martedì 9 agosto 2011

Recensione, Decisamente Morto di Charlaine Harris

Appena finito, in questa pigra giornata d'Agosto, il sesto libro della saga di Sookie Stackhouse edizione Fazi, mi ha strappato sospiri e sorrisi. Più movimentato, almeno dal punto di vista sentimentali, di Morto Stecchito, Definitivamente Morto introduce elementi importanti che vanno a comporre un quadro generale della situazione molto articolato, accendendo la curiosità dei lettori riguardo ai libri futuri!

Titolo: Decisamente Morto
Autore: Charlaine Harris

Traduzione: Guarnieri A.
Prezzo: 12.00 €
Collana: Lain
Editore: Fazi
Pagine: 350 

Il mio voto:
 
In Morto stecchito avevamo lasciato Sookie alle prese con la trasformazione del fratello in una pantera. Ma ora, nella vita della cameriera di Bon Temps, fa il suo ingresso un'altra creatura soprannaturale: Quinn, un uomo-tigre, con il quale la protagonista, che ha ormai archiviato la sua storia d'amore con Bill, ha da poco intrecciato una nuova relazione. Al loro primo appuntamento, i due vengono aggrediti da misteriosi assalitori senza capire chi sia il vero obiettivo dell'attacco: ancora una volta in pericolo, Sookie userà i propri poteri telepatici per arrivare alla verità. Ma le indagini prenderanno vie tortuose e i nodi, più che sciogliersi, sembreranno farsi sempre più intricati, perché la cugina Hadley, vampira solo da pochi anni, è stata assassinata e le lascerà in eredità un appartamento a New Orleans. È lì che Sookie dovrà recarsi per scoprire in quali dubbiose circostanze Hadley sia morta, ed è lì che, durante le sue ricerche, si troverà di nuovo al cospetto di Sophie-Anne, amante di Hadley e Regina dei Vampiri della Louisiana. Con la consueta, irresistibile miscela di ironia e sensualità, Charlaine Harris ci regala qui un nuovo capitolo della serie più amata e discussa degli ultimi anni.
 
La mia recensione 

Ritornano le classiche avventure della sfrortunata Sookie Stackhouse, che come sempre si farà trascinare in situazioni pericolose e surreali, dalle quali uscirà viva quasi per miracolo. 
In Decisamente Morto, Sookie tornerà finalmente a casa dopo il brutto episodio che aveva visto andare a fuoco la sua cucina, e ormai single, inizierà un'interessante relazione con un nuovo pretendente. Piena di buoni propositi riguardo alla nuova vita senza Bill, la Telepate di Bon Temps si lascerà corteggiare dal mutaforma Quinn, una tigre mannara dai muscoli guizzanti e i modi gentili. La prima parte del libro funge da introduzione alle vicende che circondano la protagonista, come il nuovo arrivo di una mutaforme in città, la necessità per Sookie di visitare la casa della sua defunta cugina a New Orleans e l'ostinazione della famiglia Pelt nel sospettare della telepate, a ragione, per la scoparsa dell'odiosa Debbie. La Harris dunque metterà alla prova la pazienza di Sookie, che dovrà schivare le accuse incessante dei Pelt e gestire la sua nascente relazione con Quinn. Proprio durante il loro primo appuntamento i due verranno brutalmente attaccati da mannari fuori controllo, e il mistero avrà inizio.

Improvvisamente Sookie si ritroverà impegnata a indagare sulla sua aggressione, anche all'interno del branco Licantropi di Shreveport in cui rivedremo Alcide, e ben presto riceverà un invito speciale da parte della Regina della Louisiana. La bella Sophie-Anne infatti esigerà che Sookie si rechi a New Orleans per visionare l'appartamento di Hadley, la cugina-vampira defunta della telepate che in vita era stata amante della Regina. Ancora una volta Sookie Stackhouse si troverà incastrata nell'intricata politica dei vampiri, ricca di giochi di potere e complotti che la Harris sembra creare con abilità innata. Nell'appartamento della perduta cugina, Sookie troverà molto più che dei semplici averi da smistare, e con l'aiuto di una simpatica Strega si impegnerà a scoprire cosa si nasconde dietro la morte di Hadley. La bella New Orleans si rivelerà essere ricca di misteri e piccoli gialli da scoprire, oltre a essere la culla della comunità sovprannaturale. Faremo la conoscenza di nuove specie paranormali, che come al solito la Harris introduce all'interno della storia con disinvoltura e naturalezza, e anche la nostra Sookie scoprirà qualcosa di importante riguardo al proprio retaggio.


Durante le indagini, altri tipi di verità verranno a galla. Rivelazioni prettamente amorose e sentimentali segneranno, con grande sofferenza di Sookie, la fine di una certa relazione e apriranno la porta a nuovi risolvi amorosi. Con il cuore in pezzi la Telepate si lascerà consolare dalle forti braccia di Quinn, l'uomo tigre con cui vivrà alcuni momenti bollenti, e prenderà importanti decisioni rispetto al suo modo di rapportarsi al genere maschile. Naturlamente anche Eric giocherà la sua parte, se pur marginale, nel gioco della seduzione. La Harris, che deve aver compreso quanto la tensione tra Sookie ed Eric faccia presa sui lettori, pare aver deciso di relegare il vichingo a un ruolo secondario, per lasciare accesa la fiamma del desiderio in chi spera che la coppia Sookie-Eric diventi finalemente reale. Mentre la vita amorosa della protagonista diventerà più interessante, non mancheranno gli attacchi e le sventure che culmineranno con una scena campale sanguinosa in cui tutti i nodi verranno al pettine. Giochi politici, complotti e intrighi amorosi accompagneranno il lettore sino all'ultima pagina di questo succulento libro romance, in cui annoiarsi e pressocchè impossibile.

Dopo Morto Stecchito, in cui la protagonista aveva avuto a che fare con un incendiario, un cecchino di mutaforma, un vampiro famelico che vessava la sua amica Tara e la Trasformazione di suo fratello Jason, in Decisamente Morto ci si aspetterebbe un po' di riposo. Invece la Harris sa stupire creando una fitta trama di cospirazioni, politiche e non, che riescono a dare sempre nuova linfa alle avventure di Sookie e dei suoi compagni. Pur essendo un romanzo non propriamente ricco di avvenimenti, Definitivamente Morto riesce a introdurre elementi fondamentali alla trama, che si arricchisce sempre di più di dettagli fantasy molto interessanti. Anche se è impossibile, per una fan come me, rimanere delusa dallo stile della Harris, qualcosa in questo libro mi ha lasciata un tantino insoddisfatta: New Orleans. L'idea che Sookie si recasse lì aveva fatto nascere in me la speranza che nel libro si sarebbe respirata l'aria caratteristica del Sud, che solo New Orleans può offrire. Invece la Harris si è limitata a concentrare gli avvenimenti, se pur divertenti e interessanti, in una ristretta cerchia di location non proprio tipiche, tranne per una piccola fuga nelle bayou che ho adorato. A parte questo piccolo difetto, che non tutti reputeranno tale, Definitivamente Morto resta un libro pieno di fascino e divertente, che anticipa davvero grandi cose per le prossime avventure di Sookie.





Verdetto: imperdibile per gli assetati di True Blood!

2 commenti:

  1. ho appena finito di leggere morto stecchito, che è stato come hai detto tu, senza particolare movimento dal punto di vista "sentimentale", anche se mi è piaciuto molto! devo dire, però, che morto per il mondo rimane ancora il mio preferito della serie, io amo eric!!! non vedo l'ora di leggere decisamente morto. :)

    RispondiElimina
  2. Condividiamo lo stesso pensiero allora. Quando leggi Decisamente Morto ripassa! Voglio sapere com'è andata!

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...