembra solo che lo debba avere lei, mentre lui vive una sorta di vita preconfigurata.

    eheh comunque sì, decisamente una lettura leggera e senza grosse pretese :)
    ora che so che esiste un seguito aspetterò di leggere anche gli altri.

    Ad ogni modo... non pensi anche tu che il titolo originale sia particolarmente evocativo? :)

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. Io non lo eliminerei così dalla wishlist! A me è piaciuto! E voglio sapere come continua!

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...