venerdì 15 marzo 2013

Anteprima e Giveaway "La bambina senza cuore" di Emanuela Valentini. Due tazze personalizzate con la cover del romanzo per voi!





Cari miei sognalettori, sapete quanto mi piaccia supportare i bravi autori nostrani e quanto io sia incantata dalle storie oscure dalle tinte cremisi. Ecco perché non potevo esimermi dal dedicare un articolo speciale alla pubblicazione d'esordio di Emanuela Valentini, autrice che ho avuto modo di conoscere in sede del concorso I-Fantasy Fazi e la cui scrittura mi ha subito ammaliata. Sto parlando del romanzo "La bambina senza cuore", che uscirà il in versione totalmente gratuita il 25 Marzo per Speechless Books. 

Una fiaba dark dalle tinte horror e magiche, quella di Emanuela Valentini, che ha conquistato i lettori sin da subito, ovvero nel momento in cui ne era stato pubblicato il prologo sul portale I-Fantasy. Da allora la spettrale storia che vede come protagonista la solitaria e tormentata Lola è cresciuta assumendo nuove scintillanti sembianze, per giungere finalmente a noi nella più incantevole delle forme. 

Prima pubblicazione del nuovo ambizioso progetto editoriale della testata Speechless, La bambina senza cuore è un romanzo "mutlimediale" che solletica la fantasia di chi vi si accosta grazie alle sue molteplici forme
Navigando sul suo curatissimo sito ufficiale è infatti possibile immergersi nel mondo di Whisperwood ascoltanto brani audio del libro sapientemente interpretati da una magica Cristina Caparrelli, oltre che lasciarsi trascinare dal bel booktrailer realizzato per l'occasione.

Ed è proprio perché "La bambina senza" cuore vuole giungere ai lettori in tanti modi diversi che oggi vi propongo un piccolo grande contest che vi permetterà di vincere una delle DUE tazze personalizzate con la bellissima cover del romanzo che abbiamo deciso di regalarvi!

Per partecipare al giveaway vi basterà leggere l'estratto in anteprima che trovate QUI, mettere mi piace alla pagina Facebook di Emanuela Valentini (https://www.facebook.com/EmanuelaValentiniSpeechless) e postare come commento una citazione a voi cara, presa da un libro a vostra scelta, che rientri nelle atmosfere del romanzo spiegando bene a me e ai lettori dei blog perché avete scelto proprio proprio quella particolare citazione. Sarà la stessa Emanuela Valentini a scegliere le due citazioni con spiegazioni annesse da cui è rimasta più colpita. 

Disponibile su: www.labambinasenzacuore.it
Disponibile in formato: pdf, epub, mobi, epub3
Data di pubblicazione: 25 Marzo 201  
Titolo: La bambina senza cuore
Autore: Emanuela Valentini
Editore: Speechless Books
Numero pagine: 300 circa
Prezzo: 0,00 €


Whisperwood, 1890. Lola, dodici anni, si risveglia nella buca di neve in cui è stata sepolta. Non ricorda nulla. Sul suo petto una ferita aperta, testimone di un gesto efferato.

Whisperwood, 1990. La vita di Nathan, quattordici anni, cambia la sera in cui decide di infrangere il coprifuoco che vige a Whisperwood. L'incontro con Lola, la pallida fanciulla che abita in un cimitero in rovina con un angelo di marmo, un gargoyle e un poeta dall'animo inquieto, sconvolgerà la sua esistenza per sempre. Un viaggio a ritroso nelle pieghe del tempo. Un'antica maledizione. Un tortuoso percorso verso la verità. 

Romanzo d'esordio della collana Speechless Books, La bambina senza cuore di Emanuela Valentini segna l'affacciarsi nel panorama della narrativa fantastica di un progetto multimediale nato per essere ascoltato oltre ch

e letto, impreziosito dalle illustrazioni di Giampiero Wallnofer, dalla grafica di Petra Zari e dalla voce di Cristina Caparrelli
.



Giveaway   


 E' necessario:
-Leggere il Prologo de "La bambina Senza Cuore"
-Essere iscritti come lettori fissi del blog (potete farlo cliccando nella finestra in basso a destra che riporta la scritta SEGUI QUESTO BLOG)
-Compilare il form CON LO STESSO NOME CHE APPARE QUANDO LASCIATE I COMMENTI SUL BLOG
-Lasciare un commento DI SENSO COMPIUTO in questo post in cui condividete una citazione tratta da un libro a vostra scelta e ispirata al prologo de "La bambina Senza Cuore"





E' possibile avere punti extra così:

-Potete seguire Emanuela Valentini sulla sua pagina Facebook
-Potete fare un post sul vostro blog/sito e inserirlo nel form;
-Potete condividere il banner del giveaway sul vostro blog/sito;  
-Potete seguire la pagina facebook di Atelier dei libri  
-Potete condividere l'iniziativa sui vostri siti/blog/twitter/facebook 



*IMPORTANTE*  
 

Il form sottostante, facile e intuitivo e anche se alcune voci sono in Inglese basterà cliccare su CLICK FOR INSTRUCTIONS o CLICK HERE, per trovare tutte le informazioni che vi servono per compilarlo! 



Dato che alcuni hanno avuto problemi nell'inserire i vari link, ho specificato nel form che potrete inserirne quanti più volete, basterà separarli da un TRIPLO SPAZIO. Se doveste dimenticare qualche link potete tornare il giorno dopo e inserire il link mancante!


Quando vi viene richiesto di inserire il VOSTRO NOME, INSERITE IL NICK CHE APPARE QUANDO LASCIATE I COMMENTI NEL BLOG. Se avete domande fatemele via e-mail (la trovate nei contatti)


Avete tempo fino al 25 Marzo per commentare, poi scoprirete il nome di chi riceverà le tazze!

36 commenti:

  1. Ciao Glinda!
    Partecipo di corsa, questo libro mi ha intrigato sin dall'anteprima. E' impossibile non rimanere stregati dall'immagine di copertina, suggestiva, forte nella sua crudezza, evocativa nella fragilità che esprime.
    Che bello il prologo! Al "Canta, canta allora per lei" mi si è stretta la gola.

    La mia citazione viene da un libro che proprio libro convenzionale non è, ma è una grande forma d'arte, un volume che tengo con grande cura e sfoglio ogni volta che posso.
    "Nei reconditi anfratti dei miei lontani ricordi fluttuano candide dame in compagnia di esseri sventurati, fra la malinconica nostalgia dei rimpianti, fra centinaia di fredde e scheletriche statue... "
    Favole, di Victoria Frances

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Alessandra,

      tu hai letto tra le righe della nostra scelta di questa cover. Fragilità e forza. Crudeltà, amore. Vita e morte. Questi sono gli ingredienti che condiscono la storia di Lola. E regalarvela è la mia gioia più grande.

      Emanuela v

      Elimina
  2. Partecipo anch'io!Il prologo mi ha incuriosita molto e l'immagine di copertina è terribilmente fantastica!
    Di seguito c'è la mia citazione che viene da un libro che adoro. Ho scelto questa citazione perchè esprime il senso di impotenza di fronte alla morte ed è proprio nel momento più tragico dell'esistenza che si annullano le differenze tra tutti gli essere umani.
    "Un soffio e sarà tutto finito. Non dovrò più pensare a cosa è giusto o cosa sbagliato, non proverò più timore. Non
    rimane che accettare passivamente la mia sorte, con
    le lacrime che scorrono lungo le guance."
    Paranormal kiss, Valeria Bellenda.

    RispondiElimina
  3. partecipo anche io come al solito la citazione che ho scelto è la seguente:
    sono nella foresta l'oscurità è profonda, ma io ho delle promesse da rispettare e tanta strada da percorrere prima di dormire.
    mi sembra adeguata spero di vincere almeno stavolta.
    il libro mi sembra molto bello da quel poco che ho letto

    RispondiElimina
  4. Ovviamente, partecipo anche io!
    Il prologo mette i brividi, l'autrice ha uno stile bellissimo!
    La citazione che ho scelto è tratta (come al solito) dal romanzo "Il Canto della Rivolta" di Suzanne Collins, pagina 404:

    "Non provo più alcun obbligo di lealtà nei confronti di quei mostri chiamati esseri umani, detesto essere io stessa una di loro"

    Ho scelto questa frase perchè penso rispecchi i pensieri di una dodicenne che si ritrova sotto un metro di terra privata del suo cuore. Poi, non so i motivi di questo atto.. ma credo che sia una frase appropriata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho compilato il form, messo il banner, messo i mi piace e condiviso (i link li trovi nel form ;) )

      Elimina
    2. Cara Erika... manca ormai pochissimo. Presto scoprirai il mistero che si nasconde dietro il sipario di neve e sangue che hai potuto leggere nel prologo...

      Emanuela v

      Elimina
  5. Questo libro mi interessa! Questo è il primo Giveaway a cui partecipo *__*
    "Questa mano viva, che adesso è calda e capace
    di stringere forte, potrebbe, se si trovasse fredda,
    e nel ghiacciato silenzio di una tomba,
    turbare i tuoi giorni e gelare le notti, colme di sogni,
    sino a farti desiderare di donarmi il tuo sangue,
    così da far scorrere nuovamente la vita nelle mie vene:
    mi chiedo se allora avrebbe pace la tua coscienza -
    comunque guardala adesso, questa mano è tesa verso di te..." -John Keats
    Una poesia dalle tinte così gotiche mi sembrava inerente al meraviglioso romanzo della Valentini =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Cristina, speriamo che la storia di Lola ti piaccia!

      emanuela v

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Ho deciso di non partecipare perché più delle tazze, mi piacerebbe ricevere il cartaceo di questo libro che dalla prefazione mi sembra davvero promettente! Vorrei comunque dire qualcosa all'autrice, se possibile: Cover stupenda, assolutamente unica. Stile poetico e impeccabile, scenari che ti fanno entrare subito all'interno della storia e ti fanno immedesimare nei personaggi. Credetemi, alla prima pagina ho sentito l'odore dei cespugli di biancospino. Leggerò sicuramente questo romanzo. E ringrazio l'autrice per averci dato la possibilità di poterlo leggere gratuitamente. Questo, per me, è un chiaro gesto che mi fa capire che lei scrive per passione e non per guadagno (ma si poteva percepire anche dalle magiche righe di introduzione al libro).
      Spero che il romanzo venga pubblicato anche nel formato cartaceo, perché questa perla merita di essere letta non solo su apparecchio digitale (vorrei precisare io non ho un e-book reader e non voglio leggere sul computer perché ho paura per la mia vista, per cui sarei più che felice di avere la possibilità dell'edizione cartacea). Detto questo, ringrazio anche Glinda per... beh, per tutto! Io mi ritiro (ho alcune cose da fare), ma vi lascio comunque un estratto dal libro "Marina" di Carlos Ruiz Zafón, perché anche se non partecipo al giveaway, secondo me è perfettamente in tema e lo vorrei condividere con voi in quanto credo sia davvero meritevole di una lettura:
      "I miei passi mi condussero al cimitero di Sarriá. La pioggia sferzava i volti di pietra annerita e le croci inclinate. Oltre il cancello si intravedeva una teoria di figure spettrali. La terra umida puzzava di fiori marci. Appoggiai la testa fra le sbarre. Il metallo era freddo. Un rivolo di ruggine mi colò sul viso. Scrutai le tenebre, come se sperassi di trovare in quel luogo la spiegazione di tutto quello che stava succedendo. Non riuscii a vedere altro che morte e desolazione. Che ci facevo lì? Se avevo ancora un po' di sale in zucca, dovevo tornare a casa a dormire per almeno cernto ore filate. Era, probabilmente, la migliore idea che avessi avuto negli ultimi tre mesi. Mi girai e cominciai a percorrere a ritroso il vialetto di cipressi. In lontananza un lampione brillava sotto la pioggia. D'un tratto una sagoma scura eclissò il suo alone luminoso. Sentii lo scalpiccio di zoccoli sul selciato e scorsi una carrozza nera che avanzava fendendo la cortina d'acqua. Il fiato di due cavalli corvini si condensava in spettri di vapore. L'anacronistica figura di un cocchiere troneggiava a cassetta. Cercai un nascondiglio sul ciglio della strada, ma trovai solo dei muri spogli. Sentii la terra vibrarmi sotto i piedi. Mi restava una sola alternativa: tornare indietro. Zuppo e quasi senza fiato mi arrampicai sulla cancellata e saltai all'interno del camposanto."
      Grazie ancora e buona lettura :)

      Elimina
    3. Mia cara,

      inizialmente mi ero ripromessa di non intervenire con commenti miei in questo spazio, per godermelo da spettatrice ammaliata da tanta dolcezza. Ma leggere il tuo messaggio mi ha spinta invece a mostrarmi, con il solo intento di dirti grazie (ovviamente lo farò anche nei confronti di tutte le altre partecipanti). Grazie per la sensibilità con la quale ti sei avvicinata al testo e alla sua immagine grafica. Grazie per la sottile comprensione della magia del dono. Questo romanzo è un regalo al mondo, nulla di più. Un regalo a tutte le belle anime come la tua, pronte a raccoglierlo.

      Emanuela v

      Elimina
    4. Non sai quanto mi faccia piacere leggere il tuo messaggio. Ti ringrazio con tutto il cuore, davvero. Come ho già detto le tue parole sono magiche e sicuramente leggerò la tua piccola grande opera, un dono, anzi, un frutto che secondo me va assolutamente colto. Grazie ancora e continua sempre a scrivere così.
      Foreigner

      Elimina
  7. La mia citazione preferita va Licia Troisi, nel terzo libro della saga " Guerre del Mondo Emerso ":
    "Il senso della nostra esistenza supera il tempo della vita. La condanna degli esseri mortali, o forse il loro dono, è questo:
    bisogna vivere senza capire.
    La speranza è l'unica linfa che ci permette di andare avanti.
    Ci saranno ancora guerra e disperazione, e poi pace e speranza, ma poi ancora buio. E' in questo eterno circolo che risiede il significato, l'unico a cui da mortali si può aspirare."


    Ci ho messo davvero tanto a leggere quella saga, ma ne è valsa la pena. Licia Troisi è davvero una brava scrittrice.
    E non ci sono parole migliori per descrivere l'umanità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il tuo contributo, Laura!

      emanuela v

      Elimina
  8. Il libro proposto mi affascina completamente, dalla copertina al semplice, ma di effetto, utilizzo delle parole. Mi rende nervosa l'idea di dover aspettare, anche perchè trovo bellissima la bambina-strega, probabilmente enblema cardine dell'intera storia.
    Per il resto la mia citazione l'ho estratta dal libro 'Il figlio del cimitero' di Neal Gaiman e si trova a pagina 70, per chiunque avesse il libro nella propria libreria.

    "-Sei coraggioso- disse Scarlett a Bod. - Sei la persona più coraggiosa che conosco, e sei mio amico. Non mi importa se sei immaginario."

    Entrambi i ragazzi sono vivi, l'unica differenza sta nell'ubicazione della propria dimora, la prima è normalissima, lui è figlio del cimitero, esattamente adottavo dal cimitero. Strano, vero? Bhe, della vita nulla si può dire e sapere! A prescindere ho trovato il libro adeguato a questo, il luogo è molto tetro in entrambi.

    Spero di leggere anche questo presto! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sophiae! Adoro Gaiman ^.^

      Elimina
  9. Eccomi a partecipare a questo giveaway. Appena ho letto la trama di questo libro, la mia mente ha subito creato un filo conduttore con "La meccanica del cuore" di Mathias Malzieu perciò la mia citazione è:

    Uno, non toccare le lancette.
    Due, domina la rabbia.
    Tre, non innamorarti, mai e poi mai.
    Altrimenti, nell'orologio del tuo cuore, la lancetta delle ore ti trafiggerà per sempre la pelle, le tue ossa si frantumeranno, e la meccanica del tuo cuore andrà di nuovo in pezzi.

    Ho scelto questa citazione perchè entrambi i protagonisti in un modo o nell'altro hanno "problemi di cuore".
    Speriamo bene :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco il libro di cui parli e l'ho trovato molto carino.

      grazie!

      emanuela v

      Elimina
  10. Innanzi tutto vorrei dire che ho letto il prologo de “La bambina senza cuore” ed è strepitoso (come la cover del resto), non vedo l'ora che sia il 25 per poter scaricare il libro e leggerlo con calma. Mi piacciono molto le descrizioni dei personaggi già ben tratteggiati in poche battute e le atmosfere sinistre ma coinvolgenti che l'autrice ha saputo creare. Apprezzo anche il fatto che un testo così bello sia stato messo a disposizione gratuitamente, cosa strana di questi tempi in cui perfino chi non sa scrivere si fa pubblicare per avere un proprio volume esposto nelle librerie ma che poi resterà invenduto. Credo anche che l'autrice abbia parecchio talento, perchè se da un prologo si è così attratti e invogliati a leggere oltre significa che sicuramente se avesse voluto vendere un proprio volume non avrebbe avuto difficoltà a scalare le classifiche.

    Fatta questa premessa, veniamo a noi. La mia citazione è tratta dal libro WARM BODIES di Isaac Marion.

    "Le città per le quali vaghiamo sono talmente dei ruderi che mi sa che il mondo è quasi arrivato al capolinea. I palazzi sono crollati. Le strade sono intasate di macchine arrugginite. I vetri sono quasi tutti rotti e il vento che soffia dentro i grattacieli geme come un animale in agonia. E mica lo so cos’è successo. Malattia? Guerra? Collasso sociale? O siamo stati solo noi? I Morti stanno rimpiazzando i Vivi? Non credo sia poi così importante. Quando arrivi alla fine del mondo, non importa che strada prendi."

    A parlare è R, uno zombie ancora capace di provare emozioni. Tutti credono che i morti non abbiano sentimenti, non possano parlarci, siano ormai polvere nella polvere, invece questo giovane si scopre innamorato della ragazza di una delle sue vittime e spera di tornare alla vita grazie all'amore di lei.
    In un certo senso mi ricorda un po' “La bambina senza cuore” perchè si tratta in entrambi i casi di morti, o presunti tali, che in realtà sono più ricchi di emozioni dei viventi, hanno sentimenti profondi, hanno verità da rivelare e vogliono giustizia o vendetta. Grazie all'aiuto di chi crederà in loro, e soprattutto grazie alla forza dell'amore, riusciranno a farsi sentire e a far uscire la propria voce. Non so ancora come si sviluppa e finisce La bambina senza cuore, ma se la protagonista vuole tornare tra i vivi è perchè ha qualcosa da risolvere o una situazione da sistemare e io tifo già per lei.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Sonia,

      sono rimasta molto colpita dalla tua analisi sui sentimenti di creature reputate "senza vita" ma in realtà più ricche interiormente dei così detti normali. Nelle mie storie amo porre l'accento sui deboli, gli emarginati, gli sconfitti,con il solo intento di concedere loro una possibilità di rivalsa in un mondo che si dimostra sempre troppo crudele.

      Emanuela v

      Elimina
    2. Grazie mille Emanuela per la tua risposta......
      sappi che sto fremendo in attesa di scaricare il libro il 25 perchè il prologo mi ha proprio incuriosita. Complimenti. Sonia

      Elimina
  11. "In fondo la vità è così: molta disperazione, ma anche qualche istante di bellezza, dove il tempo non è più lo stesso. è come se le note musicali creassero una specie di parentesi temporale, una sospensione, un altrove in questo luogo, un sempre nel mai"

    In realtà non so bene perché mi sia venuta in mente questa citazione (Tratta dall'Eleganza del Riccio. Sono andata a memoria, potrebbe non essere accurata). A volte, quando leggo, le atmosfere richiamano ricordi, parole, musiche... Leggendo il prologo di questo libro che ormai attendo con ansia spasmodica (perché NON si può darci un assaggio di questo genere e poi farci aspettare), ho pensato che quel lieve sentore inquietante che pervade la storia fosse proprio 'un altrove in questo luogo, un sempre nel mai'. Difficile spiegare la sensazione che mi ha comunicato, ma è stato un qualcosa di dolceamaro, un retrogusto oscuro e al contempo affascinante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... ciao :)

      conosco il brano da cui hai tratto la citazione. E' di una bellezza toccante e te ne ringrazio. La sensazione oscura e affascinate di cui parli è tipica della fiaba vecchio stile, dove sono riprodotti molteplici sentimenti umani per essere sfiorati, infastiditi, diciamo, sotto forma di metafore che vanno a toccare corde molto intime in ciascuno di noi. Soprattutto in quelli che hanno mantenuto un cuore bambino.

      Emanuela v

      Elimina
  12. Ho letto l'estratto e mi ha fatto venire i brividi! Decisamente merita! Ci tenevo a dirlo anche se non parteciperò al giweaway... sono giorni che cerco una citazione ma riesco a trovarla :S
    quindi rinuncio :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie comunque!

      Emanuela v

      Elimina
    2. dimenticavo che ovviamente l'ho aggiunto nella mia whishlist ;)

      Elimina
  13. Nemmeno io partecipo al Giveaway perché ho già una miriade di tazze in casa, ma aspetto il libro con ansia.
    Ho letto il prologo e devo dire che, finalmente, trovo un romanzo di questo genere scritto bene. Per "scritto bene" intendo in un italiano non solo corretto, ma anche bello, raffinato, elegante. Qualità che via via si sta un po' perdendo tra i giovani di oggi, che amano molto infarcire le parole di k e di x, e che spesso non utilizzano il linguaggio in tutte le sue innumerevoli sfumature. Perciò, quando trovo un libro come questo, curato, attento, pulito... mi si apre il cuore, e capisco che chi l'ha scritto possiede una passione vera, che va al di là di tutto. Capisco che dietro, oltre alla creatività, c'è un impegno non indifferente.
    Brava Emanuela, ti leggerò con estremo piacere :)

    RispondiElimina
  14. La bellezza di queste pagine mi annichilisce. È una scrittura traboccante di doni. Sto leggendo 'ophelia', un testo che ha ridefinito la mia idea del 'bello' letterario. Le riflessioni sul 'tempo' mi hanno fatto riprendere in mano Seneca e poichè morte e tempo sono concetti dall'animo affine, cito il De brevitate vitae : Non exiguum temporis habemus,sed multum perdidimus (non abbiamo poco tempo, ma molto ne sprechiamo).
    ora torno a leggere 'ophelia' in attesa di accogliere Lola, in tutte le sue incarnazioni - cartaceo compreso :)

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...