mercoledì 13 giugno 2012

Recensione, Red Love. Rosso come il sangue, freddo come l'acciaio di Kady Cross

Primo romanzo di una serie steampunk e romance per young adult, Red Love è un romanzo piacevole e frivolo al punto giusto. Dopo aver lottato per far sì che la cover originale fosse mantenuta è stato un piacere ammirarla in tutto il suo splendore e lo è tutt'ora!

 
Titolo: Red Love. Rosso come il sangue, freddo come l'acciaio
Data di uscita: 24 Maggio 2012
Editore: Newton Compton
Traduzione: Elisa Leonzio
Numero pagine: 315 circa
Autrice: Kady Cross
Prezzo: 14,90 €
Il mio voto:


Londra, 1897. Un uomo, conosciuto come il Macchinista, è il regista occulto di una serie di strani crimini commessi da delle macchine. Griffin King, il Duca di Greythorne, è determinato a scoprire la sua identità e a sventare i suoi piani con l’aiuto degli amici Sam, Emily e Jasper. Ma il Duca decide di rivolgersi anche a Finley Jayne, una ragazza con un lato oscuro e in possesso di una forza fisica soprannaturale. Finley è speciale, ma non tutti, all’interno del gruppo al quale si è unita, sono pronti ad accettarla. Quando finalmente le intenzioni del Macchinista saranno più chiare, il Duca e Finley riusciranno a fermarlo prima che sia troppo tardi?
Red Love. Rosso come il sangue, freddo come l’acciaio è un elegante thriller ambientato nella Londra vittoriana, con una protagonista esuberante, invenzioni tecnologiche da brivido e turbolenti triangoli amorosi. 

La mia recensione

Dopo aver conosciuto questa serie nel piccolo prequel The Strange Case Of Finley Jane (qui la recensione), è stato un piacere poter approfondire meglio la singolare storia che ruota attorno alla protagonista.
The girl in the steel corset, il cui titolo Italiano lascia un po' a desiderare, è un romanzo lezioso e disimpengato che si legge senza difficoltà adatto sia ai giovani che ai meno giovani
Kady Cross, autrice di molteplici romanzi per adulti, ha in questo libro costruito un mondo steampunk pittoresco ed elegante costellato di personaggi pieni di charme e con oscuri segreti tutti da scoprire. Sebbene il mistero principale della trama sia di facile risoluzione, la sempre affascinante Londra Vittoriana di fine ottocento, che è stata arricchita dalla Cross con connotazioni steampunk e fantascientifiche inaspettatamente originali e brillanti, mi ha conquistata senza appello.

Un po' Jeckyll un po' Hyde, Miss Finley Jayne è una ragazza molto speciale e pericolosa, continuamente impegnata nella lotta tra le sue due personalità: una oscura che la spinge a compiere atti audaci e non proprio opportuni, l'altra delicata e signorile. Appartenente a una famiglia della periferia di Londra non troppo benestante, a sedici anni Finley è costretta a lavorare per badare a sé stessa, ma la fortuna non sembra volerla assistere nei suoi impieghi. Pare infatti che ogni qual volta Finley riesca a trovare un nuovo lavoro qualcosa la spinga a dover usare i suoi incredibili poteri, che includono forza bruta e aggressività incontrollabile, ponendo tragicamente fine ai suoi contratti.
Quando l'ennesimo lavoro va in fumo a causa di avances non desiderate da parte del proprio "padrone", Finley si trova a fuggire dal suo ultimo accesso di rabbia che potrebbe costarle la galera. Ma il destino ha altri piani per l'instabile Finley, che verrà inaspettatamente accolta nella lussuosa dimora di Griffin King, il Duca di Greythorne, distinto giovane dalle molteplici abilità, che verrà soggiogato dal pericoloso fascino della protagonista.
Da subito è chiaro che il duca e i suoi compagni, il massiccio Sam, la geniale Emily e il cow boy Jesse, hanno più cose in comune con la stramba Finley di quanto lei potrebbe immaginare: tutti nascondono doni eccezionali
 

La storia entra subito nel vivo grazie alla vastità dei personaggi che l'affollanto e alla narrazione in terza persona che consente di saltare da un punto di vista all'altro senza traumi o confusione. Seguendo dunque i vari personaggi, tutti molto speciali a loro modo, si scopre che 1897 della Cross è un epoca davvero singolare dove le carrozze a vapore hanno soppiantato i cavalli, gli automi svolgono i lavori più umili ed è possibile trovare invenzioni meccaniche di ogni genere e utilizzo, tra cui degli strani cellulari.
Mentre Finley, personaggio adorabile e diverso dallo stereotipo classico della donzella bisognosa di cure, stravolge l'esistenza dell'affascinante duca di Greythorne scaraventando il personale della servitù fuori dalla stanza in cui è alloggiata,  Griffin e la sua banda di amici sono impegnati a indagare su una serie di efferati crimini compiuti da automi dietro il quale si cela l'oscura figura del Macchinista.
Una volta appurato che Finley Jayne non è una semplice ragazzina in cerca di cure, ma bensì una donna in cui convivono due forti personalità, Griffin decide di "arruolarla" nella sua squadra di ragazzi straordinari che cerca di acciuffare il Macchinista e porre fine ai suoi loschi piani.
Tentata dalla possibilità di dare un senso alla sua duplice personalità e dal poter condividere le sue capacità con qualcuno che la capisca e l'apprezzi, Finley accetterà di diventare parte della Gang. Ciò che Griffin e gli altri non immaginano è che la giovane, che  scoprirà di avere molto a che fare con la storia di Jeckyll e Hyde, sia un'inestinguibile fonte di guai!


La Cross ha abilmente costruito la bella parte fantascientifica del romanzo, spiegando esaustivamente e senza troppi giri di parole l'origine dei talenti dei personaggi. A quanto pare infatti i poteri posseduti da Griffin e gli altri sarebbero legati a un'eccezionale spedizione che un gruppo di scienziati, tra cui i loro genitori, fece al centro della terra.
Tra una battuta investigativa e una seduta di psicanalisi, il lato oscuro di Finley si prenderà una cotta madornale per il fascinoso, nonché capo della malavita Londinese, Jack Dandy mentre il lato candido comincerà a palpitare per il bel Griffin, creando un insolito triangolo amoroso. Ma Finley non è l'unica dama ad essere contesa da due baldi giovani, perché anche l'Irlandese Emily dovrà vedersela con il duplice corteggiamento di Sam e Jesse.
Bisogna ovviamente ricordare che si tratta di un romanzo ambientato nel 1897, in cui l'amore è più che altro un gioco di seduzione e sospiri, di sguardi e ammiccamenti e non è sfacciato come quello a cui i vari romanzi contemporanei ci hanno abituato, ma non per questo è meno stuzzicante.
Tra intrighi amorosi, scoperte scientifiche e piani malefici che coinvolgono la Regina Vittoria da sventare, la trama riserva una serie di colpi di scena e deliziosi siparietti, che si concludono con un promettente finale!

Verdetto: un libro che vi farà venire voglia di corsetti e occhialoni!

Clicca sulla cover e compralo subito su LaFeltrinelli.it

11 commenti:

  1. Sembra interessante, attendevo con ansia la tua recensione... Grazie Glinda :)

    RispondiElimina
  2. bella recensione! Io sono davvero tentata di prenderlo ma non mi va di iniziare ua nuova trilogia\saga...ne ho davvero troppe in corso

    RispondiElimina
  3. Bella recensione, anche a me è piaciuto! Un'unica cosa.. credo che tu abbia dimenticato una parola all'inzio (:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non una parola MI HA CANCELLATO RIGHE SU RIGHE! XD
      Odio blogger, fa cose pazze! Grazie ora lo sistemo :)

      Elimina
  4. Mi intriga da morire! Il genere steampunk lo adoro e speravo che prima o poi si puntasse un po' di più su questo genere, la protagonista poi mi sembra una bella tipa... insomma, Glinda, mi hai messo ancora più voglia di leggere questo libro :D

    RispondiElimina
  5. Bellissima recensione come al solito, Glinda. Prima o poi lo prenderò, mi intriga troppo. Specialmente il fatto che è ambientato in un passato un po' stravagante.
    Grazie della recensione :)

    RispondiElimina
  6. molto interessante e molto bella la tua recensione. di sicuro finisce in lista ma non so a quando l'acquisto perchè la lista è trooppppppppppo lunga!!!!!!!!!!!!!! Forse aspetterò l'uscita degli altri volumi così da fare una lettura consecutiva.

    RispondiElimina
  7. Recensione fantastica ma non so se lo comprerò....doppio triangolo amoroso.... -___-

    RispondiElimina
  8. Sembra davvero interessante, lo avevo già addocchiato ma non ero convinta al 100%.
    Grazie per aver chiarito le mie idee.

    RispondiElimina
  9. Mi intriga moltissimo! Però ho un blocco verso i triangoli amorosi e qui ce ne sono ben due...prima o poi la mia curiosità vincerà e lo comprerò, ma per adesso credo resterà in wishlist per un po'.

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...