martedì 29 gennaio 2013

Teaser Tuesday #55


 
Torna l'appuntamento con Teaser Tuesdays rubrica ideata dal blog Should be Reading, che posto ogni martedì.
Le regole sono semplicissime e tutti possono partecipare e condividere con i propri teaser! 
 
Ecco le regoline!

  • Prendi il libro che stai leggendo;
  • Aprilo in una pagina a caso;
  • Condividi un breve spezzone di quella pagina ("Teaser")
  • Attento a non fare spoiler!!
  • Riporta anche il titolo e l'autore così che i tuoi lettori possano aggiungere il libro alla loro wishlist se sono rimasti colpiti dall'estratto.


Andiamo un po' a vedere cosa ho scovato io oggi! 
 
Da Stargirl di Jerry Spinelli 
 
(GRAZIE GRAZIE GRAZIE GAIA, PER AVERMELO FATTO SCOPRIRE)
 
(Ho messo su questa cover che non è quella italiana, ma è bellissima!)
 
 
Eppure per noi non era una vera cheerleader ma Stargirl travestita. Continuava a suonare l'ukulele e a cantare Buon Compleanno a destrae a amanca. Quando non partecipava agli allenamenti, indossava sempre lunghe gonne e trasformava il banco in una casa. Per Halloween, tutti i suoi compagni di classe trovarono sul banco un biscotto a forma di zucca. Non ci fu bisogno di chiedere chi lo avesse portato. Comunque, ormai avevamo deciso che ci piaceva averla intorno. Aspettavamo con ansia di andare a scuola per vedere quale altra pagliacciata avebbe escogitato. Ci forniva un argomento di conversazione. Era divertente.
Ma al tempo stesso noi ci tenevamo a distanza. Perché era diversa. Diversa. Non avevamo metri di paragone, per lei. Era Terra Incognita. Pericolosa. Avevamo paura di andarle troppo vicino.

Pagina 28
 
 
 
Lasciate che vi dica che tutti dovrebbero leggere questo dolcissimo e divertente libro e che non vedo l'ora di avere il seguito! 
 
Aspetto i vostri teaser! 

10 commenti:

  1. Mi guarda con i suoi occhi azzurri come il mare dei Caraibi.
    "Per quanto mi riguarda,non hai niente da temere".
    "Lo so".Gli metto le braccia intorno al collo e lo stringo forte,forte. "però..."
    "D'accordo"Un bacio sulla fronte"Te lo prometto"Un bacio sul naso"Mi guarderò le spalle".
    Quando le sue labbra toccano le mie,mi dimentico completamente di Doe.I suoi baci hanno il potere meraviglioso di farmi dimenticare tutto il resto.

    da Il destino della sirena,pag121. Tela Lynn Child

    RispondiElimina
  2. Io ho adorato "Stargirl", davvero un gran bel libro. Lo ricordo sempre con grande piacere, mi diede (e mi dà ancora) positività :)
    Il seguito mi è piaciuto meno, purtroppo.

    RispondiElimina
  3. Jake non riscì più atrattenersi. "Comandante posso dire una cosa?" Non attese la risposta, ma si fece largo tra gli altri, evitando di proposito di guardare in faccia i suoi genitori."Dato che la missione è, per dirla con le sue parole, una consegna di routine, e i nostri agenti hanno urgente bisogno dell'atomium, prenderebbe almeno in considerazione l'idea di sottopormi al test? Potremmo guadagnare un sacco di tempo."
    Alan Djones a volte parlava senza pensare, come se la sua voce fosse indipendente dalla mente. Lo fece anche in questa occasione."Ma sì, comandante, gli dia un'altra possibilità", saltò su.
    "Alan!" Miriam gli afferrò una spalla. "Ne abbiamo già parlato,ricordi?"
    "Mamma ti prego, lasciami provare!" la supplicò Jake. "Capisco che abbiate paura e so di avere ancora molto da imparare, tutto, prima di diventare un vero Custode della Storia. Ma non sono bravo in nient'altro..."
    "Non sei bravo in nient'altro?" lo interruppe lei."Scienze? Arte? Basket? La tua tesina di geografia è stata la migliore della classe."
    "Era così noiosa, mamma, che nemmeno tu sei riuscita a leggerla fino in fondo. Ma lavorare per i Custodi della Storia, fare parte di questa incredibile organizzazione... questo lo so fare, lo voglio fare." Jake tirò fuori la voce più maschile e squadro le spalle. "E in un modo o nell'altro lo farò."
    Ci fu un attimo di silenzio, poi Miriam sospirò. "Sono solo tua madre. Conto forse qualcosa?"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Enigma dell'Impero - Damian Dibben pag. 87-88

      Elimina
  4. Anche io ho letto Stargirl e il suo seguito Per sempre Stargirl... li ho amati!

    RispondiElimina
  5. Sul mio libro di testo di qualche anno fa c'era un piccolo pezzo di questo libro "stargirl", l'ho cercato tantissimo, ma non l'ho mai trovato...

    RispondiElimina
  6. -Vai!-gridai a Noah, e sollevai i piedi per nuotare fino alla riva. Lo sentii fiondarsi fuori dall'acqua. Io sguazzai nell'oscurità, a un certo punto finii impigliata in un groviglio di alghe, ma non mi fermai. Arrivata a riva, non trovai un appiglio per risalire, perché le mie mani scivolavano sulle radici attorcigliate. Noah si sporse, mi afferrò e mi tirò su, mentre io usavo tutta la forza delle mie gambe per arrampicarmi. Quando fui finalmente fuori, lasciai la sua mano e caddi sulle ginocchia, tossendo.
    -Tu- farfugliai.-Sei scemo.
    Chi è Mara Dyer di Michelle Hodkin pag 321.

    RispondiElimina
  7. Gaia ne ha parlato moltissime volte anche a me! :D
    Comunque è davvero interessante, è in wish sicuro!

    RispondiElimina
  8. "Andiamo in cantina, lì potremo avere un pò più di...intimità." Il sorriso che scoccò Ian mi fece sentire sollevata alla vista di denti bianchi e dritti, ma avrei dovuto notare che era pieno di malizia.
    "Ho già avuto madri e figlia in una volta sola, ma tu sei la moglie di Crispin , quindi, con rammarico, devo declinare l'invito."
    "Che razza di maiale!" esclamò mia madre, togliendomi il problema di dirlo. Dal portico arrivò un'altra ondata di inglese e tedesco. Sembrava che anche Kramer pensasse che Ian era un maiale. In questo, e solamente in questo, eravamo d'accordo.
    "Ciao, ciao stronzo" gli dissi. Poi chiusi la porta, mentre il fantasma continuava a lamentarsi dall'altra parte, e tesi platealmente la mano a Ian. "Seguimi. Quando saremo di sotto potrai dire a me e a Bones la vera ragione per cui siete qui, a parte i tuoi squallidi commenti."
    "Oh, te lo dico subito" rispose in tono mellifluo. "La tua cara mammina ha cercato di mangiare una delle donne che state tentando di salvare."

    Jeaniene Frost "I fantasmi della notte" pag. 205

    RispondiElimina
  9. Allora:)
    Mille soli di Dominique Lapierre

    Era questo lo spietato generale che Hitler aveva mandato a Parigi il 9 agosto 1944.Aveva quarantanove anni.
    sedici giorni dopo il generale avrebbe capitolato quasi senza combattere e senza aver eseguito gli apocalittici ordini del Fuhrer.

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...