martedì 3 maggio 2011

Teaser Tuesdays #4


Eccoci con un'altro appuntamento con Teaser Tuesdays rubrica che sta spopolando, inventata dal blog Should be Reading!  Ho deciso di creare un banner tutto mio per Atelier dei Libri, così perchè mi piace pasticciare con la grafica! Che ne dite?
Bene siamo pronti per il teaser di oggi, che proviene da un libro che sto leggendo con una passione sfrenata!


Le regole sono semplicissime, e la cosa più bella è che tutti possono partecipare, anche voi  lettori nei commenti, e condividere con noi i vostri teaser! La cosa che adoro di più è proprio leggere tutti i vostri piccoli estratti che mi fanno venire una voglia pazzissima di leggere tutti i vostri libri!
Ecco le regoline!

  • Prendi il libro che stai leggendo;
  • Aprilo in una pagina a caso;
  • Condividi un breve spezzone di quella pagina ("Teaser")
  • Attento a non fare spoiler!!
  • Riporta anche il titolo e l'autore così che i tuoi lettori possano; aggiungere il libro alla loro wishlist se sono rimasti colpiti dall'estratto.
Andiamo un po' a vedere cosa ho scovato io o ggi!
Dalla Diciassettesima Luna, di  Kami Garcia e Margaret Stohl
<<Datti una calmata, Fidanzatino. Sapevo che avevi fegato, ma questa è una follia.>> Aveva un'aria preoccupata, come se davvero le importasse di cosa mi sarebbe successo. Era una balla, come del resto tutto quello che la riguardava.
<<Togliti di mezzo, Ridley.>>
<<Il tuo show qui è finito, Paglia Corta.>>
<<Spiacente, ma su di me non funzionano i tuoi lecca-lecca, o qualsiasi cosa stiate usando tu e John per manovrare Lena.>>
Mi afferrò il braccio e sentii le sue dita gelide che mi segavano la pelle. Avevo dimenticato quanto fosse forte e  fredda. Abbassò la voce.
<<Non essere stupido. E' ben al di fuori della tua portata e tu sei completamente fuori di testa.>>
<<Dovresti saperlo.>>
Lei strinse la presa sul mio braccio.
<<Non vuoi farlo davvero. Non dovresti essere qui. Vattene a casa prima che...>>
<<Prima che, cosa? Prima che combini più guai del solito?>>
Link mi raggiunse. Ridley incrociò il suo sguardo. Per un attimo mi sembrò di percepire un fremito, una minuscola scintilla nei suoi occhi, come se la vista di Link avesse risvegliato in lei qualcosa di quasi umano. Qualcosa che la rendeva vulnerabile come lui. Ma sparì in un lampo così come era apparsa. 
Pagina 204.

Qual'è ivece il vostro Teaser?

7 commenti:

  1. da un libro che ho appena finito MAGIA NEL VENTO e OCEANI DI FUOCO scritto da CHRISTINE FELLAN ecco un spezzone!(avrei voluto però scegliere il spezzone tra tutto il libro...ma forse diventava un lavoro lungo!!:D)

    "E' una bella giornata"osservò Aleksandr.Lei era bella ma lui non avrebbe fatto l'errore di dirglielo.Il sole splendeva sui suoi capelli,conferendogli un color fiamma viva.La pelle la sembrava morbida e lui rafforzò la presa sul remo per evitare di allungare la mono e toccarla.Desiderava ardentemente farlo.Gli aveva procurato l'insonnia e quasi tutte le notti si metteva a camminare su e giù,a fissare le stelle del cielo,a chiedersi in quale parte del mondo fosse.Ora era con lui,eppure c'era ancora un abisso tra loro.

    ....

    "non sei semplicemente un poliziotto,vero,Sasha?"
    Lui le lanciò un occhiata mentre immergeva il suo remo nell'acqua con potenza tanto che il suo kayak shizzo davanti a quello di lei."Non chiedere se non vuoi sapere Abbey",l'ammoni.
    Avrebbe dovuto capire che le avrebbe rivelato troppo.Era brava a cogliere ogni sfumatora.Una cercatrice di verità.Bastava la sua voce per far sì che uno desiderasse confessarle tutti i propri peccati ..e dio solo sapeva quanti ne aveva commessi lui.

    RispondiElimina
  2. Così anche nel folklore, in Ucraina si dice che "Il gatto tiene chiusi gli occhi e sente tutto e per mezzo dei suoi occhi e delle sue orecchie, l'Angelo Cusode sa tutto di noi". E questo è veramente eccezzionale percè mai il gatto era entrato nel mondo cattolico come autore di magie se non, come abbiamo visto, nel modo peggiore!

    da All'Ombra del gatto nero di Marina Alberghini ed. Mursia

    RispondiElimina
  3. Ma che meraviglia di Teaser oggi!

    @Emanuela il tuo mi ha portato tanti ricordi, ho amato quel libro, soprattutto Oceani di Fuoco! Bellissimo :)

    @RobbyRoby il tuo è così affascinante, molto in linea con la lettura che ho in corso ora, in cui c'è un gatto magico davvero eccezionale!

    GRAZIE!

    RispondiElimina
  4. <>disse, togliendosi tardivamente il cappello e inchinandosi nella mia direzione.<>domandò, cercando di impedire al suo sguardo attonito di indugiare sulla mia gamba, nuda fino al ginocchio per via dello squarcio della camicia, e macchiata dal succo delle bacche di sambuco.<>Jamie guardò oltre la sua spalla, verso il varco della collina che mi aveva detto essere l'ingresso a Broch Tuarach.<>.Graham distolse lo sguardo da me e lo fissò su Jamie.<>E,con un frettoloso colpo alle costole del proprio cavallo, si girò e si diresse verso le stalle.

    Pag. 562 Da 'La straniera' di Diana Gabaldon ed.Corbaccio

    Un bel romanzo lungo, intenso e coinvolgente ;D

    RispondiElimina
  5. p.s.Ehm..nelle <> c'erano i dialoghi ma evidentemente postando il commento sono spariti..mi dispiace che non si capisca un gran chè ma è davvero un bel libro..Saluti!

    RispondiElimina
  6. “Stanno arrivando, quegli sciocchi di Glennhaven… Corri, Barbee, lascia la morta dove si trova!”
    “La morta!” ansimò Barbee. “che cosa… che cosa mi hai fatto fare?”
    “Il tuo dovere nella nostra lotta contro il genere umano. E contro i bastardi traditori, come questa vedova, che cercano di volgere i poteri del nostro sangue contro di noi. Tu hai dato la prova di te stesso, Barbee… e ora so che sei uno di noi… Ma ora corri! Non farti trovare qui!”
    E con un balzo lunghissimo si allontanò nelle tenebre.
    Barbee rimase inerte, nella luce dell’automobile che si avvicinava. Poi scese e si portò presso la forma vestita di nero che giaceva immobile davanti all’occhio solitario della sua macchina. Singhiozzando di disperazione e di pietà, raccolse il povero corpo tra le braccia: ma era troppo pesante per le sue braccia tremanti. E allora lo riadagiò per terra. Non c’era altro da fare.
    “Scappa, Will!” La voce della lupa gli giunse dalle tenebre. “O ti accuseranno di averla uccisa. Raggiungimi a casa mia, al Trojan Arms. E insieme brinderemo al Figlio della notte!”

    Il figlio della notte di Jack Williamson, pag.245, bel libro fantascientifico.

    RispondiElimina
  7. Ciao
    sai domani vado in vacanza e nella valigia ho messo anche i libri.

    RispondiElimina

Il mio blog si nutre dei vostri commenti, perciò se avete letto il mio articolo lasciate un segno del vostro passaggio! E, se vi è piaciuto ciò che ho scritto, cliccate sul tasto G+!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...